Tumore pancreatico - sintomi e trattamento

Cos'è un tumore al pancreas? Analizzeremo le cause di occorrenza, diagnosi e metodi di trattamento nell'articolo del Dr. A.L. Pylev, un oncologo con 20 anni di esperienza.

Definizione di malattia. Cause della malattia

I tumori del pancreas (RV) sono neoplasie che crescono dalle cellule isolane (ghiandolari) dell'organo, nonché dall'epitelio che riveste i dotti pancreatici.

Nella stragrande maggioranza dei casi (circa il 95%) si tratta di tumori esocrini di natura maligna (adenocarcinoma dei dotti pancreatici), cioè cancro [1]. I tumori esocrini sono tumori che crescono dalla parte esocrina del pancreas, che costituisce circa il 97% della sua massa. Questa parte della ghiandola produce enzimi pancreatici secreti nel lume del duodeno..

Oltre all'esocrino, c'è anche la parte endocrina, che è rappresentata dagli isolotti pancreatici (isolotti di Langerhans). La funzione della parte endocrina è quella di produrre alcuni ormoni, come insulina e glucogan, che mantengono i livelli di glucosio nel sangue necessari.

Il cancro del pancreas è una delle malattie oncologiche più difficili, poiché nella fase iniziale è asintomatico e con lo sviluppo del quadro clinico il tumore è già incurabile (incurabile). Tuttavia, anche se la neoplasia viene diagnosticata in una fase precoce, il trattamento radicale è ancora molto difficile, poiché la ghiandola si trova in profondità nella cavità addominale e la rimozione del tumore richiede qualifiche speciali del team chirurgico. Inoltre, tali operazioni sono associate ad un alto rischio di gravi complicanze (sanguinamento, necrosi, peritonite, sepsi), che possono portare alla morte prematura del paziente..

I tassi di incidenza e mortalità per carcinoma pancreatico sono praticamente gli stessi, ovvero il numero di casi all'anno è approssimativamente uguale al numero di decessi. Ciò è associato all'impossibilità della diagnosi intravitale di cambiamenti precancerosi, alla difficoltà di rilevare la malattia in una fase precoce e alla scarsa efficacia del trattamento [1].

In Russia nel 2015, tra tutte le malattie oncologiche, il cancro del pancreas ha rappresentato il 3,3%. Il numero assoluto di nuovi casi nel 2015 è stato di 8.791 nella popolazione maschile e 8.924 nella popolazione femminile. L'età media degli uomini malati è di 64,6 anni, le donne - 70,3 anni. Negli ultimi dieci anni, l'incidenza del cancro del pancreas negli uomini è aumentata del 9,39%, tra le donne - del 14,95%. Il tasso di mortalità per tumore del pancreas nel 2015 in Russia è stato del 5,9%, che corrisponde al quinto posto dopo il cancro del polmone, dello stomaco, del colon e del seno [3].

Cause della malattia

Le ragioni per lo sviluppo dei tumori del pancreas non sono completamente comprese. Attualmente, dobbiamo parlare di fattori di rischio, in presenza dei quali aumenta la probabilità della formazione di tale patologia [2].

  • Tabacco da fumo. L'1-2% dei fumatori sviluppa il cancro del pancreas. In generale, si ritiene che il fumo aumenti la probabilità di sviluppare un tale tumore di 2 volte e che il tabacco sia diventato la causa del cancro in ogni quarto fumatore. Naturalmente, più lunga è l'esperienza e il fumo più intenso, maggiori sono i rischi [2].
  • Caratteristiche della dieta C'è un'ipotesi che un eccesso di carne, grassi animali nella dieta e una mancanza di verdure fresche possano provocare lo sviluppo di tumori del pancreas, ma ad oggi non ci sono dati affidabili a conferma o confutazione di questa ipotesi..
  • Diabete mellito di tipo 2 (DM). Questa malattia è considerata il principale fattore di rischio per lo sviluppo del cancro del pancreas. Ad esempio, un'ampia metanalisi, inclusi 36 studi condotti su 9220 pazienti, ha mostrato che con il diabete di tipo 2, il rischio di sviluppare il cancro del pancreas è del 60% più elevato rispetto alla popolazione generale [12] [13] [14].
  • Pancreatite cronica Tutti i tipi di pancreatite cronica aumentano la probabilità di sviluppare tumori pancreatici di 20 volte, ad eccezione della pancreatite cronica ereditaria, che aumenta i rischi relativi di 50 volte [13].
  • Malattie infettive. Esistono prove di un'alta incidenza di carcinoma del pancreas nelle popolazioni di persone con un'alta prevalenza di gastroduodenite (malattie infiammatorie della mucosa dello stomaco e del duodeno), che sono sorte sullo sfondo di infezione da Helicobacter pylori persistente (che dura a lungo).
  • Predisposizione ereditaria Si ritiene che circa il 5% dei tumori del pancreas sia familiare. In presenza di un caso di cancro del pancreas in famiglia, la probabilità del suo sviluppo in altri parenti aumenta di 2-3 volte, con la malattia di due parenti di prima linea - 6 volte.
  • L'obesità è anche un fattore di rischio per lo sviluppo di un tumore al pancreas. In Russia, le donne hanno un po 'più probabilità di ammalarsi, ma se prendiamo le statistiche globali, non ci sono differenze affidabili.

La ragione per la formazione di tumori ormonali e non ormonali è in realtà la stessa: una mutazione nelle cellule. Normalmente, tali cellule dovrebbero essere distrutte, ma nel cancro questo non accade per vari motivi, le cellule si moltiplicano rapidamente e si forma un tumore.

Sintomi del tumore del pancreas

Come già accennato, non ci sono sintomi di tumori del pancreas nelle prime fasi. I primi segni compaiono solo quando la neoplasia raggiunge dimensioni elevate, comprime i tessuti circostanti o cresce in essi..

Ci sono sintomi generali che sono caratteristici delle lesioni del pancreas nel loro insieme e segni specifici che si sviluppano quando il tumore è localizzato in una parte specifica dell'organo o con lo sviluppo di neoplasie che producono ormoni specifici (insulinoma, gastrinoma, vipoma, ecc.).

Caratteristiche generali [5]:

  • Il dolore epigastrico può irradiarsi alla schiena. La gravità del dolore può variare da lievi sensazioni di dolore ad attacchi gravi e insopportabili. Un errore nella dieta (cibi grassi, assunzione di alcol), un cambiamento nella posizione del corpo (aumento del dolore quando si trova sulla schiena) può provocare il suo verificarsi. Molte persone confondono il dolore per un sintomo di pancreatite o altri problemi con il pancreas. Questo richiede tempo e la malattia progredisce costantemente..
  • Dimagrante. La riduzione del peso corporeo è dovuta a una violazione della funzione digestiva, in particolare all'assorbimento dei grassi, che è spiegato dall'insufficiente produzione degli enzimi corrispondenti.
  • Diabete. Nel carcinoma del pancreas, può svilupparsi un diabete mellito secondario, causato da un danno alle cellule endocrine della ghiandola. In questo caso, il paziente può essere disturbato dalla sete e dall'appetito aumentato e un esame caratteristico dei livelli di glucosio sarà determinato in un esame del sangue biochimico..
  • Diminuzione dell'appetito, persino avversione a determinati alimenti. Molto spesso questo si applica alla carne e ai piatti "pesanti" grassi.
  • Disturbo delle feci Di solito, i pazienti sono preoccupati per la diarrea associata a disturbi digestivi dovuti a carenza di enzimi.
  • Trombosi. In alcuni casi, le manifestazioni primarie del carcinoma del pancreas sono la trombosi venosa profonda degli arti inferiori. Allo stesso tempo, si notano dolore, gonfiore della gamba, arrossamento locale e aumento della temperatura della zona interessata..
  • Sintomi di intossicazione. Manifestato da letargia, apatia, febbre e avversione a determinati alimenti. Questi sintomi sono associati all'effetto tossico sistemico del tumore e dei suoi prodotti di decomposizione sul corpo..

