Come compaiono i sintomi del cancro alla vescica negli uomini?

Nonostante il fatto che gli uomini siano il sesso più forte, come le donne sono disarmati di fronte a determinate malattie. I problemi di cancro possono essere messi in prima fila. Considerando che la maggior parte degli uomini non ama andare dai medici, si può presumere che il più delle volte finiscano nell'ufficio di uno specialista quando sono già completamente insopportabili per sopportare il dolore e il disagio..

Le malattie del sistema genito-urinario nella metà maschile dell'umanità sono abbastanza comuni. Concentriamoci su uno di questi: il cancro alla vescica negli uomini. È possibile prevenire lo sviluppo della patologia e come riconoscerla nella fase iniziale?

Ciò che provoca lo sviluppo del cancro negli uomini

L'oncologia di questo organo è abbastanza comune negli uomini. Ciò è dovuto ad alcune caratteristiche strutturali del loro sistema genito-urinario. Tra i motivi che aumentano il rischio di sviluppare patologie ci sono i seguenti, che sono più comuni:

  • l'influenza di sostanze nocive, se il lavoro di un uomo è legato all'industria della gomma, chimica, tessile;
  • il fumo gioca un ruolo importante, quasi il 90% dei pazienti sono fumatori;
  • processi infiammatori avanzati del sistema urinario;
  • organismi parassiti come gli schistosomi che entrano nel corpo attraverso l'uretra;
  • malattie infettive;
  • esposizione ai raggi X sugli organi pelvici;
  • ritardo nella minzione, quando si deve sopportare l'impulso di usare la toilette per lungo tempo;
  • malattie di questo organo dalla nascita;
  • le medicine possono avere un effetto negativo piuttosto forte;
  • si presume che il papillomavirus umano possa anche essere il colpevole nello sviluppo della malattia.

Tipi di cancro alla vescica

Per capire i sintomi della malattia, devi sapere che è di due tipi:

  • una forma invasiva, in cui una neoplasia è in grado di crescere attraverso le pareti della vescica e infettare gli organi adiacenti;
  • il cancro non invasivo si sviluppa solo all'interno dell'organo.

Va tenuto presente che qualsiasi forma di patologia attraversa fasi successive di sviluppo..

Fasi del cancro alla vescica

Prima di considerare i sintomi della patologia, è necessario studiare le fasi di sviluppo del cancro di questo organo..

  1. Il primo stadio della malattia è caratterizzato da un danno alla sola mucosa della vescica.
  2. Nella fase successiva, lo strato muscolare è coinvolto nel processo..
  3. Il terzo stadio è caratterizzato dalla diffusione del tumore ai tessuti adiacenti alla vescica.
  4. L'ultima fase è la più seria. Gli organi interni sono interessati: prostata, parete addominale anteriore, linfonodi.

Le ultime due fasi sono pericolose per il paziente, in questo momento è abbastanza difficile fermare lo sviluppo della neoplasia. I sintomi sono più acuti, ma i medici sono spesso impotenti. Alcuni pazienti vivono per diversi mesi, ma è difficile per loro fare a meno degli antidolorifici.

Come riconoscere l'insorgenza della malattia?

Se i nostri uomini fossero un po 'più attenti al loro corpo e ai segnali che questo inizia a dare nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, allora ci sarebbero molte meno morti. Il cancro alla vescica si riferisce a quelle patologie che già nelle prime fasi del loro sviluppo mostrano sintomi piuttosto caratteristici..

Ma, sfortunatamente, la paura degli ospedali e dei medici e solo un atteggiamento negligente nei confronti della propria salute porta al fatto che una forte metà dell'umanità non ha fretta di vedere specialisti. Trovano vergognoso vedere un urologo.

Sintomi allo stadio iniziale

Il cancro alla vescica all'inizio del suo sviluppo può assomigliare a cistite nelle manifestazioni, di solito i pazienti notano:

  • la comparsa di sensazioni dolorose durante la minzione;
  • dolore anche a riposo;
  • spesso c'è il bisogno di usare il bagno;
  • si crea una sensazione di svuotamento incompleto;
  • incontinenza urinaria.

Se in questa fase dello sviluppo della patologia non presti attenzione ai sintomi che sono comparsi e non agisci, la malattia non si fermerà, ma andrà oltre.

Segni delle prossime fasi della malattia

Se un uomo, superando il suo imbarazzo, si rivolge a un medico quando compaiono le prime campane della malattia, il tasso di sopravvivenza ha un'alta percentuale. Quando non vengono prese misure, la terapia non viene eseguita, non sorprende affatto che altri sintomi più gravi compaiano molto presto:

  • nelle urine puoi vedere una miscela di sangue o persino grumi;
  • in casi avanzati, può svilupparsi sanguinamento;
  • il tumore cresce gradualmente e blocca il canale per il deflusso di urina;
  • la trasformazione idronefrotica del rene si sviluppa a causa dell'accumulo di urina.

Le fasi avanzate dello sviluppo della malattia sono caratterizzate dall'aggiunta di sintomi di insufficienza renale:

  • la pelle e le mucose si seccano;
  • preoccupato per il prurito della pelle;
  • disturbo dell'apparato digerente.

Quanto tempo ci vorrà prima che lo sviluppo dell'ultimo stadio sia sconosciuto, ma senza un'adeguata terapia, ci si può aspettare che presto compariranno dolori insopportabili nell'addome inferiore. Ciò indica la penetrazione del tumore negli organi e nei tessuti vicini. Il tasso di sopravvivenza in questa fase è praticamente zero..

Le fasi molto avanzate sono caratterizzate dalla comparsa di fistole tra la vescica e il retto, sopra il pube. Quando le metastasi colpiscono i linfonodi, il processo di deflusso del liquido linfatico viene interrotto, il che porta al gonfiore delle gambe.

Prognosi del paziente

Non appena a un paziente viene diagnosticata una tale malattia, sorge immediatamente la domanda: quanto mi rimane? Ma il tasso di sopravvivenza in oncologia dipende da molti fattori, ad esempio, in questa patologia, lo stadio della malattia ha un effetto significativo su di esso. Inoltre, il medico tiene sempre conto delle dimensioni del tumore, indipendentemente dal fatto che si sia diffuso ai tessuti vicini.

Se esiste una forma superficiale di cancro alla vescica, quindi, di norma, è prevista una sopravvivenza fino a 5 anni nell'82% dei pazienti. Quando ci sono metastasi, la morte può verificarsi già nei primi due anni di lotta contro la malattia..

