Cancro ereditario: cosa devi sapere sulle sindromi tumorali

A rigor di termini, il cancro non è una malattia ereditaria, ma genetica. Non sono la stessa cosa. Ciò significa che non è il cancro ereditario, ma mutazioni genetiche che aumentano il rischio di cancro..

Perché le persone pensano che il cancro sia ereditario

Con alcune mutazioni genetiche, il normale meccanismo di funzionamento cellulare si rompe, in particolare, inizia a crescere e dividersi in modo incontrollato.

Parte delle mutazioni genetiche può essere ereditata dai genitori, un'altra parte viene acquisita durante la vita, ad esempio a seguito dell'esposizione alle radiazioni ultraviolette o al tabacco.

Le variazioni nei geni BRCA1 e BRCA2 sono esempi di tali cambiamenti genetici "pericolosi". Sono associati ad un aumentato rischio di sviluppare carcinoma mammario e ovarico. In totale, i ricercatori hanno circa 100 di tali variazioni genetiche..

Quali condizioni precancerose sono ereditate

Quando le persone parlano di una predisposizione genetica al cancro, intendono il cancro al seno, alle ovaie, alla prostata o al colon-retto. Sono queste forme di cancro che le persone considerano ereditarie..

Fino al 10% dell'oncologia è associato a cambiamenti del DNA ereditati. I ricercatori hanno contato 50 malattie ereditarie che possono portare al cancro. Ad esempio, la sindrome di Cowden aumenta il rischio di cancro al seno, alla tiroide e ad altri..

Ha senso fare un test genetico

Se diversi parenti stretti sviluppano lo stesso tipo di cancro, ciò non significa che il cancro sia ereditario. Forse non è stata la genetica a svolgere un ruolo importante, ma uno stile di vita simile, ad esempio il fumo o l'eccesso di cibo..

Dovresti davvero preoccuparti delle mutazioni genetiche nei seguenti casi:

  • tumori maligni dello stesso tipo sono presenti in due parenti di sangue da un lato, ad esempio, solo dal lato paterno;
  • Diversi parenti nella stessa stirpe hanno tipi di cancro correlati, come il cancro al seno e alle ovaie;
  • le malattie nei parenti sono comparse prima dei 50 anni;
  • i familiari stretti (genitori, fratelli) hanno diversi tipi di cancro;
  • oncologia non inerente al sesso (carcinoma mammario in un uomo) o senza connessione con lo stile di vita (carcinoma polmonare in un non fumatore).

Con una tale storia familiare, vale davvero la pena controllare il rischio genetico del cancro. I risultati dell'analisi possono essere utili non solo per la persona testata, ma anche per la sua famiglia immediata, che riconosce il proprio rischio..

Tuttavia, il test genetico è controverso. La presenza di un gene "rotto" non garantisce ancora che una persona sviluppi un tumore maligno. Persino un medico non può prevedere in che modo i cambiamenti nei geni influenzeranno il corpo di una determinata persona. Pertanto, non dovresti farti prendere dal panico a causa della presenza di una mutazione "dannosa". L'oncologo deve interpretare i risultati del test: valuterà anche i rischi associati allo stile di vita.

Come prevenire il cancro

La genetica svolge un ruolo nel 10% delle malattie precancerose. Il resto è il risultato della nostra scelta. In sostanza, la prevenzione del cancro si riduce al semplice stile di vita sano e alla cura di sé. Ecco cosa consigliano i medici:

  • non fumare o lasciare che gli altri fumino intorno a te;
  • cerca di rimanere meno nell'aria inquinata, cioè non camminare lungo le strade, usare i respiratori quando si lavora, ad esempio con l'amianto;
  • evitare le radiazioni, incluso il non eseguire test di screening come scansioni TC a meno che non sia chiaramente necessario
  • vaccinare tempestivamente contro le infezioni che provocano il cancro (ad esempio, contro l'HPV e l'epatite B);
  • controllare i livelli di peso e di zucchero nel sangue, poiché il diabete e l'obesità sono fattori di rischio per diversi tipi di cancro;
  • spostare di più;
  • proteggere la pelle dai raggi UV anche in inverno;
  • mangiare meno carne rossa e trasformata;
  • c'è abbastanza fibra;
  • non rinunciare all'allattamento al seno, se possibile;
  • non rinunciare agli esami preventivi e trattare tempestivamente condizioni precancerose;
  • usare saggiamente la terapia ormonale sostitutiva.

Queste misure preventive ridurranno la probabilità di sviluppare il cancro, indipendentemente dal fatto che sia geneticamente correlato o meno..

CANCRO ED EREDITARIO

(TUTTAVIA, IL PROGRAMMA GENETICO NON È NECESSARAMENTE ATTUATO)
vedi Epigenetica - Gestione del genoma

Il tuo personale
medico - oncologo - omeopata
Barakin S. V.

EREDITARIO IN CANCRO

Cancro ed ereditarietà, questo argomento preoccupa molte persone che conoscono il cancro in uno dei loro parenti. La moderna ricerca scientifica ha scoperto che la maggior parte dei tumori non appartiene al cancro ereditario, ma il più delle volte è il risultato della transizione ad esso da malattie precancerose..
Trasmette geneticamente solo una predisposizione ereditaria al cancro.

Tuttavia, ci sono anche tumori ereditari. Secondo varie fonti, dal 7% al 10% dei casi di tumori maligni sono dovuti all'ereditarietà.
I tumori ereditari più comuni sono: carcinoma mammario, carcinoma ovarico, carcinoma polmonare, tumore allo stomaco, carcinoma del colon,
melanoma, leucemia acuta (vedi ↓). La stessa categoria di cancro, ma con un grado minore di ereditarietà, comprende neuroblastomi, tumori delle ghiandole endocrine, carcinoma renale (vedi ↓).

Il ruolo più importante, sia nel processo di insorgenza di malattie precancerose sia nel processo di realizzazione di forme ereditarie di cancro, è svolto da un complesso di caratteristiche morfologiche, psicologiche e funzionali congenite di una persona, che si chiama "costituzione biologica".
La costituzione di una persona si esprime in determinate forme del suo fisico, colore di occhi, pelle e capelli, organizzazione psicoemotiva e reazioni caratteristiche del corpo a vari tipi di influenze. Inoltre, ogni costituzione ha i suoi "collegamenti deboli", che si manifestano nella maggiore vulnerabilità di alcuni tessuti e nella loro prontezza per alcuni tipi di cambiamenti patologici - "diatesi".
Vari tipi di diatesi sono sempre accompagnati da debolezze congenite di alcuni organi.
Queste tre componenti genetiche: costituzione, diatesi e debolezza degli organi determinano la predisposizione ereditaria al cancro..

La determinazione della costituzione individuale, il tipo di diatesi e la debolezza degli organi congeniti presenti allo stesso tempo (vale a dire, probabili organi bersaglio sullo sfondo del carico ereditario esistente del cancro), diventa possibile con l'aiuto di un metodo biologico altamente sensibile dell'esame dell'iride degli occhi.

PREVENZIONE DEL CANCRO EREDITARIO

La prevenzione del cancro ereditario è una delle strategie attive di prevenzione del cancro. Il trasporto di oneri ereditari per vari tipi di cancro non significa il 100% della probabilità della malattia. Allo stesso tempo, la scoperta di una predisposizione genetica a determinati tipi di cancro ha sollevato molte domande complesse..
Quindi, ad esempio, il momento più spiacevole è che il trasporto di predisposizioni genetiche che portano una tendenza al cancro non si manifestano in alcun modo fino all'insorgenza di un tumore. Cioè, oggi è impossibile sapere in anticipo quale dei membri della famiglia predisposti al cancro ereditario svilupperà una malattia tumorale e chi può vivere in pace. Per questo motivo, tutti i membri di tali famiglie devono essere automaticamente inclusi nel gruppo ad alto rischio..

Tuttavia, il problema non è solo quello. Anche nel caso di una conferma genetica al 100% del rischio di un particolare tipo di tumore ereditario in una determinata persona, la scelta delle misure preventive è estremamente difficile e molto limitata, soprattutto quando si tratta di portatori di persone ancora in buona salute..
Allo stesso tempo, la necessità e il beneficio di eseguire interventi cardinali inutili, come, ad esempio, la rimozione preventiva delle ghiandole mammarie, sono sempre molto dubbiosi..
Allo stesso tempo, semplicemente osservare (anche da un oncologo) nei casi di predisposizione familiare al cancro non è una prevenzione attiva del cancro, ma, molto probabilmente, sembra essere un'aspettativa passiva del suo aspetto. Inoltre, oggi
l'oncologia non ha mezzi affidabili per la prevenzione del cancro ereditario.

A questo proposito, il metodo di utilizzo degli autonosodi che operano sul principio degli autovaccini classici è di grande interesse per l'omeopatia..
Grazie a questo metodo, è possibile effettuare una profonda sanificazione biologica del corpo.
rafforzare la costituzione e la diatesi con i punti deboli esistenti degli organi, nonché ridurre significativamente l'attività dei fattori oncogenici interni.

CANCRO EREDITARIO

L'asma di un medico e un paziente con ereditarietà, aggravati dall'una o dall'altra malattia oncologica, nonché conoscenze generali sui primi segni del cancro, consentono di attuare misure efficaci per la prevenzione attiva.

Il cancro al seno è il tumore più comune nelle donne.
La natura ereditaria è indicata da tumori al seno in parenti stretti (nonna, madre, zie, sorelle). Se uno dei parenti elencati ha avuto il cancro al seno, il rischio di ammalarsi raddoppia. Se due si ammalassero
da parenti stretti, il rischio di ammalarsi è cinque volte superiore alla media. La probabilità della malattia è particolarmente aumentata se la diagnosi di cancro al seno è stata fatta a uno dei parenti elencati di età inferiore ai 50 anni.

Il carcinoma ovarico rappresenta circa il 3% di tutti i tumori maligni che si presentano
tra le donne. Se i parenti più stretti (madre, sorella, figlia) hanno avuto casi di carcinoma ovarico o diversi casi si sono verificati nella stessa famiglia (nonna, zia, nipote, nipote), allora c'è un'alta probabilità che il carcinoma ovarico sia ereditario in questa famiglia... Se i parenti di prima linea sono stati diagnosticati con carcinoma ovarico, il rischio individuale di una donna di questa famiglia è in media
tre volte il rischio medio di sviluppare un carcinoma ovarico. Il rischio aumenta ancora di più se il tumore è stato diagnosticato in parenti stretti.