Sintomi tipici del carcinoma della testa del pancreas:

  • Ittero ostruttivo. Nel tumore della testa del pancreas, il tumore comprime i dotti biliari, il che porta a una violazione del deflusso della bile e allo sviluppo di ittero ostruttivo. Se l'ostruzione non viene eliminata in tempo, le condizioni del paziente diventeranno critiche e potrebbero persino essere fatali..
  • Vomito. Si sviluppa a causa della compressione da parte di un tumore del duodeno.

Sintomi del cancro del corpo e della coda del pancreas:

  • Splenomegalia (milza ingrossata).
  • Ipertensione portale. Manifestato da vene allargate dell'esofago e dello stomaco, nonché da un alto rischio di sanguinamento.

Sintomi di tumori endocrini del pancreas [6]:

  • Gli insulinomi sono tumori a cellule β. In eccesso, viene secreto l'ormone insulina, che riduce la concentrazione di glucosio nel sangue. Gli insulinomi portano a ipoglicemia persistente (basso livello di glucosio nel sangue).
  • I gastrinomi sono tumori delle cellule G. In quantità eccessive, viene prodotto l'ormone gastrina, che stimola la produzione di succo gastrico. I gastrinomi si manifestano con la sindrome di Zollingen-Ellison, caratterizzata da una maggiore secrezione di succo gastrico, ulcere multiple, un aumento persistente dei sintomi che non può essere corretto con i farmaci.
  • I vipomi (colera pancreatico) sono tumori a cellule D1. Produrre una quantità eccessiva di polipeptide intestinale vasoattivo, che riduce la produzione di acido cloridrico nello stomaco. I vipomi si manifestano con diarrea cronica, diminuzione del livello di potassio nel sangue, acloridria (mancanza di acido cloridrico libero nella cavità dello stomaco).

Patogenesi del tumore al pancreas

Il tumore più comune del pancreas è l'adenocarcinoma intraduttale. Il processo della sua formazione è a più stadi e comporta il passaggio di alcuni stadi di cambiamenti morfologici, che sono descritti con il termine neoplasia intraepiteliale pancreatica (PanIN) [11].

Si distinguono i seguenti tipi di neoplasia del dotto:

  • PanIN 1A - nessun segno di cambiamenti atipici (cambiamenti nell'aspetto della cellula, nella sua forma, dimensione).
  • PanIN 1B - normale struttura dell'epitelio, in cui si verificano formazioni papillari.
  • PanIN 2: nell'epitelio, oltre alle papille, ci sono segni di atipia cellulare.
  • PanIN 3 - cancro in situ (la fase iniziale della crescita di un tumore maligno).

Va notato che la displasia duttale (sviluppo anormale) è molto difficile da rilevare ed è estremamente raramente diagnosticata durante la vita..

Anche prima dell'inizio dei cambiamenti morfologici nelle cellule, si verificano mutazioni genetiche. I primi eventi sono mutazioni nei geni K-ras e l'attivazione dei geni EGFR e HER-2 / neu, che portano alla stimolazione di vari effettori intracellulari. In definitiva, ciò porta a una proliferazione incontrollata (moltiplicazione cellulare) e allo sviluppo di adenocarcinoma intraduttale.

Classificazione e fasi di sviluppo di un tumore al pancreas

A seconda del grado di differenziazione cellulare, tutti i tumori del pancreas sono divisi in benigni e maligni.

Secondo l'opzione istologica:

  • Carcinoma duttale (un tumore di origine epiteliale che si sviluppa dalle cellule che rivestono i dotti del pancreas). Questo è il tipo più comune di tumore al pancreas. Rappresenta oltre il 90% di tutti i casi di cancro del pancreas.
  • I tumori neuroendocrini sono neoplasie che si sviluppano dalle cellule della ghiandola endocrina situate negli isolotti di Langerhans. Ciò include insulinomi, glucagonomi, ecc..
  • Tumori acinari: si sviluppano da cellule che producono enzimi. Questa categoria include, ad esempio, i vipomi.

A seconda della posizione, si distinguono i seguenti tipi di tumori:

  • Tumori della testa del pancreas. È il sito preferito per i carcinomi duttali. In particolare, circa il 75% di tali formazioni si trova nella testa. Le loro dimensioni possono essere piccole - circa 2,5-3,5 cm, ma a causa della loro vicinanza al dotto biliare, possono portare alla sua compressione e allo sviluppo di ittero.
  • Tumori del corpo del pancreas. Secondo classificato in prevalenza.
  • I tumori della coda del pancreas - una localizzazione molto rara, si verificano in meno del 7% dei pazienti.
  • Sconfitta totale del pancreas.

Nel carcinoma pancreatico, a seconda della prevalenza del processo, ci sono 4 fasi:

  1. Il tumore è limitato alla ghiandola. La sua dimensione non supera i 2 cm nella sua dimensione più grande.
  2. Il tumore non è più di 2 cm, ci sono segni di danno ai linfonodi o il tumore è più di 2 cm, non al di fuori della ghiandola e senza segni di metastasi.
  3. Tumore fino a 2 cm con coinvolgimento di due linfonodi, o più di 2 cm, non esteso oltre la ghiandola, con danno a un linfonodo.
  4. Il tumore si diffonde all'esterno del pancreas, senza segni di metastasi, o un tumore di qualsiasi dimensione con danno a tre o più linfonodi o presenza di metastasi distanti negli organi interni [7].

Complicanze di un tumore pancreatico

Molto spesso, i tumori del pancreas iniziano a manifestarsi precisamente con complicazioni:

  • Ittero ostruttivo. Questa è la complicazione più comune dei tumori della testa del pancreas. È causato dalla compressione del dotto biliare. In questo caso, sorgono una serie di sintomi caratteristici: ingiallimento della pelle, oscuramento delle urine, feci leggere, sintomi di intossicazione, prurito. Se l'escrezione biliare non viene stabilita in tempo, è irta di conseguenze molto gravi, fino alla morte del paziente. Pertanto, il trattamento inizia sempre con il sollievo dell'ittero e solo dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente, è pianificato un trattamento radicale, se possibile [3].
  • Ostruzione intestinale, che si forma a causa della compressione del lume dell'intestino tenue da parte del tumore. P si manifesta con sintomi di intossicazione, vomito, debolezza generale, disidratazione, ecc..
  • Sanguinamento e decadimento del tumore. Manifestato dal vomito il colore dei fondi di caffè, feci catramose, anemia in rapida crescita.
  • I tumori che producono ormoni portano allo sviluppo di "tempeste ormonali" (un aumento della concentrazione di uno o più ormoni con lo sviluppo di sintomi corrispondenti), che non si prestano alla correzione farmacologica.

Diagnosi del tumore al pancreas

È molto difficile rilevare un tumore pancreatico nelle prime fasi a causa delle caratteristiche anatomiche e topografiche dell'organo. Di norma, la ricerca diagnostica mirata inizia dopo lo sviluppo dei sintomi. Va tenuto presente che non è specifico e che segni simili possono essere presenti in altre patologie (colecistite, epatite, pancreatite, gastroduodenite).

Il metodo più semplice ed economico per rilevare il carcinoma del pancreas è l'ecografia della cavità addominale e dello spazio retroperitoneale. Un metodo più sensibile è l'endosonografia, durante la quale una sonda ecografica viene inserita nel duodeno. Ciò ti consente di avvicinarti il ​​più possibile al pancreas e di ottenere un'immagine più chiara e dettagliata..

I seguenti metodi sono spesso utilizzati nella pratica clinica [8]:

  • TC e risonanza magnetica. Questi metodi vengono utilizzati non solo per la diagnosi, ma anche per chiarire lo stadio della malattia e pianificare il trattamento chirurgico. Con il loro aiuto, vengono determinate le dimensioni della neoplasia, il suo rapporto con i tessuti circostanti, la presenza di metastasi distanti e regionali.
  • Colangiopancreatografia. Questo studio è necessario per valutare la pervietà dei dotti biliari pancreatici e comuni, può essere eseguito con diversi metodi: pancreatografia - esame a raggi X della ghiandola dopo aver contrastato il suo condotto con una sostanza radiopaca. Pancreatografia escretoria: il contrasto viene iniettato per via endovenosa e raggiunge il pancreas con il flusso sanguigno. Quindi viene introdotto un farmaco speciale che migliora la funzione secretoria del pancreas e quando inizia a secernere il contrasto nei dotti, viene presa una serie di immagini.
  • Esame morfologico del tessuto tumorale. Solo dopo l'esame istologico è possibile confermare la diagnosi. Per condurlo, viene eseguita una biopsia: rimozione di un pezzo di tessuto tumorale.
  • L'angiografia è un metodo di esame del contrasto dei vasi sanguigni. E la ricerca è necessaria per determinare le tattiche del trattamento. In particolare, ti consente di pianificare un'operazione radicale..
  • PET-CT - Tomografia ad emissione di positroni. Viene eseguito utilizzando un radiofarmaco, è un metodo molto sensibile che consente di valutare accuratamente la prevalenza del processo tumorale.
  • Ricerche di laboratorio Prima di iniziare il trattamento, determinare i marker tumorali CEA e CA9-19. In alcuni pazienti, il livello di queste proteine ​​è inizialmente elevato e diminuisce con il successo del trattamento. Un aumento ripetuto è determinato con lo sviluppo di una ricaduta o con la progressione della malattia [1].