Quando le metastasi colpiscono i linfonodi, solo il 25% dei pazienti ha la possibilità di vivere fino a 5 anni, il resto muore molto prima. L'aspettativa di vita di tali pazienti dipende anche dalla forma del cancro, se è invasiva e anche con metastasi, quindi, purtroppo, la prognosi non è affatto confortante.

Anche dopo una cura apparentemente completa, i pazienti devono necessariamente visitare un medico con una certa regolarità in modo che una ricaduta della malattia possa essere rilevata in tempo, il che accade anche.

Quando si tratta di salute, nessun vincolo è inappropriato. Spesso sono la nostra negligenza e il nostro rinvio che portano al fatto che i medici devono solo scrollare le spalle. Gli uomini sono il sesso più forte, ma tutti sono uguali prima dei tumori, è meglio essere assicurati cento volte che rimpiangere in seguito che non abbia prestato attenzione ai sintomi sospetti nel tempo. Devi sempre ricordare che l'oncologia è attualmente abbastanza suscettibile alla terapia nelle prime fasi, devi solo visitare un medico in tempo e sottoporsi a un corso efficace di trattamento.

Carcinoma vescicale negli uomini

Se a volte fa male nell'addome inferiore, o allo stesso tempo, ci sono difficoltà con la minzione, allora vale la pena considerare la variante della malattia: il cancro alla vescica negli uomini, i sintomi e quanto tempo vivono con questa malattia. Per superare questo disturbo, in una lingua comprensibile alle persone, saranno forniti materiali che determinano le fasi della malattia, le opzioni di prevenzione, le caratteristiche generali e direttamente - i metodi di trattamento.

Importante: a differenza di altri tipi di oncologia, il cancro alla vescica ha un tasso di sopravvivenza più elevato, dovuto alla definizione della malattia nelle prime fasi.

Definizione

L'oncologia, sotto forma di cancro alla vescica, ha formazioni maligne (carcinoma), come i tumori, all'interno delle pareti della vescica. Allo stesso tempo, gli uomini hanno una propensione alla malattia, superiore a 4 volte rispetto alle donne. Le manifestazioni della malattia non tardano ad arrivare, tuttavia sono nella natura di comuni malattie semplici.

Il segmento più suscettibile della popolazione a questo tipo di oncologia sono gli anziani. Tuttavia, la possibilità di ammalarsi all'età di 30 anni non può essere esclusa. Quando inizia la malattia, è possibile la diffusione di metastasi ad altri organi del sistema urinario.

I principali sintomi

Va notato subito che i sintomi sono abbastanza simili alle malattie della prostata o degli organi genitali, quindi l'automedicazione è altamente indesiderabile. Nei sintomi della malattia, si nota quanto segue:

  • Dolore addominale inferiore;
  • Sensazione di urina residua nella vescica dopo la minzione;
  • Taglio durante lo svuotamento;
  • Colore delle urine, con sfumature di rosso;
  • Bisogno frequente di urinare.

Inoltre, tutti questi sintomi sono accompagnati in diverse fasi dello sviluppo della malattia..

Fasi e grado di sopravvivenza

La sopravvivenza per il cancro alla vescica è caratterizzata dalle fasi di sviluppo della malattia. Tutte le informazioni sono state raccolte con il calcolo del decorso della malattia per 5 anni. Ci sono 4 tappe in totale:

  • Fase 1: porta la natura del danno alla mucosa di un tumore maligno o ingrossamento dei tessuti. La prognosi della sopravvivenza, in questo caso, tende al 100%, nel caso di una visita tempestiva da un medico.
  • Fase 2: a cui il carcinoma colpisce già gli strati del tessuto muscolare. In questa fase, le persone con diagnosi di cancro alla vescica hanno il 70% di probabilità di vivere in un bambino di 5 anni;
  • Fase 3 - complicata dalla diffusione del tumore ai tessuti situati vicino alla vescica. In questo caso, la prognosi avrà una bassa percentuale di sopravvivenza - fino al 50% dei pazienti avrà la possibilità di vivere altri 5 anni.
  • Fase 4: riduce la percentuale di sopravvivenza, in modo che il cancro si diffonda ad altri organi e all'intero corpo nel suo complesso. Le metastasi entrano nel sistema circolatorio e occupano una vasta area. La prognosi della vita per le persone con cancro in questa fase è inferiore al 5%, sarà in grado di vivere 5 anni.

Il decorso della malattia

Nelle fasi iniziali, una persona che soffre di cancro alla vescica non si sente molto a disagio. C'è un leggero dolore nell'addome inferiore, che non è allarmante. In questo momento, le cellule tumorali si trovano sulla superficie della parete interna della vescica.

Il prossimo momento allarmante è la frequente necessità di urinare e arrossamento delle urine. Ciò è dovuto al fatto che il tumore è penetrato negli strati del tessuto muscolare. La crescita tumorale porta alla micro-rottura dei tessuti, che è accompagnata da sanguinamento. Inoltre, grazie alla crescita del tumore, il cervello riceve un segnale sulla vescica piena, che rende frequente la visita al gabinetto..

Inoltre, la prognosi sarà deprimente: durante la minzione compaiono crampi, sono possibili uno stato pigro di natura generale, attacchi di nausea e vertigini. Tutto ciò è dovuto al fatto che un gran numero di tessuti è interessato, e possibilmente organi vicini..

Successivamente, le metastasi che sono penetrate in tutto il corpo avranno la possibilità di una completa rimozione, solo mediante chemioterapia, nonché della rimozione della vescica. Tuttavia, in questo caso, le possibilità di sopravvivenza saranno modeste..

Cause della malattia

La principale fonte della malattia è difficile da trovare, perché ci sono molte ragioni che contribuiscono alla comparsa del cancro alla vescica. Tuttavia, medici e ricercatori hanno identificato una serie di ragioni che influenzano chiaramente l'insorgenza della malattia:

  • Rischi industriali - frequenti avvelenamenti con sostanze chimiche utilizzate nelle fabbriche e in luoghi di attività industriale, portano a depositi di sostanze chimiche sulle pareti della vescica;
  • Fumo: il corpo umano rimuove le tossine e il catrame contenuto nelle sigarette, attraverso l'urina e il catrame causano malattie;
  • La radioterapia può anche causare malattie come il cancro alla vescica;
  • Malattie croniche - cistite, calcoli renali e altre malattie del sistema urinario, con un decorso cronico, possono portare a questo tipo di oncologia.

C'è anche una disposizione genetica a questa malattia, tuttavia, è difficile nominare la causa della malattia, la disposizione ad essa, perché la disposizione non è l'agente causale della malattia.