Cancro allo stomaco Circa il 10% dei casi di cancro allo stomaco ha una storia familiare.
La natura ereditaria della malattia è determinata sulla base del rilevamento di casi di cancro allo stomaco in diversi membri della stessa famiglia. È stato notato che il cancro allo stomaco è più comune negli uomini, così come nei membri della famiglia con II gruppo sanguigno. Un esempio da manuale è la famiglia di Napoleone Bonaparte, in cui ha sviluppato il cancro allo stomaco e,
almeno otto parenti stretti.

Il carcinoma polmonare è il tumore più comune negli uomini e il secondo più comune nelle donne. La causa più comune di cancro ai polmoni è di solito il fumo. Tuttavia, come hanno scoperto gli scienziati dell'Università di Oxford, la propensione al fumo e la propensione al cancro del polmone sono ereditate "collegate". Per questo gruppo di persone, l'intensità del fumo è particolarmente importante, poiché la probabilità di sviluppare un cancro ai polmoni rimane costantemente elevata anche se cercano di ridurre al minimo il numero di sigarette. Per evitare spiacevoli conseguenze sulla salute, è necessaria la completa cessazione del fumo..

Il cancro si sviluppa spesso come un evento casuale. Si sviluppa solo il 5% dei tumori renali
sullo sfondo di una predisposizione ereditaria, mentre gli uomini si ammalano più spesso due volte rispetto alle donne. Se i familiari immediati (genitori, fratelli, sorelle o bambini) sviluppano il cancro del rene o tutti i familiari hanno diversi casi di cancro di questa localizzazione (compresi nonni, nonne, zii, zie, nipoti, cugini e fratelli e nipoti), cioè la probabilità che questa sia una forma ereditaria della malattia. Ciò è particolarmente probabile se il tumore si è sviluppato
di età inferiore ai 50 anni o entrambi i reni sono interessati.

Il cancro alla prostata nella maggior parte dei casi non viene ereditato. Il carcinoma prostatico ereditario ha un'alta probabilità quando il tumore si presenta naturalmente di generazione in generazione, quando tre o più parenti di primo grado (padre, figlio, fratello, nipote, zio, nonno) erano malati, quando la malattia si manifesta in parenti in età relativamente giovane ( meno di 55 anni). Il rischio di cancro alla prostata aumenta ancora di più se più membri della famiglia sono ammalati contemporaneamente. I casi familiari di questa malattia si sviluppano a seguito dell'azione congiunta di fattori ereditari e dell'influenza di determinati fattori ambientali, abitudini comportamentali.

Cancro al colon La maggior parte dei casi di cancro al colon (circa il 60%) si sviluppa come evento accidentale. I casi ereditari rappresentano circa il 30%.
Esiste un rischio elevato di sviluppare il cancro del colon se parenti stretti (genitori, fratelli, sorelle, bambini) hanno avuto casi di cancro del colon o del retto o se la famiglia ha diversi casi di malattia sulla stessa linea (nonno, nonna, zii, zie, nipoti, cugini o sorelle).
Il rischio è leggermente più alto negli uomini che nelle donne. La probabilità di ciò aumenta ancora di più se tra i casi ci fossero persone con meno di 50 anni..
Inoltre, la poliposi intestinale familiare è la causa del cancro del colon. Al momento del loro aspetto, i polipi sono benigni (cioè non cancerosi), ma la probabilità della loro malignità (malignità) si avvicina al 100% se non vengono curati in tempo. La maggior parte di questi pazienti viene diagnosticata con polipi
all'età di 20-30 anni, ma può essere trovato anche negli adolescenti.
Tra le altre cose, i familiari che sono portatori di poliposi anche "attenuata" (indebolita), che è caratterizzata da un piccolo numero di polipi, sono anche a rischio per lo sviluppo di tumori in altre aree: stomaco, intestino tenue, pancreas e ghiandole tiroidee, nonché tumori del fegato.

Carcinoma tiroideo Sono state riportate forme ereditarie di carcinoma tiroideo, che rappresentano il 20-30% dei casi di carcinoma tiroideo midollare.
In rari casi, l'eredità di questa malattia può essere discussa con il papillare
e carcinoma tiroideo follicolare.
Sulla base dei dati di studi epidemiologici, si è scoperto che una predisposizione ereditaria e un alto rischio di sviluppare il cancro alla tiroide possono verificarsi più spesso nelle persone che sono state esposte alle radiazioni durante l'infanzia..

Discutiamo di malattie oncologiche ed ereditarietà

Di recente, le malattie oncologiche hanno iniziato ad apparire sempre più spesso. Molti scienziati chiamano il cancro la "peste del 21 ° secolo". E poiché questa è una malattia fatale che viene diagnosticata meglio nelle prime fasi, molti hanno iniziato ad interessarsi alla domanda: "Il cancro è ereditato o no?".

La presenza del cosiddetto oncogene nel DNA umano non è stata ancora dimostrata al 100% e ci sono solo alcuni presupposti e studi. Gli scienziati suggeriscono che un oncogene che un paziente a rischio può manifestarsi solo con alcuni fattori favorevoli, e prima ancora dormirà. E ovviamente c'è un'alta probabilità che non si mostri in alcun modo e che la persona non si ammali di nulla..

Ma i medici hanno iniziato a notare che ci sono alcuni tumori, che spesso compaiono proprio in quei pazienti i cui parenti un tempo avevano la stessa malattia. E come si è scoperto, secondo le statistiche, ci sono molti di questi pazienti.

Facciamo un esempio: come viene trasmesso il cancro. Sono stati condotti esperimenti con i topi, quando i topi sono nati da un topo malato e metà della prole nel corso della vita si è ammalata di cancro o di una neoplasia benigna. Al momento, gli oncologi ritengono che l'oncogene esista in pazienti con cancro: mammella, ovaio, carcinoma intestinale e leucemia.

Gruppo a rischio

Di solito, quando si identifica un gruppo a rischio in un paziente che può appartenerlo, viene eseguita un'anamnesi di tutta la famiglia e dei parenti fino a 3 generazioni:

  1. Esiste oncologia prima dei 50 anni.
  2. I parenti stretti hanno avuto casi di cancro: mamma, papà, sorella, fratello.
  3. Le malattie ripetute hanno colpito il tumore.

Se si verifica almeno un caso, la persona è a rischio. Ma l'analisi molecolare del DNA nei laboratori sarà in grado di dare la risposta in modo più dettagliato. Se una persona ha geni sospetti o mutati, c'è il rischio di ammalarsi.

Dopo aver effettuato l'analisi, viene trovato uno o un gruppo di geni che possono causare il cancro in futuro. È anche necessario ricordare che alcune malattie, così come l'oncologia, si verificano più spesso in un determinato gruppo etnico o razza..

Tumore al seno

Il cancro al seno è ereditato? - proviamo a rispondere a questa domanda. Il gruppo a rischio comprende donne i cui parenti stretti hanno avuto carcinoma mammario o ovarico. Se la madre era malata di questa malattia, allora la possibilità che la figlia si ammalasse aumenta di tre. Ricordiamo che questa malattia è più comune nelle donne di tutto il mondo e si verifica più spesso negli ebrei..

Un elenco di geni è responsabile del verificarsi di questa oncologia:

Queste donne nello studio dei geni e con parenti malati dovrebbero aderire alla prevenzione:

  1. Ogni anno sottoporsi a un esame da un mammologo e fare un esame del sangue biochimico generale.
  2. Ottieni anche la mammografia una volta all'anno.
  3. Indipendentemente, una volta ogni tre mesi, senti ed esamina il seno alla ricerca di strani sintomi: coaguli, macchie, arrossamenti, ecc..
  4. Il tumore stesso è dipendente dall'ormone e con l'uso errato di farmaci contenenti ormoni, i contraccettivi orali possono portare al cancro.

È possibile per un bambino contrarre il cancro mentre si nutre del latte materno se una donna è già malata? Generalmente no, ma in questo caso non ne vale la pena, poiché nel carcinoma mammario, un tumore nel capezzolo secerne pus, sangue e muco, che sarà pericoloso per un bambino con bassa immunità.

Cancro ovarico

Tra tutti i casi, solo il 10% ha parenti che soffrono di questa malattia. Elenco dei geni:

Per la prevenzione, dovresti:

  1. Sottoporsi regolarmente a un esame da un ginecologo.
  2. Supera tutti i test del sangue, delle urine e delle feci.
  3. Fai un'ecografia pelvica una volta all'anno.

Cancro al colon

Questa oncologia è alquanto spiacevole e molto aggressiva, pertanto è necessario sottoporsi costantemente all'esame. Il gruppo a rischio comprende pazienti i cui parenti hanno avuto questa malattia fino a 50 anni. Se ci fossero stati diversi casi e se fossero stati in diverse generazioni contemporaneamente: madre, nonna, bisnonna, ecc. L'oncogene familiare può manifestarsi con una dieta scorretta e concomitanti malattie gastrointestinali.

Prevenzione

  1. Esegui un'ecografia della cavità addominale e di tutti gli organi ogni anno.
  2. Colonscopia una volta all'anno per polipi adenomatosi e altre neoplasie.
  3. Ogni sei mesi, donare feci e urina per i test.

Tumore ai polmoni

Questa patologia è più comune negli uomini più anziani. È a causa dell'amore per il fumo che questa malattia è più comune nella metà più forte. Ma questo cancro può essere ereditato. Dovrebbe essere particolarmente allarmante che genitori e parenti che in precedenza avevano sofferto di questo disturbo non fumassero. È inoltre necessario passare un'analisi genetica per le mutazioni genetiche:

Prevenzione

  1. Smettere di fumare.
  2. Conservare lontano da agenti cancerogeni e gas velenosi, fumo e polvere.
  3. Esegui la fluorografia ogni anno.
  4. Fai un esame del sangue clinico e biochimico.

Leucemia

I bambini piccoli hanno maggiori probabilità di soffrire di leucemia cronica. Il gruppo a rischio comprende anche quegli adulti i cui parenti nell'infanzia o nell'età adulta soffrivano di questa malattia. Ma è necessario chiarire quali siano esattamente i parenti di sangue che potrebbero trasmettere l'oncogene.

