Fibroidi dell'utero: classificazione, cause di formazione, sintomi e metodi di trattamento

I fibromi dell'utero sono una formazione costituita da muscoli e tessuto connettivo. In determinate condizioni, può essere curato con metodi conservativi: farmaci, ultrasuoni, embolizzazione arteriosa. Una condizione importante per la terapia senza chirurgia è la piccola dimensione del tumore. La complessità di questa patologia è che raramente viene diagnosticata nelle fasi iniziali a causa dell'assenza di sintomi pronunciati..

Il fibromioma è una formazione localizzata principalmente all'interno del corpo dell'utero (nel 95% dei casi, meno spesso nella cervice) ed è formata dal tessuto connettivo e muscolare. La dimensione del tumore è espressa in due dimensioni principali:

  • in centimetri (direttamente la dimensione del nodo);
  • tra settimane.

Ad esempio, il termine "fibroidi 10 settimane" suggerisce che a causa di un tumore, l'utero viene ingrandito allo stesso modo della decima settimana di gravidanza.

I fibromi sono classificati per posizione:

NomePosizione
Intermuscolare (intramuscolare)Nel mezzo del miometrio
Interconnessione (intraligamentare)Tra gli ampi legamenti dell'utero
Sottoperitoneale (subserous)Sotto la mucosa dell'organo esterno
Sottomarino (sottomesso)All'interno dell'endometrio

Ci sono tumori sul peduncolo con la stessa posizione delle forme sopra. A volte si forma un tipo diffuso di patologia, in cui il nodo è assente, ma il miometrio cresce su tutta la sua area. Tutti i tipi di fibromi possono essere formati da due tipi di tessuto:

La composizione principale del tumore determina la sua appartenenza a un tipo specifico:

Un tipoCarattere
miomiTessuto muscolare
I fibromiConnessione intervallata da muscoli
FibromaSolo tessuto connettivo

A volte il tipo di fibroma è omesso nel nome, implicando le sue varietà.

I fibromi possono ridurre la probabilità di successo della fecondazione a causa della ridotta ovulazione o spostamento dei genitali, il che rende difficile il passaggio dell'uovo e dello sperma attraverso le tube di Falloppio.

I fibromi di età inferiore a 12 settimane non hanno alcun effetto sulla fertilità. La grande formazione deforma la regione uterina e riduce la capacità di una donna di avere figli.

Nel primo trimestre, possono verificarsi gravi complicazioni se il tumore entra in contatto con la placenta. Questa condizione aumenta il rischio di aborto spontaneo. Alcuni tipi di fibromi possono aumentare la probabilità di parto prematuro nel secondo e terzo trimestre. Ciò è dovuto al fatto che man mano che il bambino cresce, il posto per il tumore diminuisce e l'attività contrattile dell'utero aumenta..

In presenza di un nodo, in alcuni casi, i bambini nascono con deformità del cranio o del torcicollo. I fibromi spesso portano alla nascita di un bambino con basso peso alla nascita. Nella metà delle donne in gravidanza con fibromi, si nota un travaglio prolungato, che comporta la necessità di un taglio cesareo. Spesso, i nodi sono combinati con la presentazione o la posizione anormale del feto, che richiede anche un intervento chirurgico. Il rischio di distacco della placenta aumenta. Nel periodo postpartum, i fibromi aumentano la probabilità di sanguinamento, placenta accreta. Contrazione incompleta dell'utero, malattie infettive.

Il processo di portare un bambino, a sua volta, influenza anche il tumore. Durante questo periodo, la quantità di ormoni aumenta, la membrana muscolare dell'utero viene allungata e il flusso sanguigno aumenta. Questi fattori possono provocare la crescita dei fibromi, a seconda della sua posizione. Si nota un altro fenomeno: la distruzione del tumore. Questo processo è accompagnato da necrosi, cisti, edema, sanguinamento e può svilupparsi in qualsiasi momento, anche dopo il parto..

Le cause dei nodi fibromatosi non sono note. Esistono 2 teorie principali, ma nessuna di queste ha prove evidenti:

  • Embrionale. Basato sull'ipotesi di disturbi intrauterini. Le cellule dell'utero dell'embrione si formano fino alla 38a settimana di gravidanza, e prima ancora si trovano in uno stato instabile, il che aumenta il rischio di vari difetti..
  • Traumatico. Secondo lei, i difetti nelle cellule si verificano a causa di cicli mestruali ripetitivi, processi infiammatori, raschiamenti, aborti, anomalie del parto (tecniche manuali), un piccolo numero di gravidanze.

In precedenza, tutti i tipi di fibromi erano considerati tumori benigni ormone-dipendenti. Si credeva che la causa principale del loro sviluppo fosse uno squilibrio degli ormoni sessuali femminili - estrogeni e progesterone. Questo punto di vista è stato parzialmente rivisto fino ad oggi, ma lo squilibrio ormonale è ancora considerato uno dei fattori significativi nello sviluppo della malattia..

Poiché le cause della formazione del tumore non sono completamente note, non esistono metodi di prevenzione efficaci. Esistono diversi fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia:

  • eredità;
  • disturbi ormonali;
  • endometriosi, adenomiosi;
  • vita sessuale irregolare o mancanza di orgasmi (portano alla congestione nella piccola pelvi);
  • malattie del sistema endocrino (diabete, ipertensione arteriosa, soprattutto in giovane età);
  • patologie croniche degli organi pelvici;
  • danno all'utero dovuto all'uso di contraccettivi intrauterini o all'aborto;
  • stile di vita passivo;
  • disturbi nutrizionali e obesità (predominanza di grassi trans e cibi raffinati, basse quantità di fibre).

Aborti e aborti aumentano il rischio di sviluppare tumori. Le gravidanze che terminano con il parto, in particolare con una successiva allattamento per lungo tempo, si riducono.

Ulteriori motivi includono:

  • prendendo contraccettivi orali;
  • malattia adesiva nella piccola pelvi a causa di traumi, interventi chirurgici o malattie infiammatorie;
  • alte dosi di radiazione ultravioletta;
  • una figura a forma di mela.

I sintomi dipendono dall'età del paziente, dalle dimensioni e dalla posizione del tumore, dal tasso di crescita e dalla presenza di altre malattie croniche. A volte i fibromi sono quasi asintomatici e vengono determinati solo durante un esame di routine.

I primi segni si osservano di solito quando si forma un nodo con una dimensione di 2-6 cm:

  • la comparsa di dolore simile al dolore mestruale nell'addome inferiore (non associato a giorni critici);
  • aumento del sanguinamento nei giorni critici;
  • la comparsa di secrezione con una miscela di sangue a metà del ciclo, il suo allungamento o contrazione;
  • indolenzimento delle mestruazioni, che prima non c'era.