Nella prima fase della diagnosi, la TC e l'esame di laboratorio possono essere sufficienti e se il medico ha domande sulla resecabilità della neoplasia, risonanza magnetica, PET e angiografia. Qualsiasi manipolazione chirurgica termina con una conclusione istologica: è questo che conferma la diagnosi.

Trattamento del tumore al pancreas

Il primo passo nella pianificazione del trattamento dei tumori del pancreas è determinare la variante morfologica del tumore e la sua resecabilità. In un processo localmente avanzato, oltre all'intervento chirurgico standard, un coltello cibernetico, un coltello nano, radioterapia stereotassica, terapia protonica, ecc..

I tumori duttali di solito richiedono ampie resezioni con la rimozione di tutti i tessuti coinvolti. La rimozione parziale di questo tipo di tumore è poco pratica a causa della sua rapida crescita e progressione. Ma con il cancro non duttale, il volume dell'operazione può essere ridotto. In alcuni casi, è consentita la resezione parziale del tumore e persino la sua completa rimozione (enucleazione).

Prima di tutto, la possibilità di rimozione chirurgica radicale di un tumore duttale dipende dalla sua relazione con i grandi vasi sanguigni situati in quest'area. Se il tumore è resecabile, il trattamento inizia con un intervento chirurgico; in altri casi, la chemioterapia è indicata al primo stadio (possibilmente in combinazione con la radioterapia). Dopo diversi corsi, viene effettuato un secondo studio. Se il tumore ha risposto bene al trattamento (le sue dimensioni sono diminuite), il problema dell'intervento chirurgico viene nuovamente risolto.

A causa del fatto che la maggior parte dei pazienti con tumori del pancreas, di regola, sono in età avanzata, il trattamento di questa patologia è sempre un compito difficile [9].

Chirurgia

Come nella stragrande maggioranza dei casi di neoplasie maligne degli organi interni, l'unico metodo di rimozione radicale del tumore primario del pancreas è l'intervento chirurgico. Considerando che la diagnosi viene solitamente effettuata nelle fasi avanzate della malattia, le operazioni sono estese e richiedono una resezione parziale degli organi adiacenti [10]:

  • Quando il tumore si trova nella testa del pancreas, non viene eseguita solo la rimozione della testa, ma anche la resezione dello stomaco, dei dotti biliari, il duodeno 12 e una parte dell'intestino tenue.
  • Quando il cancro è localizzato nel corpo o nella coda del pancreas, l'intera ghiandola viene rimossa come un singolo blocco con i tessuti coinvolti nel processo. Tentano di salvare la milza, ma se ciò non è possibile, viene anche rimosso. Tecnicamente, questa operazione è più facile della resezione della testa del pancreas, ma dopo la totale rimozione dell'organo, tali pazienti sono costretti a prendere la terapia e gli enzimi per la sostituzione dell'insulina per tutta la vita.

Dato il grande volume di operazioni, dopo di esse è necessaria la plastica, che mira a ripristinare la pervietà dell'apparato digerente e del tratto biliare. È seguito da chemioterapia a più portate secondo lo schema FOLFIRINOX. La necessità di un trattamento combinato è dovuta ai seguenti motivi:

  • Nella maggior parte dei casi, il carcinoma del pancreas è rappresentato dall'adenocarcinoma duttale, che deve essere considerato un processo generalizzato primario, vale a dire al momento della diagnosi, vi è motivo di presumere la presenza di micrometastasi distanti.
  • La causa della morte dopo la rimozione radicale del tumore sono metastasi precisamente distanti..

Chemioterapia

La chemioterapia per il carcinoma duttale non impedisce né lo sviluppo della recidiva né la crescita delle metastasi, ma aumenta il periodo di sopravvivenza libera da recidiva, per qualche tempo limitando la generalizzazione del processo [4].

Con il cancro condizionalmente non resecabile, il primo stadio del trattamento è la chemioterapia (se non c'è ittero, altrimenti viene eseguita la diversione biliare palliativa).

Questa tattica ha diversi vantaggi. Innanzitutto, durante il trattamento, viene determinato un gruppo di pazienti con una prognosi sfavorevole, in cui la progressione inizia sullo sfondo della chemioterapia. In questo caso, ulteriori operazioni sono poco pratiche. In secondo luogo, la chemioterapia preoperatoria consente un effetto sistemico sul corpo, distruggendo le micrometastasi. Ciò ha un effetto benefico sull'aspettativa di vita e sulla qualità del trattamento. In terzo luogo, la terapia preoperatoria può essere eseguita in quasi tutti i pazienti. Allo stesso tempo, dopo interventi importanti, il successivo trattamento è impossibile in un quarto dei pazienti a causa del deterioramento delle loro condizioni e dello sviluppo di complicanze..

A causa del fatto che il cancro del pancreas viene spesso diagnosticato in fasi avanzate, sorge la domanda di fornire cure palliative a tali pazienti (cure palliative significa migliorare la qualità della vita di un paziente con una malattia incurabile). L'escrezione biliare può essere un punto chiave in questa fase. A tal fine, vengono eseguiti diversi tipi di operazioni:

  • Bypass anastomoses - bypassando il tumore, si forma un "percorso" artificiale, lungo il quale la bile dal fegato entrerà nell'intestino tenue. Questa è una tecnica piuttosto traumatica e obsoleta, ma in alcuni casi (se il tumore è "impraticabile" o altre operazioni non vengono eseguite in una particolare clinica per vari motivi) potrebbe essere un'opzione.
  • Stenting dei dotti biliari: uno stent è installato nel lume del dotto nel sito della sua compressione, che manterrà la sua pervietà.
  • Drenaggio percutaneo del dotto transepatico - la bile viene rimossa verso l'esterno per mezzo di uno scarico, che è installato sopra il sito di ostruzione dei dotti biliari.

Previsione. Prevenzione

La prognosi della malattia è determinata principalmente dalla variante istologica del tumore. La situazione più sfavorevole è con carcinoma duttale. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per questi pazienti è inferiore al 40%, nonostante il trattamento aggressivo. Altre forme di cancro hanno un decorso più favorevole. Anche nella quarta fase, fino al 70% dei pazienti sopravvive al traguardo quinquennale [2].

Non ci sono misure specifiche per prevenire il cancro del pancreas. Fondamentalmente, le opinioni degli esperti concordano sulla necessità di smettere di fumare, aderire ai principi di una buona alimentazione e ridurre il consumo di alcol. Ciò impedisce lo sviluppo e il ripetersi della pancreatite cronica, che, a sua volta, è uno dei fattori di rischio per lo sviluppo del cancro del pancreas [2].

Cancro al pancreas: sintomi, trattamento, diagnosi, prognosi

Il cancro del pancreas è una malattia oncologica che di solito si sviluppa sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità o nei casi in cui una persona soffre di malattie croniche di questo organo (pancreatite cronica, diabete mellito). La malattia non mostra alcun sintomo per molto tempo e le sue manifestazioni tardive possono essere mascherate dalla malattia di base o essere "vaghe", il che complica notevolmente la diagnosi. Il cancro del pancreas tende a progredire rapidamente, espandendosi di dimensioni, dando origine a metastasi a linfonodi, fegato, ossa e polmoni. Tutto ciò spiega il nome della malattia - "killer silenzioso".