Per rilevare rapidamente questa malattia e non perdere la sua comparsa precoce, devi solo fare degli esami del sangue. Dall'analisi generale si vedrà già che c'è un gran numero di leucociti nel sangue, aumento dell'ESR e cadute di emoglobina.

Poiché i bambini hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia, quindi se il padre era malato di questa malattia durante l'infanzia, allora la figlia o il figlio neonato dovrebbero immediatamente sottoporsi a un esame costante dopo il parto per rilevare la leucemia cronica.

Prevenzione generale

Gli scienziati ritengono che un oncogene, che può essere nelle persone a rischio, possa manifestarsi solo a determinate condizioni. Evitando determinati fattori di rischio, puoi proteggerti dal cancro.

  1. Smetti di bere alcolici e fumare. Questi due fattori hanno forti effetti sulle cellule epiteliali e causano il cancro. L'alcol causa spesso: cancro allo stomaco, carcinoma intestinale e gastrointestinale. Le sigarette causano: cancro ai polmoni, cancro della lingua, labbra, gengive.
  2. Nutrizione appropriata. Prova a mangiare più alimenti vegetali: verdure, frutta, bacche, funghi e noci. Questi alimenti sono ricchi di antiossidanti che mantengono l'ambiente alcalino e impediscono lo sviluppo del cancro.
  3. Sport e stile di vita attivo. Riduce il rischio di cancro del colon sigmoideo e dell'intestino in generale. Aumenta anche l'immunità e il metabolismo.
  4. Ispezione e analisi annuali. Il cancro è abbastanza facile da trattare nelle prime fasi, quando è di piccole dimensioni e non cresce nei tessuti e negli organi vicini. Se esegui annualmente esami del sangue generali biochimici, puoi diagnosticare un tumore più velocemente.
  5. Se non capisci i sintomi della malattia, consulta immediatamente un medico.

NOTA! Mentre l'eredità al 100% del cancro non è stata dimostrata, ma il rischio è ancora lì.

Nelle generazioni di parenti del primo ordine, dove c'erano pazienti con cancro, la possibilità di ammalarsi raddoppia, ma la possibilità diminuisce con ogni ordine. Se uno dei gemelli identici ha il cancro, il secondo è a rischio.

Diamo un'occhiata ai fattori che influenzano l'insorgenza di tumori maligni:

  1. Ecologia.
  2. Radiazione.
  3. Alcol, sigarette.
  4. Mangiare cibi ricchi di agenti cancerogeni, coloranti, additivi alimentari, esaltatori di sapidità, ecc..
  5. L'HIV e altre malattie a trasmissione sessuale spesso portano al cancro genitale.
  6. Malattie da immunodeficienza L'immunità è l'unica cosa che può prima sconfiggere il cancro nel feto.
  7. Prodotti chimici pericolosi, benzina, plastica, benzene, ecc..

Produzione

Quindi viene trasmesso il cancro e quanto è contagioso? In effetti, anche oncologi e scienziati non possono dirlo con certezza. E il fatto è che la natura dei tumori non è ancora nota e da dove provenga questa malattia. Entrambe le persone hanno davvero un oncogene che inizia a manifestarsi e porta alla mutazione cellulare.

O solo una certa vulnerabilità o predisposizione al cancro viene trasmessa e si manifesta allo stesso modo in determinate condizioni. Entrambe queste opzioni hanno lo stesso risultato e le stesse tattiche, che abbiamo analizzato..

Il cancro è ereditato?

Molte persone sono preoccupate se il cancro è una malattia ereditaria, se esiste una predisposizione ereditaria alle malattie oncologiche..

Il cancro è una malattia abbastanza comune. E anche se ci sono diversi casi di cancro tra i parenti in una famiglia, è troppo presto per dire che il cancro è ereditario. Molto spesso ciò è dovuto a uno stile di vita simile, all'esposizione ad agenti cancerogeni o semplicemente all'accumulo di pericolose mutazioni durante l'invecchiamento naturale. Tuttavia, fino al 5% di tutti i tumori è direttamente correlato alla presenza di una predisposizione genetica. Inoltre, per alcuni tipi di tumori, questa cifra è molto più alta..

I principali tipi di cancro trasmessi per eredità

Fino al 10% dei tumori al seno, fino al 20% dei carcinomi ovarici, circa il 3% delle neoplasie del colon e dell'endometrio possono essere classificate come malattie ereditarie..

Le sindromi tumorali ereditarie sono un gruppo di malattie associate alla trasmissione di generazione in generazione di una predisposizione quasi fatale all'uno o all'altro tipo di tumore. Almeno l'1% delle persone sane è portatore di mutazioni patogene che aumentano il rischio di sviluppare una malattia maligna.

Il meccanismo di sviluppo del tumore in presenza di una predisposizione

Normalmente, tutte le cellule del corpo sono in equilibrio tra i processi di divisione cellulare e morte. Il singolo danno genetico nella cellula è quasi sempre compensato dai sistemi di riparazione cellulare. Altrimenti, qualsiasi organismo pluricellulare morirebbe istantaneamente per cancro. Inoltre, ogni persona ha due copie di ciascun gene (uno dal padre, l'altro dalla madre). Anche se una persona ha una mutazione del cancro ereditata da uno dei genitori, è assolutamente in salute. Ma questa mutazione è presente in ogni cellula del corpo, quindi la strada per il cancro è ridotta per questo, il percorso da una cellula normale a un tumore è significativamente ridotto. Tali persone hanno una predisposizione quasi fatale al cancro, i rischi raggiungono il 70-90%.

Questi pazienti sono caratterizzati da:

  1. Storia familiare complicata
  2. Età insolitamente precoce dello sviluppo del tumore
  3. Presenza di più tumori primari.

Se di solito le persone si trovano ad affrontare un cancro all'età di 60-65 anni, quindi nel caso della sindrome ereditaria del cancro - 20-25 anni prima. Un aspetto importante: i giovani pazienti, anche quelli che sono stati guariti con successo, hanno una natura primaria-multipla della malattia, ad es. ammalarsi di nuovo dopo alcuni anni, poiché esiste una predisposizione genetica.

Il tipo più famoso di sindrome ereditaria è il carcinoma mammario ereditario e ovarico, che è causato da una mutazione BRCA in un gene. La sindrome si chiama in questo modo, non può essere separata, sebbene i geni più famosi BRCA1 e BRCA2 siano generalmente associati al cancro al seno. Si chiama anche "sindrome di Angelina Jolie".

Si ritiene che l'accumulo di 5-6 mutazioni nei geni rilevanti sia necessario per la trasformazione del tumore. Uno squilibrio nel processo di divisione cellulare e morte a causa del danno genetico alle singole cellule porta alla trasformazione maligna e alla crescita incontrollata del tumore. In genere, le mutazioni chiave influenzano due gruppi di geni:

  1. Attiva i protooncogeni - normalmente tali geni innescano la divisione cellulare. In presenza di una mutazione attivante, "forzano" la cellula a dividersi ininterrottamente.
  2. Inattivano gli anti-oncogeni - normalmente questo gruppo di geni controlla i sistemi di riparazione del DNA e, se necessario, innesca la morte cellulare naturale - l'apoptosi. Le mutazioni inattivanti di tali geni "disattivano" i sistemi naturali di riparazione e mantenimento della stabilità del genoma cellulare.

Diagnosi di sindromi tumorali ereditarie

In presenza di segni clinici di cancro ereditario, si raccomanda ai pazienti di eseguire test genetici molecolari per la presenza di danno genetico caratteristico. Determinare la predisposizione genetica al cancro è molto importante.

Perché devi sapere se hai una predisposizione al cancro?

  1. La presenza di alcuni disturbi genetici richiede la correzione delle tattiche di trattamento - la portata dell'operazione e / o la natura della terapia prescritta. Inoltre, in presenza di una predisposizione, è necessario vigilare sulla questione del monitoraggio della recidiva della malattia..
  2. Se viene rilevata una mutazione ereditaria, si raccomanda l'esame genetico dei parenti per identificare portatori sani di varianti patogene. Per i portatori di mutazioni, sono state sviluppate raccomandazioni per la prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie oncologiche.

Lo sviluppo della tecnologia potrebbe presto rendere possibile lo screening genetico dell'intera popolazione per varie sindromi, incluso il cancro ereditario..

L'analisi completa della sequenza genica (sequenziamento) è un compito difficile e che richiede tempo, che oggi in Russia viene eseguito a un livello sufficiente solo in alcuni laboratori.

Il cancro è una malattia ereditaria

Il cancro è una malattia genetica che si sviluppa a causa di anomalie nel DNA chiamate mutazioni. Sorgendo nei geni responsabili della crescita cellulare, le mutazioni portano alla proliferazione incontrollata delle cellule danneggiate. Questa crescita incontrollata di cellule o tessuti è nota come cancro. Raramente, un tumore maligno si sviluppa a seguito di una singola mutazione, ma più spesso i cambiamenti irreversibili e incontrollati nella funzione cellulare sono il risultato di numerosi disturbi in molti geni diversi.

Il concetto di mutazioni genetiche come unica causa di tumori maligni si è sviluppato relativamente di recente, negli ultimi 25 anni di ricerca. Fino agli anni '70, le cause del cancro erano completamente sconosciute. Finora non sono stati ancora studiati, ma è già chiaro che i difetti del sistema immunitario, i virus e i disordini metabolici non causano il cancro da soli. Questi fattori possono influenzare lo sviluppo di tumori maligni, ma la causa principale risiede nel DNA del paziente e nella capacità dell'apparato genetico di un particolare organismo di funzionare normalmente..

Le caratteristiche individuali del genoma sono costituite da sequenze di DNA ereditate e modificate per tutta la vita. Pertanto, il cancro è una malattia con ridotta espressione del DNA. Anomalie o differenze nella struttura del DNA possono essere il risultato di mutazioni - cambiamenti nel DNA che portano ad anomalie nelle corrispondenti proteine, o polimorfismo - cambiamenti nel DNA che portano a sottili anomalie nella funzione genica e nella struttura proteica. La linea che separa mutazione e polimorfismo è sottile.

