Grumo tra l'ano e lo scroto

Autore: Rewriter. Categoria: Salute degli uomini.

I cunei tra l'ano e lo scroto possono essere relativi e anche un po 'imbarazzanti di cui parlare. I grumi devono sempre essere controllati per assicurarsi che non siano nulla di grave. Il più delle volte possono essere un sintomo di qualcosa che accade nella pelvi inferiore. Tuttavia, la definizione viene fatta meglio dal medico.

Può essere un tumore o una cisti, un trauma all'area perianale o un ascesso cutaneo. Queste cose sono comuni nelle persone con altre condizioni mediche, ma possono verificarsi in chiunque. Questo articolo fornirà alcune delle cause più comuni della malattia e cosa fare al riguardo..

Cause del nodulo tra l'ano e lo scroto

I grumi tra l'ano e lo scroto possono essere causati da una varietà di condizioni. Alcuni potrebbero aver bisogno di cure o potrebbero non essere nulla di cui preoccuparsi. Solo il tuo medico può diagnosticare e farti sapere quando preoccuparti.

1. Cisti dermoide

Una cisti dermoide è un raro tipo di cisti che è spesso benigna ma può progredire verso il cancro. Di solito si trovano sui testicoli, ma possono anche crescere sul bordo del perineo tra l'ano e lo scroto.

Queste cisti si verificano durante la fase di sviluppo del feto. La sacca esterna di una cisti è la stessa della pelle e spesso contengono capelli, unghie, denti e nervi. Le cisti dermoidi spesso non hanno sintomi fino a quando non diventano abbastanza grandi da causare un problema.

  • Un nodulo che può essere sentito dall'esterno dello scroto o sul perineo
  • Problemi con la minzione
  • Mal di schiena sordo nella parte bassa della schiena
  • Dolore che si irradia ai fianchi

I medici eseguono una biopsia per verificare se è benigna o maligna. Se la cisti è benigna, viene rimossa solo la cisti. Se la cisti mostra cellule sospette o cancerose, verranno rimosse anche le cisti e i testicoli interessati.

2. Lipoma

I lipomi sono solo tumori grassi che sono quasi sempre benigni. Non sono così comuni nell'area perineale, ma possono verificarsi ovunque sulla pelle.

  • Un dosso prominente è generalmente morbido
  • Nessun dolore o disagio quando sono piccoli
  • Man mano che crescono, possono causare disagio con indumenti stretti o biancheria intima

Se il lipoma è piccolo, non è necessario alcun trattamento. Il medico può sottoporsi a una piccola biopsia solo per verificare e confermare la diagnosi. Vengono quindi lasciati soli se diventano troppo grandi e causano disagio. Lipomi più grandi possono essere facilmente rimossi in chirurgia ambulatoriale.

3. Cisti del condotto anale

Le ghiandole anali hanno dotti che secernono feromoni per aiutare i mammiferi a identificarsi a vicenda. Mentre gli umani hanno queste ghiandole, sono meno visibili che nel regno animale. Hanno anche buchi che possono essere bloccati da fluidi sebacei, oli e materiale fecale. Può formare una cisti nell'area perianale e anale. La cisti può svilupparsi in un ascesso e infettarsi.

  • Un nodulo tra l'ano e lo scroto o vicino all'ano
  • Dolore nel perineo
  • Drenaggio
  • Dolore al bacino e al basso ventre
  • Dolore alle viscere in movimento
  • Febbre
  • Fatica
  • Edema

Se hai sintomi della cisti del dotto anale, consulta immediatamente il medico. Devono essere drenati chirurgicamente il più presto possibile. Potrebbero aver bisogno di antibiotici e antidolorifici. Mentre non riesci a vedere un medico, puoi provare impacchi caldi sulla zona per ridurre gonfiore e dolore..

4. Teratoma sacrococcigeo

Questo è un tumore che si sviluppa durante lo sviluppo fetale e si presenta come un nodulo all'estremità del coccige. Questo può manifestarsi come un gonfiore nella regione perineale. Sono spesso benigni, ma un piccolo numero può diventare maligno. Il teratoma è più comune a 5 mesi di età, ma può apparire in età avanzata.

  • Dolore seduto
  • Pressione più bassa
  • Stipsi
  • C'è un tumore nel perineo o nel coccige

Le operazioni attraverso il perineo e i muscoli attaccati devono essere riparate. Se il tumore è grande, il chirurgo potrebbe dover attraversare sia il perineo che l'addome.

5. Ateroma

Gli ateromi sono cellule della pelle che non si liberano, ma sono intrappolate in profondità in una delle ghiandole da cui crescono i capelli. Oli, cellule epiteliali e persino capelli possono rimanere intrappolati e chiusi. Questo porta a gonfiore nella zona. Ci sono molti follicoli piliferi nell'area perineale tra l'ano e lo scroto, oltre a sfregare abiti e biancheria intima che possono bloccare queste ghiandole.

  • Un nodulo indolore sotto la pelle
  • Drenaggio di fluido giallo denso
  • Aspetto nero Materiale nella testa (acne)
  • Può diventare doloroso, arrossato e infiammato se si sviluppa un'infezione.
  • Puoi applicare impacchi caldi per provare ad aprire la cisti in modo che goccioli. Non raccoglierli o schiacciarli mai a causa del rischio di infezione.
  • Se il gonfiore persiste, consultare un medico per la valutazione e l'eventuale drenaggio.
  • Indossa mutande di cotone larghe e mantieni le aree pulite e asciutte.

6. Trauma perineale

Trauma perineale può verificarsi e causare gonfiore e / o un nodulo tra l'ano e lo scroto. Questo è comune nei ciclisti, nelle persone con costipazione cronica, nelle persone che lavorano nell'edilizia e nei pazienti con una storia di chirurgia pelvica o perineale.

  • Erezione dolorosa
  • Lividi nel perineo
  • Dolore da toccare
  • Sanguinamento in caso di rottura

La massima priorità nel trattamento è il posizionamento di suture per riparare eventuali lacrime. Se stai solo mantenendo un urto o un livido, il medico può raccomandare il ghiaccio e riposare per i primi giorni. Potresti aver bisogno di antibiotici se si sviluppa un'infezione e il medico può prescriverti farmaci per erezioni dolorose.

Quando vedere un dottore

Qualsiasi gonfiore o gonfiore nello scroto, nei testicoli e nell'ano deve essere controllato da un medico il più presto possibile per escludere qualsiasi tipo di cancro. Anche se il nodulo non fa male, può comunque essere sospetto di cancro. Se il medico dice che il tumore è benigno e scompare da solo, non c'è motivo di preoccuparsi. Tuttavia, blocchi ripetitivi o protuberanze che fanno di più invece di meno devono essere monitorati attentamente..