I sintomi più tipici sono:

  • Dolore tra i periodi. Possono essere di durata diversa, verificarsi nella parte inferiore dell'addome o essere somministrati alla parte bassa della schiena, alle gambe o alle sezioni superiori. Con la crescita del tumore, si avvertono fastidio e dolori lancinanti, che si intensificano dopo lo sforzo.
  • Problemi riproduttivi. Spesso, l'infertilità si sviluppa sullo sfondo di un tumore. Se si verifica il concepimento, ma l'embrione si attacca vicino al fibroma, questo può causare l'aborto spontaneo.

Quando le gambe del nodo fibromomatoso sono attorcigliate, si sviluppa la necrosi del corpo di formazione. Si osserva il seguente quadro clinico:

  • dolori acuti nell'addome inferiore;
  • tachicardia;
  • debolezza.

Il paziente ha bisogno di cure chirurgiche urgenti.

Quando si schiacciano gli organi adiacenti, si verificano costipazione e dolore durante lo svuotamento della vescica. Altri sintomi possono manifestarsi in patologie di organi colpiti indirettamente e includono:

  • vertigini;
  • dolore nella zona del torace;
  • mal di testa;
  • intorpidimento;
  • nevrosi e stati simili a nevrosi.

La formazione della patologia avviene in più fasi:

  1. 1. Al primo stadio, da una singola cellula per divisione, altri iniziano a formarsi.
  2. 2. Al secondo stadio, cresce la rete vascolare che alimenta la formazione. La crescita tumorale è accelerata e la sua struttura è stabilizzata.
  3. 3. Il terzo stadio si verifica soggetto a terapia. Si verifica l'involuzione del fibroma (il suo sviluppo inverso).

Non è sempre possibile distinguere tra fibromi e fibromi, specialmente nei casi in cui il tessuto connettivo è chiaramente definito in quest'ultimo. A tal fine, viene eseguita una biopsia o istologia del tumore rimosso..

I tipi di diagnostica sono descritti nella tabella:

Tipo di studioDescrizione
Ultrasuoni degli organi pelviciSpesso l'esame viene effettuato utilizzando una sonda transvaginale. Permette di vedere chiaramente i nodi, la loro posizione e dimensione
HydrosonographyConsente nel 100% dei casi di identificare il nodo sottomucoso, determinare con precisione la sua localizzazione, verificare se ci sono altre patologie endometriali
BiopsiaIl materiale viene prelevato con uno strumento sotto forma di una pinza, che viene inserito nell'utero attraverso il canale cervicale. Identifica in modo univoco l'origine del tumore
IsteroscopiaLa cavità uterina viene esaminata dall'interno usando una videocamera, è possibile eseguire la raschiatura dell'endometrio
isterosalpingografiaUn fluido radiopaco viene iniettato nelle tube di Falloppio, il che consente di vedere i contorni interni
Ultrasuoni DopplerSpesso eseguito prima dell'embolizzazione dei vasi sanguigni al fine di valutare l'intensità del flusso sanguigno nel tumore e nei nodi. Questo metodo viene utilizzato anche per verificare l'efficacia dell'intervento chirurgico.

Puoi sbarazzarti dei fibromi senza intervento chirurgico cambiando stile di vita e dieta. Ciò è necessario per ripristinare l'equilibrio degli ormoni nel corpo e migliorare il funzionamento del sistema immunitario. Allo stesso tempo, vengono prese le fitopreparazioni.

I trattamenti di base includono:

  • terapia delle malattie a trasmissione sessuale;
  • restauro della microflora della vagina e dei genitali;
  • correzione dello stato emotivo;
  • normalizzazione del ciclo mestruale;
  • dieta per ridurre il peso e migliorare il metabolismo.

Si applica se sono soddisfatti i seguenti requisiti:

  • la dimensione dell'utero con un tumore corrisponde a 12 settimane di gravidanza o meno;
  • non c'è una rapida crescita del nodo;
  • nessun sintomo pronunciato;
  • la donna è in premenopausa.

I seguenti medicinali sono usati per il trattamento:

Gruppo di medicinaliEffettonomi
Contraccettivi orali combinati (COC)Riduce il diametro del nodo a 15 mm, riduce la manifestazione dei sintomiNorgestrel con etinilestradiolo (Rigevidon, Ovidon), desogestrel con etinilestradiolo (Novinet, Marvelon)
Antagonisti dell'ormone leasing delle gonadotropineRiduci il nodo del 50%, ma aumenta il rischio di ricorrenza. Non utilizzato a lungo a causa del possibile sviluppo di carenza di estrogeni. La durata massima della terapia è di sei mesi. Utilizzato in chirurgia per ridurre la possibile perdita di sangueDipherelin, Decapeptil, Buserelin, Leiprorelin e altri
AntigonadotropinsSono usati raramente perché hanno un gran numero di effetti collaterali. Ridurre i sintomi dei fibromiDanazol, Gestrinone
gestageniLe opinioni sull'efficacia di questo gruppo di fondi sono divise. Non ci sono prove cliniche dell'efficacia del loro uso nella fibromatosi. Tuttavia, aiutano con la combinazione di fibromi con ipoplasia endometriale, poiché in questo caso la causa può essere uno squilibrio negli ormoniLinestrenolo, noretisterone, medrossiprogesterone acetato

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • necrosi del nodo;
  • rapido tasso di crescita dell'istruzione;
  • sanguinamento uterino esteso;
  • dimensione del fibroma più di 12 settimane;
  • nodi multipli o sottomucosi;
  • torsione della gamba;
  • posizione sottomucosa.

Il metodo dell'operazione viene selezionato in base alla posizione, al tipo di tumore e alle caratteristiche individuali del paziente. I tipi principali sono descritti nella tabella:

NomeDescrizione
LaparoscopiaMetodo di trattamento non invasivo e più delicato. L'intervento viene eseguito attraverso piccole forature nella cavità addominale sotto il controllo di una videocamera
IsteroscopiaLe crescite uterine vengono rimosse attraverso la vagina
Chirurgia addominaleViene praticata un'incisione nell'addome inferiore per l'accesso diretto
IsterectomiaL'operazione consiste nel rimuovere l'utero

In questa procedura, una sonda viene inserita nella cavità uterina per aiutare a identificare il vaso più grande che alimenta il tumore. Viene iniettato farmaci speciali che provocano embolia (blocco). Sotto la loro azione, la nutrizione del tumore si interrompe e si dissolve..

La procedura è relativamente nuova, non sono state studiate tutte le possibili conseguenze e rischi del riavvio del processo. La conservazione della fertilità è individuale.

Una delle tecniche più progressive oggi. I raggi ultrasonici focalizzati vengono utilizzati per coagulare i nodi nell'utero. La risonanza magnetica viene utilizzata per monitorare la procedura in tempo reale.

Questo è un metodo molto più sicuro e meno traumatico della chirurgia radicale, ma ha alcune limitazioni, quindi la scelta del metodo di esposizione viene fatta dal medico..