È noto che un fattore ereditario svolge un certo ruolo nello sviluppo della cardiopatia ischemica. Una persona può ereditare geni difettosi che causano disturbi del metabolismo dei grassi, a seguito dei quali ha un aumentato rischio di aterosclerosi e, di conseguenza, morte per infarto del miocardio o ictus. È anche noto che il portatore di geni difettosi può influenzare in modo significativo il decorso della malattia modificando lo stile di vita o influenzando i fattori ambientali..

Ad esempio, una persona incline alla malattia coronarica può ridurre il rischio di morte esercitando, combattendo il sovrappeso e seguendo una dieta povera di grassi. Questo esempio mostra che lo sviluppo di tumori maligni ha molto in comune con l'aterosclerosi: un individuo può avere mutazioni genetiche congenite o affrontare fattori ambientali che predispongono allo sviluppo di un processo oncologico..

Questi ultimi si trovano nella vita di tutti i giorni; questi includono il fumo e l'esposizione a sostanze che possono danneggiare il DNA. Inoltre, qualsiasi processo che causa la divisione cellulare, come l'ovulazione, aumenta anche il rischio di errori nella replicazione del DNA. Tuttavia, la suscettibilità individuale allo sviluppo del carcinoma ovarico può essere ridotta assumendo contraccettivi orali, che sopprimono l'ovulazione e quindi riducono il rischio di danno all'epitelio ovarico, durante il quale possono comparire mutazioni..

Molte malattie con un'eziologia ereditaria, inclusa l'aterosclerosi sopra descritta, si sviluppano a causa di una singola mutazione; al contrario, lo sviluppo di un tumore maligno richiede l'accumulo di diversi disturbi genetici. Ciò distingue il cancro dalla maggior parte dei disturbi metabolici congeniti, poiché per la sua insorgenza è necessario più di un evento genetico. Una persona non è nata con cancro congenito, come fibrosi cistica o anemia falciforme.

È possibile nascere con una mutazione genetica che predispone allo sviluppo del cancro, ma la maggior parte dei tumori maligni si sviluppa a causa dell'accumulo di mutazioni somatiche nel corso della vita normale. Queste mutazioni si verificano sotto l'influenza di virus, fumo, consumo di carne arrostita sul carbone o semplici errori casuali che si verificano durante la replicazione del DNA: nella cellula divisoria vengono copiati 5 miliardi di coppie di nucleotidi e si verificano errori con ogni divisione.

La trasformazione di una cellula da normale a maligna a seguito dell'accumulo di una serie di mutazioni è stata dimostrata con successo nel cancro del colon da Burt Vogelstein et al. Secondo questo modello, è necessario lo sviluppo di una serie di mutazioni critiche che colpiscono i geni, inclusi soppressori tumorali e oncogeni; la trasformazione di un tumore benigno in un tumore maligno richiede molto tempo, senza chiari limiti di tempo.

Tre grandi gruppi di geni sono coinvolti nello sviluppo di tumori maligni: soppressori tumorali, oncogeni e geni responsabili della riparazione del DNA. I soppressori tumorali sono responsabili della sintesi di proteine ​​che inibiscono la crescita cellulare; sono espressi in modo recessivo e quindi la perdita di entrambi gli alleli è necessaria per lo sviluppo di un fenotipo tumorale. Gli oncogeni sono espressi in modo dominante; i loro prodotti sono generalmente responsabili di stimolare la crescita cellulare; espressione incontrollata di questi geni porta alla crescita cellulare incontrollata. I geni di riparazione del DNA sono responsabili del ripristino dei difetti del DNA che si verificano quando l'accuratezza della sua normale replicazione è compromessa..

Anche se la funzione di uno di essi è disfunzionale, è possibile l'accumulo di errori nel DNA, che alla fine porterà anche a errori nei geni responsabili della crescita cellulare, con la conseguente perdita di controllo sulla divisione cellulare. Pertanto, lo sviluppo di un tumore maligno non è il risultato di un errore individuale o di un qualche tipo di influenza, ma una conseguenza dell'accumulo di molti errori nel corso di un periodo di tempo. Allo stesso tempo, la comparsa di mutazioni serve come strumento per l'evoluzione.

Il paradosso della vita è che le stesse mutazioni che portano allo sviluppo di tumori maligni, disturbi metabolici e morte di singoli organismi sono anche responsabili dell'evoluzione delle specie. In termini di importanza per il corpo, le mutazioni possono essere benefiche, dannose e neutre..

Il cancro è una malattia ereditaria?

Il cancro è ereditato? Questa domanda preoccupa molte persone con una storia familiare di casi di cancro. Il cancro è una malattia genetica e tutte le sue forme, senza eccezione, derivano da mutazioni nel DNA di una cellula. Alcuni hanno un'eziologia ereditaria. Ma è importante capire che solo una predisposizione a determinati tipi di questa malattia può essere trasmessa di generazione in generazione. In tali casi, aumenta il rischio di sviluppare la malattia, ma ciò non significa che sorgerà necessariamente una patologia. Quali fattori possono innescare questo meccanismo? Chi è a rischio?

Esistono due tipi di alterazioni del DNA: mutazioni germinali (alterazioni ereditate da genitore a figlio) e alterazioni somatiche, dette anche mutazioni acquisite. Quest'ultimo può apparire come conseguenza dell'invecchiamento naturale o dell'esposizione a fattori dannosi sul corpo. In generale, le malattie oncologiche sono ora abbastanza comuni e la presenza di patologia in un parente di sangue è molto probabilmente un incidente che non è associato a una mutazione ereditaria..

Sei a rischio maggiore se:

  • c'è un fatto di accumulo familiare, cioè tre o più casi dello stesso tipo di cancro in diversi parenti di sangue della stessa linea;
  • l'insorgenza di carcinoma in parenti di prima linea (madre, fratello, sorella) in assenza di stimoli esterni. Ad esempio, lo sviluppo del cancro al seno in un uomo;
  • Tumore "giovane" nei parenti di sangue di età inferiore ai 50 anni;
  • una combinazione di diversi tipi di cancro contemporaneamente in un parente. Ad esempio, carcinoma ovarico e mammario.

Forme ereditarie di cancro

Le forme comuni ereditarie o "familiari" di carcinoma comprendono carcinoma mammario, ovarico, polmonare e del colon-retto.

Secondo una serie di studi [1], una mutazione nei geni BRCA1 e BRCA2 è la causa del cancro al seno nel 10% delle donne. Circa una donna su otto negli Stati Uniti ha il rischio di sviluppare questa malattia nel corso della vita - circa il 12%. Quelli con mutazioni BRCA1 / 2 hanno un rischio del 72% di malattia durante la loro vita.

I geni BRCA1 / BRCA2 sono coinvolti nella riparazione delle rotture del filamento di DNA e sono coinvolti nel mantenimento della stabilità del genoma, cioè controllano la normale crescita delle cellule del seno e delle ovaie. La violazione del loro lavoro porta ad un aumento degli errori durante la riparazione del DNA, che porta ad un aumentato rischio di sviluppare il cancro di questi organi.

Gli uomini che hanno la mutazione BRCA2 hanno un rischio maggiore di sviluppare tessuto mammario ghiandolare maligno rispetto a quelli che non lo fanno. Nei portatori della mutazione, il rischio è di circa l'8% entro gli 80 anni, che è circa 80 volte superiore alla media.

Ogni anno nel mondo vengono registrati 18 milioni di nuovi casi di oncologia di diversa localizzazione, circa due milioni di neoplasie maligne sono tumori polmonari. È una condizione comune negli uomini e nelle donne. L'1,7% dei tumori polmonari nelle persone di età inferiore ai 68 anni viene ereditato. Fattori dannosi e stile di vita improprio possono provocare lo sviluppo della malattia. Il fumo è un fattore provocatorio attivo per il carcinoma polmonare geneticamente determinato. Inoltre, il rischio è maggiore, maggiore è l'esperienza della dipendenza da nicotina, il numero di sigarette fumate al giorno e l'età del paziente. I fumatori con una mutazione BRCA2 hanno quasi il doppio delle probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni.

Le due sindromi tumorali del colon-retto ereditate più comuni sono il carcinoma del colon-retto ereditario non poliposi (HNCPC) e la poliposi adenomatosa familiare (FAP). Possono colpire sia uomini che donne portatori di questi geni. La presenza di queste malattie aumenta la probabilità di patologie oncologiche fino al 50%. Secondo diversi studi [2], queste due sindromi ereditarie sono responsabili di meno del 5% di tutti i casi di carcinoma del colon-retto..

Il carcinoma del colon-retto non polipo è la forma più comune di carcinoma del colon ereditario, che rappresenta circa il 3% di tutte le diagnosi di questa malattia ogni anno. Le persone con NNCRD hanno spesso almeno tre membri della famiglia e due generazioni con carcinoma del colon-retto, spesso sviluppando un tumore prima dei 50 anni. Non tutti coloro che ereditano il gene NNCRR svilupperanno il cancro del colon-retto, sebbene il rischio sia molto elevato - circa l'80%. Le persone con NRCC hanno anche un rischio maggiore di sviluppare altri tumori (ad es., Rene o rene, ovaio, cancro uterino).

La poliposi adenomatosa familiare è una condizione rara caratterizzata dalla presenza di oltre centinaia o addirittura migliaia di polipi o neoplasie benigne nel colon e nel tratto respiratorio superiore. Si ritiene che sia presente in circa l'1% di tutte le persone con diagnosi di cancro del colon-retto ogni anno. I polipi si presentano precocemente nella vita; il 95% delle persone con FAP sviluppa polipi entro i 35 anni.

Prevenzione

È importante valutare la predisposizione individuale al cancro, in particolare per i familiari che hanno una base genetica simile. La presenza di cancro nei parenti di sangue dovrebbe essere una ragione per una visita dal medico e studiare il pedigree medico può essere un passo importante verso la prevenzione e la diagnosi precoce della malattia..

In assenza di reclami, si consiglia di contattare uno specialista una volta all'anno. Il medico prenderà una storia, condurrà un esame di base e svilupperà un piano di follow-up, se necessario. Un controllo completo della tua salute può essere fatto come parte di una visita medica. Si tiene una volta ogni tre anni all'età compresa tra 18 e 39 anni compresi, dopo 40 anni - ogni anno.