Gli oncologi raccomandano che ogni persona in buona salute sia sottoposta a ecografia della cavità addominale e dello spazio retroperitoneale una volta all'anno. E se scopri di avere 2 o più fattori di rischio elencati di seguito, si consiglia di aggiungere una risonanza magnetica della cavità addominale e un esame del sangue per il marcatore CA-19-9 all'esame annuale.

A proposito del pancreas

Questo è un organo ghiandolare lungo 16-22 cm, ha la forma di una pera distesa su un lato, ma al suo interno è costituito da lobuli, le cui cellule producono una grande quantità di enzimi digestivi. Ogni lobulo ha il suo piccolo dotto escretore, che sono collegati in un grande - wirsung - un condotto che si apre nel duodeno. All'interno dei lobuli ci sono isolotti di cellule (isolotti di Langerhans) che non comunicano con i dotti escretori. Secernono il loro segreto - e questi sono gli ormoni insulina, glucagone e somatostatina - direttamente nel sangue.

La ghiandola si trova a livello delle prime vertebre lombari. Il peritoneo lo copre di fronte e si scopre che l'organo non si trova nella cavità addominale stessa, ma nello spazio retroperitoneale, vicino ai reni e alle ghiandole surrenali. L'organo è parzialmente coperto di fronte allo stomaco e un "grembiule" grasso chiamato "piccolo omento", la cui estremità è appoggiata contro la milza. Ciò rende la ghiandola non disponibile per la ricerca come, ad esempio, il fegato. Tuttavia, nelle mani esperte, l'ecografia è un buon metodo per diagnosticare lo screening (vale a dire, primario, iniziale, se si sospetta che richieda chiarimenti con altri metodi).

Il pancreas pesa circa 100 grammi. È convenzionalmente diviso in testa, collo, corpo e coda. Quest'ultimo contiene il maggior numero di isolotti di Langerhans, che sono la parte endocrina dell'organo..

Il pancreas è coperto da una capsula del tessuto connettivo. Lo stesso "materiale" separa i lobuli gli uni dagli altri. La violazione dell'integrità di questo tessuto è pericolosa. Se gli enzimi prodotti dalle cellule esocrine non cadono nel dotto, ma in un luogo non protetto, sono in grado di digerire una qualsiasi delle proprie cellule: scompongono proteine, grassi e carboidrati complessi in componenti elementari.

statistica

Secondo gli Stati Uniti, essendo relativamente raro (si sviluppa in 2-3 casi su un centinaio di tumori maligni), il cancro del pancreas è la quarta causa di morte per cancro. Questa malattia è spesso fatale rispetto a tutte le altre oncopatologie. Ciò è dovuto al fatto che nelle prime fasi la malattia non appare affatto, mentre in seguito i sintomi possono far pensare a malattie completamente diverse. Più spesso, gli uomini si ammalano 1,5 volte. Il rischio di ammalarsi aumenta dopo i 30 anni, aumenta dopo i 50 anni e raggiunge un picco dopo 70 anni (60% o più casi nelle persone con più di 70 anni).

Molto spesso, il cancro si sviluppa nella testa del pancreas (3/4 dei casi), meno spesso il corpo e la coda dell'organo sono interessati. Circa il 95% dei tumori deriva da mutazioni nelle cellule esocrine. Quindi si verifica l'adenocarcinoma. Quest'ultimo ha spesso una struttura scirrotica, quando c'è più tessuto connettivo nel tumore rispetto al "riempimento" epiteliale.

Il cancro del pancreas ama metastatizzare a linfonodi, fegato, ossa e polmoni regionali. Il tumore può anche crescere, interrompendo l'integrità delle pareti del duodeno, dello stomaco, dell'intestino crasso.

Perché si sviluppa la malattia

Quando le cellule di ciascun organo si dividono, compaiono periodicamente cellule con una struttura di DNA irregolare, che fornisce loro una violazione della struttura. Ma il lavoro include l'immunità, che "vede" che la cellula è anormale nelle proteine ​​dell'antigene che appaiono sulla superficie della sua membrana. Le cellule T-linfocitarie, eseguendo il loro lavoro quotidiano, devono "controllare" gli antigeni di tutte le cellule che non sono recintate da una barriera speciale con i dati sulla norma nella loro memoria. Quando questi controlli falliscono, la cella viene distrutta. Se questo meccanismo viene interrotto, anche le cellule mutate iniziano a dividersi e, accumulandosi, danno origine a un tumore canceroso. Fino a quando non viene raggiunto un certo numero critico, attivano un meccanismo che li nasconde dal sistema immunitario. Quindi, quando viene raggiunto questo volume, le difese riconoscono il tumore, ma non sono in grado di affrontarlo da sole. La loro lotta è ciò che provoca i primi sintomi..

Non è stata trovata alcuna causa definita di cancro al pancreas. Sono descritti solo i fattori di rischio che, specialmente quando si "incontrano" insieme, possono causare la malattia. Sono i seguenti:

  • Pancreatite cronica Le cellule della ghiandola, che sono in uno stato di costante infiammazione, sono un buon substrato per lo sviluppo di mutazioni in esse. Riduce il rischio di sviluppare il cancro mantenendo la malattia in uno stato di remissione, che è possibile con una dieta.
  • Pancreatite ereditaria - un'infiammazione del pancreas derivante da ciò che è stato "dettato" dal suo gene difettoso.
  • Diabete. La mancanza di insulina (soprattutto relativa, nella malattia di tipo 2) e livelli di glicemia costantemente elevati di conseguenza aumentano il rischio di cancro al pancreas.
  • Smoking. Questo fattore di rischio è reversibile: se una persona smette di fumare, liberando i suoi vasi sanguigni da catrame e nicotina e il suo pancreas dall'ischemia, il rischio di questa malattia diminuisce.
  • L'obesità aumenta anche il rischio di cancro. Ciò è dovuto a un cambiamento nell'equilibrio degli ormoni sessuali, provocato da un aumento dell'accumulo di tessuto adipocitico (adiposo).
  • Cirrosi epatica. Il rischio di sviluppare il cancro del pancreas aumenta con questa patologia..
  • La presenza di ulcera gastrica. Questa malattia modifica la microflora del tratto gastrointestinale, causando composti tossici nel sistema digestivo. Con la malattia dell'ulcera peptica operata, il rischio di cancro del pancreas aumenta ancora di più.
  • Nutrizione. Ci sono studi, ma non sono ancora stati dimostrati, che aumentano il rischio di sviluppare il cancro del pancreas:
    1. “Carne lavorata”: prosciutto, salsiccia, pancetta, prosciutto affumicato: il rischio aumenta del 20% ogni 50 grammi di tale carne;
    2. caffè;
    3. un eccesso di carboidrati semplici, in particolare quelli che si trovano nelle bibite gassate, che contengono inoltre soda;
    4. Carne alla griglia, in particolare carne rossa - contiene ammine eterocicliche, che aumentano il rischio di cancro del 60%;
    5. elevate quantità di acidi grassi saturi negli alimenti.
  • Colite ulcerosa e morbo di Crohn. Essendo esistite per molti anni, queste patologie "avvelenano" il pancreas con sostanze chimiche prodotte durante l'infiammazione..
  • Bassa attività fisica.
  • Malattie allergiche croniche: eczema, dermatite atopica e altri.
  • Malattie della cavità orale. Ecco un fatto inspiegabile, ma dimostrato che carie, pulpite, parodontite aumentano il rischio di cancro al pancreas.
  • Ingestione di vari coloranti e sostanze chimiche utilizzate nella metallurgia.
  • Tumore preesistente in una posizione diversa, in particolare: tumore della faringe, cervice, stomaco, intestino, polmoni, seno, ovaie, reni, vescica.
  • Età superiore ai 60 anni.
  • Appartenente alla razza africana.
  • Mutazioni nella struttura del proprio DNA, ad esempio in BRCA2, un gene responsabile della soppressione della crescita tumorale. Tali mutazioni possono essere ereditate. L'eccessiva attività del gene della proteina chinasi P1 (PKD1) può anche servire da stimolante per lo sviluppo del cancro del pancreas. Sono in corso ricerche sull'impatto su quest'ultimo gene come trattamento per la malattia..
  • La presenza di oncopatologia in parenti stretti. Le persone i cui parenti di prima linea sono stati diagnosticati con carcinoma pancreatico prima dei 60 anni sono particolarmente a rischio. E se ci sono 2 o più di questi casi, le possibilità di sviluppare la morbilità aumentano in modo esponenziale..
  • Appartenente al sesso maschile. Questo fattore di rischio, come i quattro penultimo, si riferisce a quelli che una persona non può influenzare. Tuttavia, osservando le misure preventive (su di loro - alla fine dell'articolo), puoi ridurre significativamente le tue possibilità.