Il metodo di ablazione fuzz presenta i seguenti vantaggi:

  • Accompagnato da effetti collaterali minimi.
  • Fornisce prevenzione della recidiva della malattia.
  • Ha un'alta efficienza.
  • Ti consente di preservare completamente le funzioni dell'organo.
  • Non accompagnato da perdita di sangue, eseguita nella mente del paziente, non richiede l'uso di antidolorifici gravi.

Aiuta a fermare la divisione cellulare, ridurre l'afflusso di sangue nell'area pelvica e normalizzare i livelli ormonali tagliando l'accesso all'ossigeno ai tessuti fibrosi.

Consiste nell'effetto di una corrente galvanica, che aumenta la sensibilità dei tessuti a un farmaco. È prescritto per piccoli tumori (meno di 12 settimane). Durante l'elettroforesi, vengono introdotti potassio e ioduro di sodio. Il corso prevede 15-20 procedure.

Il metodo ha le seguenti azioni:

  • elimina il sanguinamento;
  • riduce la produzione di estrogeni;
  • riduce l'infiammazione;
  • riduce il dolore.

L'adeguatezza della procedura è determinata dal medico.

L'area del corpo è influenzata da impulsi magnetici a bassa frequenza, che porta alla normalizzazione della quantità di ormoni. La procedura dura 10-25 minuti.

  • l'immunità migliora;
  • il gonfiore viene eliminato;
  • riduzione del dolore e del dolore durante le mestruazioni;
  • il ciclo mestruale è normalizzato.

Il radon ripristina i processi biologici, riduce la produzione di ormoni e migliora la risposta immunitaria.

I bagni di iodio-bromo regolano il metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, stabilizzano il livello degli ormoni. La procedura viene eseguita solo sotto la supervisione del medico curante e in assenza di controindicazioni.

I rimedi popolari sono usati dalle donne che hanno paura di assumere farmaci ormonali o interventi chirurgici. Aiutano a ridurre i sintomi ma non curano il gonfiore.

Le ricette più efficaci:

  • Decotto di ortica. 2 cucchiai. l. la pianta secca viene versata con 0,5 litri di acqua bollente e fatta bollire per 10 minuti. Utilizzare per la pulizia una volta al giorno per un mese.
  • Infuso di corteccia di quercia. Aiuta ad eliminare il sanguinamento uterino. 1,5 cucchiai. l. i fondi vengono erogati con 300 ml di acqua. Utilizzato per la pulizia o come impregnazione per tamponi.
  • Camomilla. Prendi 1 cucchiaio. l. erbe in un bicchiere di acqua bollente, insistere in un thermos per un'ora. Utilizzato per la pulizia. Questo rimedio aiuta ad alleviare l'infiammazione e neutralizzare gli agenti infettivi..

I metodi tradizionali dovrebbero essere in aggiunta al trattamento principale e usati solo con la conoscenza del medico curante.

Le neoplasie uterine sono una controindicazione all'uso della terapia ormonale sostitutiva, che contiene estrogeni. Le donne che hanno fibromi durante la menopausa devono visitare un ginecologo due volte all'anno per monitorare il ritmo del suo sviluppo.

Farmaci prescritti per alleviare sintomi, complessi vitaminici e minerali, sedativi, fitopreparazioni.

La dieta per i fibromi corrisponde a quella per la menopausa: è necessario rinunciare a cibi pesanti, aumentare la quantità di verdure, frutta e prodotti a base di latte fermentato, evitare bevande contenenti caffeina e alcoliche.

Per ridurre il rischio di complicanze, si raccomandano passeggiate attive, lezioni di yoga, leggeri tipi di fitness.

La prognosi della malattia è favorevole, a condizione che i fibromi vengano rilevati nelle prime fasi e un trattamento efficace. Il principale pericolo di un tumore è la probabilità di complicanze. Con la costante supervisione di un ginecologo, il loro rischio può essere significativamente ridotto.

La patologia può provocare le seguenti condizioni:

Fibroidi dell'utero

Non tutti i tumori associati al sistema riproduttivo femminile sono maligni: i fibromi uterini non rappresentano una minaccia per la vita, ma possono portare ad alcune complicazioni. Sono collegati dall'attività dei sistemi corporei, dallo stato del background ormonale e dallo stato riproduttivo. Se compaiono sintomi primari, dovresti consultare un ginecologo. Prima di visitare un medico, è controindicato sollevare pesi, influenzare il corpo con alte temperature, assumere farmaci, compresi gli antibiotici.

In che modo il fibroma si differenzia dai fibromi

La differenza sta nella struttura di entrambi i tumori. I fibromi contengono muscoli e tessuto connettivo in quantità uguali. Ciò è determinato dall'esame istologico di un campione di materiale. Il mioma contiene esclusivamente fibre muscolari. Le opzioni terapeutiche per i due tipi di neoplasie sono leggermente diverse proprio a causa della struttura di questi tumori..

Sintomi

I segni dei fibromi assomigliano alle manifestazioni cliniche di altre malattie: gli organi del sistema riproduttivo, urinario o digestivo. Ma spesso un tumore benigno si differenzia con lo sviluppo del carcinoma ovarico o uterino..

All'aumentare delle dimensioni della neoplasia, il paziente sviluppa i seguenti sintomi:

  1. Fallimento del ciclo mestruale, aumento della perdita di sangue
  2. Premendo il dolore nella vagina durante l'intimità
  3. Disturbi del sonno dovuti a disagio negli organi del sistema riproduttivo
  4. Tirando la sensazione nella colonna lombosacrale
  5. Irritabilità, difficoltà a trovare una posizione comoda
  6. Problemi con il concepimento
  7. Sensazione di un intestino pieno

Se si verificano molte perdite di sangue durante le mestruazioni o nel periodo tra loro, il livello della pressione sanguigna diminuisce. L'ipotensione si manifesta con pallore della pelle e delle mucose, vertigini, debolezza. Inoltre, sullo sfondo di una diminuzione della pressione sanguigna, si preoccupano nausea, vomito e spesso si verificano svenimenti. La temperatura corporea può essere mantenuta a un livello normale, poiché il tumore non è correlato al processo infiammatorio (endometrite).

Le ragioni

Tutti i fattori che causano lo sviluppo di fibromi sono direttamente o indirettamente correlati allo stato del background ormonale. Tenendo conto di ciò, durante la consultazione, il medico chiarisce il livello di attività fisica quotidiana della donna, l'ambiente psicoemotivo, le malattie croniche.

Sviluppo sessuale precoce

L'inizio precoce della pubertà è causato dalle peculiarità dell'attività delle ghiandole endocrine. La funzione errata di questi porta ad un aumento della produzione di ormoni sessuali. L'aumento del contenuto di estrogeni nel sangue è una condizione favorevole per la formazione di un tumore benigno dell'utero. Lo sviluppo sessuale direttamente prematuro non è un fattore che causa i fibromi.

