L'ascite è un frequente visitatore di cancro addominale

L'ascite (nelle persone comuni "idropisia") è un abbondante accumulo di liquido nella cavità addominale, a causa del quale la parete addominale si allunga e l'addome aumenta di 2-3 volte. Non sempre a causa dell'oncologia. Con il cancro di un organo nella cavità addominale, questa complicazione può verificarsi.

Oncologia

Secondo le statistiche, appare solo nel 10% dei casi di oncologia degli organi addominali. Appare più spesso quando:

  1. Cancro del colon e del retto.
  2. Carcinoma pancreatico.
  3. Neoplasia ovarica Si verifica abbastanza spesso nel 50% dei casi.
  4. Tumore al seno.
  5. Tumore maligno nel fegato.
  6. Neoplasia nello stomaco.

Una grande quantità di liquido inizia a premere su ciascun organo, il diaframma si sposta. Colpisce le funzioni di tutti gli organi schiacciandoli. Diventa più difficile respirare, il cuore riceve un carico enorme e la pressione sanguigna aumenta. Se non elimini lo sviluppo della patologia, puoi anche morire da esso..

Prevenzione

Al fine di prevenire l'accumulo di trasudato nell'addome, è necessario occuparsi della prevenzione delle malattie che lo provocano: cirrosi, oncologia ovarica, malattie del tratto gastrointestinale.

Il trattamento tempestivo delle patologie cardiovascolari riduce il rischio di malattia. Per il normale metabolismo sono necessari organi di secrezione sani: fegato, pancreas, milza. I reni sono responsabili della rimozione delle tossine dal corpo..

Le misure preventive includono:

  • diagnostica regolare delle radiazioni (fluorografia);
  • esami da un ginecologo;
  • esame clinico;
  • esami preventivi;
  • aderenza a uno stile di vita sano;
  • nutrizione appropriata.

Le ragioni

Il liquido stesso è necessario in modo che gli organi non entrino in contatto diretto tra loro e che le pieghe intestinali si muovano liberamente e non si sfilacciano. Un corpo sano contiene sempre la giusta quantità di essudato, che viene secreto e assorbito secondo necessità.

Il cancro provoca una serie di complicazioni a seguito delle quali sono compromesse le funzioni di barriera, secrezione e riassorbimento del rivestimento addominale. Di conseguenza, a seconda della violazione del liquido stesso, diventa molto o semplicemente non viene eliminato.

Quando il peritoneo - il foglio viscerale e parietale addominale viene danneggiato dalle cellule tumorali, il sistema linfatico cessa di svolgere la sua funzione e c'è troppo fluido. Se il tumore cresce o metastatizza nella cavità addominale, si sviluppa la carcinomatosi addominale: questa è una complicazione molto spiacevole.

Che cosa sta succedendo

  1. L'organo interessato è troppo vicino al peritoneo.
  2. Con metastasi nel sistema linfatico e circolatorio, che prima o poi porteranno alla cavità addominale.
  3. Dopo la rimozione del tumore, il resto delle cellule tumorali può entrare in questa localizzazione.
  4. Quando il tumore cresce nel peritoneo stesso.

Esiste un altro tipo di ascite, quando il cancro colpisce il fegato, il suo sistema venoso viene compresso e blocca il deflusso nell'intestino. Allo stesso tempo, la complicazione stessa si sviluppa rapidamente e lo stomaco cresce..

Raccomandazioni e prognosi preventive

Con tali complicanze delle neoplasie maligne, le persone non vivono a lungo se vengono rilevate in ritardo e non trattate. Se la diagnosi viene fatta in tempo e viene prescritto il regime terapeutico corretto, la prognosi migliora. Al fine di prevenire la neoplasia maligna e le sue complicanze, il paziente deve essere informato di una dieta corretta, di un'attività fisica moderata e del rifiuto di cattive abitudini. È necessario escludere dalla dieta tutti gli alimenti contenenti componenti sintetici. Questi includono coloranti, stabilizzanti e conservanti. Qualsiasi stress psicologico dovrebbe anche essere ridotto al minimo..