Diagnostica

Per determinare la malattia, è possibile utilizzare test delle urine, che mostrano se ci sono processi infiammatori nel corpo. Dopo risultati positivi, vengono eseguiti esami del sangue per la presenza di metastasi, analisi delle urine e viene eseguita un'ecografia della cavità addominale. Ecco come viene effettuata la determinazione primaria delle dimensioni del tumore e dello stadio della malattia..

Quando viene rilevata una neoplasia, viene eseguita una citoscopia, visualizzando la cavità vescicale attraverso l'uretra e i raggi X, per determinare con precisione la dimensione e la posizione della neoplasia.

Trattamento

A seconda dello stadio della malattia, nonché delle condizioni generali del paziente, viene scelto il metodo di trattamento. I metodi di trattamento possono essere:

  • Medicinali: funzionano nelle fasi iniziali e sono della natura degli agenti che aumentano il sistema immunitario;
  • Chemioterapia: viene utilizzata dopo la rimozione di sigilli maligni;
  • La radioterapia viene utilizzata come trattamento preventivo. Aiuta a fermare la crescita delle neoplasie e le separa dai tessuti sani;
  • Intervento chirurgico - accompagnato dalla rimozione di neoplasie, parte della vescica o rimozione completa.

Allo stesso tempo, la prognosi della mortalità durante le operazioni per rimuovere il cancro alla vescica dà speranza per un risultato positivo. La mortalità postoperatoria è inferiore all'1% e la causa è il corpo debole del paziente.

Cancro alla vescica

Il cancro può formarsi in qualsiasi tessuto e organo di una persona. Tra le statistiche generali, il cancro alla vescica viene diagnosticato nel 3-4% dei tumori diagnosticati. In connessione con il miglioramento della medicina e delle procedure diagnostiche, il numero di casi di diagnosi nelle prime fasi della patologia è in aumento. Allo stesso tempo, gli indicatori statistici della malattia stessa stanno crescendo. Il cancro alla vescica è una patologia grave che può uccidere un paziente se non viene trattato.

La maggior parte dei casi riguarda uomini di età superiore ai 60 anni. Secondo le statistiche, gli uomini hanno un vantaggio. Nelle donne, la patologia viene diagnosticata due volte meno spesso. Gli scienziati associano l'indicatore al fatto che il sesso più forte è influenzato da un numero maggiore di fattori ambientali negativi e dalle specifiche delle prestazioni delle funzioni lavorative.

Problemi alla vescica

Qualsiasi fenomeno patologico influisce negativamente sull'attività vitale del corpo umano. Le violazioni del sistema urinario e della vescica portano a un significativo deterioramento del benessere e della qualità della vita del paziente. Le principali patologie della vescica includono:

  • cistite (infiammazione all'interno del corpo della vescica);
  • malattia urolitiasi;
  • neoplasie oncologiche benigne;
  • processo oncologico maligno (cancro). Codice ICD10 - C67 (neoplasia maligna della vescica).

430.000 persone vivono con l'ultima malattia sulla Terra. Il nome "cancro" è entrato in uso dopo che Ippocrate ha effettuato i primi studi patologici sui cadaveri. Quando si tagliava l'organo interessato con segni di invasione del tumore nelle pareti dell'organo, il taglio ricordava allo scienziato gli artigli di un artropodo. Centinaia di migliaia di persone muoiono di cancro di vari organi e tessuti all'anno. E nulla può essere fatto con tali statistiche anche con l'attuale livello di sviluppo della medicina.

La malattia non mostra cause scatenanti. Diventa una conseguenza dell'influenza di una massa di fattori dannosi che influenzano costantemente il corpo. Danneggiare, ad esempio, i prodotti alimentari preparati e coltivati ​​in violazione delle norme e dei requisiti del legislatore in materia di sicurezza, utilizzando pesticidi, veleni, ormoni della crescita.

La violazione dei termini e delle tecnologie di conservazione porta anche a un effetto negativo sul corpo e sui processi di supporto della vita, incluso il ritiro di sostanze solide e liquide digerite.

Anatomia della vescica

La vescica è parte integrante del sistema urinario. È localizzato nella piccola pelvi e appartiene agli organi locali della piccola pelvi. L'organo è spaiato, vuoto. Il lavoro principale consiste nella conservazione temporanea dell'urina formata dai reni e nell'ulteriore escrezione dal corpo attraverso l'uretra.

La funzione principale svolta dalla vescica è la raccolta e la conservazione dell'urina, la sua ulteriore trasmissione attraverso l'uretere fino a quando non viene escreto dal corpo. A seconda della pienezza, è in grado di comprimersi ed espandersi. Normalmente, in un adulto, il volume della vescica raggiunge i 500 millilitri. Il desiderio di svuotamento si verifica quando la vescica viene riempita con 150-200 millilitri di liquido urinario.

La parte superiore della vescica è più larga della parte inferiore. Sotto è il collo della vescica, che passa nel canale urinario. Dall'alto termina con il legamento ombelicale. Si riempie quando funzionano i reni, che formano l'urina. Tenendo conto delle caratteristiche istologiche della struttura delle pareti del corpo dell'organo, il loro spessore dipende dal livello di riempimento. Livello superiore - meno spessore.

La parete muscolare è coperta da una membrana mucosa, che è allungata e liscia alla massima pienezza. In assenza di pienezza, la mucosa è composta da molte pieghe. La struttura della mucosa è costituita da una propria lamina e urotelio, tessuto connettivo di una struttura libera. Nella struttura stessa, viene registrata una rete ramificata di vasi sanguigni. L'urotelio è uno strato di transizione tra mucoso e tessuto muscolare. Si compone di 6 strati di epitelio. Le cellule più grandi con citoplasma sviluppato si trovano nello strato superficiale.

Lo strato muscolare è costituito da tre strati di cellule epiteliali della muscolatura liscia.

Le patologie del sistema urinario, genito-urinario e della vescica sono trattate da una sezione di medicina chiamata "urologia".

Caratteristiche dello sviluppo del processo oncologico di natura maligna

Un altro nome per patologia è il cancro. L'oncologia è un tipo separato di fenomeni patologici. Nonostante il fatto che la malattia sia nota ai medici da centinaia di anni, non è stato possibile scoprire la principale causa scatenante (innesco) della patologia..