Mancanza di gravidanza sotto i 30 anni

I ginecologi associano spesso lo sviluppo di un tumore dell'utero al fatto che una donna non ha partorito. Il periodo ottimale per la prima gravidanza e il parto è di 18-29 anni. In questo momento, il corpo della donna, in particolare lo sfondo ormonale, è preparato per il concepimento e la gestazione indenne. L'assenza di gravidanza prima dei 30 anni comporta cambiamenti nella concentrazione di estrogeni, che è uno dei fattori causali nella formazione di un tumore intrauterino benigno.

Tarda prima nascita

Cambiamenti legati all'età nel corpo delle donne oltre i 40 anni portano a cambiamenti nella struttura del tessuto uterino. La struttura delle cellule e lo spessore delle pareti di questo organo possono cambiare a causa di cambiamenti ormonali. Il parto tardivo è un fattore sfavorevole per le donne di mezza età: è più difficile per l'utero sopportare il carico del parto. Aumenta il rischio di cambiamenti nella struttura dei tessuti di organi e della comparsa di fibromi.

Aborto o aborto spontaneo

Il corpo della futura madre viene ricostruito a favore del cuscinetto del feto e quando l'ovulo viene distrutto, lo sfondo ormonale è sotto stress. Più spesso una donna interrompe una gravidanza, maggiore è la probabilità di sviluppare tumori in vari organi del sistema riproduttivo, compreso l'utero. In questo caso, l'intervallo di tempo tra l'ultimo aborto e la comparsa di fibromi non ha importanza. L'opzione migliore è la selezione di un metodo di contraccezione, ad esempio l'installazione di un dispositivo intrauterino.

Operazioni sull'utero

Se il paziente ha una storia di chirurgia, la probabilità di fibromi raddoppia. In questo caso, il motivo dell'operazione non ha importanza. Anche se una donna ha subito un intervento chirurgico per ripristinare l'integrità dell'organo genitale, questo dovrebbe essere segnalato al ginecologo mentre era alla reception. Il rilevamento di una neoplasia in una fase precoce dello sviluppo è una delle spiegazioni del perché, dopo un'operazione sull'utero, si raccomanda a una donna di essere osservata da un ginecologo almeno una volta ogni 3 mesi.

Lavoro traumatico e prolungato

Nella pratica ostetrica, ci sono casi in cui, anche con indicazioni dirette per un taglio cesareo, una donna rifiuta l'operazione, volendo partorire da sola. Ciò porta a numerosi problemi con la condizione dell'utero. Aumenta il rischio di rotture multiple, allungamento dei tessuti dell'organo genitale. Insieme, questo porta a un cambiamento nella struttura delle cellule uterine, predispone alla formazione di un tumore benigno.

Sovrappeso e obesità

L'eccesso di peso è una delle cause dei disturbi endocrini presenti nel corpo. Il sovrappeso stesso non può influire sulla probabilità della formazione di fibromi. Ma il rischio di sviluppare un tumore dell'utero aumenta a causa della scorretta attività delle ghiandole endocrine. Pertanto, i fibromi sono spesso osservati sullo sfondo dell'obesità a causa del disturbo principale - uno stato disturbato del sistema endocrino.

Cisti ovarica

Una neoplasia benigna ormono-dipendente che si verifica a causa di un eccesso di estrogeni nel sangue. Avendo un tumore benigno nella sua struttura, le ovaie producono ormoni in modo errato - il loro dosaggio nel sangue aumenta. Sullo sfondo di un aumento del contenuto di estrogeni, una donna sviluppa un fibroma. In questo caso, il paziente viene rimosso non solo la neoplasia dell'utero, ma anche le ovaie. I seguenti segni indicano la presenza di una cisti:

  1. Dolore nell'addome inferiore - destro o sinistro, a volte su entrambi i lati contemporaneamente.
  2. Interruzione del ciclo mestruale.
  3. Diminuzione della libido.
  4. Infertilità.
  5. Sensazioni spiacevoli durante il rapporto sessuale.

La cisti ovarica è ben visualizzata sul monitor della macchina ad ultrasuoni. Pertanto, quando compaiono lamentele sulle condizioni di salute, una donna dovrebbe visitare un ginecologo, sottoporsi a un esame e ricevere un trattamento..

Uso a lungo termine di contraccettivi ormonali

I contraccettivi orali contengono estrogeni - ormoni sessuali femminili. A causa di queste sostanze biologicamente attive, si ottiene la prevenzione della gravidanza. Se una donna prende la contraccezione senza prescrizione medica o supera deliberatamente il dosaggio prescritto dal ginecologo, si verifica uno squilibrio ormonale. Oltre ad altre possibili complicanze, sullo sfondo di un aumento del livello di estrogeni, si formano fibromi uterini. Il trattamento inizia con l'interruzione dei contraccettivi orali. Quindi il ginecologo seleziona il tipo ottimale di protezione contro la gravidanza indesiderata.

Predisposizione ereditaria

Anche durante la consultazione, lo specialista chiarisce se i fibromi uterini si sono verificati in parenti stretti del paziente. Il motivo è l'elevata probabilità di ereditare il rischio di sviluppare un tumore benigno. Con una tendenza genetica alla formazione di fibromi, una donna dovrebbe visitare un ginecologo non una volta all'anno, ma due volte. Ciò ti permetterà di identificare prontamente i cambiamenti che sono iniziati e di influenzarli con competenza..

Possibili complicazioni

All'aumentare delle dimensioni, il tumore comprime il retto e la vescica. Di conseguenza, la donna sviluppa costipazione e ritenzione urinaria. In questo caso, l'urina può rifluire nei reni, contribuendo allo sviluppo di idropisia. Quindi l'unica opzione per eliminare l'idronefrosi secondaria è la chirurgia. A volte un fibroma di grandi dimensioni provoca una maggiore voglia di urinare, ma la condizione dovrebbe essere differenziata dalla cistite.

In rari casi, le cellule fibroidi diventano maligne e una donna sviluppa il cancro uterino. Se i nodi sanguinano regolarmente, aumenta il rischio di anemia. Il dolore durante l'intimità diventa la ragione del rifiuto di fare sesso. Le complicazioni elencate possono essere evitate se la concentrazione di estrogeni nel sangue viene bilanciata in modo tempestivo, i fibromi vengono rimossi nella fase iniziale del suo sviluppo..

Gravidanza con fibromi

Una neoplasia benigna in quasi il 100% dei casi influisce negativamente sul processo di gravidanza. Fino alla dodicesima settimana di gravidanza, una donna potrebbe non avere alcun segno che indichi un effetto negativo del tumore sul feto e sull'utero in particolare. Man mano che il bambino cresce, rimane poco spazio per la neoplasia, che contribuisce alla contrattilità dell'organo genitale. Di conseguenza, a seconda della durata della gravidanza, si verifica un aborto o si verifica una nascita prematura. Inoltre, un aumento delle contrazioni uterine causa distacco di placenta..