Sintomi

Per le persone con una pancia enorme, è molto più difficile vedere la complicazione, poiché sono abituati a questo onere. L'ascite stessa si sviluppa a lungo da diverse settimane, fino a 2-3 mesi. Più tardi compaiono altri segni:

  1. L'ascite nel cancro allo stomaco ha nausea e vomito persistenti.
  2. Sensazione di pancia piena, sembra che stia per scoppiare.
  3. La pelle inizia a rassodarsi e il paziente la sente.
  4. Eruttazione maleodorante, forte bruciore di stomaco.
  5. Dolore addominale persistente.
  6. L'ascite nel carcinoma epatico è caratterizzata da pelle itterica e sclera degli occhi, nonché da un aumento dell'organo interessato.
  7. È diventato più difficile respirare, la frequenza cardiaca è aumentata e la pressione sanguigna è aumentata.
  8. L'ombelico sporge, sebbene ciò non sia mai accaduto prima.
  9. I vasi sanguigni sono visibili sull'addome allungato.
  10. È diventato più difficile chinarsi, è quasi impossibile respirare quando si allacciano le scarpe.
  11. L'ascite nel carcinoma del pancreas ha una pronunciata sensazione di formicolio.

NOTA! Il più grande problema in oncologia dell'ascite addominale è che i sintomi del focus primario della formazione del tumore interrompono i segni dell'ascite, motivo per cui viene già diagnosticato un grande accumulo.

L'ascite più pericolosa è una complicazione del carcinoma ovarico, poiché la mortalità si verifica nel 55% dei casi. Quando c'è molto liquido, raggiunge il tumore e ne aumenta le dimensioni. Per questo motivo, la neoplasia può esplodere in qualsiasi momento e il paziente morirà. Sintomi

  1. Gonfiore dei genitali.
  2. L'accumulo di liquido nell'addome provoca gonfiore.
  3. Gonfiore degli arti inferiori.
  4. Grave dolore addominale simile all'appendicite.

fasi

L'ascite, indipendentemente da quale sia la causa del suo verificarsi, è divisa in tre fasi:

  1. Transient. Un grado lieve, che si manifesta con lieve gonfiore. Il volume dell'essudato non è superiore a 400 ml.
  2. Moderare. La quantità di liquido aumenta, ma non più di 5 litri. Si nota la comparsa di segni della malattia. La mancanza di terapia porta allo sviluppo di complicanze. Il trattamento viene effettuato con diuretici.
  3. Teso. Il volume di essudato raggiunge i 20 litri. L'ascite resistente (stabile) è stabilita. La terapia non viene eseguita con i farmaci, poiché non sono efficaci. Viene stabilita una condizione grave, c'è una violazione del lavoro del cuore, dell'apparato respiratorio.

Sono usati per fare una diagnosi più accurata e nei pazienti con diagnosi di cancro.

complicazioni

  1. Sindrome epatorenale: un malfunzionamento dei reni, solitamente dovuto a un tumore al fegato.
  2. Peritonite batterica che peggiora l'intossicazione generale del corpo e l'infiammazione da cancro.
  3. A causa della pressione del fluido, il retto cade all'indietro o in avanti.
  4. La pressione è anche sui polmoni, rendendo più difficile la respirazione.
  5. Ernia ombelicale.
  6. Idrotorace: un accumulo di liquido nei polmoni.
  7. Ostruzione del canale intestinale, a causa della quale le feci ristagnano e le tossine vengono assorbite e aumenta l'intossicazione.

NOTA! L'ascite è una complicanza pericolosa che può portare alla morte del paziente..

Perché si verifica la patologia?

Ragioni per l'accumulo di liquidi:

  • oncologia (formazione maligna);
  • cirrosi epatica (si verifica nel 75% delle persone);
  • insufficienza cardiaca;
  • varie malattie renali;
  • tubercolosi;
  • aumento della pressione nel fegato;
  • malattie ginecologiche (nelle donne);
  • pancreatite.