Inoltre, i medici raccomandano ogni anno di sottoporsi a una visita medica completa del corpo - "check-up". Questo è un programma diagnostico individuale, che implica una serie di test e studi selezionati individualmente per una valutazione completa dello stato di salute. È importante che i pazienti con diagnosi di patologie genetiche o identificate mutazioni ereditarie nei geni siano sottoposti a regolari esami e sottoposti a controllo medico al fine di riconoscere tempestivamente il problema e applicare le cure necessarie.

Per prevenire il cancro del sistema riproduttivo femminile, è necessario sottoporsi a un esame ginecologico e visitare un mammologo, eseguire una radiografia del torace o un'ecografia del seno e degli organi pelvici. Alle donne sotto i 35 anni si consiglia di visitare specialisti una volta all'anno, dopo i 35 anni - due volte l'anno. La risonanza magnetica e la TC degli organi toracici sono metodi di esame altamente precisi e chiarificatori, pertanto sono prescritti solo se il paziente ha sintomi sospetti o fattori ad alto rischio.

Ridurre significativamente il rischio di sviluppare il cancro, comprese le forme "familiari", l'esercizio fisico regolare e il mantenimento di un peso corporeo sano in combinazione con una dieta sana. Inoltre, i medici raccomandano di smettere di fumare e ridurre il consumo di alcol. Tra cui, le misure preventive comprendono la vaccinazione e la prevenzione delle malattie infettive.

Prevenzione del cancro familiare

Il sito fornisce informazioni di base a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Il cancro è una formazione maligna formata da cellule epiteliali. Negli ambienti medici, la condizione si chiama carcinoma. Questo nome del tumore è stato dato da Ippocrate, poiché sembra un granchio in apparenza..

Predisposizione ereditaria

Ad oggi, nessuno dubita della presenza di una predisposizione genetica al cancro. Secondo alcuni rapporti, tra il cinque e il sette percento dei tumori sono determinati geneticamente..

Tra i dottori esiste persino un termine del genere: "famiglie cancerose". In tali famiglie, almeno il quaranta percento dei parenti di sangue ha sofferto di cancro. Alcune altre malattie ereditarie sono un buon terreno per lo sviluppo del cancro. Oggi i genetisti conoscono quasi tutti i geni responsabili della comparsa di tumori cancerosi. Pertanto, anche teoricamente alla consultazione di un genetista è possibile trovare un portatore del "gene del cancro" nei bambini e nei nipoti.

Sfortunatamente, i metodi della genetica molecolare sono piuttosto costosi, quindi oggi non possono essere ampiamente utilizzati. Pertanto, il principale metodo di lavoro di un genetista è il pedigree.
Non in tutti i casi una predisposizione genetica provoca lo sviluppo del cancro. Se vengono prese misure preventive, il cancro è molto probabilmente prevenibile.

Prima di tutto, una persona deve rendersi conto di essere a rischio per un fattore ereditario. Pertanto, è molto importante ottenere una consulenza competente da uno specialista dello stile di vita, un'attività professionale, che aiuterà a prevenire l'insorgenza della malattia..
Ad esempio, le persone con una predisposizione ereditaria al cancro della pelle non dovrebbero essere al sole per lunghi periodi. Pertanto, la comparsa di un tumore può essere prevenuta..

Un altro metodo importante per prevenire il cancro familiare è quello di rilevare le neoplasie in una fase precoce. Gli scienziati olandesi, ad esempio, consigliano di sottoporre a test tutte le persone con parenti di sangue affetti da cancro ogni due anni..
Con diverse forme di cancro e in diverse età dei pazienti, gli intervalli tra gli esami possono essere più lunghi o meno. Ma in ogni caso, il periodo più ottimale è di 12 mesi..

Forme di cancro per eredità
1. È ereditato un gene che provoca qualsiasi forma particolare di cancro,
2. È ereditato un gene che aumenta la probabilità di malattia,
3. La malattia può svilupparsi se diversi tratti vengono ereditati contemporaneamente.

Nonostante il fatto che la scienza oggi conosca circa cinque dozzine di forme ereditarie di cancro, le più comuni tra loro sono neoplasie maligne:

  • Seno,
  • ovaie,
  • polmone,
  • stomaco,
  • intestino crasso,
  • Melanoma maligno,
  • Leucemia acuta.

Inoltre, neuroblastoma, neoplasia endocrina, retinoblastoma, tumore di Wilms.

Cancro allo stomaco

Tra tutte le forme di carcinoma, il carcinoma gastrico occupa uno dei posti principali. Ogni anno, nel mondo vengono scoperti circa 800 mila nuovi pazienti e seicentotrentamila morti. Inoltre, circa il 10% delle malattie sono malattie familiari. Più spesso la malattia è registrata nelle persone dopo 50 anni..
Poiché il fattore ereditario è solo uno dei tanti, per prevenire il cancro allo stomaco è necessario eliminare il numero massimo di tali fattori dalla tua vita..

Cibo analfabeta
È uno dei principali fattori che causano il carcinoma gastrico. L'abbondanza nella dieta di fumo, sottaceti, cibo a scatti, prodotti contenenti una grande quantità di nitrati, porta all'accumulo di nitriti negli organi digestivi - sostanze che causano la crescita di un tumore maligno. Il scarso contenuto nella dieta delle fibre vegetali (frutta, verdura) e delle vitamine C, A ed E aumenta la probabilità di ammalarsi.

Bere grandi quantità di alcol (più correlato a bevande forti) influisce negativamente sulle condizioni della mucosa gastrica e aumenta la probabilità di oncologia.

Malattie croniche dello stomaco
La gastrite atrofica cronica molto spesso porta al carcinoma. Nel processo di questa malattia, la mucosa gastrica diventa gradualmente simile nella struttura alla mucosa intestinale. La malattia dura da anni e spesso procede sullo sfondo dell'infezione da Helicobacter pylori.
I polipi gastrici sono neoplasie benigne. Ma a volte degenerano in maligni. Pertanto, i medici raccomandano di rimuoverli.
La resezione gastrica crea anche condizioni per lo sviluppo del carcinoma. Questi pazienti hanno tre volte più probabilità di avere il cancro allo stomaco..

Un'ulcera allo stomaco di una volta e mezza - due volte aumenta la probabilità di carcinoma.
Poliposi familiare diffusa dell'intestino crasso. La malattia è ereditaria e congenita. La metà dei pazienti sviluppa polipi non solo nell'intestino, ma anche nello stomaco. E sono facilmente maligni (maligni).
Gastropatia ipertrofica: con questa malattia, le pieghe della mucosa diventano più spesse e aumenta la probabilità di carcinoma gastrico.

Cosa fare?

  • Ridurre al minimo la proporzione di prodotti affumicati, sottaceti, salsicce.
  • Aumenta la percentuale di verdure, frutta e fibre. Nutrizione razionale con una quantità sufficiente di tutti gli elementi.
  • Smetti di fumare e bere alcolici.
  • Partecipare tempestivamente alle consultazioni gastroenterologiche e trattare i polipi dello stomaco e altre malattie croniche.
  • Le persone di età superiore ai 45 anni hanno un esame dello stomaco ogni anno, anche se si sentono bene.

Carcinoma mammario

La probabilità di sviluppare un carcinoma mammario è maggiore nelle donne le cui madri hanno avuto sarcoma dei tessuti molli o carcinoma mammario. Solo il 7,5% delle donne ha un carcinoma mammario a causa della predisposizione genetica.
È noto che tre geni aumentano la probabilità di carcinoma mammario. Anche se uno dei genitori ha uno dei geni colpiti, c'è una probabilità del 50% che i bambini lo ottengano..

Il rischio di sviluppare un carcinoma aumenta se:

  • È stato scoperto che uno dei parenti aveva tumori maligni di entrambe le ghiandole,
  • Carcinomi trovati in parenti prima dei 40 anni,
  • Un membro della famiglia ha avuto un carcinoma ovarico,
  • Uno dei parenti ha avuto il cancro durante l'infanzia,
  • Tra i parenti maschi, qualcuno soffriva di carcinoma mammario,
  • La persona appartiene al gruppo etnico in cui questa malattia è più comune,
  • Una donna di età inferiore ai 30 anni ha avuto irradiazione al seno,
  • La donna non ha partorito,
  • La prima nascita è avvenuta dopo i 35 anni,
  • Periodo di allattamento al seno troppo breve,
  • L'inizio della prima mestruazione prima di 12 anni,
  • La donna è in sovrappeso durante la menopausa.

Cosa fare?
  • Visita un mammologo e un ginecologo ogni 6 mesi,
  • Fai un esame del sangue per i marker tumorali ogni 12 mesi,
  • Dai alla luce il primo bambino fino a 35 anni, e preferibilmente due o anche tre, allattalo al seno il più a lungo possibile,
  • Ridurre la percentuale di grassi animali, cibi affumicati, fritti e salati nella dieta,
  • Fai educazione fisica,
  • Se possibile, controlla il tuo peso e cerca di non aumentare troppo,
  • Bevi il minor alcol possibile. Dopotutto, anche piccole quantità di alcol aumentano della metà il rischio di sviluppare un carcinoma.,
  • Proteggere le ghiandole mammarie da lesioni,
  • Monitorare il contenuto di vitamina D nella dieta, la sua mancanza può anche provocare la crescita di cellule maligne,
  • Cerca di evitare lo stress e le emozioni negative.

Cancro ovarico

La predisposizione genetica al carcinoma ovarico è determinata dagli stessi geni della predisposizione al carcinoma mammario. I geni sani sopprimono lo sviluppo delle cellule tumorali producendo proteine ​​speciali che riducono il tasso di crescita cellulare. Se il gene è mutato, la sua funzione protettiva è compromessa, aumenta la probabilità di sviluppare un carcinoma..

Con una mutazione del gene BRCA 1, il rischio di carcinoma ovarico aumenta in media del 50%. Se il gene BRCA 2 muta, la probabilità della malattia aumenta in media del 20%. Quando il gene PTEN è mutato, una donna sviluppa la sindrome di Cowden, che combina carcinoma del seno, ghiandola tiroidea e predisposizione ai tumori ovarici.