L'oncologia come scienza fa una distinzione tra processi neoplastici benigni e maligni. Un processo tumorale benigno è caratterizzato da un basso tasso di crescita, l'assenza di metastasi. È inteso come la formazione di focolai secondari di cancro negli organi e nei tessuti più vicini al focus iniziale. Successivamente, le metastasi si diffondono attraverso una rete di linfonodi e vasi sanguigni in tutto il corpo. La crescita aggressiva si verifica con l'invasione nel tessuto dell'organo umano interessato.

Di conseguenza, le caratteristiche opposte sono caratteristiche dei tumori maligni..

Il cancro è caratterizzato da una messa in scena chiaramente espressa dello sviluppo della patologia. La prognosi della vita del paziente è direttamente correlata allo stadio in cui viene rilevata la patologia e inizia il trattamento. Se il cancro viene diagnosticato durante il primo e il secondo stadio, le probabilità di sopravvivenza sono rispettivamente del 95% nel primo stadio e del 75% nel secondo stadio..

A partire dalla terza fase dell'oncologia, le probabilità scendono al 35%, il che riduce la prognosi per la sopravvivenza e il recupero per i malati di cancro. Al passaggio dell'oncologia allo stadio terminale dello sviluppo, il 90% dei pazienti non attraversa il confine di sopravvivenza a 5 anni, anche con il giusto trattamento. Questi dati sono forniti dalle statistiche ufficiali dell'OMS (Organizzazione mondiale della sanità), basate sulle tendenze globali nello sviluppo del cancro.

Il tasso di sviluppo del cancro dipende dalla struttura istologica del tumore, dal grado di differenziazione.

Cause di oncologia della vescica

Il cancro alla vescica non rivela una causa chiave e diventa una conseguenza dell'influenza di vari fattori negativi sul corpo. Almeno, l'attuale livello di conoscenze mediche non consente agli scienziati di identificare queste fonti. La determinazione delle cause si basa su dati statistici provenienti dall'anamnesi del paziente.

È consuetudine attribuire questi fattori negativi ai motivi principali della comparsa di un processo patologico:

  • Età superiore ai 60 anni. A questa soglia di età, gli indicatori immunitari del corpo umano si riducono notevolmente, aumentando la probabilità di molti fenomeni cronici, inclusa l'oncologia..
  • Stagnazione delle urine nella vescica a causa dell'influenza patologica delle malattie croniche della vescica (cistite, uretrite, altre patologie).
  • Ceppo oncogenico di papillomavirus umano. Non tutti i ceppi del virus provocano l'insorgenza del cancro. Tuttavia, le statistiche ci consentono di concludere che esiste un aumentato rischio di istruzione.
  • Pavimento. Un uomo è più suscettibile ai fattori di rischio a causa delle peculiarità del dispositivo dei processi vitali. La conclusione è anche fatta sulla base degli indicatori statistici forniti..
  • Abbiamo soppesato l'ereditarietà. Questo indicatore è anche considerato statistico a causa del fatto che non ci sono prove scientifiche e mediche dell'influenza del genotipo (non è confermato dalla ricerca scientifica). Tuttavia, la presenza di cancro nei parenti in una o due generazioni comporta un aumento del rischio di sviluppo.
  • Influenza di agenti cancerogeni. L'influenza principale si verifica quando una persona svolge una funzione lavorativa nella produzione pericolosa e nelle industrie pesanti o chimiche. La probabilità è presente anche quando si vive in un'area inquinata dall'ambiente, mangiando alimenti di scarsa qualità contenenti agenti cancerogeni.
  • L'uso di prodotti del tabacco per lungo tempo in grandi quantità. Lo stesso punto vale per il fumo passivo. Con una regolare esposizione agli elementi chimici contenuti nel fumo di tabacco, l'efficacia dei processi immunitari diminuisce, il che provoca in gran parte lo sviluppo di fenomeni patologici cronici, tra cui l'oncologia.
  • Bere molte bevande alcoliche. L'avvelenamento regolare con prodotti di decomposizione dell'alcool porta all'esaurimento del corpo umano e diventa un fattore di rischio per la formazione di un processo oncologico.
  • Un'infezione parassitaria che è stata presente nel corpo del paziente per tutta la vita. Questi parassiti includono la schistosomiasi. Ha una natura elmintica di occorrenza.
  • Ingresso regolare dell'elemento chimico cloro (quando si beve acqua del rubinetto che non è stata bollita).
  • Mancanza di liquidi sufficienti da bere (è stato notato che quando si consumano fino a due litri di liquido potabile durante il giorno, il rischio di ristagno e, di conseguenza, diminuisce lo sviluppo del cancro).
  • L'influenza degli effetti collaterali di alcuni farmaci che aumentano il carico sui reni e sulla vescica, con conseguente aumento del rischio di cancro.
  • Razza e nazionalità (fattore puramente statistico). Le persone appartenenti alla razza Mongoloide, Negroide, soffrono di cancro alla vescica due volte meno spesso rispetto ai rappresentanti della razza caucasica. Non esiste una spiegazione scientifica. Una nazionalità indica che l'appartenenza a uno stato industrializzato indicherà un rischio maggiore. Inoltre, questo fattore non implica una natura fondata sulla medicina e si basa esclusivamente su indicatori di statistiche oncologiche..
  • Nutrizione impropria Si verifica l'obesità di una persona di diversa gravità o esaurimento del corpo. Entrambi questi fenomeni influenzano negativamente le proprietà immunitarie del corpo, il che porta ad un aumentato rischio di sviluppare oncologia maligna.
  • La sindrome di Lynch è un tumore del colon-retto in remissione. In grado di provocare la nascita di nuova oncologia, in particolare la vescica.

Aumentare il rischio di cancro e agenti farmacologici che sono stati usati per combattere altre forme di cancro nello stesso paziente, farmaci per stabilizzare la condizione se il paziente ha il diabete di tipo 2.

Inoltre, l'oncologia della vescica si forma quando le metastasi dal tumore primario entrano nel corpo o nella mucosa della vescica. Questo tumore è chiamato secondario e richiede cure mediche immediate. È una conseguenza della negligenza del cancro iniziale, con una violazione della funzionalità della vescica, con l'invasione delle sue pareti con il cancro, una grave violazione del ritmo vitale, si verifica una pressione fisica e psicologica sul paziente.

Per aumentare le possibilità di recupero e mantenere lo stesso tenore di vita, è necessario monitorare la propria salute. Soprattutto se il corpo è stato influenzato da un aumento dei fattori di rischio per lungo tempo. Quando compaiono sintomi primari, è necessario contattare immediatamente un terapeuta per nominare una consultazione con uno specialista specializzato e ulteriori ricerche diagnostiche.