Uno dei casi più difficili è la presenza di oncologia. A un paziente con prognosi deludente e sintomi esacerbati può essere prescritta un'operazione.

I neonati possono anche avere ascite. Di solito è causato da disturbi dello sviluppo del tratto gastrointestinale in un bambino, vari edemi congeniti.

Naturalmente, in questo caso, le principali cause della patologia sono varie malattie o cattive abitudini della madre che ha portato il bambino..

L'eccesso di liquidi può causare una mancanza di proteine ​​nel cibo del tuo bambino. A volte la prognosi dell'ascite nei neonati è deludente

Per capire esattamente perché il liquido in eccesso ha iniziato ad accumularsi nel corpo, è necessario visitare uno specialista e sottoporsi a diagnostica hardware.

Trattamento

Quando si diagnostica questa complicazione, è necessario iniziare immediatamente a pompare il liquido usando laparocentesi. Inoltre, il paziente segue immediatamente una certa dieta e riceve i diuretici..

NOTA! A volte la chemioterapia è efficace se le metastasi si trovano nella cavità addominale. Con l'aiuto dei reagenti, puoi provare a distruggere piccoli fuochi. Con il cancro delle ovaie, dello stomaco e della cervice, questo metodo è inutile.

Laparocentesis

Il trattamento dell'ascite negli ultimi stadi si verifica solo con questo metodo. Viene praticata una piccola puntura nell'addome inferiore e l'acqua viene pompata. Quando si esegue la laparocentesi, parte dell'essudato viene presa come analisi per lo studio di cellule atipiche, microflora, ecc..

  1. Per rimuovere l'ascite, la procedura si svolge in posizione seduta.
  2. Il medico tratta il sito di puntura con alcool.
  3. Viene somministrata l'anestesia locale.
  4. Viene praticata un'incisione a una distanza di 2-3 cm dall'ombelico..
  5. Il trocar perfora le pareti della cavità addominale.
  6. Il fluido si scaricherà lentamente in modo che la pressione non scenda bruscamente, poiché ciò può influire notevolmente sugli organi interni del paziente.
  7. Spremere periodicamente l'addome con un asciugamano o un lenzuolo in modo che il tasso di riduzione della pressione sia ancora più basso.
  8. Albumina o altri farmaci vengono somministrati al paziente per ridurre il rischio di insufficienza renale. Diuretici sono anche prescritti.

Fino a 10 litri possono essere pompati immediatamente. Per migliorare il benessere del paziente, un catetere viene posizionato nell'addome in modo che il liquido si scarichi ancora più lentamente. È vero, in questo caso, la pressione sanguigna può scendere drasticamente. Se il paziente si sente normale dopo la procedura, viene mandato a casa.

Controindicazioni

La laparocentesi non viene eseguita quando:

  1. Dopo un intervento chirurgico all'ernia ventrale.
  2. Quando si forma un'adesione tra gli organi della cavità addominale sotto forma di tessuto connettivo.
  3. Grave flatulenza.

Farmaci diuretici

  1. furosemide
  2. Veroshpiron
  3. Diakarb

Insieme ai farmaci, il paziente beve potassio per non disturbare il metabolismo elettrolita dell'acqua nel corpo. L'effetto stesso non sarà immediato, quindi dovrai aspettare.

NOTA! Le medicine stesse possono essere utilizzate solo con il permesso di un medico..

Diagnostica


Per stabilire la presenza di ascite e prescrivere un trattamento, un medico che è impegnato nel trattamento della malattia oncologica sottostante può. Esamina costantemente il paziente, lo pesa per identificare tempestivamente i salti acuti in massa. Lo studio viene eseguito dopo la chemioterapia, prima di ogni fase del trattamento. Per effettuare una diagnosi accurata, vengono utilizzate tecniche strumentali speciali:

  • Ultrasuoni. Consente di rilevare l'accumulo di liquido in un volume di 200 ml. Parallelamente, è possibile controllare l'efficacia del trattamento eseguito.
  • Radiografia normale, tomografia. Un metodo diagnostico informativo che richiede una preparazione speciale per la procedura.
  • Laparocentesis. Viene eseguita una puntura della parete addominale, seguita dal pompaggio dell'acqua accumulata per eseguire il suo studio. La procedura consente di rimuovere il liquido e determinarne la composizione, la quantità.