Un nodulo all'inguine delle donne - vale la pena temere ?

Un nodulo all'inguine nelle donne è un sigillo mobile sporgente, il cui aspetto può essere accompagnato da dolore o essere asintomatico. A causa delle peculiarità della struttura del sistema degli organi riproduttivi nel gentil sesso, i coni nella zona inguinale si formano più spesso che negli uomini..

La comparsa di una tale formazione sulla pelle nell'area intima di una donna indica possibili malfunzionamenti nel corpo, processi infiammatori o altri processi patologici che richiedono diagnosi e terapia. È impossibile stabilire la causa dello sviluppo di sigilli da soli e l'automedicazione o ignorare il problema è irto di gravi complicazioni.

Eziologia della malattia

La formazione di coni nell'area genitale si verifica sotto l'influenza di tali fattori patogeni:

  • Infiammazione dei linfonodi nel perineo. La linfa è un buon protettore contro batteri, virus e microbi dannosi. Quando il sistema linfatico non è in grado di far fronte alla quantità o al grado di aggressività dei microrganismi dannosi, i rifiuti della microflora trattata ostruiscono i suoi canali più importanti. Ciò provoca lo sviluppo del processo infiammatorio e la comparsa di un grumo duro doloroso all'inguine nelle donne sui linfonodi. L'allargamento dei linfonodi è anche influenzato da reazioni allergiche, infiammazione degli organi del sistema genito-urinario e processi patogeni causati dalla penetrazione nel corpo di agenti patogeni di malattie a trasmissione sessuale.
  • Ernia. Se la struttura del sigillo è morbida e il nodulo si regola facilmente quando viene premuto con le dita, ma sotto l'influenza dei carichi e della tensione del tessuto muscolare appare di nuovo, possiamo parlare della presenza di una sporgenza erniale. Tale educazione dovrebbe essere monitorata da un medico che decide di rimuovere il nodulo mediante un intervento chirurgico, se esiste il rischio di una sua violazione e lo sviluppo di complicazioni successive. Nella fase iniziale, può apparire come un nodulo vicino all'ombelico senza alcun dolore.
  • Infiammazione delle ghiandole sebacee e dei loro dotti. Come risultato dell'aumento del lavoro delle ghiandole sebacee (sullo sfondo di disturbi ormonali, disfunzione endocrina, ecc.), La secrezione viene interrotta e i dotti sebacei sono intasati. Questo processo è accompagnato dalla comparsa di un focus di infiammazione e indurimento nella regione inguinale, debolezza generale, aumento della temperatura corporea, sintomi di intossicazione generale del corpo..
  • Bartolinite. Sullo sfondo dell'infiammazione della ghiandola di Bartolini, si verifica un sigillo sporgente nel vestibolo della vagina. L'aspetto di un nodulo è doloroso, dopo pochi giorni si forma un ascesso sulla sua superficie. È necessario trattare la malattia e le sue manifestazioni sotto forma di formazioni cutanee sotto stretto controllo medico al fine di prevenire complicanze e lo sviluppo della natura cronica della patologia. Nella fase iniziale, può apparire come una palla sulle labbra, che fa male quando viene premuto.
  • Le vene varicose delle vene superficiali della coscia. Sullo sfondo delle vene varicose della superficie della coscia nelle donne, possono apparire dossi dossi fino a 2 cm nella zona inguinale. La loro formazione è molto probabilmente con uno sforzo fisico elevato, una lunga permanenza in una posizione scomoda.
  • Danno fungino ai tessuti degli arti inferiori, pieghe inguinali e mucosa genitale. La riproduzione attiva della microflora patogena e la diffusione del fungo sulla superficie della pelle provoca la comparsa di focolai di infiammazione e la formazione di foche sporgenti nella zona inguinale.
  • Hydradenitis. Quando stafilococchi, streptococchi e altri batteri nocivi entrano nelle ghiandole sudoripare, si sviluppa idradenite. Questa è una malattia infettiva che, nella sua forma avanzata, può essere accompagnata dalla comparsa di protuberanze piene di essudato purulento..
  • Neoplasia oncologica Se si sospetta la natura oncologica dell'indurimento, alla donna viene prescritta una diagnosi mediante biopsia e metodi di tomografia computerizzata per determinare il grado di benignità o malignità del tumore.

La causa della formazione di coni può essere ateromi: una sorta di capsule piene di grasso, masse fetide di colore bianco-giallastro. Questi sono tumori benigni che si presentano a seguito di disturbi ormonali, disturbi metabolici, presenza di una predisposizione ereditaria e cattive abitudini. Tali neoplasie, con un trattamento improprio o la sua completa assenza, infestazione, provocano intossicazione del corpo, possono degenerare in tumori maligni - liposarcomi.

Se cerchi un aiuto medico in modo tempestivo, l'ateroma può essere rapidamente rimosso con l'aiuto di un intervento chirurgico e proteggere il corpo da pericolose complicazioni. La comparsa di un nodulo all'inguine nelle donne a destra può essere dovuta all'influenza di ciascuno dei fattori descritti. Un nodulo all'inguine delle donne a sinistra si forma per gli stessi motivi della destra. Il processo patologico in questo caso differisce solo nel decorso dalla parte opposta..

Grumo nell'inguine della foto delle donne

Caratteristiche della terapia

Se si trovano foche nella zona inguinale, è severamente vietato automedicare con metodi popolari, utilizzare i farmaci in modo incontrollato, riscaldare la formazione o cercare di rimuoverla meccanicamente (spremere, tagliare, ecc.).

Solo un medico può diagnosticare le ragioni che hanno portato alla formazione di sigilli all'inguine con l'aiuto di un esame iniziale e della palpazione della compattazione, dell'anamnesi e di un esame completo. Sulla base dei dati di ricerca ottenuti, a seconda della natura dell'agente patogeno identificato, viene prescritto un ciclo di trattamento:

  1. nei processi infiammatori - terapia della malattia rilevata con l'uso di antibiotici e immunomodulatori;
  2. la protrusione erniale richiede un ulteriore esame da parte di un chirurgo, che stabilisce la necessità di un intervento chirurgico o indossa una benda in combinazione con esercizi per rafforzare i muscoli inguinali;
  3. con le vene varicose - trattamento farmacologico con agenti antipiastrinici, vitamine e farmaci che migliorano la circolazione sanguigna, raccomandazioni per ridurre l'attività fisica e indossare biancheria intima a compressione;
  4. al rilevamento di oncologia - un corso di radiazioni o chemioterapia, in alcuni casi un intervento chirurgico.