Si raccomanda di sottoporsi regolarmente a tali esami, nonostante la presenza o l'assenza di sintomi di patologia. Il cancro nel primo e secondo stadio è in grado di procedere segretamente. Allo stesso tempo, la raccomandazione si applica a tutti, non solo ai membri del gruppo a rischio..

Quando la patologia viene trascurata, le conseguenze per la vita e la salute del paziente sono imprevedibili..

Oltre ai controlli regolari con un medico, si raccomanda di seguire le regole di uno stile di vita sano. Smetti di fumare tabacco, alcol, droghe. Fai sport, almeno fai delle passeggiate all'aria aperta a passo lento per mezz'ora al giorno. Stabilisci sonno e riposo, nutrizione. Se è difficile far fronte a un lavoro nell'industria, cambiare lavoro. Se una persona vive in un luogo non sicuro per l'ambiente, cambia il suo luogo di residenza. Prenditi cura della tua igiene e pulizia nel soggiorno della vita normale.

Queste regole costituiscono misure preventive per ridurre il rischio di un processo oncologico nel corpo. La loro osservanza migliorerà la qualità della vita umana..

Classificazioni e tipi

La medicina viene utilizzata per classificare le malattie oncologiche maligne in base alle caratteristiche strutturali delle cellule tumorali. Questo tipo di classificazione si chiama istologico. In altre parole, il cancro è chiamato lo strato dell'epitelio da cui si formano le cellule.

La classificazione include i seguenti tipi:

  1. Carcinoma uroteliale - è una malattia oncologica maligna formata da cellule dell'epitelio uroteliale. Prima di tutto, la mucosa della vescica soffre. Questo tipo di tumore è il più comune e si riscontra nel 90% delle persone a cui è stato diagnosticato un tumore alla vescica..
  2. Carcinoma spinocellulare. La base del tumore è una cellula epiteliale piatta della vescica. Molto spesso si presenta come una complicazione dopo che si è verificato un processo infiammatorio (complicazione della cistite). In questa variante, è registrato nel 4% del numero totale di casi di patologia.
  3. Adenocarcinoma (carcinoma ghiandolare) - è formato dal tessuto ghiandolare e appartiene ai tipi più aggressivi. Si sviluppa rapidamente e metastatizza. Diagnosticato nel 2% di tutti i casi diagnosticati di cancro alla vescica.
  4. Il sarcoma è un tipo raro di tumore formato da cellule adipose. Differisce nella maggiore aggressività nei confronti del paziente.
  5. Carcinoma a piccole cellule - un tipo di tumore formato dalle cellule neuroendocrine della vescica.
  6. Il linfoma è un tipo di tumore che inizia nei linfonodi vicino all'organo interessato.

In base al grado di invasione, è possibile identificare:

  1. Cancro non invasivo: questo tipo di oncologia non invade il tessuto muscolare, si diffonde, interessando solo lo strato mucoso dell'organo. Di conseguenza, ha un basso livello di malignità. Rimane il pericolo per la vita e la salute, anche la messa in scena. Ma la velocità di sviluppo non consente di strappare gli strati di tessuto muscolare delle pareti dell'organo, il che indica grandi possibilità per la transizione finale della malattia allo stadio di remissione.
  2. Cancro invasivo non muscolare. Con questo tipo di patologia, il cancro penetra solo attraverso la mucosa dell'organo. Non può sfondare il tessuto muscolare a causa del suo basso grado di malignità.
  3. Cancro invasivo Rappresenta il più grande pericolo dovuto al fatto che, con il suo tasso di crescita, ha la capacità di lasciare i limiti dell'organo interessato e diffondersi agli organi e ai tessuti vicini della regione pelvica.

Questi tipi di tumori sono caratteristici non solo della vescica, ma anche del tratto urinario superiore..

In base al grado di differenziazione, si distinguono:

  • processo oncologico altamente differenziato (carcinoma a cellule transizionali);
  • moderatamente differenziato;
  • scarsamente differenziato;
  • indifferenziato.

Con tumori altamente differenziati, si può ritenere che ci sia abbastanza tempo per completare tutte le azioni necessarie per ricevere il trattamento. Con un basso grado di differenziazione del tumore, il tempo è significativamente inferiore.

A seconda di questa caratteristica di classificazione, è possibile giudicare le manifestazioni di aggressività di ogni tipo specifico di tumore, in base alle caratteristiche del dispositivo istologico.

Quando si eseguono misure diagnostiche volte a ottenere dati di ricerca su questo fattore, al tumore viene assegnato uno dei seguenti valori:

  • GX - Il grado di differenziazione del tumore originale non è stato determinato a causa della mancanza di prove della formazione del tumore.
  • G1 - un tumore altamente differenziato (non mostra evidente aggressività nei confronti del paziente).
  • G2 - tumore moderatamente differenziato (il grado di aggressività è dovuto al tasso medio di sviluppo del processo patologico).
  • G3 - tumore scarsamente differenziato (mostra una maggiore aggressività nei confronti del paziente).
  • G4 - tumore iniziale indifferenziato (presenta elevata aggressività, ma la natura dell'aggressività non può essere stabilita dalla ricerca medica del tumore iniziale).

In una versione semplificata, ci sono:

  • LG - bassa qualità (basso grado di differenziazione);
  • HG - alta qualità (alto grado di differenziazione).

Il classificatore "G" indica il grado di aggressività del tumore originale. Deriva dalla parola inglese "Grado".

fasi

Come notato in precedenza, le fasi sono una delle caratteristiche principali del processo maligno di malattia oncologica. Nella medicina russa, è consuetudine distinguere 4 fasi principali dell'oncologia.

Primo stadio

Più sensibile alla produzione di trattamento. Il tumore non supera alcuni millimetri. Invasione minima. Il tumore non ha raggiunto lo strato muscolare. I sintomi sono lievi, spesso assenti. Se la malattia viene rilevata nella prima fase, è possibile una cura completa. Il lume della vescica non è cambiato.

Seconda fase

La fase 2 mantiene una tendenza positiva verso il recupero. Il tumore aumenta di dimensioni fino a 3-5 centimetri. Appare la prima sintomatologia di un fenomeno patologico. L'invasione raggiunge lo strato muscolare. Tuttavia, il danno alle fibre muscolari è minimo. I problemi compaiono durante la minzione. La malattia rimane sensibile al trattamento.