La diagnosi di ascite può essere effettuata senza l'uso di attrezzature speciali e procedure complesse. Un medico esperto è in grado di determinare l'accumulo di liquido nell'addome usando percussioni e palpazione. Questo metodo può rilevare l'ascite se la quantità di acqua supera 1,5-2 litri..

Nutrizione

La nutrizione e una dieta adeguata aiuteranno a ridurre il liquido accumulato nelle ascite. Diamo un'occhiata ad alcune regole:

  1. Bevi meno liquidi.
  2. Rinunciare completamente al sale.
  3. Semola.
  4. Spinaci.
  5. Asparago.
  6. Carota.
  7. Pompelmo.
  8. prugne.
  9. Patata.
  10. uva passa.
  11. Piselli freschi.
  12. Albicocche secche.

Cerca anche di attenersi alla dieta della malattia di base. Mangia cibi vegetali ricchi di vitamine, minerali e oligoelementi.

previsione

L'ascite in oncologia compromette notevolmente il corso del trattamento e la prognosi per la sopravvivenza. Il fatto è che le metastasi non vanno da nessuna parte e i metodi di trattamento dell'ascite non sono efficaci nelle malattie maligne. Oltre alle complicazioni, vengono aggiunti insufficienza renale, idrotorace e intossicazione del processo oncologico.

Se il paziente è anziano e ha malattie concomitanti associate al cuore e al sistema sanguigno, la prognosi non è incoraggiante. Secondo le statistiche, con complicanze dell'ascite, fino al 50% dei pazienti vive entro 2 anni successivi. Con un'operazione favorevole per rimuovere le metastasi, il paziente vive molto più a lungo.

Sopravvivenza per cancro con ascite

L'ascite con una malattia oncologica a volte peggiora il benessere generale del paziente. Di norma, una tale complicazione si verifica nelle ultime fasi dell'oncologia, in cui la prognosi della sopravvivenza dipende dalla natura del tumore stesso e dalla sua diffusione in tutto il corpo..

Lo sviluppo dell'ascite può essere prevenuto da un medico esperto che osserva il paziente. I medici dell'ospedale Yusupov hanno una vasta esperienza nella lotta contro vari tipi di cancro. La qualifica del personale medico e le attrezzature più moderne consentono una diagnosi accurata e un trattamento efficace e di alta qualità in conformità con gli standard europei.

Puoi fissare un appuntamento chiamando.

Sii attento alla tua salute e, in caso di sospetto di ascite, chiedi consiglio all'ospedale Yusupov.

Natalia Aleksandrovna Vyaznikova

Medicina tradizionale

NOTA! Tutti i fondi devono essere utilizzati solo con il permesso di un oncologo.

Foglie di betulla

  1. Prepara un bagno con acqua leggermente calda.
  2. Versare 50 g di foglie secche con acqua bollente e lasciare per 15 minuti.
  3. Non appena il brodo viene infuso, versalo in un bagno caldo e sdraiati per 30 minuti.

Lo sviluppo del cancro addominale e i suoi sintomi

Il cancro dello spazio addominale e retroperitoneale è una malattia non comune della membrana addominale. Copre e protegge tutti gli organi interni. La membrana emette una composizione speciale che consente agli organi interni di toccarsi indolore quando una persona si muove. Il cancro della cavità addominale colpisce il foglio del peritoneo in qualsiasi parte di esso, i sintomi sono generali e specifici per il cancro.