La comparsa di protuberanze all'inguine nelle donne può indicare un'infezione infettiva o fungina, un processo patologico nel corpo, lo sviluppo di una neoplasia oncologica maligna. L'accesso tempestivo a un medico e la diagnosi precoce aiuteranno a prevenire lo sviluppo di complicanze e ridurranno la probabilità di rischi per la salute e la vita.

Cosa può causare disagio perineale nelle donne?

Il disagio nel perineo nelle donne è un segnale allarmante. Solo in rari casi è una normale conseguenza dei naturali processi fisiologici. Molto spesso questo è un segno di patologie che colpiscono il sistema genito-urinario e il tratto gastrointestinale. Ecco le principali cause di disagio in quest'area..

Gravidanza

A partire dalla 20a settimana di gestazione, il feto si sta attivamente sviluppando. A causa della crescente massa e volume, preme sul perineo. Pertanto, può verificarsi dolore lieve a breve termine. Più cresce il bambino, più significativo diventa il disagio. Più vicino al parto, si aggiungono sensazioni spiacevoli alla pressione dovuta alla divergenza delle ossa pelviche. È importante che prima della 20a settimana di gravidanza, il dolore e il disagio nel perineo non siano la norma. Questo è un segno di un aborto spontaneo..

Periodo postpartum

Durante il travaglio, le ossa pelviche si separano e i muscoli si estendono per formare il canale del parto. Dopo la nascita del bambino, una giovane madre ha bisogno di tempo per riprendersi. Mentre la muscolatura e i tessuti ossei ritornano alla loro forma originale, nelle donne c'è disagio nella regione perineale. Inoltre, appaiono spesso lacrime interne ed esterne. Spesso l'ostetrico è costretto a fare incisioni. A volte ci vogliono diversi mesi per curare un infortunio alla nascita.

Neuropatia

Violazione del nervo pudendo. Si verifica a causa di varie lesioni, cicatrici dei tessuti dopo interventi ginecologici, spasmi muscolari e cancro degli organi pelvici. Il sintomo principale è il dolore che si irradia all'ano, al perineo, alle grandi labbra, al clitoride e all'addome inferiore. Si verificano anche violazioni della minzione. Si sente un corpo estraneo nel retto. La pelle all'inguine diventa più sensibile, sono presenti formicolio e bruciore. Rilassanti muscolari e anticonvulsivanti sono prescritti per alleviare i sintomi. Il percorso nervoso è bloccato da ormoni e anestetici. Anche la fisioterapia e l'uso di complessi vitaminici sono utili..

Dolore pelvico cronico Questa non è una malattia indipendente, ma una sindrome che accompagna varie patologie. Molto spesso questa è una violazione della struttura e dell'articolazione delle ossa pelviche. Inoltre, la causa può essere malattie infiammatorie e prolasso dell'intestino e degli organi del sistema genito-urinario, tumori nella piccola pelvi, depressione prolungata. A causa della CPP, il disagio si verifica nel perineo nelle donne, così come nei glutei, nella parte bassa della schiena e nella parte inferiore dell'addome. Puoi sbarazzarti del sintomo solo curando la patologia provocatoria.

Emorroidi

Le vene varicose nella zona rettale. Si verifica a causa di una dieta scorretta, uno stile di vita sedentario, sovrappeso. Spesso le donne in gravidanza e le donne che hanno recentemente partorito soffrono di emorroidi. La patologia è caratterizzata dalla formazione di nodi che causano dolore, bruciore e prurito nell'ano. Il disagio si irradia al perineo. Il sangue trasuda da escrescenze danneggiate. Nel tempo, i dossi cadono e circondano l'ano. Trattamento locale. Consiste nell'uso di unguenti e supposte con antidolorifici, anticoagulanti e farmaci antinfiammatori.

Vaginite

Infiammazione della mucosa vaginale, che si verifica sotto l'influenza della propria microflora opportunistica. Igiene eccessiva o inadeguata, disturbi ormonali e riduzione dell'immunità possono provocare la condizione. La patologia è caratterizzata da prurito all'inguine, bruciore e dolore che si irradia al perineo. Appare anche una scarica insolita con un odore sgradevole. Spesso la malattia è latente, manifestandosi solo durante le esacerbazioni. Per il trattamento vengono generalmente utilizzate supposte vaginali e pillole antibiotiche. Inoltre, i preparati con bifidobatteri e lattobacilli vengono utilizzati per ripristinare la normale microflora. È necessario rafforzare il sistema immunitario. In alcuni casi, vengono utilizzati agenti ormonali e antibatterici sistemici.

Bartolinite

Spesso la causa del disagio nella regione perineale nelle donne è l'infiammazione della ghiandola di Bartolini (sentita come una palla sul pavimento delle labbra). Si trova all'ingresso della vagina nel punto in cui si incontrano le grandi labbra. La malattia è caratterizzata da maggiore secchezza, dolore e bruciore. La ghiandola aumenta di dimensioni, la mucosa sopra di essa diventa rossa. Quando il tessuto infetto si rompe, il pus viene rilasciato. Per il trattamento vengono utilizzati antibiotici per uso interno ed esterno, nonché soluzioni disinfettanti per il trattamento esterno dei genitali.

In caso di disagio nel perineo, consultare un medico. Questo sintomo può essere un segno di molte condizioni patologiche, ognuna delle quali richiede un trattamento speciale. È improbabile che sarà possibile capire autonomamente i motivi ed eliminarli..

Cancro vaginale (vaginale)

Il cancro vaginale è estremamente raro; le donne anziane hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia. In una fase iniziale, il disturbo può essere trattato con successo, tuttavia, anche il completo recupero lascia per sempre il paziente con complicazioni psicologiche.

Descrizione e statistiche

I tumori maligni nella vagina sono rari. Il processo oncologico ha origine dalle cellule epiteliali dell'organo. Secondo le statistiche, questa malattia viene diagnosticata nell'1% delle donne..

C'è una gradazione nella natura del processo oncologico - cancro vaginale primario e secondario. Nel primo caso, stiamo parlando di un processo maligno che è sorto direttamente nell'organo interessato senza la partecipazione di altri sistemi. Se la patologia si è inizialmente sviluppata nella cervice o nelle ovaie e solo successivamente è passata nel tessuto vaginale per contatto, parlano di cancro secondario.