Quale medico contattare

Quando compaiono i segni primari: dolore, aumento della perdita di sangue, incoerenza del ciclo mestruale, dovresti visitare un ginecologo. Il medico prescrive l'ambito dell'esame e, in base ai risultati della diagnosi, elabora un piano di trattamento. Di solito non è necessario visitare specialisti di altri profili.

Diagnostica

Se si sospetta una neoplasia uterina benigna, al paziente viene prescritto quanto segue:

  1. Ricerca di laboratorio su sangue, urina.
  2. Striscio vaginale per determinare infezioni nascoste e microflora vaginale.
  3. Ultrasuoni degli organi pelvici con enfasi sulla condizione dell'utero.
  4. Isteroscopia (metodo di esame intrauterino).
  5. Biopsia. Questa è la presa di un pezzo di tessuto dal nodo per il successivo esame al microscopio. Lo studio ha lo scopo di confermare che la neoplasia è benigna.
  6. Curettage diagnostico della cavità uterina. Aiuta a stabilire la presenza di patologie concomitanti dell'endometrio (strato uterino interno).
  7. Laparoscopia. Il metodo è prescritto per casi clinici complessi. Utilizzando una fotocamera microscopica, i nodi miomatosi vengono esaminati per escludere lo sviluppo di cambiamenti necrotici.

Ulteriori tipi di diagnostica dipendono dalle caratteristiche del caso clinico. Il ginecologo può ordinare una TAC o una risonanza magnetica per ottenere maggiori informazioni sui parametri, sulla struttura e sulla posizione del tumore, compreso il suo apporto di sangue. Un medico esperto rileva un tumore uterino anche durante l'esame del paziente sulla sedia ginecologica e, con l'aiuto dei tipi di diagnostica elencati, specifica solo le sue caratteristiche.

Trattamento

Se vengono rilevati fibromi uterini, al paziente viene prescritto un trattamento conservativo o chirurgico. Nel primo caso, la terapia viene eseguita in regime ambulatoriale, nel secondo è necessario il ricovero nel reparto di ginecologia. Il trattamento farmacologico è indicato per una piccola dimensione della neoplasia.

Data la sua dipendenza dal livello di ormoni sessuali nel sangue di una donna, nominare:

  • contraccettivi orali (Regulon, Yarin, Janine)
  • prodotti contenenti androgeni (Gestrinone, Danazol) per 6-8 mesi
  • preparati contenenti gestageni (Dufaston, Norkolut) per un periodo da 4 a 6 mesi
  • installazione di un dispositivo intrauterino (spesso - Mirena)

Inoltre, il paziente viene sottoposto a trattamento sintomatico: vengono somministrati preparati di ferro per normalizzare il livello di emoglobina nel sangue, vengono prescritti analgesici e antispasmodici. Nel corso del corso, i farmaci possono sostituire o ridurre i loro dosaggi - dipende dalla risposta del corpo alla terapia..

Se il trattamento ormonale non fornisce un risultato positivo, si raccomanda alla donna di sottoporsi a un intervento chirurgico. È di 3 tipi: nel primo caso, il tumore viene escreto senza interessare i tessuti dell'utero, nel secondo, la neoplasia viene rimossa insieme all'organo genitale. La terza opzione per la rimozione dei nodi è il blocco delle vene e delle arterie che forniscono loro sangue, il che porta alla regressione dello sviluppo della neoplasia.

Indicazioni per la rimozione chirurgica del tumore:

  • La sua rapida crescita
  • Massiccia perdita di sangue durante e tra le mestruazioni
  • L'utero ha raggiunto la dimensione osservata a 12 settimane di gestazione
  • Cambiamenti necrotici parziali (necrosi) dei nodi

Il tipo di intervento chirurgico pianificato dipende da molti fattori, inclusa la posizione della neoplasia. Indipendentemente dal tipo di eliminazione dei nodi benigni, al paziente viene prescritta una dieta. Ha lo scopo di reintegrare i nutrienti rimossi dal corpo della donna durante un'enorme perdita di sangue..

Prevenzione

Per evitare lo sviluppo di fibromi o minimizzare significativamente il rischio del suo aspetto, è necessario:

  • Avere una vita sessuale ordinata, non permettere lunghe pause tra l'intimità intima.
  • Non usare l'aborto come forma alternativa di contraccezione.
  • Non stare vicino a fonti di effetti avversi: radiazioni, tossiche.
  • Smetti di abusare di alcol.
  • Evitare l'esposizione a eventi stressanti.
  • Non sovraccaricare fisicamente e mentalmente.
  • Normalizza il volume dell'attività motoria, evita l'ipodynamia.
  • Non trascurare la raccomandazione dell'ostetrico per un taglio cesareo. L'operazione evita lesioni all'utero, che sono possibili con un parto naturale.

I fibromi dell'utero sono un tumore benigno. È incline a una rapida crescita, quindi, anche se non disturba il paziente, una donna dovrebbe essere regolarmente visitata da un ginecologo. La neoplasia si manifesta clinicamente solo dopo aver raggiunto una grande dimensione. Dato il lungo periodo di sviluppo asintomatico, una donna potrebbe non essere consapevole della presenza di fibromi. Trattamento del tumore - conservativo o chirurgico, viene prescritto un tipo specifico di eliminazione tenendo conto di un esame dettagliato del paziente.

Fibroidi dell'utero

I fibromi dell'utero sono una formazione benigna che cresce nello strato muscolare dell'organo genitale. La malattia si sviluppa per molti anni, è asintomatica per lungo tempo ed è accompagnata da manifestazioni cliniche principalmente all'età di 30-50 anni. Il tumore cresce durante il periodo riproduttivo e regredisce durante la menopausa. La natura del decorso della malattia è determinata dalla dimensione e dalla posizione dei nodi, dal loro numero e dalla presenza di patologia concomitante.

Secondo il decorso clinico, i fibromi non differiscono dai fibromi uterini. La differenza è nota solo al medico ecografico e al patologo. Questi specialisti possono riconoscere i fibromi e fornire caratteristiche dettagliate del tumore. La speciale struttura istologica del nodo ha una certa influenza sul decorso della malattia e sulla prognosi, ma non è un fattore chiave nella scelta di un metodo di trattamento - sia conservativo che chirurgico.

Un fibroma uterino così diverso

Le linee guida nazionali per ostetrici e ginecologi indicano che i fibromi sono un proliferato benigno sensibile agli ormoni costituito da muscoli lisci miometriali alterati. I termini "fibroma", "fibromi" e "leiomioma" sono indicati come sinonimi. Nel complesso, è così. Nella pratica di routine di un ginecologo distrettuale, non importa davvero quale tipo di tumore cresce nell'utero: leiomioma o fibroma. Le cause, i sintomi, i metodi di diagnosi e trattamento per ciascuna di queste patologie saranno simili.

Poiché i tumori benigni hanno molto in comune, sia i ginecologi che i pazienti possono chiamare queste patologie sia il fibroma, sia il mioma, i fibromi e i leiomiomi nella vita di tutti i giorni..