Possiamo dire che l'influenza determinante di qualsiasi fattore nello sviluppo del carcinoma ovarico non è stata ancora dimostrata. Pertanto, la prevenzione di questa malattia è una questione piuttosto complessa e controversa. Tuttavia, esistono diversi metodi per ridurre il rischio di malattia. I metodi elencati di seguito influenzano la probabilità di ammalarsi a vari livelli. Alcuni sono più convenienti, altri meno. Tuttavia, se il cancro familiare è a rischio, questi metodi devono essere discussi con il medico..

Contraccettivi orali
Riducono della metà la probabilità di malattia se il farmaco è stato assunto per 5 anni o più.

Interventi chirurgici
La rimozione dell'utero o la legatura delle tube di Falloppio riduce la possibilità di carcinoma ovarico. Ma tali procedure sono prescritte solo quando la vita del paziente è minacciata e per niente a scopo preventivo..
Tali operazioni sono raccomandate solo nei casi in cui la famiglia appartiene veramente al "cancro" ed è già necessario curare la malattia.
Inoltre, se una donna è entrata nel periodo della menopausa e c'è un'alta probabilità di sviluppare un carcinoma. In ogni caso, possiamo parlare di tale operazione solo dopo 40 anni..

analgesici
Secondo alcuni dati insufficientemente verificati, l'uso di aspirina e paracetamolo può ridurre la probabilità di sviluppare un carcinoma ovarico. Non assumere questi farmaci esclusivamente per la prevenzione del cancro..

Fattori che aumentano la probabilità della malattia:

  • Età dopo la menopausa,
  • Peso in eccesso. Indice di massa corporea superiore a 30,
  • Assunzione di alcuni farmaci per la fertilità (clomifene citrato),
  • Mancanza di gravidanze produttive e allattamento,
  • Assunzione di farmaci per ormoni sessuali maschili (danazolo e altri androgeni),
  • Terapia sostitutiva durante la menopausa da 5 a 10 anni. Quando estrogeno e progesterone vengono consumati contemporaneamente, il rischio di malattia diminuisce,
  • Carcinoma mammario della paziente,
  • Uso di talco,
  • Alta percentuale di grassi nella dieta,
  • Abuso di alcool.

Tumore ai polmoni

Il carcinoma polmonare è uno dei tipi di cancro più "misteriosi" e allo stesso tempo comuni. Fino ad ora, gli scienziati non sono ancora in grado di elencare chiaramente i fattori che influenzano lo sviluppo di questa malattia. In uno, gli scienziati sono unanimi: il fumo provoca davvero una degenerazione maligna del tessuto polmonare. Sebbene questa malattia non sia ereditaria, tuttavia, una predisposizione ad essa può essere ereditata. Ma anche qui non tutto è chiaro.
I geni responsabili dell'insorgenza della malattia non sono stati ancora identificati.
Se ci sono davvero parenti di sangue nella famiglia che soffrono di un tumore polmonare maligno, il resto dovrebbe pensare alla prevenzione.

Fattori di rischio:

  • Sesso maschile (gli uomini si ammalano sei volte più spesso delle donne),
  • Età 50 e oltre,
  • Presenza di carcinoma di altra localizzazione,
  • fumo,
  • Scarsa ecologia, incluso l'inquinamento atmosferico dovuto allo scarico delle auto.

Cosa fare?
  • Smetti di fumare, cerca di non essere in una zona fumatori,
  • Cambia il luogo di residenza in uno più ecologico,
  • Non lavorare in ambienti inquinati dal fumo,
  • Sottoporsi periodicamente a esami speciali per rilevare tempestivamente la malattia.

Come aiutarti a smettere di fumare?
È più facile smettere di fumare se si sostituiscono le sigarette con un altro tipo di nicotina, ad esempio un cerotto, una gomma da masticare, losanghe o inalazione.
Il medico può creare un piano individuale per smettere di fumare che tenga conto di tutte le caratteristiche individuali. Un punto importante per smettere di fumare la nicotina è la presenza di manovre di distrazione: ad esempio, masticare una fetta di frutta secca o gomma in un momento in cui si potrebbe desiderare di fumare. Puoi andare a lavarti i denti. È importante essere costantemente impegnati. Tutto ciò che ricorda il fumo dovrebbe essere buttato fuori di casa: tubi, posacenere e accendini. Devi informare tutti i tuoi amici che stai per smettere di fumare e chiedere il loro aiuto.
Sfortunatamente, una persona che ha smesso di fumare ha una probabilità significativamente maggiore di sviluppare un carcinoma polmonare rispetto a qualcuno che non ha mai preso una sigaretta in bocca..

Cancro uterino

Questa è una malattia molto comune tra le donne, più spesso colpisce tra i 40 e i 60 anni.
Una forma ereditaria di carcinoma del corpo uterino può svilupparsi con mutazioni nei geni MSH6 e MLH1. In presenza di tali mutazioni, la probabilità della malattia aumenta in media del 50%. Le mutazioni di questi geni possono anche portare al carcinoma del colon..

Altri fattori di rischio:

  • Aumento del peso corporeo Se il peso viene aumentato di 10-25 kg, la probabilità di sviluppare la malattia aumenta tre volte,
  • Diabete,
  • fumo,
  • Ipertensione,
  • Virus del papilloma umano,
  • Lungo periodo di mestruazioni. Le mestruazioni iniziano prima dei 12 anni e terminano dopo i 50 anni,
  • Mestruazioni irregolari,
  • Aumento della quantità di grasso nel menu,
  • Età superiore ai 55 anni,
  • Avere carcinoma mammario o ovarico,
  • Mancanza di gravidanza e parto,
  • Parto in tenera età,
  • Uso della contraccezione ormonale,
  • La presenza di malattie ginecologiche croniche: erosioni, polipi, leucoplachia, endometrite,
  • Sesso promiscuo.

Cosa fare?
  • Normalizza il peso corporeo,
  • Non correre il diabete,
  • Correggere la dieta aumentando la percentuale di frutta e verdura,
  • Conduci uno stile di vita sano ed esercizio fisico,
  • Avere almeno 2 bambini in tempo,
  • Dopo 30 anni, visita un ginecologo due volte all'anno,
  • Non iniziare malattie ginecologiche e assicurati di trattarle,
  • Ridurre l'influenza di fattori cancerogeni sul corpo.

Cancro al colon

Nei paesi sviluppati, questo tipo di neoplasia si distingue in termini di numero di decessi e nuovi casi. Vi sono esposti rappresentanti di entrambi i sessi di età pari o superiore a 50 anni. Molto spesso, una neoplasia maligna si forma da polipi benigni. La stragrande maggioranza dei pazienti consuma grandi quantità di carne rossa e grassi animali.

Tutti i casi di carcinoma del colon sono divisi in familiari e sporadici. I casi familiari rappresentano circa il 15% del totale. Molto spesso, il paziente porta a lungo il gene mutato senza conseguenze negative. Ma l'impatto dei fattori ambientali cancerogeni provoca lo sviluppo della malattia. I fattori ambientali possono anche causare la mutazione di geni sani, che si verifica nella maggior parte dei casi. Negli anni novanta del ventesimo secolo, furono scoperti geni la cui mutazione crea condizioni favorevoli per lo sviluppo del carcinoma del colon..

Altri fattori di rischio:

  • Età 40 e oltre,
  • Malattie oncologiche degli organi genitali (specialmente nelle donne),
  • Processo infiammatorio nella mucosa dell'intestino crasso,
  • I malati di cancro tra i parenti di sangue,
  • Una dieta ricca di carne e povera di fibre.

Cosa fare?
Tutti i metodi preventivi in ​​questo caso sono divisi in primari e secondari.
Primario: rilevazione e rimozione di fattori che provocano la malattia e controllo delle mutazioni genetiche. Questo gruppo di metodi non è efficace e, inoltre, è praticamente impossibile implementare i metodi elencati..
La prevenzione secondaria consiste nel rilevamento di polipi, che in futuro degenereranno in tumori e tumori cancerosi in una fase in cui possono ancora essere eliminati senza danni al corpo nel suo complesso. Pertanto, le persone con una storia familiare di carcinoma del colon sono altamente consigliate di sottoporsi a esami periodici e rimuovere i polipi..
Inoltre, un aumento delle fibre nella dieta, secondo alcuni rapporti, può anche ridurre la probabilità di malattia..

Cancro rettale

Solo negli Stati Uniti vengono rilevati ogni anno centocinquantamila casi di questa malattia. Colpisce principalmente le persone di età superiore ai 50 anni. Il principale fattore predisponente per lo sviluppo della malattia è la poliposi intestinale ereditaria, nonché la colite ulcerosa..
La sindrome da poliposi ereditaria aumenta la probabilità della malattia da tre a cinque volte e, se la malattia non viene curata, all'età di quarant'anni, quasi il cento per cento dei casi causa lo sviluppo del carcinoma. La maggior parte dei casi di carcinoma in pazienti di età inferiore ai 50 anni è associata a un fattore ereditario.

Altri fattori di rischio:

  • Dieta ricca di carne,
  • Età dai 60 anni,
  • Il fumo aumenta del 35% il rischio di malattia e morte,
  • Stile di vita sedentario,
  • Infezione da alcuni virus (HPV),
  • Abuso di alcool,
  • Lavorare nella produzione di amianto, nonché in impianti di lavorazione del legno,
  • Adenoma del colon,
  • Immunodeficienza,
  • Cancro al colon o genitale passato.

Cosa fare?
  • A scopo preventivo, assumere vitamina B6. Secondo alcuni rapporti, previene lo sviluppo del carcinoma intestinale.,
  • Conduci uno stile di vita sano ed esercizio fisico,
  • Cambia la dieta: introdurre più pesce, verdura e frutta, ridurre la percentuale di carne rossa e grasso, inoltre, la dieta dovrebbe garantire movimenti intestinali regolari,
  • Parte con cattive abitudini,
  • Secondo alcuni rapporti, l'assunzione di vitamine A, C, E e gruppo B lega agenti cancerogeni nell'intestino,
  • In presenza di polipi, emorroidi o ulcere rettali, visitare un proctologo una volta ogni 12 mesi.

Cancro alla prostata

Il carcinoma della ghiandola prostatica sostiene la maggior parte delle morti maschili di tutti i tumori. Gli scienziati stimano che uno su dieci uomini sani che vivono oggi soffriranno di cancro alla prostata e tre su questi dieci moriranno di carcinoma prostatico..