Varietà e caratteristiche

Gli specialisti distinguono tra due tipi di cancro:

  1. Primario. Un raro tipo di tumore, sia maligno che benigno. Inizia in qualsiasi parte della membrana addominale e nello spazio retroperitoneale. Si diffonde sullo strato superiore del foglio peritoneale e non penetra negli organi. I sarcomi (endotelioma, mesotelioma) vengono diagnosticati mediante biopsia.
  2. Metastatico (secondario). Il tipo più comune di tumore maligno. Si verifica a seguito di metastasi da organi interni (ovaie, stomaco). Il cancro si presenta sotto forma di noduli (carcinomatosi) sparsi sulla superficie. Con il cancro secondario, c'è un aumento del volume dell'addome dovuto all'accumulo di liquido sanguinante, dolore. La diagnosi viene fatta solo con laparotomia.

Due metodi per eseguire un'incisione in laparoscopia

Il tumore primario, quando la malattia viene trascurata, può andare in uno secondario e penetrare negli organi interni.

Il tumore dello spazio retroperitoneale è spesso grande e fa pressione sugli organi adiacenti. Volumi significativi di sarcoma possono avere un effetto distruttivo sulla colonna vertebrale. Questa influenza può causare forte dolore e persino paralisi..

Cause e fattori di rischio

Molto spesso, il cancro si verifica nelle donne. Il motivo sta ignorando il primo dolore nell'addome inferiore. Questi dolori sono attribuiti all'origine ginecologica. Un altro fattore di rischio per le donne è il carcinoma ovarico epiteliale, un esordio comune dell'oncologia addominale. Poiché questo organo contiene cellule simili alle cellule del peritoneo.
Lo sviluppo di neoplasie è facilitato da fattori come:

  • disturbi metabolici (diabete, obesità);
  • dieta squilibrata;
  • violazione dei livelli ormonali;
  • malattie trascurate, ecc..

Il cancro della cavità addominale e dello spazio retroperitoneale si verifica negli uomini in casi eccezionali. L'eredità diventa la sua causa. A volte può comparire un tumore se è stato osservato un tumore al seno in famiglia. Separatamente, si nota un tipo estremamente raro di cancro: il mesotelioma peritoneale. Le persone che lavorano con l'amianto sono più suscettibili ad esso.

Sintomi della malattia

I sintomi dipendono dal sito del tumore. Quindi, il cancro peritoneale ha i seguenti sintomi:

  • mancanza di appetito e nausea;
  • un aumento del volume dell'addome;
  • aumento di peso veloce;
  • dolore costante nell'addome inferiore;
  • problemi intestinali: diarrea o costipazione.

Il sarcoma (tumore maligno) dello spazio retroperitoneale si distingue per altri sintomi:

  • sentirsi pieno anche con una piccola quantità di cibo;
  • gonfiore delle gambe;
  • nausea e vomito che non portano sollievo;
  • dimagrante.

Sia le donne che gli uomini sono inclini alla comparsa di questo tipo di tumore, più spesso all'età di 50 anni.

Metodi diagnostici

Se i sintomi manifestati hanno indotto il medico a sospettare il cancro dello spazio addominale o retroperitoneale, quindi prima di tutto prescrive un esame del sangue e un esame ecografico. Quindi il paziente viene sottoposto a una serie di studi..

  • Ultrasuoni. Ti permette di ottenere un'immagine della cavità addominale e di alcuni organi, con il riempimento obbligatorio della vescica. Sulla base dello studio, viene stabilita la diagnosi primaria.
  • Ultrasuoni vaginali Le prestazioni sono simili al normale, tranne per il fatto che la vescica non si riempie di acqua.
  • TAC. Permette di vedere la cavità interna in un'immagine volumetrica e stabilire la dimensione del tumore, il grado della sua diffusione.
  • Aspirazione. Il fluido accumulato nella cavità addominale viene prelevato per un campione da analizzare per la presenza di cellule tumorali. L'assunzione di liquido viene eseguita con una siringa in anestesia locale.
  • Risonanza magnetica. Il risultato dell'esame è simile al risultato su una tomografia computerizzata, ma l'immagine è ottenuta usando onde magnetiche.
  • Laparoscopia. Esame operativo delle ovaie e dei tessuti adiacenti a noi. Viene eseguito durante l'operazione utilizzando un dispositivo speciale. Un campione di tessuto biologico viene prelevato per un ulteriore esame per la presenza di cellule tumorali.