Istologi e patologi non sono d'accordo con questa interpretazione e sottolineano che i fibromi sono un tumore, che comprende sia le fibre muscolari che del tessuto connettivo approssimativamente nella stessa proporzione. Questi specialisti dividono tutti i tumori uterini benigni in due tipi:

  • Leiomioma: un nodo, costituito principalmente da tessuto muscolare;
  • Il fibroma è un tumore in cui le fibre del tessuto connettivo occupano più del 50%.

I fibromi del corpo uterino sono una condizione intermedia in cui la quantità di tessuto muscolare e connettivo nella sua composizione è approssimativamente uguale. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), tutte queste condizioni rientrano in un unico codice - D25, poiché per un ginecologo praticante la differenza tra loro è insignificante ed è più di un interesse di ricerca (in istologia e anatomia patologica).

Qualsiasi tipo di tumore può essere nascosto sotto il termine "mioma" e solo l'analisi dei tessuti mostrerà quale tipo di nodo è nell'utero.

Per determinare il tipo di nodo miomatoso, è necessario analizzare il tessuto tumorale.

Cause della malattia e principali fattori di rischio

La fibromatosi è considerata una condizione che precede la comparsa di un tumore dell'utero. Questo termine è inteso come una crescita diffusa di focolai patologici. È impossibile individuare un nodo tra i rudimenti del mioma. L'utero aumenta leggermente di dimensioni, ma non è deformato. In questa fase, la malattia è generalmente asintomatica e viene rilevata per caso durante l'ecografia.

La comparsa di un nodo fibromato è preceduta dalle seguenti condizioni:

  • Sviluppo sessuale precoce: l'inizio della prima mestruazione prima dei 12 anni, comparsa di caratteristiche sessuali secondarie prima dei 9 anni;
  • Rifiuto di dare alla luce un bambino. La probabilità di sviluppare la malattia aumenta nelle donne nullipare dopo i 30 anni;
  • Tardo primo parto (30-45 anni);
  • Aborti o aborti posticipati. Una singola interruzione della gravidanza può anche provocare la crescita del nodo miomato, ma più spesso stiamo parlando di numerosi curettage della cavità uterina che accompagnano questo processo;
  • Interventi strumentali sugli organi genitali;
  • Operazioni posticipate sull'utero;
  • Lavoro traumatico e prolungato;
  • Sovrappeso e obesità;
  • Situazioni stressanti prolungate.

Le donne obese hanno maggiori probabilità di sviluppare fibromi uterini.

Tutte queste condizioni provocano un aumento del livello di estrogeni nel corpo e quindi innescano la proliferazione cellulare. Nel corso di cicli ripetuti di iperplasia, c'è un accumulo di cellule muscolari lisce fenotipicamente alterate, da cui si forma successivamente il rudimento del fibroleiomioma. Nella storia medica di una donna con un tumore dell'utero, ci sono quasi sempre dati che indicano un'anamnesi ginecologica gravata. La patologia viene rilevata anche nei giovani pazienti nulliparosi, tuttavia, tali casi sono molto meno comuni..

La malattia infiammatoria pelvica è anche considerata un fattore di rischio per i fibromi. L'endometrite non aumenta i livelli di estrogeni, ma indebolisce le difese immunitarie del corpo e contribuisce alla distruzione dell'apoptosi, la morte cellulare programmata naturale. La proliferazione dei miociti porta alla comparsa dei rudimenti dei fibromi e, in futuro, alla sua crescita attiva..

Nella moderna ginecologia, l'attenzione è rivolta non solo agli estrogeni, ma anche al progesterone, un altro ormone femminile. Gli studi hanno dimostrato che il tumore cresce durante la gravidanza, così come con la nomina di gestageni ("Duphaston", "Utrozhestan"). A questo proposito, il periodo di gestazione, nonché l'assunzione di farmaci ormonali, dovrebbero essere attribuiti a fattori di rischio per lo sviluppo della malattia..

La pratica mostra che durante la gravidanza il fibroma continua a crescere..

Altre teorie sull'aspetto dei fibromi meritano attenzione:

  • Ovulazione frequente. Una donna moderna dà alla luce un bambino una o due volte. Il resto del tempo nel suo corpo è la maturazione mensile dei follicoli, la formazione di una dominante e l'ovulazione tra loro. Ad ogni ciclo, l'utero si prepara per una possibile gravidanza aumentando lo strato endometriale. Proliferano anche i tessuti muscolari, che provocano la loro crescita incontrollata e la comparsa di un tumore;
  • Lesioni e operazioni sull'utero. I danni ai tessuti del miometrio possono portare a recupero e attivazione impropri della divisione cellulare, che provocano anche la comparsa di un nodo miomato.

Non vi è alcuna differenza nello sviluppo di leiomioma e fibroma. Le ragioni per la comparsa di ciascun tipo di tumore sono le stesse. Ad un certo stadio di proliferazione, si accumulano più fibre connettive o muscolari nei tessuti del nodo, e questo determina il suo tipo.

I tumori benigni dell'utero crescono durante il periodo riproduttivo e non sono praticamente rilevati negli adolescenti. I fibromi nelle vergini sono rari. In pratica, tali situazioni si verificano se il paziente rimane vergine all'età di 25 anni o più. I ginecologi definiscono la vita sessuale irregolare o la sua assenza come uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di fibromi uterini.

La foto sotto mostra i tipi di fibromi:

  • Subserous - situato vicino allo strato esterno, può sporgere oltre l'utero sulla gamba;
  • Interstiziale: situato all'interno delle pareti dell'organo;
  • Sottomarino: entra nella cavità uterina.

In particolare si distinguono i nodi situati nella cervice o che si estendono nella vagina.

Tipi di nodi miomatosi a seconda della loro localizzazione.

Il quadro clinico della malattia: come capire che esiste un tumore nell'utero?