Le statistiche sul carcinoma prostatico sono praticamente le stesse delle statistiche su altri tipi di cancro. Il dieci percento dei casi è ereditario. Tra gli uomini sotto i 55 anni, la metà ha una forma ereditaria di carcinoma prostatico..

Qualche tempo fa, si riteneva che il carcinoma ereditario fosse più difficile da curare, ma recentemente scienziati israeliani hanno dimostrato che il "nepotismo" della malattia non peggiora la prognosi per i pazienti. Sono curati con lo stesso successo degli altri pazienti. La probabilità di sviluppare un carcinoma prostatico raddoppia in presenza di parenti di sangue affetti da questa malattia.

Fattori di rischio, in base al loro significato:

  • Cambiamenti legati all'età nel corpo,
  • Predisposizione ereditaria,
  • Squilibrio di nutrienti nella dieta (un'abbondanza di cibi grassi, fumo, latticini, carne, fritti e fast food),
  • Avvelenamento da cadmio cronico,
  • Stile di vita sedentario,
  • Secondo alcuni dati, la mancanza di vitamina D nella dieta può creare condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia.,
  • La presenza di infezioni urogenitali croniche.

Cosa fare?
  • Vivi una vita sana,
  • Correggere la dieta e abbandonare il più possibile i prodotti di cui sopra,
  • Fai educazione fisica,
  • Non cambiare spesso i partner sessuali,
  • Dopo 40 anni, visita un urologo una volta ogni 6 mesi,
  • Dopo aver consultato un medico, segui corsi di vitamina D..

Consigli dietetici per prevenire il carcinoma prostatico:
1. I grassi nella dieta non devono superare il 20% del valore nutrizionale.
2. Mangia cibi ricchi di vitamina E o prendili come integratore a 800 UI al giorno.
3. Mangia prodotti a base di soia o polvere di soia. Le sostanze presenti nella soia inibiscono la crescita di tumori maligni.
4. Mangia il selenio sotto forma di integratore alimentare o mangia cibi ricchi di selenio.
5. Ci sono pomodori trattati termicamente. Sono ricchi di licopene, una sostanza che aiuta a prevenire il cancro.

Cancro della pelle

Potrebbe esserci una predisposizione ereditaria al cancro della pelle. Alcuni scienziati australiani hanno recentemente condotto uno studio su larga scala con i gemelli, dimostrando che le persone con parenti di sangue con cancro della pelle hanno maggiori probabilità di ammalarsi rispetto alla media della popolazione..
Ricercatori americani della California sono andati oltre e hanno scoperto che le persone i cui parenti hanno una neoplasia maligna su un'area aperta del corpo sono a maggior rischio: mani, viso.
Si deve anche prestare attenzione se ci sono più casi di albinismo o xeroderma pigmentario nella famiglia.

Altri fattori di rischio:

  • Contatto frequente con arsenico, nicotina, idrocarburi policiclici aromatici (rilasciati durante l'incenerimento di vari rifiuti),
  • Infezione da HPV,
  • Abbondante irradiazione ultravioletta,
  • Ustioni termiche frequenti,
  • Trauma cutaneo negli stessi luoghi, compresi quelli associati alla presenza di malattie della pelle.

Cosa fare?
  • Proteggi la pelle dalle radiazioni ultraviolette,
  • Proteggi i tuoi occhi indossando occhiali da sole,
  • Tratta tutte le malattie croniche, comprese quelle dermatologiche,
  • Scegli con cura i cosmetici (tenendo conto della possibilità della presenza di sostanze tossiche in esso),
  • Se ci sono talpe e segni di nascita sul corpo, assicurati di consultare un medico al fine di identificare potenzialmente pericolosi e inclini a malignità.

Cancro alla laringe

Gli uomini hanno questa malattia nove volte più spesso delle donne. La maggior parte dei pazienti con questa diagnosi sono uomini di età compresa tra 40 e 70 anni. La laringe superiore è più spesso colpita. Nonostante il fatto che ci siano pochissime informazioni su una predisposizione ereditaria a questo tipo di malattia, i medici non ne escludono la possibilità.

Fattori di rischio:

  • Fumo a lungo termine. Gli uomini che fumano la pipa sono particolarmente sensibili a questo tipo di cancro. Ciò è dovuto al fatto che il tabacco leggero entra nelle sigarette, emette fumo, penetra nei bronchioli più distanti e piccoli, quindi il carcinoma polmonare può molto probabilmente svilupparsi dalle sigarette. Ma il tabacco da pipa non ha una tale capacità penetrante e la maggior parte del catrame si deposita in bocca e in gola.,
  • Abuso di alcool,
  • Predisposizione ereditaria,
  • Virus del papilloma umano,
  • La presenza di leucoplachia, pachidermia, cisti dei ventricoli laringei, nonché focolai cronici di infiammazione,
  • Mancanza di vitamine e sostanze minerali nella dieta,
  • Reflusso esofageo,
  • Inalazione frequente di polvere di metallo, polvere radioattiva, reagenti chimici,
  • Negroidism,
  • Una storia di tumore maligno.

Cancro al fegato

I rappresentanti del sesso più forte sono più inclini a questa malattia. C'è una donna per ogni quattro uomini colpiti. Inoltre, il tumore maligno primario del fegato non supera l'uno percento di tutti i casi. Nella maggior parte dei casi, si tratta di metastasi da altri organi o degenerazione di un organo sullo sfondo della cirrosi (nel 90% dei casi).
Una predisposizione ereditaria a questa malattia è fuori dubbio. È noto che una serie di malattie ereditarie, ad esempio l'emocromatosi, sono una buona base per la trasformazione maligna del fegato. Pertanto, in presenza di emocromatosi familiare, è necessario esaminare tutti i neonati per la presenza di questa malattia..

Altri fattori di rischio:

  • Malattie parassitarie (opistorchiasi, amebiasi e altri),
  • Infezioni virali, in particolare l'epatite B,
  • Cirrosi alcolica,
  • Esposizione alle tossine secrete dai funghi aspergillus (aflatossine),
  • Esposizione all'arsenico.

Cosa fare?
  • Vaccinati contro l'epatite B,
  • Periodicamente deworm,
  • Non bere alcolici,
  • Ridurre il contatto con veleni chimici,
  • Tratta le malattie ereditarie che contribuiscono allo sviluppo del carcinoma epatico. Ad esempio, con l'emocromatosi, si raccomanda di ridurre il contenuto di ferro nella dieta e, secondo le istruzioni del medico, di fare salassi.

Cancro al sangue

L'emoblastosi si trova più spesso nei bambini dai tre ai quattro anni e negli anziani. L'emoblastosi è acuta e cronica e le forme croniche spesso si sviluppano proprio in connessione con una predisposizione genetica. Aumenta la probabilità di sviluppare la malattia da tre a quattro volte..

Fattori che provocano l'emocrastosi:

  • Predisposizione genetica,
  • Influenza di virus sulle cellule del sangue,
  • Esposizione alle radiazioni,
  • Esposizione a sostanze chimiche cancerogene (ecologia avversa),
  • Immunodeficienza,
  • Fatica.

Oggi, ci sono esami del sangue con cui il medico determina se una malattia del sangue ereditaria o parenti non devono preoccuparsi.

Non ci sono metodi specifici per la prevenzione della leucemia. Tuttavia, le persone che hanno parenti di sangue affetti da questa malattia dovrebbero essere periodicamente esaminate da un ematologo e conoscere i segni di questa malattia al fine di rilevarla in tempo. Con un inizio tempestivo del trattamento, la sua prognosi non è male. La leucemia è ben trattata nei bambini.

La consultazione con un ematologo può essere necessaria se i seguenti sintomi compaiono sul viso:

  • Sbiancamento della pelle,
  • Debolezza, letargia e calo della capacità lavorativa,
  • Perdita di peso,
  • Indifferenza verso il cibo,
  • Gengive sanguinanti, soggette a lividi.

Carcinoma esofageo

Di tutte le malattie, il cancro colpisce più spesso l'esofago. Su centomila abitanti, ne soffrono in media 8 persone. Inoltre, i rappresentanti del sesso più forte sono più sensibili alla malattia. Sono 2-3 volte più probabilità di ammalarsi. Il pericolo della malattia sta nel fatto che nelle prime fasi delle metastasi tumorali. Ma i sintomi della malattia sono assenti fino a quando il tumore non inizia a bloccare metà o due terzi del diametro interno dell'esofago e interferire con la deglutizione del cibo.
Ecco perché le persone con casi familiari di carcinoma esofageo dovrebbero essere testate in tempo. Ciò ti consentirà di rilevare la malattia nelle prime fasi e di fermarla in tempo.

Fattori di rischio:

  • Età da 50 anni,
  • Eredità,
  • Aderenza a cibi troppo caldi, freddi, speziati, in salamoia e resistenti,
  • Abuso di alcool,
  • Fumare e masticare tabacco,
  • Processi cronici: ulcere peptiche, ustioni, cardiospasmo, esofagite da reflusso, diverticolosi.

Altre malattie ereditarie, ad esempio il cheratoderma, possono anche portare allo sviluppo della malattia. Con questa malattia, la divisione delle cellule dell'epitelio squamoso, che copre l'esofago dall'interno, viene interrotta e vengono create condizioni favorevoli per la malignità dei tessuti. La cheratoderma aumenta la probabilità di una neoplasia maligna dell'esofago di dieci volte.

Cosa fare?

  • Smettere di fumare,
  • Rinuncia all'alcol,
  • Ridurre la percentuale di cibo che danneggia la mucosa esofagea,
  • Aumenta la percentuale di frutta e verdura fresca nella dieta,
  • In presenza di condizioni precancerose, registrarsi con un medico e sottoporsi a esami e trattamenti in modo tempestivo.