Terza fase

Le previsioni si deteriorano significativamente rispetto agli indicatori del primo e del secondo stadio. Il tumore ha una dimensione da 5 a 8 centimetri. L'invasione è completa, l'organo è attraversato dal cancro. Nei linfonodi regionali, si osserva la presenza di focolai secondari del fenomeno patologico. Ottenere una metastasi in un altro organo riduce le possibilità di guarigione. I sintomi sono pronunciati Sono presenti tutte le funzionalità regionali. Il terzo stadio è molto importante, perché se la malattia progredisce al quarto stadio, non sarà più possibile salvare il paziente.

Quarto stadio (terminale)

Il processo di sviluppo dell'oncologia nella quarta fase è considerato completo. Questa fase è l'ultima. Il cancro si sta diffondendo attraverso il corpo a un ritmo estremo. Compaiono patologie concomitanti (la sintomatologia è integrata da numerosi sintomi di patologie emergenti nel corpo). Queste complicanze del cancro alla vescica includono:

  • infezioni;
  • ritenzione urinaria cronica;
  • idronefrosi dell'uretra;
  • insufficienza renale;
  • anemia.

I parenti del paziente devono comprendere e comprendere la gravità della posizione del paziente, condiscendendo alla possibile aggressività del paziente. La consapevolezza della morte imminente rende il paziente aggressivo. È importante condurre regolarmente la ventilazione, dove si trovano i malati, camminare con loro, parlare, non allontanarsi.

Quando compaiono focolai secondari, la sintomatologia è integrata da segni di cancro di quegli organi in cui cadevano le metastasi dalla fonte primaria della malattia. Spesso l'aspettativa di vita del paziente dipende dalla geografia della distribuzione. Quindi, con danni agli organi del sistema nervoso centrale (ad esempio il cervello), la durata della vita sarà da un mese a tre. Se entra in organi non vitali, il paziente può vivere fino a diversi anni, a seconda della qualità del trattamento. A causa delle peculiarità del 4 ° stadio, l'obiettivo di curare completamente il paziente non vale i medici. Viene utilizzato il trattamento palliativo (vengono rimossi i sintomi delle patologie emergenti, viene applicata l'anestesia). Il compito principale è migliorare la qualità della vita del paziente e prolungarla. Vengono utilizzati tutti i possibili metodi per combattere il cancro.

Classificatore "TNM"

Il sistema di classificazione internazionale utilizza il sistema TNM. Fornisce allo specialista un quadro completo delle condizioni del paziente, la specificità dello sviluppo del cancro in ciascun caso. Il sistema citato è stato sviluppato in Francia nel 1952 e non ha subito forti adattamenti ai criteri fino ad oggi..

Criterio "T"

Si riferisce alle dimensioni del tumore originale. Ad esempio, il criterio T nel valore di 1 (T1) significa che il tumore è di dimensioni minime, l'invasione ha interessato solo lo strato sotto la mucosa dell'organo. Se è impostato il criterio T0, ciò significa che il tumore non può essere misurato a causa del suo sottosviluppo. La sua presenza è stata determinata sulla base di analisi delle proprietà biomateriali e biochimiche, tuttavia, il componente visivo non si forma e l'apparecchiatura a raggi X, il tomografo e l'apparato ad ultrasuoni non sono in grado di stabilire le dimensioni esatte della neoplasia. Oltre a T0 e T1, si distinguono T2, T3, T4. T4 è la più grande dimensione del tumore.

Criterio "N"

Fornisce dati sulla presenza di focolai secondari (metastasi) nei linfonodi vicino al tumore principale. L'intervallo del criterio va da N0 a N3. A NO, non sono state trovate metastasi nei linfonodi. Con N3 - il sistema di metastasi è ampiamente sviluppato.

Criterio "M"

Determina la presenza di metastasi in altri organi (vicino o lontano dalla localizzazione iniziale del tumore). Per la prima e la seconda fase, gli indicatori sono uguali a M0. Per il terzo stadio, M0 o M1. Per il 4 ° stadio, sempre M1.

A seconda dell'organo interessato, il valore di M viene integrato con la designazione dell'organo interessato. Ad esempio, se l'oncologia si è diffusa nel cervello, il valore sarà simile al seguente: M1 (reggiseno). Questa designazione è presa dal nome inglese dell'organo (cervello - il cervello). Con lo stesso principio, la designazione è messa:

  • "Oss" - tessuto osseo;
  • "Pul" - polmoni;
  • "Lym" - linfonodi;
  • "Hep" - fegato.

Il sistema TNM è integrato con criteri che dipendono dalle caratteristiche individuali del decorso della malattia in una determinata persona.

La stadiazione è un criterio importante per elaborare un'ulteriore prognosi della vita e la possibilità del recupero di un paziente. Le statistiche mostrano che durante il trattamento è importante identificare la patologia il prima possibile e iniziare ad attuare le tattiche di trattamento scelte correttamente.

Si raccomanda di monitorare attentamente tutte le manifestazioni negative nella vita e di cercare assistenza medica in tempo. È importante conoscere e tenere traccia dei sintomi di questa malattia..

Sintomi

I sintomi sono una manifestazione esterna di segni della presenza di una condizione patologica nel corpo. La particolarità del cancro è che spesso la malattia mostra i primi segni già al secondo stadio. Il primo stadio spesso passa senza sintomi o sono così deboli da non influenzare lo stile di vita del paziente.

L'unico sintomo legato al primo stadio di sviluppo del tumore, che indica chiaramente la presenza di una grave patologia, è il sangue nelle urine. Il sintomo è associato a un danno ai vasi sanguigni che alimentano l'organo. Causa sanguinamento all'interno del tratto urinario.

Se questo sintomo si manifesta, il paziente si affretterà a ricevere cure mediche. Ma in assenza di un segno così chiaro, verrà osservato un processo estremamente implicito di deterioramento del benessere del paziente, che è difficile da differenziare con una neoplasia.