I seguenti criteri diagnostici aiutano a sospettare lo sviluppo della malattia:

  • Cambiamenti nella natura delle mestruazioni. Se le mestruazioni sono diventate abbondanti e prolungate, dovresti sottoporti a un'ecografia e scoprire se c'è un tumore benigno nell'utero. I nodi situati sottomucosalmente o intramuralmente cambiano la natura delle mestruazioni, aumentandone la durata e il volume. Spesso ci sono dolori lancinanti nella parte inferiore dell'addome e nella parte bassa della schiena, che scompaiono dopo il sanguinamento. I tumori sussidiari non influenzano le mestruazioni e rimangono asintomatici per lungo tempo;
  • Sanguinamento uterino. Se le pesanti mestruazioni non finiscono, il volume della perdita di sangue aumenta, le condizioni della donna peggiorano, dovresti consultare un medico (con sanguinamento pesante, chiama un'ambulanza). Questo sintomo si verifica in molte malattie ginecologiche e i fibromi sono solo una delle diagnosi più probabili;
  • Spotting aciclico intermestruale. Un segno simile può indicare sia i fibromi che l'iperplasia endometriale, pertanto non si può fare a meno di consultare un medico. Il sanguinamento aciclico si verifica principalmente con formazioni multiple interstiziali, quando quasi l'intero strato muscolare dell'utero è deformato e incapace di contrarsi completamente;
  • Sindrome da dolore cronico Il dolore non è il sintomo principale dei fibromi. Questo tumore si fa spesso sentire da irregolarità nel ciclo mestruale. Nelle fasi iniziali, non c'è dolore e solo con la crescita del nodo compaiono spiacevoli sensazioni di trazione nell'addome inferiore. Il dolore può essere dato al sacro e alla regione lombare, avvertito nella coscia e nel perineo. Con grandi fibromi, si nota formicolio sotto le costole, nella regione epigastrica;
  • Aumento di peso e crescita addominale. Si verifica in tumori grandi e giganti. I fibromi possono raggiungere dimensioni significative fino alle dimensioni di una gravidanza a termine, ed è impossibile non notare una tale formazione.

Uno dei segni della presenza nella cavità uterina di un grande fibroma è un aumento delle dimensioni dell'addome in una donna.

I fibromi sono pericolosi per le loro complicazioni derivanti dalla rapida crescita del nodo e dal rifiuto della terapia. Un tumore nell'utero può provocare lo sviluppo di tali condizioni:

  • Sensazione di malessere, debolezza generale, acufene, palpitazioni cardiache e vertigini sono tutti segni di anemia sideropenica. La carenza di ferro si verifica sullo sfondo della perdita di sangue durante le mestruazioni o nel mezzo del ciclo, dopo un forte sanguinamento. Questa condizione può essere accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna e svenimento;
  • Minzione frequente. Si verifica con tumori subdoli che premono sulla vescica. Le masse giganti possono bloccare il lume dell'uretere o dell'uretra e portare a ritenzione urinaria acuta;
  • La costipazione è un altro segno di fibromi subperitoneali che premono sul retto. In casi avanzati, il tumore può portare a ostruzione intestinale;
  • Il forte dolore addominale si verifica quando le gambe dei fibromi sono attorcigliate e si sviluppa la necrosi. Il dolore diventa crampo, possono esserci perdite di sangue dalla vagina, febbre, nausea e vomito;
  • I dolori crampi che si irradiano al perineo indicano la nascita di un nodo sottomesso. Espulsione tumorale accompagnata da sanguinamento.

Un nodo miomatoso nascente e la sua uscita nella cavità vaginale causano a una donna un forte dolore, che ricorda i dolori del parto durante il parto.

Gravidanza con fibromi: cosa determina la prognosi?

È importante che tutte le donne che sognano la maternità sappiano:

  • È possibile il concepimento di un bambino con fibromi uterini. Un tumore di piccole dimensioni non interferisce con la fecondazione e il cuscinetto del feto;
  • La migliore prognosi è data per le formazioni subsensive. Il mioma situato al di fuori dell'utero praticamente non interferisce con il corso della gravidanza;
  • I nodi sottomarini sono sfavorevoli per la maternità. Un tumore che penetra nella cavità uterina lo deforma, interferisce con la fertilizzazione e porta un bambino. Con le formazioni sottomucose, l'aborto si verifica spesso fino a 12 settimane;
  • I fibromi durante la gravidanza possono crescere, aumentando di un quarto delle loro dimensioni originali. La massima crescita del nodo si nota nella prima metà della gestazione;
  • Durante la gravidanza, l'afflusso di sangue al fibroma viene interrotto, il che può portare a necrosi tumorale e richiedere un intervento chirurgico urgente.

I ginecologi consigliano di sottoporsi a un esame completo prima della gravidanza al fine non solo di identificare un tumore, ma anche di ricevere un trattamento prima di concepire un bambino. La terapia competente ridurrà il rischio di complicanze e aumenterà le possibilità di un risultato favorevole.

Poiché i fibromi possono crescere durante la gravidanza, è meglio fare un esame completo in anticipo e sottoporsi al corso di trattamento prescritto.

Perché il tumore sta crescendo

I fibromi hanno una peculiarità: crescono piuttosto lentamente. Le fibre del tessuto connettivo non proliferano troppo rapidamente, quindi questo tumore potrebbe non cambiare per anni. Solo il fibroma, un nodo costituito da tessuto connettivo di oltre il 50%, cresce più lentamente. I leiomiomi - formazioni muscolari - sono caratterizzati da una rapida crescita.

Il ridimensionamento di un nodo è influenzato dai seguenti stati:

  • Gravidanza e parto Alcuni fibromi crescono durante la gestazione, mentre altri si restringono. Si nota che per i piccoli nodi la probabilità della loro regressione è leggermente superiore;
  • Aborti e aborti spontanei. Eventuali cambiamenti ormonali e interventi chirurgici sull'utero minacciano la crescita incontrollata del nodo;
  • Climax. Con l'inizio della menopausa, la produzione di ormoni sessuali diminuisce, il che porta a una regressione naturale del tumore. Se la formazione aumenta dopo l'inizio della menopausa e cresce dopo i 50-60 anni, dovresti essere immediatamente visitata da un ginecologo. Tali sintomi si verificano durante la formazione di un sarcoma - un tumore maligno dell'utero;

Durante la menopausa, le neoplasie benigne di solito tendono a ridursi. Se il tumore cresce, può essere un segno che il tumore è maligno..

  • Assunzione di farmaci ormonali. Alcuni farmaci fanno restringere i fibromi mentre altri li fanno crescere.

L'effetto del calore sulla crescita dei fibromi non è stato dimostrato, ma i medici non consigliano ai loro pazienti di essere coinvolti nelle procedure associate al riscaldamento del corpo. Se noti una rapida crescita dell'istruzione (più di 4 settimane all'anno), non puoi praticare sport, rimanere a lungo sulla spiaggia, visitare lo stabilimento balneare, la sauna, il solarium.

Negli ultimi anni, i fibromi hanno cessato di essere considerati una condizione precancerosa, ma rimane la vigilanza oncologica. Il sarcoma e i fibromi sono accompagnati dalla comparsa di sintomi simili, quindi è possibile distinguere una condizione dall'altra solo dopo un esame completo. Il fibroma non può degenerare in cancro, ma non è esclusa la possibilità dello sviluppo simultaneo di un tumore maligno in un miometrio alterato o intatto.