Fortunatamente, a causa di metodi diagnostici e terapeutici innovativi, i tassi di mortalità tra i pazienti stanno gradualmente diminuendo. Con la diagnosi precoce della patologia, la prognosi per la sopravvivenza è fino al 70%.

Codice ICD-10: neoplasia maligna della vagina.

Cause e gruppo di rischio

I fattori sotto l'influenza di cui le donne affrontano questa diagnosi non sono noti per certo. Ma gli scienziati sono stati in grado di identificare le ragioni che aumentano il rischio del suo sviluppo. Li elenchiamo ulteriormente.

  • papillomavirus umano (HPV). Questo fattore si riscontra in pazienti con carcinoma vaginale in oltre il 60% dei casi. Secondo le osservazioni degli oncologi, l'HPV di solito provoca lo sviluppo di tumori maligni nella cervice, ma a volte diventa la causa del carcinoma di altri organi genitali;
  • trattamento con dietilstilbestrolo. Questo farmaco nel periodo dal 1938 al 1971 è stato attivamente prescritto alle future mamme con la minaccia di aborto spontaneo. Ma più tardi, gli esperti hanno notato un effetto indesiderato dall'uso di un tale farmaco: le ragazze le cui madri hanno assunto dietilstilbestrolo durante la gravidanza hanno sviluppato il cancro vaginale più spesso rispetto ad altri bambini. Dal 1971 questo strumento è vietato per l'uso;
  • irradiazione della zona pelvica;
  • storia di malattie oncologiche degli organi genitali esterni, della cervice e del corpo uterino;
  • cattive abitudini, in particolare il fumo;
  • presenza di infezione da HIV.

Come accennato in precedenza, prima di tutto, questa diagnosi viene fatta per le donne anziane - oltre 60 anni. Tra i giovani pazienti, ragazze e donne con HPV, infezione da HIV e cattive abitudini sono a rischio di sviluppare carcinoma vaginale.

Sintomi (foto)

Un tumore canceroso che si sviluppa nella vagina non causa segni di problemi per un lungo periodo di tempo. La malattia può essere scoperta per caso durante un esame di routine su una sedia ginecologica. La diagnosi precoce del processo oncologico ha buone previsioni per curare la malattia.

I principali sintomi del carcinoma vaginale sono:

  • una scarica sanguinolenta di natura intermestruale o immediatamente dopo il rapporto sessuale è il primo segno con cui i pazienti si rivolgono a un ginecologo. Se stiamo parlando della menopausa, qualsiasi sanguinamento vaginale può essere un segnale di allarme, indipendentemente dalla sua intensità, poiché durante questo periodo tali fenomeni sono normalmente esclusi;
  • scarico con un odore sgradevole. Un aumento del volume delle secrezioni vaginali dovrebbe allertare qualsiasi donna. Questo può essere sia un segno di infiammazione che di carcinoma degli organi riproduttivi. Nelle fasi iniziali, la dimissione aumenta, poiché il cancro abbassa lo stato immunitario di una donna e in questo momento incontra spesso lievito e infezioni fungine. E in una fase successiva della malattia, qualsiasi processo oncologico è caratterizzato dalla disintegrazione del tumore, in relazione alla quale la secrezione vaginale acquisisce un odore fetido;
  • sensazioni dolorose che si presentano durante il rapporto sessuale. Quindi il dolore diventa un sintomo costante, aggravato dalla minzione e anche a riposo. Ciò è dovuto al fatto che il tumore in crescita preme sull'uretra e colpisce un gran numero di terminazioni nervose situate nella vagina;
  • ematuria - sangue nelle urine. È il risultato del ristagno di urina nelle pareti della vescica a causa della pressione patologica di un tumore in crescita sull'uretra o della crescita nelle sue pareti;
  • disturbi delle feci - tenesmo o falso bisogno di svuotare le viscere, costipazione persistente. Nelle fasi successive, il tumore invade il retto in modo invasivo, ostacolandone la normale pervietà e formando fistole vaginali-intestinali. È possibile determinare che il processo maligno è passato nel retto dal sangue nelle feci, che è visibile ad occhio nudo. Nel tempo, questa condizione può trasformarsi in sanguinamento intestinale rivoluzionario;
  • la presenza di un tumore sulla parete vaginale;
  • gonfiore degli arti inferiori. Il loro aspetto di solito si verifica nella terza e quarta fase del processo oncologico ed è associato a una violazione del deflusso della linfa dal focus oncologico esistente. Lo sviluppo dell'edema non dipende dall'ora del giorno, poiché con le vene varicose, le gambe sembrano riempite di liquido e acquisiscono una tinta bluastra.

Classificazione del sistema internazionale TNM

Il carcinoma vaginale è classificato in base alla gradazione del TNM in base agli stadi del processo oncologico e ad alcuni criteri: la dimensione della neoplasia, il coinvolgimento dei linfonodi nel processo patologico e la presenza o l'assenza di distanti cambiamenti metastatici. Considera come appare nella tabella seguente..

fasiT - tumore primarioN - danno ai linfonodi regionaliM - metastasi a distanzaG - il grado di differenziazione secondo Gleason
0 (tis)sul postoN0M0G1
ioT1N0M0G1
IIT2N0M0G2
IIIT3N1M0G3
IVAT4N2M0G3
IVBT qualsiasiN qualsiasiM1G4

Considera un riepilogo dei dati sopra.

T - tumore primario:

  • T0 - carcinoma pre-invasivo;
  • T1 - il processo oncologico è limitato dalle pareti della vagina, la dimensione del tumore non è superiore a 2 cm;
  • T2 - la neoplasia si diffonde ai tessuti paravaginali, ma non raggiunge le pareti del bacino, il tumore supera le dimensioni di 2 cm;
  • T3 - il processo oncologico si trova nelle pareti del bacino, cresce attivamente in organi vicini;
  • T4 - il tumore viene diagnosticato nell'uretra, nella vescica, nelle ossa pelviche, nel retto, nella cervice e nel corpo dell'utero.

N - danno ai linfonodi regionali:

  • N0 - assente;
  • N1 - si verifica nei singoli linfonodi;
  • N2: molti linfonodi sono interessati.

M - metastasi a distanza:

  • М0: assente;
  • M1 - disponibile.