Le malattie precancerose del pancreas sono:

Classificazione della malattia per struttura

A seconda di quali cellule si è sviluppato il tumore maligno (questo determina le sue proprietà), può avere diversi tipi:

  • L'adenocarcinoma duttale è un tumore che si è sviluppato dalle cellule che rivestono i dotti escretori della ghiandola. Il tipo più comune di tumore.
  • Il carcinoma ghiandolare a cellule squamose è formato da due tipi di cellule - che producono enzimi e che formano dotti escretori.
  • L'adenocarcinoma a cellule giganti è una raccolta di cavità cistiche piene di sangue.
  • Carcinoma spinocellulare. È costituito da cellule duttali; estremamente raro.
  • L'adenocarcinoma mucinoso si verifica nell'1-3% dei tumori del pancreas. È meno aggressivo della forma precedente..
  • Il cistoadenocarcinoma mucinoso si sviluppa a causa della degenerazione della cisti della ghiandola. Molto spesso, questa forma di cancro colpisce le donne..
  • Cancro Acinar. Le cellule tumorali si trovano qui sotto forma di ammassi, che determina il nome del tumore.
  • Cancro indifferenziato. Il tipo più maligno.

Se il cancro si sviluppa dalla parte endocrina della ghiandola, può essere chiamato:

  • glucagonoma: se produce glucagone, un ormone che aumenta la glicemia;
  • insulinoma, che sintetizza l'eccesso di insulina, che abbassa i livelli di glucosio nel sangue;
  • gastrinoma - un tumore che produce gastrina, un ormone che stimola lo stomaco.

Classificazione della malattia in base alla sua localizzazione

A seconda della localizzazione, ci sono:

  1. tumore alla testa del pancreas. Questo è il tipo più comune di tumore maligno;
  2. carcinoma del corpo della ghiandola;
  3. carcinoma della coda del pancreas.

Se si combinano le precedenti 2 classificazioni, gli scienziati forniscono le seguenti statistiche:

  • nel 61% dei casi, il carcinoma duttale è localizzato nella testa, nel 21% - nella coda, nel 18% - nel corpo;
  • la testa della ghiandola dà "riparo" a più della metà degli adenocarcinomi a cellule giganti;
  • In oltre il 60% dei casi, il carcinoma ghiandolare a cellule squamose si trova nella testa dell'organo, meno spesso i suoi fuochi sono multipli o si trovano solo nella coda;
  • localizzato nella testa e oltre il 78% degli adenocarcinomi mucosi;
  • la struttura di localizzazione del carcinoma a cellule acinose è la seguente: il 56% si trova nella testa, il 36% - nel corpo, l'8% - nella coda;
  • ma i cistoadenocarcinomi mucosi si trovano nella testa in solo 1/5 dei casi, oltre il 60% colpisce il corpo e nel 20% dei casi è localizzato nella coda.

Quindi, possiamo concludere che la testa del pancreas è il luogo in cui si trova più spesso un tumore maligno..

Sintomi della malattia

Il cancro sviluppato della testa del pancreas all'inizio non ha manifestazioni esterne. Quindi compaiono i primi sintomi della malattia. Sono i seguenti:

  1. Dolore addominale:
    • nel "sotto il cucchiaio";
    • e allo stesso tempo nell'ipocondrio;
    • dà alla schiena;
    • l'intensità del dolore aumenta di notte;
    • più doloroso se ti pieghi in avanti;
    • diventa più facile se premi le gambe contro lo stomaco.
  2. Rossore e dolore periodici dell'una o dell'altra vena. In essi possono verificarsi coaguli di sangue, a causa dei quali una parte dell'arto diventa cianotica..
  3. Perdita di peso senza dieta.
  4. Le prime fasi del cancro sono anche caratterizzate da debolezza generale, disabilità, pesantezza dopo aver mangiato "nello stomaco".

Ulteriori segni di cancro associati all'allargamento del tumore sono:

  • Ittero. Comincia gradualmente, una persona non lo nota da molto tempo, forse, forse, presta attenzione all'ingiallimento degli occhi. Dopo un po ', quando si schiaccia la formazione in cui si aprono il dotto escretore e il pancreas e il principale tratto biliare dal fegato, l'ittero aumenta bruscamente. La pelle diventa non solo gialla, ma acquisisce una tinta marrone-verdastra.
  • Grave prurito della pelle di tutto il corpo. È causato dal ristagno della bile all'interno dei suoi dotti, quando la deposizione biliare si sviluppa nella pelle..
  • Le feci diventano chiare e l'urina scura.
  • L'appetito è completamente perso.
  • Si sviluppa intolleranza a carne e grassi.
  • Disturbi digestivi come:
    • nausea;
    • vomito;
    • diarrea. Le feci sono larghe, offensive, unte; cambia a causa del ridotto assorbimento dei grassi a causa del fatto che la ghiandola smette di secernere la normale quantità di enzimi.
  • Il peso corporeo diminuisce ancora di più, la persona sembra emaciata.

I sintomi del cancro del pancreas nel corpo o nella coda saranno leggermente diversi. Ciò è dovuto al fatto che questa localizzazione è lontana dal tratto biliare, vale a dire la loro compressione e causa l'ittero - il sintomo principale che induce una persona a cercare assistenza medica. Inoltre, è nel corpo e nella coda che si trova un gran numero di isolotti, costituiti da cellule della ghiandola endocrina. Pertanto, i segni del cancro del corpo o della coda possono includere:

  • Sintomi del diabete mellito:
    • sete;
    • bocca asciutta;
    • una grande quantità di urina escreta;
    • impulso notturno a urinare.
  • Sintomi simili alla pancreatite cronica:
    • dolore nella parte superiore dell'addome;
    • feci grasse, più liquide, difficili da lavare dalla toilette;
    • potrebbe esserci diarrea;
    • nausea;
    • diminuzione dell'appetito;
    • dimagrante.
  • Se il glucagonoma si è sviluppato, questo si manifesterà:
    • perdita di peso;
    • la comparsa di una marmellata negli angoli della bocca;
    • un cambiamento nel colore della lingua in rosso vivo; la sua superficie diventa liscia e sembra gonfiarsi, diventando più grande e "carnosa";
    • la pelle diventa pallida;
    • appare un'eruzione cutanea, spesso localizzata sugli arti;
    • la dermatite appare periodicamente, che si chiama eritema migratorio necrolitico. Questo è l'aspetto di uno o più punti, che poi si trasformano in bolle, quindi in piaghe, che sono coperte da una crosta. Quando la crosta cade, rimane un granello scuro. Diversi elementi diversi si trovano in un unico posto. Il processo dura 1-2 settimane, quindi passa, dopo - può essere ripetuto di nuovo. La dermatite si trova di solito nella parte inferiore dell'addome, dell'inguine, del perineo, intorno all'ano. Il trattamento con unguenti non funziona su di esso, poiché si basa non sull'allergia o sull'infiammazione microbica, ma su una violazione del metabolismo delle proteine ​​e degli aminoacidi nella pelle.
  • I sintomi del gastrinoma possono anche sviluppare:
    • diarrea persistente;
    • le feci sono unte, lucenti, offensive, scarsamente lavate dal water;
    • dolore "nella cavità dello stomaco" dopo aver mangiato, che si riduce quando si assumono droghe come "Omeprazole", "Rabeprazole", "Ranitidina", prescritte per l'ulcera gastrica;
    • con lo sviluppo di complicanze delle ulcere allo stomaco, che si verificano con un'eccessiva produzione di gastrina, possono essere: vomito di contenuto bruno, feci molli marroni, la sensazione che lo stomaco non funzioni ("si alza") dopo aver mangiato.
  • Diarrea.
  • Edema.
  • Disfunzione mestruale.
  • Diminuzione della libido.
  • Guarigione lenta delle ferite.
  • La comparsa di acne e pustole sul viso.
  • Le ulcere trofiche compaiono spesso sulle gambe.
  • La pelle appare periodicamente macchie come allergiche.
  • Le vampate di calore si verificano nei parossismi con una sensazione di calore nella testa e nel corpo, arrossamento del viso. Le vampate di calore possono svilupparsi dopo bevande calde, alcool, pasti pesanti o stress. Allo stesso tempo, la pelle può diventare più pallida di prima o, al contrario, diventare rossa o persino diventare viola.
  • A causa della perdita di sodio, magnesio, potassio con diarrea, possono comparire crampi agli arti e al viso senza perdita di coscienza.
  • Potrebbe esserci una pesantezza, una sensazione di pienezza nell'ipocondrio sinistro. Questo è un segno di una milza allargata.
  • Dolore acuto versato nell'addome, grave debolezza, pallore della pelle. Questi sono segni di sanguinamento interno dalle vene dilatate (dovute all'aumento della pressione nel sistema della vena porta che alimenta il fegato) dell'esofago e dello stomaco.