Tattica per sospetti fibromi

Per rilevare un tumore, viene eseguito quanto segue:

  • Esame di un ginecologo. Con un esame bimanuale dell'utero, il medico presta attenzione al suo allargamento, alla presenza di nodi. Nei piccoli tumori non si osservano cambiamenti significativi;
  • L'esame di laboratorio per i fibromi non è indicativo. Il medico può raccomandare un esame del sangue per gli ormoni per identificare la patologia concomitante, per determinare i marker tumorali se si sospetta il sarcoma;
  • Procedura ad ultrasuoni. All'ecografia, i fibromi sono visti come una formazione ipoecogena. Durante l'esame, vengono determinate le aree del tessuto connettivo che occupano fino al 50% del tumore;
  • Isteroscopia. Consente di identificare i nodi sottomessi, distinguerli dai polipi, aspirare dalla cavità uterina, eseguire il curettage diagnostico;

Uno dei tipi di diagnostica delle neoplasie nell'utero è l'isteroscopia, con la quale è possibile vedere i cambiamenti patologici e prelevare un campione di tessuto.

  • Laparoscopia. È indicato per formazioni subsensive, compressione degli organi pelvici da parte di un tumore;
  • L'esame istologico della macro e micropreparazione viene effettuato dopo la rimozione del nodo. Permette di identificare il tipo di tumore, distinguere il maligno da benigno.

I fibromi uterini sono spesso accompagnati da altre patologie degli organi riproduttivi (polipi e iperplasia endometriale, adenomiosi, cisti ovariche). Inoltre, l'esame rivela spesso mastopatia, patologia tiroidea (ipotiroidismo).

Principi della terapia: come essere trattati?

In età riproduttiva, il fibroma non può risolversi da solo, quindi, prima o poi, un paziente con fibromi avrà bisogno di terapia. La scelta del metodo di trattamento dipende dalla dimensione del nodo. Tutte le formazioni sono divise in diversi tipi:

  • Piccolo: fino a 2,5 cm e fino a 5-6 settimane di ingrandimento uterino;
  • Media: 2,5-5 cm e 6-12 settimane;
  • Grande: da 5 cm e da 12 settimane.

La foto ecografica mostra un tumore di grandi dimensioni.

La dimensione del tumore è importante per la selezione della terapia farmacologica, nonché per determinare il metodo di chirurgia. Le caratteristiche dei fibromi, a seconda delle dimensioni, sono presentate nella tabella.

Dimensione del fibromaManifestazioni clinicheTrattamento farmacologicoChirurgia
Fibromi clinicamente insignificanti (fino a 2 cm)Nessun sintomo della malattiaNon effettuato La terapia ormonale può essere prescritta per l'infertilità sullo sfondo dei fibromi, quando sono escluse altre cause di questa condizioneÈ indicato solo quando il nodo si trova nella cervice, quando il tumore interferisce con il concepimento e il portamento del feto
Piccoli fibromi (fino a 2,5 cm)Decorso asintomatico (tumori interstiziali e sierosi) o irregolarità mestruali (nodi sottomucosi)Agonisti dell'ormone rilasciante gonadotropina, modulatori del recettore del progesterone, farmaci anti -rogesterone, COCViene effettuato solo in caso di infertilità o aborto spontaneo sullo sfondo dei fibromi: UAE, miomectomia laparoscopica conservativa
Fibroidi di medie dimensioni (fino a 5 cm)Irregolarità mestruali, sanguinamento uterino, dolore pelvico cronicoOrmoni in preparazione all'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del nodoEmbolizzazione dell'arteria uterina, miomectomia laparoscopica conservativa
Fibroidi di grandi dimensioni (da 5 cm)L'intera clinica della malattia con lo sviluppo di complicanzeOrmoni in preparazione all'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del nodoEmbolizzazione delle arterie uterine, miomectomia conservativa laparoscopica o della cavità, rimozione dell'utero

12 domande importanti sui fibromi:

  1. Devo fermare i fibromi? Sì, se il tumore cresce, è accompagnato dalla comparsa di sintomi clinici, interferisce con una vita piena e il concepimento di un bambino;
  2. Una malattia può essere curata senza chirurgia? Se il tumore ha un diametro inferiore a 3 cm, vengono prescritti farmaci ormonali per ridurre le dimensioni del nodo. Le medicine non portano a una regressione completa dei fibromi, ma ne inibiscono la crescita, aiutano a guadagnare tempo per la gravidanza e il parto o permettono che duri fino alla menopausa;

In alcuni casi, i farmaci ormonali possono fermare la crescita di piccoli nodi di mioma..

  1. I fibromi dovrebbero essere rimossi prima della gravidanza? Sì, se è un tumore più grande di 2,5 cm e impedisce il concepimento e il portamento di un bambino;
  2. La chirurgia è sempre necessaria per una neoplasia benigna? No, con le dimensioni ridotte del nodo, è possibile rinunciare ai metodi conservativi - prendendo ormoni;
  3. Qual è il modo migliore per curare un tumore - con pillole o iniezioni? Viene data priorità alle forme di deposito iniettabili - un'iniezione dura 28 giorni;
  4. Il mioma dovrebbe essere rimosso in menopausa? Sì, se il tumore cresce, provoca sanguinamento e porta allo sviluppo di altre complicanze;
  5. La malattia può essere curata con la chirurgia ambulatoriale delle onde radio? No, questo metodo non è utilizzato nel trattamento dei tumori uterini;
  6. Se il fibroma non viene rimosso, degenererà in cancro? No, un tumore dello strato muscolare dell'utero non si trasforma quasi mai in un sarcoma e anche la rapida crescita del nodo non indica sempre un processo oncologico;
  7. È possibile curare i fibromi con rimedi popolari (ASD-2, decotti di erbe - borace utero, pennello rosso, celidonia, mezzo bruciato, ecc.)? I farmaci non ormonali non possono far scomparire i fibromi, ma aiutano a rafforzare il sistema immunitario e aumentano le possibilità di un esito favorevole della malattia;

Alcuni medicinali tradizionali hanno un effetto positivo sul sistema immunitario, ma non sono in grado di eliminare completamente il tumore.

  1. Le supposte con antisettici e antibiotici sono usate per il mioma? No, tali fondi non influenzano la crescita del nodo, ma possono essere utilizzati per trattare la patologia concomitante;
  2. Per quanto tempo viene concesso il congedo per malattia dopo la rimozione di un tumore benigno? A seconda del tipo di intervento chirurgico, viene concesso un congedo per malattia per un periodo che va da diversi giorni a 1,5-2 mesi;
  3. La disabilità è dovuta alla rimozione dei fibromi? Con un risultato favorevole dell'operazione, viene rimosso solo il tumore e dopo il recupero, la donna può tornare alla sua vita normale. La disabilità può essere data con lo sviluppo di gravi complicazioni, dopo le quali la capacità del paziente di lavorare viene persa in tutto o in parte.

Un ostetrico-ginecologo è impegnato nel trattamento dei fibromi uterini. Secondo le indicazioni e con lo sviluppo di complicanze, sono coinvolti altri specialisti ristretti (proctologo, urologo). Prima viene rilevata la malattia, minore è la quantità di intervento medico e migliore è la prognosi. Per la rilevazione tempestiva dei fibromi, si consiglia di visitare un ginecologo almeno una volta ogni 6 mesi, anche in assenza di lamentele.