G - Grado di gleason:

  • G1 - altamente differenziato;
  • G2 - moderatamente differenziato;
  • G3 - scarsamente differenziato;
  • G4 - indifferenziato.

fasi

Le fasi del processo oncologico sono determinate in base alla profondità del tumore, al danno ai linfonodi regionali e alla presenza di metastasi. Considera nella tabella seguente come appaiono.

fasiDescrizione
0Cancro in situ o carcinoma pre-invasivo. Il processo maligno sta appena iniziando il suo sviluppo, situato nello spessore dell'epitelio. È possibile rimuovere il processo oncologico operativamente usando un'asportazione di tessuto ampia.
ioIl tumore è localizzato nella mucosa vaginale e sottomucosa. Le sue dimensioni non superano i 2 cm.In questa fase, si raccomanda una vaginectomia completa: resezione di un organo seguita da restauro ricostruttivo.
IIIl tumore è di dimensioni superiori a 2 cm e nei tessuti della vagina appare infiltrazione o indurimento che non raggiunge le pareti del bacino. Le metastasi e le lesioni dei linfonodi regionali sono assenti. Il principale metodo di trattamento è la radioterapia.
IIIUn tumore di qualsiasi dimensione, il processo oncologico raggiunge le pareti del bacino. Le metastasi nei linfonodi regionali rimangono mobili alla palpazione. Trattamento completo: una combinazione di approcci chirurgici, chemioterapici e radiologici.
IVCancro di qualsiasi dimensione. Il tumore si diffonde invadentemente a vari organi. I linfonodi regionali sono immobili e aderiti ai tessuti adiacenti. Vengono diagnosticate metastasi a distanza.

Tipi, tipi, forme

Per origine, il cancro vaginale è di due tipi:

  • primario. Si sviluppa nelle pareti della vagina;
  • secondario. Formata sullo sfondo di un processo oncologico già esistente nel corpo.

Secondo i segni istologici, ci sono diversi tipi di tumori:

  • Carcinoma a cellule squamose della vagina. Inizia a crescere dall'epitelio squamoso che riveste la superficie dell'organo. Si verifica nel 95% dei casi. La malattia si sviluppa di solito sullo sfondo di condizioni precancerose, come la neoplasia.
  • Adenocarcinoma vaginale Si sviluppa dall'epitelio ghiandolare. A loro volta, ci sono diversi tipi, il più comune è l'adenocarcinoma a cellule chiare. Si verifica principalmente tra le giovani donne che sono state esposte al dietiltilbestrolo durante lo sviluppo intrauterino.
  • Melanoma (carcinoma pigmentato). Questo tipo di processo oncologico colpisce le parti inferiore ed esterna della vagina. Si verifica solo nel 2% dei casi di cancro di questo organo.
  • Sarcoma. Un tumore maligno situato in profondità nelle pareti della vagina, non sulla loro superficie. Diagnosi nel 3%. Questa malattia è caratterizzata da un rapido decorso e diffusione di metastasi nelle prime fasi del processo oncologico..
  • Leiomiosarcoma. Il tumore inizia a crescere dai muscoli lisci della vagina. Raro, soprattutto nelle donne sopra i 50 anni.
  • Rabdomiosarcoma. Il processo oncologico è formato da fibre muscolari striate. Questo disturbo si trova più spesso durante l'infanzia..

Diagnostica

Durante un esame ginecologico con l'aiuto di specchi, il medico vede cambiamenti nella mucosa vaginale sotto forma di macchie marroni, ulcere e escrescenze simili a tumori o infiltrazioni della sottomucosa. Di solito, manifestazioni simili si verificano nel terzo superiore dell'organo, più vicino all'utero cervicale.

Se viene avviato il processo oncologico, le ulcere e i tubercoli aumentano di dimensioni, trasformandosi in grandi infiltrati che sanguinano facilmente quando vengono toccati. Alla palpazione, il medico indaga il tumore di una consistenza molto densa, quasi di legno. Nella terza e quarta fase della malattia, si trovano fistole nel sito di ulcere e infiltrati - aperture patologiche che combinano la vagina con il retto e l'uretra.

La diagnosi iniziale si basa sui seguenti punti:

  • raccolta di storia oncologica - personale e familiare;
  • scoprire la storia ginecologica - caratteristiche del ciclo mestruale, numero di aborti e parto, natura del lavoro e complicazioni nel suo processo;
  • risultati dell'ispezione.

Per chiarire la diagnosi e determinare lo stadio e il grado del processo oncologico, viene effettuato un esame completo secondario, comprese le seguenti attività:

  • esami del sangue generali e biochimici;
  • marcatori tumorali CA125, SCCA e hCG;
  • valutazione citologica di uno striscio dalla mucosa vaginale;
  • biopsia dei tessuti dal presunto focus sul tumore con ulteriore esame istologico della biopsia;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • sigmoidoscopia;
  • urografia usando un mezzo di contrasto;
  • RM e TC.

Se necessario, vengono prescritte tecniche diagnostiche ausiliarie.

Trattamento

Quando si sceglie una strategia di trattamento per un paziente, il medico deve tenere conto dei seguenti fattori:

  • fase del processo oncologico;
  • l'area della neoplasia maligna;
  • il desiderio di una donna di avere figli in futuro;
  • la possibilità di resezione del tumore senza violare l'integrità e le funzioni degli organi situati nelle immediate vicinanze del focus oncologico - la vescica, l'uretra, il retto;
  • caratteristiche del precedente trattamento dei processi oncologici nella piccola pelvi.

Le principali aree utilizzate nella lotta contro il cancro vaginale sono la chirurgia, le radiazioni e la chemioterapia.

Radioterapia. Uno dei principali metodi di trattamento, che viene utilizzato sia in modo indipendente che in combinazione con la chirurgia.

Per i tumori vaginali, la radioterapia viene utilizzata in due modi:

  • irradiazione remota. I raggi sono diretti direttamente nell'area pelvica. Il metodo è efficace anche per i processi oncologici difficili da raggiungere situati in profondità nei tessuti della vagina. La durata della terapia è di 4-6 settimane;
  • irradiazione interna. In questo caso, il medico posiziona una fonte di radiazioni nella vagina - un dispositivo di plastica, la cui dimensione non supera un tampone igienico femminile. Questo metodo è utilizzato esclusivamente per tumori localizzati superficialmente. L'irradiazione interna viene eseguita in ospedale in corsi lunghi o in regime ambulatoriale con procedure a breve termine, la cui durata varia da alcuni minuti a ore.

Un metodo innovativo di radioterapia è l'uso di radiosensibilizzanti. Questi sono farmaci che aumentano la sensibilità delle cellule maligne alle radiazioni. La combinazione di radioterapia e ricezione di radiosensibilizzanti consente di distruggere più volte più cellule tumorali..