Trattamento

Se il risultato del test è positivo, viene prescritto un ciclo di trattamento. La tecnica si basa sull'intervento chirurgico, che integra altri tipi di trattamento..

  • Chirurgia addominale Questo è il trattamento principale. Durante questo, le cellule tumorali vengono rimosse. La membrana addominale viene lavata con soluzioni chimiche, il fluido viene ripristinato.
  • Radioterapia. La radiazione è combinata con l'operazione. Il corso è prescritto prima, durante e dopo l'intervento chirurgico..
  • Chemioterapia. È incluso nel complesso del trattamento con altri tipi di terapia. In rari casi, quando la chirurgia è controindicata (sarcoma ripetuto), viene eseguita la chemioterapia palliativa.
  • Lavaggio addominale Il lavaggio viene effettuato con una soluzione chimica, la cui temperatura è di 40 ° C.
  • Radiochirurgia. Viene utilizzato se la posizione delle metastasi non è disponibile per il chirurgo. Il tumore viene irradiato da diversi lati e i tessuti sani non vengono danneggiati durante il trattamento. Le cellule tumorali vengono distrutte irrevocabilmente dopo l'intervento chirurgico.

È inaccettabile basare il trattamento del cancro sui rimedi popolari. La medicina di erbe può solo aumentare l'effetto terapeutico, alleviare le condizioni del paziente, ma non curare il cancro. I preparati a base di erbe possono aiutare il trattamento ospedaliero per arrestare la crescita tumorale, ridurre il dolore e migliorare il benessere generale del paziente..

Prevenzione

“Il modo più sicuro per la diagnosi precoce del cancro sono gli esami preventivi e il trattamento delle malattie concomitanti esistenti. Durante una malattia che non è stata curata, può in seguito diventare la causa della patologia oncologica sviluppata ", afferma Maria Pirogova, oncologa, chemioterapista, capo del dipartimento ospedaliero del Centro scientifico e pratico di chirurgia moderna e oncologia.

La base per la prevenzione dei tumori addominali sono le visite regolari dal ginecologo, almeno una volta all'anno. Anche le persone con più di cinquant'anni sono a rischio. Devono prestare attenzione ai sintomi del carcinoma retroperitoneale e monitorare il loro peso, il benessere e la corretta alimentazione..

Carcinoma peritoneale: sintomi, tipi e metodi di trattamento

Uno dei tipi più comuni di metastasi è la carcinomatosi peritoneale. Si manifesta come un grande accumulo di liquido nella cavità addominale o in un altro modo "ascite". In questo caso, il paziente avverte dolore nell'addome, nella testa, c'è un'intossicazione generale nel corpo e una forte perdita di peso. Fondamentalmente, in questa fase, i medici usano la terapia di supporto per ridurre il dolore e altri sintomi negativi nel paziente..

Che cos'è la carcinomatosi

In oncologia, la carcinomatosi addominale è una delle varianti di metastasi delle neoplasie maligne, indipendentemente dalla loro localizzazione, in cui la membrana sierosa - il peritoneo - è danneggiata. La patologia è caratterizzata dalla separazione delle cellule maligne dalla localizzazione del focus primario della malattia, seguita dalla loro diffusione con liquido sieroso nel peritoneo. I fuochi di diametro possono variare da alcuni millimetri a diversi centimetri, mentre la loro posizione può essere singola o unire insieme.

Durante lo sviluppo della malattia e la diffusione delle cellule tumorali, possono formarsi ascite: una diminuzione del peso corporeo totale e una crescente intossicazione con il rilascio di liquido nella cavità addominale. Pochi sanno cos'è la carcinomatosi. Va notato che la prognosi per il recupero per i pazienti con carcinomatosi è ridotta al minimo, poiché la patologia non è praticamente soggetta a trattamento chirurgico e la chemioterapia può solo supportare temporaneamente l'attività vitale dei pazienti.