Pertanto, perdita di peso, dolore nella parte superiore dell'addome, feci grasse sono sintomi caratteristici per il cancro di qualsiasi luogo. Sono anche presenti nella pancreatite cronica. Se non hai la pancreatite, devi essere sottoposto a screening non solo per la sua presenza, ma anche per il cancro. Se si verifica già un'infiammazione cronica del pancreas, è necessario esaminare il cancro non solo di routine, ogni anno, ma anche quando viene aggiunto un nuovo sintomo precedentemente assente.

Qui abbiamo esaminato i sintomi degli stadi 1 e 2. Ce ne sono in totale 4. L'ultimo stadio, oltre al forte dolore alla cintura, alla diarrea e all'indigestibilità quasi completa del cibo, - a causa di metastasi a distanza - si manifesterà con i sintomi di quegli organi in cui sono presenti le cellule tumorali della figlia. Considera i sintomi di questa fase dopo aver saputo come e dove metastatizzare il cancro del pancreas.

Dove metastatizza il cancro del pancreas?

Un tumore maligno del pancreas "disperde" le sue cellule in tre modi:

  • Attraverso la linfa Si svolge in 4 fasi:
    1. all'inizio, sono interessati i linfonodi situati intorno alla testa del pancreas;
    2. le cellule tumorali penetrano nei linfonodi, localizzati dietro il punto in cui lo stomaco passa nel duodeno, nonché dove passa il legamento epatoduodenale (il dotto biliare comune e le arterie vanno nel lenzuolo connettivo, quindi vanno allo stomaco, lungo quest'ultimo e questi linfonodi si trovano );
    3. i successivi a soffrire sono i linfonodi situati nel mesentere superiore (il tessuto connettivo, all'interno del quale i vasi che alimentano e trattengono il passaggio dell'intestino tenue);
    4. l'ultima eliminazione della linfa si verifica nei linfonodi situati nello spazio retro-addominale, ai lati dell'aorta.
  • Attraverso il sistema circolatorio. Ecco come le cellule figlie del tumore entrano negli organi interni: fegato, polmoni, cervello, reni e ossa..
  • Il cancro del pancreas perde anche le sue cellule nel peritoneo. Pertanto, le metastasi possono apparire sul peritoneo stesso, negli organi pelvici, nell'intestino..

Inoltre, un tumore del cancro può crescere in organi adiacenti al pancreas: stomaco, dotti biliari - se il cancro è localizzato nella testa della ghiandola, grandi vasi - se le cellule mutate si trovano nel corpo della ghiandola, la milza, se il tumore si diffonde dalla coda. Questo fenomeno non si chiama metastasi, ma penetrazione del tumore..

Processo di sviluppo del cancro del pancreas

Esistono 4 fasi del cancro del pancreas:

Solo un piccolo numero di cellule localizzate nella mucosa ha subito una mutazione. Possono diffondersi in profondità nel corpo, dando origine a un tumore canceroso, ma quando vengono rimossi, la possibilità di essere completamente guarita tende al 99%.

Non ci sono sintomi, un tale tumore può essere rilevato solo con un'ecografia pianificata, una TC o una risonanza magnetica

Lo stadio 4 è quando, indipendentemente dalle dimensioni e dalle metastasi ai linfonodi regionali, sono comparse metastasi distanti ad altri organi: cervello, polmoni, fegato, reni, ovaie.

Questa fase appare:

  • forte dolore nella parte superiore dell'addome;
  • grave esaurimento;
  • dolore e pesantezza nell'ipocondrio destro associato all'allargamento del fegato, che filtra le cellule tumorali e le tossine secrete da loro;
  • ascite: un accumulo di liquido nell'addome. Ciò è dovuto a un malfunzionamento del peritoneo interessato dalle metastasi e del fegato, a causa del quale la parte liquida del sangue lascia i vasi nella cavità;
  • pallore simultaneo e giallo della pelle;
  • pesantezza nell'ipocondrio a sinistra, a causa di un aumento della milza;
  • la comparsa di noduli morbidi sotto la pelle (si tratta di cellule adipose morte);
  • arrossamento e indolenzimento (a volte con arrossamento o cianosi attorno al perimetro) dell'una o dell'altra vena
PalcoscenicoCosa succede nel corpo
Stadio 0 (cancro in situ)
ioIA: il tumore non cresce da nessuna parte, si trova solo nel pancreas. La sua dimensione è inferiore a 2 cm Non ci sono sintomi, tranne per i casi in cui il tumore ha iniziato a svilupparsi direttamente vicino all'uscita del duodeno, no. Altrimenti, possono comparire disturbi digestivi: diarrea periodica (dopo un disturbo dietetico), nausea. Quando localizzato nel corpo o nella coda, ci sono segni di gastrinoma, insulinoma o glucagonoma
IB: Il tumore non va oltre i confini del pancreas. La sua dimensione è superiore a 2 cm. Se è nella testa, potrebbe esserci un lieve ittero, il dolore appare nella regione epigastrica. Sono presenti diarrea e nausea. Se il cancro si è sviluppato nel corpo o nella coda, colpendo l'apparato endocrino della ghiandola, si noteranno sintomi di glucagonoma, insulinoma o gastrinoma
IIIIA: il tumore è cresciuto fino a diventare organi vicini: duodeno 12, dotti biliari. I sintomi espansi sono descritti sopra
IIB: il cancro può essere di qualsiasi dimensione, ma è riuscito a metastatizzare ai linfonodi regionali. Ciò non causa alcun sintomo aggiuntivo. La persona nota forte dolore addominale, perdita di peso, diarrea, vomito, ittero o sintomi di tumori endocrini
IIIIl tumore si è diffuso o si è diffuso a grandi vasi vicini (arteria mesenterica superiore, tronco celiaco, arteria epatica comune, vena porta o intestino crasso, stomaco o milza. Può essersi diffuso ai linfonodi)
IV

Se lo stadio 4 procede con metastasi epatiche, si nota quanto segue:

  • ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi;
  • l'urina diventa più scura e le feci più leggere;
  • sanguinamento delle gengive, aumento delle mucose, possono essere rilevati lividi spontanei;
  • un aumento dell'addome dovuto all'accumulo di liquido in esso;
  • alitosi.

Allo stesso tempo, sull'ecografia, la TC o la risonanza magnetica del fegato, si trovano metastasi in esso, che è possibile - a causa della somiglianza dei sintomi e della presenza di una neoplasia - e verrà scambiata per un tumore primario. Comprendere quale dei tumori è primario e quale metastasi è possibile solo con l'aiuto di una biopsia della neoplasia.

Se si sviluppano metastasi ai polmoni, si nota quanto segue:

  • mancanza di respiro: prima dopo l'esercizio, poi a riposo;
  • tosse secca;
  • se la metastasi ha distrutto la nave, potrebbe esserci emottisi.

Le metastasi ossee si manifestano con dolore osseo locale, che è aggravato dalla palpazione o dal battito sulla pelle di questa localizzazione.

Se un tumore della figlia è stato portato nei reni, compaiono cambiamenti nelle urine (sangue e proteine ​​spesso compaiono in esso, il che lo rende nuvoloso).