I primi segni includono:

  1. Sindrome dell'affaticamento cronico. Con questo fattore, una persona sperimenta costante affaticamento, debolezza, depressione anche dopo un riposo prolungato e un sonno normale..
  2. Irritabilità senza motivo. L'oncologia inizia a influenzare lo stato psicosomatico del paziente, indipendentemente dallo stadio di sviluppo. Come risultato dell'impatto negativo, c'è un costante cambiamento di umore, ansia. Il paziente è incline all'apatia e all'umore depressivo.
  3. Scolorimento della pelle. Un'ombra pallida appare sul viso del paziente. Ciò è dovuto alla violazione dei processi metabolici nel corpo..
  4. Temperatura corporea subfebrilare (nell'intervallo 37,1 - 37,8 gradi Celsius). Segnala il passaggio di processi infiammatori di varie eziologie di origine all'interno del corpo.
  5. Variazione del peso corporeo umano. Il sintomo si basa sull'effetto dell'oncologia sui livelli ormonali umani. Come risultato di un tale impatto, si verifica una rapida perdita di peso o un rapido aumento del peso corporeo, che porta all'obesità o all'esaurimento del corpo del paziente. Puoi parlare di un cambiamento patologico di massa se l'utile e la perdita sono +/- 10 chilogrammi al mese.
  6. Mancanza di concentrazione su una questione specifica. Una persona con cancro ha difficoltà a concentrarsi su un'attività per lungo tempo.
  7. Gonfiore dei linfonodi e dei genitali. I sintomi sono associati a deflusso del fluido alterato.
  8. Diminuzione dell'appetito È causato da disturbi metabolici nel corpo di una persona malata.

Sulla base dell'elenco di segni sopra riportato, possiamo concludere che i sintomi del cancro alla vescica sono simili nelle loro caratteristiche ai sintomi di altre malattie, comprese le patologie del sistema urinario. Il principale segno di cancro che consente di determinarlo è il sangue nelle urine. Nelle prime fasi, questo sintomo appare con una certa frequenza. Anche dai segni regionali che possono apparire al primo stadio, ci sono difficoltà e dolore regolari sotto forma di crampi quando si cerca di urinare.

Con lo sviluppo dell'oncologia, i segni elencati si svilupperanno e saranno integrati. Quindi, ad esempio, durante il passaggio al secondo stadio, una persona inizierà a provare un lieve dolore agli organi pelvici per un breve periodo. Al passaggio al quarto stadio, l'intensità del dolore corrisponde alla scala massima e non scompare completamente.

I sintomi sono integrati da sintomi di patologie concomitanti e da un ulteriore rafforzamento di segni di patologia tumorale precedentemente esistenti.

Diagnosi del cancro

La diagnostica consiste nello svolgimento di una serie di attività di ricerca per identificare la localizzazione, lo stadio, le caratteristiche istologiche della struttura di una neoplasia maligna oncologica.

Qualsiasi diagnosi inizia con una visita da un medico di medicina generale. Dopo aver condotto un sondaggio e un esame, se necessario, il medico scrive un referral per una consultazione con uno specialista di profilo ristretto e prescrive anche analisi di biomateriali:

  1. Sangue in tre varianti (KLA - emocromo completo, analisi del sangue biochimica, analisi del biomateriale per marcatori tumorali).
  2. Analisi biochimiche delle urine, compreso il rilevamento di particelle di sangue nascoste nel materiale analizzato.
  3. Analisi generale delle feci per infezioni.

Durante una consultazione con un urologo, viene condotto uno studio aggiuntivo delle indicazioni del paziente per identificare nell'anamnesi i fattori di aumento del rischio di oncologia della vescica. In presenza di risultati ambigui, è possibile eseguire ulteriori studi di laboratorio sui biomateriali di sangue, urina e feci. Un test del cancro sotto forma di esame del sangue per marcatori tumorali indica la localizzazione approssimativa e la possibile struttura istologica del tumore.

Sulla base dei dati di analisi generali, possiamo concludere sulla probabilità della presenza di oncologia nella vescica. Gli studi iniziali sono prescritti utilizzando apparecchiature diagnostiche mediche volte a visualizzare l'area problematica del corpo del paziente. Questi metodi includono:

  • Esame ecografico (ultrasuono).
  • Ricerca usando un tomografo. Risonanza magnetica (MRI), tomografia computerizzata (CT).
  • cistoscopia.
  • Biopsia.
  • Studi a raggi X con e senza mezzo di contrasto.

Va notato che la ricerca sul cancro è uno studio completo che utilizza i metodi di cui sopra. Ad eccezione delle controindicazioni all'uso di specifici sistemi diagnostici (caratteristiche individuali dell'organismo che impediscono il raggiungimento di un risultato utile o portano a conseguenze negative per il corpo umano).

Qualsiasi adattamento alla diagnosi e al trattamento del cancro viene effettuato sotto la supervisione di un oncologo che supervisiona il paziente.

Esame ecografico (ultrasuono)

L'esame ecografico è completamente innocuo e indolore. Tutti i pazienti con sospetta patologia oncologica lo attraversano.

L'essenza del metodo è che durante la procedura, il medico dirige i segnali sonori a bassa frequenza verso l'area richiesta del corpo, che vengono riflessi dai tessuti con frequenze diverse. Sulla base dei dati ricevuti dal sensore dalle onde restituite, un'immagine è costruita sul monitor dell'apparato, corrispondente alla struttura della parte esaminata del corpo o dell'organo.

Il segnale audio a bassa frequenza è generato da un effetto piezoelettrico. Per ottenere un'immagine chiara e nitida, viene utilizzato uno speciale gel a base di glicerina. Questo gel impedisce la formazione di aria tra il sensore e il corpo del paziente per una migliore immagine.

Studia usando un tomografo

La risonanza magnetica, o risonanza magnetica, è uno dei metodi di ricerca più avanzati. Quando si esegue uno studio in un tomografo, è possibile creare un'immagine del tumore in più proiezioni contemporaneamente. Si basa sulla costruzione a strati dell'immagine. Il contenuto informativo del metodo è molte volte superiore a quello degli ultrasuoni.

Ulteriori studi sul tomografo consentiranno di determinare la chiara struttura del tumore. Per questo, viene utilizzata la tomografia computerizzata. La dimensione minima della fetta è di 1 millimetro.

Uno studio ancora più informativo eseguito su un tomografo è la tomografia ad emissione di positroni (abbreviata in PET). Lo studio utilizza l'iniezione di una sostanza radioattiva che evidenzia le cellule atipiche e i tessuti danneggiati. Questo studio consente di stabilire il metabolismo tra i tessuti dell'organo, la funzionalità dell'organo.

Durante la procedura, si ottiene un disegno di un tumore in qualità 3D, mentre il paziente riceverà una dose di radiazione equivalente a due esami a raggi X.

cistoscopia

Questo tipo di ricerca è uno dei metodi più informativi per esaminare la vescica. Uno studio viene condotto utilizzando un cistoscopio. Questo dispositivo è progettato per valutare visivamente le condizioni della vescica. Viene introdotto nell'organo attraverso l'uretra. Con l'aiuto di una lampadina, l'organo viene illuminato e il medico ha l'opportunità di valutare le condizioni dei tessuti danneggiati.