Sulla base di studi statistici, la carcinomatosi viene diagnosticata nel 20-35% dei casi di forme maligne di cancro, di cui nel 40% dei casi la patologia si manifesta in pazienti con tumore dell'apparato digerente, in particolare il pancreas. Il carcinoma ovarico provoca carcinomatosi nel 30% dei casi. Inoltre, la causa della formazione di carcinomatosi può essere un tumore maligno con una diversa localizzazione..

complicazioni

Le malattie oncologiche della cavità addominale sono piene di pericoli non solo per la salute, ma anche per la vita del paziente. Il più pericoloso è un tumore che ha colpito il tratto gastrointestinale, il fegato, il cervello e il midollo spinale. Con il cancro del peritoneo, possono svilupparsi insufficienza renale e cardiaca ed è anche possibile l'intossicazione da cancro..

Oltre al decorso grave della patologia di base, l'ascite porta a ulteriori complicazioni. Tra loro:

  • Peritonite: si verifica quando un'infezione batterica penetra nell'addome. Il processo assume immediatamente un carattere infiammatorio acuto..
  • Occlusione intestinale.
  • Formazione di ernie all'inguine, all'ombelico.
  • Mancanza di funzionamento del cuore e dei polmoni.
  • Sanguinamento nell'intestino.

I processi iniziano improvvisamente e provocano complicazioni nel trattamento delle principali patologie.

Cause dell'evento

La carcinomatosi (carcinomatosi) del peritoneo è una lesione cancerosa secondaria derivante dalla progressione di un tumore maligno, indipendentemente dalla sua posizione. Molto spesso, si osserva il verificarsi di questa patologia:

  • con cancro allo stomaco;
  • con tumore dell'intestino tenue;
  • con carcinoma ovarico;
  • per il cancro del pancreas.

I pazienti con presenza di tumori maligni nel fegato sono più inclini allo sviluppo della carcinomatosi. La causa principale della carcinomatosi peritoneale è la presenza di un tumore primario. Spesso, la lesione originale non può essere stabilita.

Lo sviluppo della carcinomatosi avviene in più fasi:

  1. Il primo stadio - le cellule maligne si diffondono dal focus primario sul cancro, che è dovuto all'acquisizione di cellule della propria mobilità, mentre si verifica il degrado della matrice extracellulare. L'azione meccanica esterna, ad esempio un intervento chirurgico o un danno al sistema linfatico e ai vasi sanguigni, può provocare la proliferazione delle cellule. Dopo che le cellule tumorali entrano nella regione peritoneale, la loro diffusione è dovuta alla gravità e alle contrazioni degli organi interni.
  2. Il secondo stadio: le cellule tumorali maligne iniziano a interagire con le membrane del peritoneo, mentre il meccanismo di interazione dipende dalla natura delle cellule e dalle caratteristiche morfologiche del peritoneo. A poco a poco, le cellule diventano più forti nel mesotelio, si sviluppa la loro distribuzione orizzontale, seguita da una crescita invasiva.
  3. Il terzo stadio è la stimolazione della neoangiogenesi (la comparsa di vasi sanguigni che alimentano il tumore), che a sua volta stimola la crescita attiva del cancro.

Letture consigliate Leiomioma uterino (subserous, sottomucous, submucous) - trattamento e sintomi

A causa dello sviluppo morfologico insufficientemente studiato della carcinomatosi, non esistono ancora metodi efficaci per il suo trattamento..

Lo sviluppo accelerato della carcinomatosi può essere causato dai seguenti fattori:

  • contatto regolare delle pieghe peritoneali;
  • contatto del peritoneo con altri organi dell'apparato digerente;
  • danno da cellule tumorali a un organo contenente estese reti di vasi sanguigni.

Inoltre, la probabilità di sviluppare carcinomatosi dipende in gran parte dalle dimensioni del tumore maligno originale e dal grado della sua crescita in profondità nell'organo interessato..