Il danno metastatico al cervello può avere una o più manifestazioni diverse:

  • inadeguatezza del comportamento;
  • cambiamento di personalità;
  • asimmetria del viso;
  • cambiamenti nel tono muscolare degli arti (di solito da un lato);
  • violazione (indebolimento, rafforzamento o cambiamento) di gusto, olfatto o visione;
  • instabilità dell'andatura;
  • brivido;
  • soffocamento durante la deglutizione;
  • voce nasale;
  • incapacità di eseguire azioni semplici o lavori complessi, ma memorizzati;
  • incomprensibilità della parola per gli altri;
  • compromissione della comprensione del linguaggio da parte del paziente stesso e così via.

Conferma della diagnosi

I seguenti test aiutano a fare una diagnosi:

  • determinazione del marker tumorale CA-242 e dell'antigene carboidrato CA-19-9 nel sangue;
  • amilasi pancreatica nel sangue e nelle urine;
  • elastasi-1 pancreatica nelle feci;
  • alfa-amilasi nel sangue e nelle urine;
  • fosfatasi alcalina del sangue;
  • livelli ematici di insulina, peptide C, gastrina o glucagone.

I test di cui sopra aiuteranno solo a sospettare il cancro del pancreas. Altri test di laboratorio, ad esempio esami del sangue generali, urine, feci, glucosio nel sangue, test di funzionalità epatica, coagulogramma, aiuteranno a scoprire quanta omeostasi è compromessa.

La diagnosi viene fatta sulla base di studi strumentali:

  1. Ultrasuoni della cavità addominale. Questo è uno studio di screening che consente solo di determinare la posizione che deve essere esaminata in modo più dettagliato;
  2. La TC è un'efficace tecnica basata sui raggi X per un esame dettagliato del pancreas;
  3. La RM è un metodo simile alla tomografia computerizzata, ma basato sulla radiazione magnetica. Fornisce informazioni migliori sui tessuti del pancreas, dei reni, del fegato, dei linfonodi situati nella cavità addominale rispetto alla TC;
  4. A volte un tumore nella testa del pancreas, il grado di danno alla papilla Vater del duodeno, la sua relazione con i dotti biliari può essere visto solo su ERCP - colangiopancreatografia retrograda endoscopica. Questo è un metodo di ricerca, quando un endoscopio viene inserito nel duodeno, attraverso il quale un agente di contrasto a raggi X viene iniettato nella papilla dei Vaters, dove vengono aperti sia il dotto pancreatico che i dotti biliari. Esamina il risultato usando una radiografia.
  5. Tomografia ad emissione di positroni. Anche un accurato metodo di ricerca moderno. Richiede l'iniezione preliminare di un mezzo di contrasto nella vena, che non è un preparato di iodio, ma uno zucchero marcato con isotopo. Secondo il suo accumulo in vari organi, viene effettuato un esame.
  6. Colangiografia endoscopica retrograda. Viene eseguito se il precedente metodo di ricerca non era disponibile. Qui, sotto il controllo ecografico, viene praticata una puntura epatica nei dotti biliari di cui viene iniettato il contrasto. Quindi scorre lungo i dotti biliari, entra nel duodeno 12.
  7. Laparoscopia. Come il metodo precedente, questa è una tecnica invasiva che richiede iniezioni. Qui, in anestesia locale, viene praticato un buco nella parete addominale anteriore attraverso il quale viene iniettato gas nell'addome, separando gli organi e spingendo la parete addominale lontano da loro (in modo che il dispositivo che viene inserito in questo foro in seguito non danneggi l'intestino o altre strutture). Gli organi interni vengono esaminati attraverso un endoscopio inserito per via percutanea e quando il tumore viene visualizzato, una biopsia può essere eseguita immediatamente.
  8. Una biopsia - pizzicare pezzi di un tumore per un ulteriore esame al microscopio - è il metodo che consente di stabilire una diagnosi. Nessuno ha il diritto di dire "cancro al pancreas" senza una biopsia. Pertanto, i medici - sia durante la laparoscopia, sia durante l'esame endoscopico, o già durante l'operazione - devono selezionare il materiale per l'esame istologico..

Per rilevare metastasi, viene eseguita la tomografia computerizzata dei linfonodi della cavità addominale, colonna vertebrale, fegato, polmoni, reni, risonanza magnetica o TC del cervello.

Gli studi di cui sopra consentono di diagnosticare, determinare il tipo istologico di tumore, nonché di scoprire lo stadio del cancro secondo il sistema TNM, dove T è la dimensione del tumore, N è il danno ai linfonodi, M è la presenza o l'assenza di metastasi a organi distanti. L'indice "X" significa nessuna informazione sulla dimensione del tumore o metastasi, "0" significa no, "1" rispetto a N e M indica la presenza di metastasi regionali o distanti, per quanto riguarda l'indice T indica la dimensione.

Come viene eseguito il trattamento?

Il trattamento per il cancro del pancreas si basa sullo stadio della malattia, ovvero su quanto è grande il tumore, dove è cresciuto, cosa ha violato. Idealmente, una crescita cancerosa e linfonodi vicini dovrebbero essere rimossi, quindi irradiati con raggi gamma. Ma questo è possibile solo nella fase "cancro in atto" e nella fase 1. In altre fasi, è possibile utilizzare combinazioni di metodi diversi descritti di seguito..

Chirurgia

Qui vengono eseguiti i seguenti tipi di operazioni:

a) Operazione di Whipple: rimozione della testa del pancreas insieme al tumore, parte del duodeno, stomaco, cistifellea e tutti i linfonodi vicini. Questa operazione viene eseguita solo nelle fasi iniziali, non può essere decisa a lungo e non può essere rinviata, poiché il tempo andrà perso.

b) Resezione completa del pancreas. È usato quando il cancro si è sviluppato nel corpo di un organo e non è andato oltre..

c) resezione distale della ghiandola. È usato quando il cancro si è sviluppato nel corpo e nella coda dell'organo; vengono rimossi e la testa viene lasciata.

d) resezione segmentaria. Qui viene rimossa solo la parte centrale della ghiandola e le altre due vengono suturate usando un cappio intestinale.

e) Operazioni palliative. Sono eseguiti per tumori non resecabili e mirano a semplificare la vita di una persona. Questo potrebbe essere:

  • rimozione di parte del tumore al fine di eliminare la pressione su altri organi e terminazioni nervose, per ridurre il carico tumorale;
  • rimozione di metastasi;
  • eliminazione dell'ostruzione del tratto biliare o dell'intestino, indurimento della parete dello stomaco o eliminazione della perforazione degli organi.

f) Stent endoscopico. Se il dotto biliare è bloccato da un tumore inoperabile, un tubo può essere inserito nel dotto biliare attraverso il quale la bile entrerà nell'intestino tenue o uscirà in un contenitore di plastica sterile.

g) Bypass gastrico. È usato quando un tumore interferisce con il passaggio del cibo dallo stomaco all'intestino. In questo caso, è possibile orlare questi 2 organi digestivi, bypassando il tumore..

Le operazioni possono essere eseguite con un bisturi, o con un Gamma Knife, quando il tessuto canceroso viene rimosso simultaneamente e il tessuto adiacente viene irradiato (se il cancro non viene rimosso completamente, le sue cellule moriranno sotto l'influenza dei raggi gamma).

L'intervento può essere eseguito attraverso microincisioni, in particolare nel caso di un tumore inoperabile (in modo da non causare la diffusione delle cellule tumorali). Questo può essere fatto dal robot programmabile DaVinci. Può anche lavorare con un coltello gamma senza il pericolo di radiazioni.

La radioterapia o la chemioradioterapia vengono eseguite dopo l'intervento chirurgico.

Chemioterapia

Usano vari tipi di farmaci che bloccano la moltiplicazione delle cellule tumorali come le più giovani e immature. Parallelamente, c'è un effetto sulle cellule normali in crescita, che è la ragione di un numero enorme di effetti collaterali di questo trattamento: nausea, perdita di capelli, grave debolezza e pallore, nevrosi, una leggera incidenza di patologie infettive.