Il metodo è particolarmente importante nella diagnosi precoce. Con le sue dimensioni minime, il tumore non è visibile ai raggi X e alla tomografia. Inoltre, l'esame ecografico mostra solo piccoli cambiamenti nella struttura del corpo dell'organo. È impossibile diagnosticare un tumore per certo.

La cistoscopia corregge questo. Il principio di funzionamento di un cistoscopio è simile a un endoscopio. La procedura viene eseguita in anestesia locale, che garantisce indolore. Probabilmente la comparsa di sensazioni spiacevoli dopo aver subito l'anestesia e aver ripristinato la sensibilità delle terminazioni nervose.

Grazie al suo dispositivo, è possibile ottenere campioni di tessuto per biopsia.

Biopsia

Il modo più affidabile per identificare il cancro. Durante lo studio, le cellule atipiche sono identificate nel campione di tessuto prelevato con la presunta localizzazione del tumore. Al microscopio viene rivelata la natura del fenomeno patologico (natura benigna o maligna del fenomeno patologico).

È possibile stabilire con certezza la presenza del cancro solo con l'aiuto di questo studio. Il processo per l'ottenimento del biomateriale può essere diverso. Per questo, vengono utilizzati un cistoscopio, un ago sottile (recinzione con una siringa) e un'operazione diagnostica.

Studi a raggi X con e senza mezzo di contrasto

L'esame a raggi X è una procedura per la transilluminazione della regione pelvica con un apparato a raggi X, al fine di identificare l'oscuramento anormale, i cambiamenti nella struttura, le dimensioni dell'organo. Sulla base di questi dati, si trae una conclusione sulla presenza o l'assenza di un tumore..

Sulle immagini ottenute, il tumore mostra la forma di una macchia nera sfocata. I raggi X trasportano una dose maggiore di materiale radioattivo. Ma la dose non produce abbastanza effetti dannosi sul corpo umano..

Per migliorare la nitidezza e la chiarezza dell'immagine, viene utilizzato uno speciale agente di contrasto a base di iodio. Quando ingerito, illumina le cellule anormali e fornisce la massima nitidezza quando si scatta una foto.

Trattamento

I seguenti metodi di trattamento della patologia del cancro sono generalmente riconosciuti nella pratica mondiale:

  • Intervento chirurgico;
  • l'uso di dosi aumentate di radiazioni radioattive (radioterapia, radioterapia);
  • l'uso dei citostatici (chemioterapia).

Il corso del trattamento è prescritto solo da uno specialista di profilo ristretto (oncologo), sulla base di una conclusione diagnostica basata sui risultati dell'esame, in base allo stadio, alla struttura istologica del tumore, al tipo, alla localizzazione e al benessere del paziente. Sulla base di questi dati, viene stabilita la priorità dell'applicazione delle procedure e vengono fornite raccomandazioni appropriate..

Per decenni, nonostante i risultati degli sviluppi scientifici russi e stranieri, il metodo principale per combattere l'oncologia rimane l'intervento chirurgico, all'interno del quale i chirurghi rimuovono una parte di un organo o lo rimuovono completamente..

L'intervento chirurgico di rimozione è completato dalla radioterapia per aumentare l'efficienza. E l'immunoterapia è necessariamente utilizzata per aumentare il livello del tono del paziente e continuare la vita a livello preoperatorio.

La radioterapia è l'uso di dosi aumentate di radiazioni radioattive dirette al sito di localizzazione del tumore. Le radiazioni radioattive hanno proprietà per distruggere la struttura delle cellule. Il DNA cambia, il guscio viene distrutto. Le sostanze radioattive si accumulano nel citoplasma, interrompendo il processo metabolico in esse. Questo porta alla morte cellulare.

I moderni acceleratori di particelle radioattive mostrano un'elevata precisione della direzione del raggio. È stato sviluppato un metodo di contatto ancora più accurato per fornire radiazioni alle cellule atipiche. Tuttavia, ci sono una serie di effetti collaterali che non possono essere evitati..

Le radiazioni sono indiscriminate. Quando esposti alle radiazioni, le cellule mutate e sane soffrono. I sintomi delle reazioni avverse dipendono dal tessuto interessato dall'applicazione delle radiazioni. Si sviluppano nausea, sensazioni di dolore di varia intensità e durata, arrossamento nel sito di irradiazione e reazioni allergiche sotto forma di manifestazioni cutanee. La procedura di irradiazione è indolore per il paziente. Non sperimenta alcuna sensazione di invasione e disagio durante la procedura..

Ma l'intervento chirurgico a fini terapeutici viene eseguito solo quando il processo oncologico è al primo o al secondo stadio. Per le malattie avanzate, la natura palliativa dell'intervento chirurgico è caratteristica per inibire la diffusione della patologia oncologica..

La chemioterapia è usata raramente per il cancro alla vescica. L'uso di agenti farmacologici citostatici non ha ricevuto una conferma sufficiente dell'efficacia. Tuttavia, esiste un tipo di operazione senza resezione totale degli organi pelvici. Il tipo di operazione descritto si chiama resezione transuretrale (TUR). Il successo di TUR è rafforzato dai corsi di chemioterapia.

I farmaci farmacologici utilizzati in chemioterapia sono tossine in natura. Agendo come sostanze chimiche che possono distruggere le cellule atipiche, si accumulano nel citoplasma delle cellule mutate. Come risultato dell'azione chimica, la membrana cellulare viene distrutta, lo sviluppo della malattia viene inibito.

La chemioterapia ha molti effetti collaterali. Perdita di capelli, nausea, vomito, diarrea - conseguenze dell'avvelenamento a seguito dell'uso di farmaci citostatici.

L'introduzione nel corpo viene effettuata utilizzando un apparato speciale che controlla il processo di introduzione del farmaco nel corpo attraverso un catetere inserito nella vena del paziente. Il livello di dosaggio del farmaco iniettato è rigorosamente impostato sul dispositivo. La chemioterapia è prescritta in corsi. Gli intervalli di tempo sono di 2-3 settimane. Questo è necessario per il recupero temporaneo. In totale, vengono generalmente prescritti 4-6 cicli di farmaci chemioterapici per via endovenosa.

Con l'amputazione completa, la vescica analogica si forma dal tessuto intestinale o gli ureteri sono attaccati all'esterno.

Durante il recupero dall'intervento chirurgico, al paziente viene assegnata una dieta speciale.

Per una pronta guarigione, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni cliniche del medico curante.

Qualsiasi metodo per combattere il cancro è controverso. Il danno viene inflitto al corpo al fine di prevenire ulteriori danni sotto forma di morte.