Profilassi a base di erbe

1. Equiseto di campo 15 gr., Nodino 8 gr., Ortica 10 gr., Erba di San Giovanni 6 gr. Mescola tutto bene e prepara un cucchiaino di erbe con 150 ml di acqua bollente. Tenere premuto per 10 minuti, passare attraverso un setaccio. Preparare le materie prime usate con 300 ml di acqua bollente e tenere a fuoco per 10 minuti, quindi filtrare e miscelare con la prima infusione. Bere 150 ml tre volte al giorno prima dei pasti per 3 settimane.
2. Tritare finemente le foglie fresche di geranio rosso, versare 12 cucchiai di materie prime con 150 ml di acqua bollente, tenere per 10 minuti. Mangia un po 'al giorno.
3. Prendi la stessa quantità di vischio, camomilla, celidonia e catharanthus rosa, mescola. 1 cucchiaio. l. versare materie prime con un bicchiere di acqua bollente. Lascialo fermentare, bevi un quarto di bicchiere 60 minuti prima dei pasti. Questa raccolta dovrebbe essere alternata a quanto segue: calendula, achillea, radice di Maria, dente di leone e radice di bergenia, fiori di fireweed. Cucina allo stesso modo di quello precedente. Bere: primo mattino, secondo pomeriggio e così alternato.
4. Mescola la stessa quantità di fiori di grano saraceno, cetriolo, agarico, polmone e yarut. Preparare 2 cucchiai della raccolta con 300 ml di acqua bollente, mettere a fuoco fino all'ebollizione, tenere per 10 minuti a fuoco basso. Lasciare riposare per 2 ore e passare attraverso un setaccio. Consumare un giorno, diviso in tre o quattro porzioni uguali. Mangia prima dei pasti.
5. Tritare finemente la stessa quantità di bacche di rosa selvatica, mela selvatica e pera, sambuco, crespino, biancospino, ventosa a foglie strette. Fai un decotto come indicato al n. 4.
6. Mescolare 2 parti di polvere di radice di cicoria e una parte di gravilata di bacche di citronella urbane e cinesi. Cucinare e usare la ricetta n. 4.
7. Tritare finemente una parte di radice di bardana, ortica, erba di grano, polmone e semi di piantaggine di grandi dimensioni, due parti di olivello spinoso. Fai e accetta come nel n. 4.
8. Tè Ivan 10 gr. preparare 200 ml di acqua bollente, tenere a fuoco basso per un quarto d'ora e lasciare per un'altra ora. Filtra e bevi un cucchiaio tre volte al giorno. Può essere preparato al posto del tè.
9,20 gr. stringa secca versare 200 ml di acqua a temperatura ambiente, scaldare a ebollizione, lasciare fermentare per 60 minuti. Consuma 1 cucchiaio. l. tre volte al giorno.
10,1 cucchiaino origano secco versare 200 ml di acqua bollente, tenere premuto per venti minuti, scolare. Consuma 100 ml tre volte - quattro volte al giorno venti minuti prima di un pasto. Vietato durante la gravidanza.
11. Tintura alcolica di calendula, 15-20 gocce tre volte al giorno da bere, diluita con un po 'd'acqua. Puoi fare un'infusione acquosa: 10 gr. di materie prime secche, preparare 100 ml di acqua bollente, conservare in un thermos per 2 ore. Prendi un cucchiaio due o tre volte al giorno.
12. 1 cucchiaio. erbe e fiori di madre e matrigna preparano 200 ml di acqua bollente, trattengono per mezz'ora. Consuma 1 cucchiaio. quattro o cinque volte al giorno. Mangia mezzo bicchiere due volte - quattro volte al giorno.
13. Versare la vodka nei gusci dei pinoli in modo che siano coperti, tappare e conservare nell'armadio per 10 giorni. Bevi 1 cucchiaino tre volte al giorno.
14. Prendi in parti uguali: foglia di betulla, vischio, timo, lettera, tanaceto, cocklebur, radice di liquirizia, foglia di fragola, camomilla, tartaro, rosa canina, chokeberry, celidonia, mora, iperico, origano, foglia di ribes, menta, melissa, avena, lino, knotweed, sambuco, ortica, equiseto, Rhodiola rosea, baccelli di fagioli, aralia, salep, cinquefoil, radice di maral, citronella e kirkazon. Macina tutto e mescola bene. 2 cucchiai raccolta, preparare 400 ml di acqua bollente, tenere a fuoco basso fino a ebollizione e altri 3 minuti. Lasciare agire per 60 minuti, passare attraverso un setaccio e bere 100 ml quattro volte al giorno a stomaco vuoto.

Cibo

Carota
Il beta-carotene nella sua composizione previene il cancro della laringe, dei polmoni, dell'intestino, del seno e della prostata. Inoltre, le carote contengono falcarinolo, un pesticida naturale che inibisce lo sviluppo di tumori maligni. È utile sia intero che sotto forma di succhi. Per la prevenzione, è sufficiente una carota di medie dimensioni al giorno..

Mele
È assolutamente noto che mangiare mele ogni giorno riduce la probabilità di sviluppare il cancro all'intestino. Le mele contengono antociani. La quantità di antocianina corrispondente al suo contenuto in tre frutti è sufficiente per ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno del 38%. Inoltre, le mele sono ricche di vitamina C, un potente antiossidante..

Mirtillo
Queste bacche contengono un forte pterostilbene antiossidante, che previene i tumori intestinali maligni. La presenza di questa sostanza nella dieta riduce la probabilità di sviluppare la malattia del 58%. Una manciata di mirtilli al giorno è sufficiente..

Cipolla
Le cipolle sono ricche di bioflavonoidi, sostanze che sopprimono i radicali liberi. Più "arrabbiata" è la cipolla, più efficace è il suo utilizzo..

Avocado
È un deposito di antiossidanti che impediscono ai radicali liberi di distruggere le cellule. Inoltre, l'avocado contiene beta-carotene e potassio..

Cavolo
Questo ortaggio previene lo sviluppo del cancro al colon e al seno. Contiene la sostanza acido folico, che ha un effetto benefico sullo stato delle cellule intestinali. E per prevenire il cancro al seno, dovresti mangiare diversi tipi di cavolo che contengono diversi tipi di antiossidanti. La combinazione di questi antiossidanti è chiamata 13C dagli esperti. La combinazione è così efficace che viene utilizzata non solo per la profilassi, ma anche per il trattamento di malattie oncologiche in combinazione con la chemioterapia. Naturalmente, per il trattamento è necessaria una dose di antiossidanti presenti in alcuni cavoli. Tuttavia, come misura preventiva, sarà utile anche un piatto di insalata al giorno..

broccoli
Contiene molti glucosinolati, sostanze che fino a poco tempo fa erano considerate tossine. I nutrizionisti affermano oggi che queste sostanze sopprimono le cellule tumorali e migliorano il sistema immunitario contro gli agenti patogeni..
Secondo scienziati americani e francesi, tre o quattro porzioni di broccoli alla settimana saranno sufficienti per la prevenzione. Il modo più sano per cucinare i broccoli è cuocerli a vapore. Al momento dell'acquisto, è meglio prestare attenzione alle teste più morbide. Il contenuto dei componenti attivi in ​​essi contenuti è più elevato.

Crescione
Questa insalata ha un alto livello di beta-carotene e luteina, sostanze che prevengono attivamente la malignità cellulare. Semplicemente un prodotto indispensabile per i fumatori. Abbastanza 90 grammi di crescione al giorno.

Peperoncino
La capsaicina, inclusa in essa, previene le cellule maligne e distrugge i mitocondri delle cellule maligne già esistenti. Ma in grandi quantità può provocare esso stesso tumori maligni dell'esofago e dell'intestino.

Pomodori
I pomodori contengono licopene, uno dei più potenti antiossidanti, che riduce la probabilità di sviluppare tumori polmonari, vescicali, mammari, intestinali e prostatici legando i radicali liberi. I pomodori hanno un alto livello di acido ascorbico. La combinazione di broccoli e pomodori è molto efficace per la prevenzione e il trattamento del cancro. La dose più efficace di licopene è di soli 22 milligrammi o 2 cucchiaini di concentrato di pomodoro al giorno. Effetto più forte del licopene trattato termicamente.

aglio
Sopprime l'attività degli agenti cancerogeni e impedisce la loro penetrazione nelle cellule del corpo. Anche con un tumore esistente, ne inibisce lo sviluppo. L'aglio è utile sia come additivo alimentare che sotto forma di infusi alcolici.

Tè verde
Previene lo sviluppo del cancro dell'esofago, della pelle, dell'intestino, del pancreas, dello stomaco, della vescica, del seno e della prostata. Il tè verde contiene polifenoli, che sono potenti antiossidanti. Secondo alcuni rapporti, i polifenoli compromettono l'afflusso di sangue alle cellule alterate. Inoltre, il tè verde inibisce la sintesi di un tipo speciale di proteina richiesta dalle cellule tumorali. Per la prevenzione, dovresti consumare almeno 5 tazze di tè al giorno..

Rosmarino
Utile per la prevenzione del cancro al seno. Il rosmarino è molto efficace come condimento fresco per piatti, insalate.

Alga marina
Include vitamina B12, beta-carotene, clorofilla, acidi grassi che prevengono il cancro al seno.

Curcuma
Non influenza direttamente le cellule maligne, ma i meccanismi che portano al loro aspetto. In particolare, inibisce la produzione di enzimi coinvolti nell'infiammazione intestinale.

farmaci

I medici sconsigliano i farmaci auto-prescriventi per la prevenzione del cancro. Ma alcuni farmaci hanno effettivamente la capacità di sopprimere lo sviluppo delle cellule tumorali come effetto collaterale..

1. Aspirina Secondo quanto riferito, riduce la probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni, al seno, allo stomaco, all'intestino.
2. Ibuprofene, sulindac, piroxicam. Riduce la probabilità di sviluppare il cancro al colon.
3. I preparati di calcio (gluconato di calcio, glicerofosfato di calcio, carbonato di calcio, lattato di calcio, cloruro di calcio) impediscono l'aumento della crescita delle cellule della mucosa intestinale, quindi prevengono i polipi e le neoplasie maligne.
4. Proscar (finasteride) - usato per trattare l'adenoma e il cancro alla prostata, può essere usato come profilassi.
5. Statine: farmaci che riducono la quantità di colesterolo nel sangue. Secondo scienziati americani, le donne in postmenopausa riducono la probabilità di sviluppare un carcinoma mammario se assunte abbastanza a lungo (più di 5 anni).
6. Vitamine C, E, A, D, B6, B3.

Poiché tutti i suddetti farmaci (tranne le vitamine) hanno effetti collaterali, non dovresti prenderli senza consultare il medico..

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto di contenuto.