Chirurgia. Per un tumore canceroso della vagina, vengono utilizzati quattro approcci chirurgici:

  • vaginectomia parziale - resezione della zona superiore dell'organo;
  • vaginectomia radicale - rimozione dell'intera vagina, nonché dei linfonodi regionali e dei tessuti circostanti;
  • vaginectomia radicale in combinazione con isterectomia - durante l'intervento chirurgico, il medico rimuove la vagina, l'utero, le tube di Falloppio, le ovaie e i linfonodi regionali;
  • l'esentazione degli organi pelvici - la vagina e le strutture anatomiche adiacenti - l'utero, le appendici, i linfonodi, la vescica, il retto sono soggetti a resezione. Questa operazione viene eseguita molto raramente, l'indicazione per la sua attuazione è una ricaduta della malattia o lo stadio terminale del processo oncologico.

Chemioterapia. Non è usato come metodo indipendente. Di norma, è prescritto in combinazione con la radioterapia per normalizzare il benessere del paziente. I farmaci principali sono Cisplatino e 5-fluorouracile. Per il carcinoma a cellule squamose della vagina, si raccomandano lozioni e unguenti speciali per uso interno con l'effetto della chemioterapia.

Trattamento alternativo. La medicina alternativa, in particolare i decotti alle erbe, i prodotti delle api e molto altro, non sono usati per combattere il cancro vaginale. Di norma, gli esperti sono scettici su tali metodi, poiché i loro effetti sul corpo umano non sono stati dimostrati dalla scienza, inoltre, c'è una possibilità di perdere tempo e ritardare con un trattamento davvero corretto. Pertanto, l'uso della medicina tradizionale non è supportato dai professionisti..

Processo di recupero dopo il trattamento

Dopo aver eseguito una vaginectomia, in presenza di dinamiche positive verso il recupero e una condizione soddisfacente del paziente, la vagina viene ricostruita. Durante l'operazione, si forma una vagina da un lembo della pelle prelevato dalla coscia o dai glutei di una donna..

Dal momento in cui viene fatta la diagnosi, il paziente deve affrontare molte emozioni negative, come paura, ansia, rabbia, ecc. Questa è una reazione completamente naturale della donna a questo problema. Nella maggior parte dei casi, i pazienti hanno bisogno dell'aiuto qualificato di uno psicologo, poiché molti hanno difficoltà a far fronte al carico dello stress psico-emotivo.

Vita sessuale dopo il trattamento

Dopo l'intervento chirurgico e la ricostruzione della vagina, anche parziale, l'esperienza dell'orgasmo vaginale in futuro è impossibile. Ma se durante il trattamento chirurgico il clitoride non viene ferito e il clitoride rimane intatto, ci sono possibilità di sperimentare un orgasmo clitorideo..

La radioterapia porta spesso a effetti collaterali come accorciamento e restringimento della vagina. Questo può portare a forti dolori durante il rapporto sessuale. Per porre rimedio alla situazione, il medico può raccomandare l'uso di dilatatori, lubrificanti e agenti ormonali speciali..

Il decorso e il trattamento della malattia nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento, negli anziani

Bambini. I tumori maligni della vagina nelle ragazze e nelle ragazze sono estremamente rari. Molto spesso, il processo oncologico colpisce la parete posteriore dell'organo. La patologia è caratterizzata da un decorso complesso, è caratterizzata da un basso grado di differenziazione secondo Gleason - la forma più maligna della malattia a causa dell'abbondanza di vasi linfatici: piuttosto presto cambiamenti metastatici invasivi penetrano semplicemente negli organi pelvici. Nelle ragazze, un tumore può essere scoperto accidentalmente dagli adulti mentre si fa il bagno - è noto per certo che adenocarcinomi e sarcomi possono spalancare fuori dalla fessura genitale in un bambino piccolo. Molto spesso, il cancro ghiandolare viene diagnosticato nei bambini di origine istologica. I principali sintomi della malattia sono sanguinamento vaginale, dolore al pube e all'addome inferiore, ematuria. Il trattamento del cancro vaginale nell'infanzia è prevalentemente chirurgico. La prognosi per la sopravvivenza dipende dallo stadio e dal grado di differenziazione del processo maligno..

Gravidanza e allattamento Anche la rilevazione di un processo oncologico nella vagina tra donne in gravidanza e in allattamento è una situazione estremamente rara. Nel caso di un tumore pre-invasivo, il trattamento viene posticipato fino al parto, dopo di che viene eseguita una vaginectomia 2 mesi dopo. Se viene rilevata una forma invasiva della malattia nel primo trimestre, gli specialisti raccomandano l'interruzione della gravidanza e la vaginectomia radicale con resezione dei linfonodi regionali. Nel secondo e terzo trimestre, le tattiche di trattamento sono strettamente individuali. Se una donna vuole mantenere il bambino a 32-34 settimane di gestazione, viene eseguito un taglio cesareo, seguito da un trattamento chirurgico radicale. Nella quarta fase della malattia, la gravidanza richiede l'interruzione, viene fornito il supporto palliativo del paziente.

Età avanzata. Il cancro vaginale si manifesta principalmente nella vecchiaia. Le donne di età superiore ai 60 anni vanno raramente da un ginecologo per un esame preventivo e quindi, nella maggior parte dei casi, il processo oncologico viene trascurato. Il trattamento si basa sugli stessi principi dei giovani pazienti, con l'eccezione di tenere conto dello stato di salute e della presenza di controindicazioni alle manipolazioni terapeutiche in una donna. La prognosi dipende dallo stadio del processo oncologico, dall'assenza di metastasi e dalla salute generale del paziente..

Trattamento del cancro vaginale in Russia, Israele e Germania

Il cancro vaginale è un tumore raro che richiede una terapia efficace. In diversi paesi, gli specialisti stanno cercando di applicare tecnologie all'avanguardia per ottenere un risultato positivo nella lotta contro tali diagnosi..

Trattamento in Russia

La terapia per il cancro vaginale nei dispensari oncologici domestici si basa sui dati di un esame diagnostico, sull'età del paziente e sulla natura della neoplasia maligna.

Tra i metodi di trattamento, sono ampiamente utilizzati i seguenti approcci:

  • la chemioterapia si basa su farmaci che distruggono le cellule tumorali;
  • radioterapia: il tumore viene irradiato, provocando la morte di elementi maligni;
  • criodistruzione - riduzione delle dimensioni della neoplasia con temperature estremamente basse.

In assenza della prevista efficacia delle tecniche elencate o per prevenire la ricorrenza del tumore, gli oncologi ricorrono a una misura così radicale come la vaginectomia: completa rimozione della vagina.