La chemioterapia può essere eseguita come:

  1. monochemioterapia - un farmaco, corsi. Efficace nel 15-30% dei casi;
  2. polichemioterapia - una combinazione di agenti di diversi meccanismi d'azione. Il tumore regredisce parzialmente. Efficienza del metodo 40%.

Per migliorare la tolleranza di tale trattamento, bere molti liquidi, eliminare l'alcool e includere prodotti a base di latte fermentato nella dieta. A una persona vengono prescritti rimedi per la nausea - "Tserukal" o "Storione", danno consigli per visitare uno psicologo.

Terapia mirata

Questa è una nuova branca della chemioterapia, in cui vengono utilizzati farmaci che colpiscono esclusivamente le cellule tumorali, senza influire sulle strutture viventi. Tali trattamenti sono più facilmente tollerati dai pazienti, ma hanno un costo molto più elevato. Un esempio di terapia mirata per il carcinoma del pancreas è Erlotinib, che blocca la via della trasmissione del segnale al nucleo di una cellula tumorale circa la prontezza a dividere.

Radioterapia

Questo è il nome dell'irradiazione del tumore:

  • prima dell'intervento chirurgico - per ridurre il volume del cancro;
  • durante e dopo l'intervento chirurgico - per prevenire il ripetersi;
  • con inoperabilità - per ridurre l'attività del cancro, inibirne la crescita.

La radioterapia può essere eseguita in tre modi:

  1. di bremsstrahlung;
  2. sotto forma di gamma terapia a distanza;
  3. elettroni veloci.

Nuovi trattamenti

Gli scienziati statunitensi stanno lavorando a un nuovo metodo: l'introduzione nel corpo di un vaccino costituito da una cultura indebolita del batterio Listeria monocytogenes e particelle radioattive. Gli esperimenti mostrano chiaramente che il batterio infetta solo le cellule tumorali e colpisce principalmente le metastasi, lasciando intatti i tessuti sani. Se diventa portatore di particelle radio, trasporterà quest'ultima nel tessuto canceroso e morirà..

Sono stati inoltre sviluppati farmaci per colpire il sistema immunitario per combattere il cancro. Un tale rimedio, ad esempio, è il farmaco Ipilimumab del gruppo di anticorpi monoclonali.

Il trattamento dipende dallo stadio del cancro

Whipple, distale, resezione segmentaria, pancreatectomia.

In modo ottimale - usando il metodo Cyber ​​Knife (Gamma Knife)

Dieta con l'eliminazione degli acidi grassi saturi. La terapia sostitutiva con enzimi è obbligatoria: Creonte (farmaco ottimale, non contiene acidi biliari), Pancreatina, Mezim.

Per la sindrome del dolore - analgesici non narcotici: Ibuprofene, Diclofenac

Dopo o invece di un intervento chirurgico, immediatamente dopo la fine della radioterapia o prima di essa.

Terapia ottimale e mirata

La dieta è la stessa, l'assunzione di proteine ​​nel corpo è obbligatoria, in piccole porzioni, ma spesso.

Per dolore, analgesici narcotici o non narcotici.

Per nausea - Storione 4-16 mg.

Per migliorare la formazione del sangue - compresse di metiluracile

Chirurgia palliativa - quando i dotti biliari, lo stomaco o l'intestino sono bloccati, per alleviare il dolore se il tumore preme forte sui tronchi cranici. In modo ottimale - Cyber ​​Knife.

Se il tumore è cresciuto nei vasi, questo non può essere eliminato.

PalcoscenicooperazioniChemioterapiaRadioterapiaTrattamento sintomatico
1-2Eseguito dopo l'intervento chirurgicoDopo l'operazione
3Chirurgia palliativa o stent, quando l'area con il tumore viene deliberatamente bypassata, comunicando ulteriormente e gli organi vicini bypassando l'area interessatanecessario
4Come nella fase 3Come nella fase 3Anche

previsione

La prognosi generale per il carcinoma del pancreas è sfavorevole: il tumore cresce rapidamente e metastatizza, senza farsi sentire a lungo.

La domanda su quanto a lungo vivono con il cancro del pancreas non ha una risposta chiara. Tutto dipende da diversi fattori:

  • tipo istologico di cancro;
  • lo stadio in cui è stato rilevato il tumore;
  • stato iniziale del corpo
  • qual è il trattamento.

A seconda di ciò, è possibile ottenere le seguenti statistiche:

  • Se il tumore è andato oltre la ghiandola, solo il 20% delle persone vive per 5 o più anni e questo è se viene utilizzato un trattamento attivo.
  • Se l'operazione non è stata utilizzata, vivere per circa 6 mesi.
  • La chemioterapia prolunga la vita di soli 6-9 mesi.
  • Una radioterapia, nessun intervento chirurgico, ti consente di vivere 12-13 mesi.
  • Se è stata eseguita un'operazione radicale, vivono per 1,5-2 anni. La sopravvivenza a 5 anni è stata osservata nell'8-45% dei pazienti.
  • Se l'operazione è palliativa, da 6 a 12 mesi. Ad esempio, dopo l'imposizione di un'anastomosi (connessione) tra il tratto biliare e il tubo digerente, una persona vive dopo quella per circa sei mesi.
  • Con una combinazione di chirurgia palliativa e radioterapia, vive in media 16 mesi.
  • In 4 fasi, solo il 4-5% sopravvive in un anno e solo il 2% sopravvive a 5 anni o più. Più intenso è il dolore e l'avvelenamento con le tossine cancerose, più breve è la vita.

Per tipo istologico:

Un tipoQuanti vivono
Adenocarcinoma duttale1 anno vive il 17%, 5 anni - 1%
Adenocarcinomi a cellule giganti8 settimane in media. Più di un anno - 0% dalla data di diagnosi
Carcinoma ghiandolare a cellule squamoseMedia 24 settimane. Il 5% vive più di un anno, nessuno vive fino a 3-5 anni
Carcinoma a cellule acinoseMedia 28 settimane. Il 14% dei pazienti sopravvive fino a 1 anno, lo 0% - fino a 5 anni.
Adenocarcinoma mucinosoIn media - 44 settimane, oltre un terzo dei pazienti vive per più di 1 anno
Cistoadenocarcinoma mucinosoOltre il 50% vive fino a 5 anni
Cancro AcinarIn media, vivono 28 settimane, il 14% vive a 1 anno, lo 0% a 5 anni.

Le cause di morte nel carcinoma del pancreas sono l'insufficienza epatica, cardiaca o renale derivante da metastasi e cachessia (esaurimento) a causa di intossicazione da cancro.

Prevenzione del cancro del pancreas

Per evitare questa terribile malattia, gli scienziati consigliano quanto segue:

  • Smettere di fumare. I cambiamenti del fumo sono reversibili per tutti gli organi.
  • Mangia cibi a basso indice glicemico (una misura di dolcezza che influenza il funzionamento del pancreas). Dai la preferenza non ai carboidrati semplici, ma ai legumi, alle verdure e alla frutta non amidacee.
  • Non mangiare grandi quantità di proteine, ricorrendo periodicamente a giorni di digiuno senza proteine.
  • Aumenta il contenuto di cavolo nella dieta: cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, broccoli e altri.
  • Preferisci la curcuma come spezia (trovata nel curry). Contiene curcumina, che inibisce la produzione di interleuchina-8, un mediatore che influenza lo sviluppo del cancro del pancreas..
  • Includi più alimenti con acido ellagico nella dieta: melograni, lamponi, fragole, fragole e alcune altre bacche e frutti rossi.
  • Evita i cibi con nitrati.
  • Consumare il fabbisogno giornaliero di vitamine C ed E - antiossidanti naturali.
  • Se ti piacciono le noci e i legumi, tienili freschi. Le noci dello scorso anno e persino più "sospette" possono essere contaminate da aflatossina.
  • La dieta deve contenere verdure verdi ricche di clorofillina..
  • Mangia pesce e prodotti a base di latte arricchito che contengono vitamina D per bloccare la diffusione delle cellule tumorali.
  • Il grasso, in particolare gli animali, è il meno possibile: non più del 20% dell'apporto calorico totale. Pericoloso per il pancreas carne rossa, tuorlo, frattaglie.
  • Mangia abbastanza alimenti con vitamine del gruppo B, vitamina A e carotenoidi.