I prezzi dipendono dalle misure diagnostiche e terapeutiche richieste. Il costo medio di resezione dei tumori localizzati nella piccola pelvi è di 100 mila rubli, un corso di chemioterapia - di 12 mila rubli. eccetera..

Quali istituti medici in Russia puoi contattare?

  • Clinica multidisciplinare "SOYUZ", Mosca. All'interno delle mura di questo centro, viene effettuato con successo il trattamento di vari tipi di malattie oncologiche e il successivo recupero.
  • Centro di cura e riabilitazione (LRC) del Ministero della Salute della Russia. Qui è possibile ottenere una gamma completa di servizi medici per la lotta contro i tumori maligni.
  • Centro scientifico e pratico clinico di San Pietroburgo, San Pietroburgo. Centro di oncologia specializzato nella fornitura di servizi medici qualificati ai malati di cancro.

Considera le recensioni delle cliniche elencate.

Trattamento in Germania

Dopo aver contattato i centri di cancro tedeschi, gli specialisti selezionano uno schema diagnostico e terapeutico individuale per ciascun paziente, tenendo conto della posizione del processo maligno, del grado della sua invasione nei tessuti vicini, delle condizioni generali del paziente, dell'età e del desiderio di avere un bambino in futuro. Tra i metodi principali in Germania ci sono chirurgia, radioterapia, chemioterapia.

Quando si tratta di carcinoma preinvasivo della vagina, gli oncologi tedeschi ricorrono alla terapia fotodinamica - trattamento con la luce - e tecniche chirurgiche come l'eliminazione elettronica (escissione del processo oncologico con un coltello elettrico), la vaginectomia (resezione della vagina) e l'isterectomia - ulteriore rimozione dell'utero.

Nel carcinoma vaginale invasivo, la radioterapia è il metodo principale. A seconda di dove si trova il tumore e fino a che punto si diffonde il processo oncologico, vengono utilizzate la terapia a raggi X, l'irradiazione gamma e l'irradiazione endovaginale. Gli approcci elencati possono essere assegnati come misure indipendenti o in combinazione tra loro..

Gli oncologi tedeschi ritengono che il trattamento chirurgico sia inefficace per il cancro invasivo. Naturalmente, vengono praticate le operazioni, ma meno spesso che in altri paesi, cercano principalmente di ricorrere a loro nelle fasi iniziali della malattia e come cure palliative.

Il costo di un complesso di diagnostica oncologica per le donne nelle cliniche in Germania è di 3.2 mila euro. I prezzi del trattamento dipendono dal volume delle cure mediche. In media, una vaginectomia costerà un paziente da 7 mila euro, un ciclo di chemioterapia da 2 mila euro, esclusi i farmaci, ecc..

Quali cliniche in Germania puoi contattare?

  • Clinica "Cyber-Knife-Centrum", Zoest. Il team di questa istituzione medica offre assistenza medica altamente competente ai pazienti di nuova applicazione che utilizzano tecnologie all'avanguardia per la lotta contro i tumori cancerosi..
  • Clinica "Essen-Mitte", Essen. Complesso clinico, dove lavorano alcuni dei migliori oncologi in Germania. Le capacità dell'ospedale consentono di eseguire le operazioni più complesse da un punto di vista tecnico.
  • Ospedale universitario di Bonn. Oltre 2,5 mila pazienti vengono sottoposti all'esame e al trattamento qui ogni anno. Oltre alla chemioterapia, questa struttura medica specializzata è dotata di ingegneria genetica, terapia radioimmune, terapia del calore e trapianto di cellule staminali..

Considera le recensioni delle cliniche elencate.

Trattamento del cancro vaginale in Israele

La lotta contro il carcinoma vaginale nelle cliniche israeliane si basa su fattori come lo stadio del tumore e la sua prevalenza nel corpo. Le forme di trattamento più comunemente utilizzate sono:

  • vaporizzazione laser del tumore. Consigliato nelle prime fasi del processo oncologico, il metodo non ha limiti di età;
  • vaginectomy. Viene effettuato nelle fasi successive della malattia. Oltre alla vagina, durante l'operazione, il chirurgo asporta le appendici, i linfonodi regionali e altri organi in cui si trovano le cellule tumorali;
  • esentazione delle strutture anatomiche della piccola pelvi. È prescritto per il tipo più vicino di metastasi. Durante l'operazione, il medico rimuove gli organi colpiti dal processo maligno all'interno del piccolo bacino della donna;
  • ampia resezione locale. È usato nella lotta contro focolai oncologici superficiali, che sono nella fase iniziale di sviluppo e non hanno ancora metastatizzato;
  • chemioterapia. Ai pazienti vengono prescritte creme locali e iniezioni endovenose volte a distruggere le cellule tumorali nel corpo e prevenire la ricaduta della malattia;
  • radioterapia. L'irradiazione è prescritta in combinazione con farmaci con un effetto radiosensibilizzante. Aumentano la sensibilità di un tumore maligno alla radioterapia, interrompendo il processo di metastasi quando è impossibile usare la chirurgia;
  • distruzione laser. Questo metodo si basa sulla distruzione dell'attenzione oncologica esistente mediante radiazioni ionizzanti. Nel corso del trattamento, i tessuti interessati dal processo oncologico vengono bruciati;
  • laser ad anidride carbonica. È prescritto per i pazienti con piccoli tumori. La tecnica inattiva con successo le cellule tumorali e previene l'ulteriore crescita delle neoplasie senza influire negativamente sui tessuti sani;
  • Criodistruzione. Questo approccio si basa sull'uso di azoto liquido. Un tumore canceroso viene distrutto sotto l'influenza di valori di bassa temperatura;
  • terapia mirata. Il metodo si basa sulla distruzione mirata delle cellule tumorali. Le fonti di radiazioni vengono introdotte nel corpo, trovano elementi maligni e li distruggono senza danneggiare le cellule sane.

Il costo del trattamento del cancro vaginale in Israele dipende dalle procedure diagnostiche e terapeutiche richieste. Il prezzo approssimativo per una vaginectomia è di 6 mila dollari, un corso di chemioterapia da 2,5 mila dollari, ecc..

Quali cliniche in Israele posso contattare?

  • Ospedale statale "Meir", Kfar Sava. Un'istituzione medica di ampio profilo, in cui è organizzata la fornitura di assistenza diagnostica, medica e riabilitativa di alta qualità.
  • Centro medico "Kaplan", Rehovot. Una delle migliori cliniche in cui si osserva il rapporto qualità-prezzo per tutti i servizi medici nel campo dell'oncologia.
  • Clinica "Hadassah", Gerusalemme. Programmi diagnostici e terapeutici individuali, un atteggiamento attento nei confronti di ogni paziente è il credo di questa istituzione medica.

Considera le recensioni delle cliniche elencate.

complicazioni

Il rilevamento del carcinoma vaginale in qualsiasi fase del processo oncologico porta a una donna le esperienze emotive più difficili, soprattutto in giovane età. Il trattamento porta spesso allo sviluppo della menopausa prematura, accompagnata da vampate di calore, sudorazione eccessiva, secchezza patologica delle mucose degli organi genitali esterni, sbalzi d'umore e infertilità.

La resezione chirurgica della vagina interferisce con una vita sessuale di qualità e provoca grave depressione. In una situazione del genere, una donna non può fare a meno dell'aiuto di uno psicologo qualificato..

Il processo di trattamento stesso provoca molti effetti collaterali nei pazienti, come immunodeficienza, grave debolezza, problemi con le feci, ecc. Queste complicanze richiedono la nomina di terapia sintomatica e l'osservazione di un oncologo.

Disabilità

La capacità di lavorare di persone che soffrono di cancro vaginale e sottoposti a radioterapia è limitata dall'oncologo presente, quindi da una commissione medica speciale. È controindicato lavorare in condizioni meteorologiche insoddisfacenti, ad esempio in officine fredde e calde, a contatto con sostanze velenose organiche e radiazioni. Inoltre, sono vietati la guida professionale e il duro lavoro fisico..

Nella prima fase della malattia, al paziente viene concesso un congedo per malattia per incapacità lavorativa fino a 4 mesi, dopo di che viene rilasciata una disabilità del 2 ° gruppo per 1 anno. In assenza durante questo periodo di efficacia dalle misure terapeutiche adottate, il gruppo di disabilità viene esteso per lo stesso periodo di tempo.

Il secondo stadio del carcinoma vaginale implica una disabilità per 4 mesi, dopo di che alla donna viene assegnata una disabilità del 2 ° gruppo con un riesame obbligatorio dopo 1 anno.

La terza fase del processo oncologico è rilasciare un congedo per malattia fino a 4 mesi. Nel caso di dinamiche positive al recupero e all'efficacia della terapia, al paziente viene assegnata una disabilità del 2 ° gruppo, in assenza di un risultato dalle misure terapeutiche adottate, la disabilità del 1 ° gruppo.

Il quarto stadio del cancro vaginale implica una disabilità del 1 ° gruppo.

Le recidive

Con lesioni oncologiche della vagina, il cancro si ripresenta localmente, allo stesso modo dei tumori maligni della cervice e del corpo uterino. Oltre l'80% dei casi di focolai oncologici secondari viene rilevato nell'area pelvica entro i prossimi 2 anni dopo la terapia primaria..

La prognosi per il carcinoma vaginale ricorrente è estremamente scarsa. L'aspettativa di vita media in questo caso è di 8 mesi, il tasso di sopravvivenza a 5 anni non supera il 15%. Questo perché i tumori secondari sono meno sensibili alla chemioterapia e alle radiazioni..

Previsioni in diverse fasi

Le probabilità stimate di guarigione tra i pazienti dipendono dallo stadio del processo oncologico, dall'estensione del tumore e dalla natura delle metastasi. Consideriamo quale sarà la prognosi per la sopravvivenza a 5 anni nelle diverse fasi dello sviluppo della malattia.

fasiPrognosi favorevole
io67-77%
II40.00%
III35.00%
IV0-18%

Dieta

L'alimentazione dei pazienti con oncologia vaginale consiste nell'uso di prodotti di origine naturale, che hanno la capacità di inibire o prevenire lo sviluppo e la divisione delle cellule maligne nel corpo. Una dieta ben progettata dovrebbe risolvere i seguenti compiti:

  • includere componenti con proprietà antitumorali;
  • migliorare lo stato immunitario del corpo;
  • normalizzare il benessere del paziente e aumentare le sue forze energetiche.

Gli aspetti elencati sono risolti con l'aiuto di un elementare rifiuto di semilavorati, fast food, conserve e piatti arricchiti con riempitivi artificiali. Cioè, la nutrizione per il cancro vaginale dovrebbe essere basata su alimenti vegetali - almeno il 60% nella dieta quotidiana, poiché tale cibo ha un effetto positivo sul lavoro e sul funzionamento degli organi interni, normalizza le condizioni generali in caso di cancro e migliora l'umore.

Nel processo di riproduzione e divisione, le cellule tumorali richiedono un'enorme quantità di energia e, di conseguenza, il corpo si indebolisce. Per ricostituire la forza persa, è necessario includere più vitamine e minerali nella dieta. Un bilancio energetico stabile ha un effetto positivo sul sistema immunitario e aiuta l'organismo a combattere più efficacemente il processo oncologico esistente.

Nelle fasi avanzate, il processo del cancro porta a una rapida perdita di peso e perdita di peso. Questo fatto è importante da considerare quando si elabora un menu giornaliero. I pasti dovrebbero contenere la massima quantità di nutrienti necessari per il normale funzionamento del corpo.

Prevenzione

Il carcinoma vaginale è pericoloso a causa dell'insorgenza asintomatica della malattia e, di conseguenza, della sua diagnosi tardiva. La durata del periodo latente può essere prevenuta con semplici misure preventive, vale a dire un'alimentazione sana e aderenza al sonno, al lavoro e al riposo..

Al giorno d'oggi, a causa dell'influenza negativa dell'ambiente esterno e della presenza di cattive abitudini, i ginecologi raccomandano che tutte le donne di età superiore ai 20 anni vengano regolarmente sottoposte a screening per l'HPV e a un esame vaginale di sbavature. Insieme all'esame, queste misure consentono di determinare in una fase precoce il cancro degli organi genitali.

Inoltre, gli esperti insistono sull'eliminazione di fattori potenzialmente pericolosi che possono portare allo sviluppo del cancro vaginale. Per questo, è consigliabile escludere il fumo e la dipendenza da alcol dalla pratica quotidiana, nonché prestare attenzione al sesso sicuro. La protezione contro le infezioni genitali impedirà il loro passaggio alle forme croniche, che possono anche causare il cancro del sistema riproduttivo.

Una dieta equilibrata supporterà il sistema immunitario e uno stile di vita sano e un atteggiamento psico-emotivo positivo a qualsiasi età aiuteranno a prevenire lo sviluppo di patologie tumorali..

Grazie per aver dedicato del tempo per completare il sondaggio. L'opinione di tutti è importante per noi.