Prevenzione

Data la specificità di questa malattia, è difficile indicare misure preventive che escluderanno completamente la diffusione delle cellule tumorali all'interno del corpo. È importante che qualsiasi persona controlli la propria salute e cerchi la diagnostica medica. Una diagnosi tempestiva ridurrà la diffusione del tumore primario, l'insorgenza di metastasi e carcinomatosi.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al sistema riproduttivo. Dopotutto, la maggior parte del rivestimento carcinomatoso proviene dal carcinoma ovarico. La corretta modalità di lavoro e riposo, uno stile di vita sano, nessuna cattiva abitudine, mobilità fisica, riduzione dei livelli di stress, creazione di un ambiente ecologicamente corretto. Le misure adottate aiutano non solo ad escludere alcuni tipi di malattie, ma a prolungare la vita del corpo.

Classificazione

In oncologia, per la classificazione della carcinomatosi peritoneale, viene utilizzata una classificazione, a seconda della posizione delle metastasi e del loro numero. La carcinomatosi peritoneale ha la seguente classificazione unificata:

  • P1 - le metastasi colpiscono un'area del peritoneo;
  • P2: nei pazienti si trovano diversi focolai, tra i quali ci sono aree sane del peritoneo;
  • P3 - un gran numero di focolai di carcinomatosi che si fondono insieme.

La carcinomatosi peritoneale e l'ascite sono caratterizzate da una grave condizione per il paziente, con un quadro clinico pronunciato. Tali pazienti hanno bisogno di ricovero immediato in un istituto medico specializzato..

I principali sintomi

Poiché la carcinomatosi è già una lesione secondaria, il suo quadro clinico, prima di tutto, dipende dal cancro originale. Nel caso della formazione di carcinomatosi peritoneale, i sintomi possono essere i seguenti:

  • il verificarsi di una sindrome del dolore dolorante;
  • una forte riduzione del peso corporeo con un aumento dell'addome;
  • lavoro interrotto dell'apparato digerente, in particolare dell'intestino;
  • intossicazione.

Un segno caratteristico della carcinomatosi peritoneale è la formazione di ascite e, quindi, i pazienti sono inizialmente ammessi al dipartimento di gastroenterologia, dove i medici determinano la causa dell'ascite causata..

Diagnostica

Quando ci sono manifestazioni sintomatiche associate a dolore addominale e rapida perdita di peso, la condizione dei pazienti può indicare la carcinomatosi solo se ai pazienti è già stato diagnosticato un cancro. La diagnosi di carcinomatosi peritoneale viene effettuata attraverso le seguenti procedure:

  • esame ecografico (ultrasuoni): consente di identificare la localizzazione del tumore originale, nonché i cambiamenti nella cavità addominale, la posizione delle lesioni e le loro dimensioni;
  • tomografia computerizzata (CT) - è necessaria per esaminare tutti gli strati della regione addominale, identificare le lesioni e determinarne la struttura;
  • laparoscopia - eseguita per esaminare il peritoneo e studiare il fluido ascitico ottenuto durante la procedura;
  • esame del sangue RT-PCR - determinazione dettagliata della localizzazione del focus primario.

Letture consigliate Adenoma tiroideo: sintomi nelle donne, trattamento, cause

L'analisi del fluido ascitico ottenuta mediante laparoscopia o puntura della cavità sierosa è necessaria per esaminare la presenza di cellule tumorali. A volte, in circa il 5% di tutti i casi della malattia, la diagnosi non consente di determinare il tumore primario, poiché può essere di dimensioni molto ridotte. Ci sono casi in cui la diagnosi di un tumore viene eseguita postuma..

A proposito dell'organo

La cavità addominale si trova tra le parti inferiori del torace e del bacino. Può essere suddiviso condizionatamente in nove zone:

  • La fila superiore è composta da due ipocondri ed epigastrio. In queste zone, lo stomaco, la milza, il fegato vengono tentati.
  • Medio - ombelicale, due regioni lombari. Vengono sondati l'intestino tenue, il pancreas, i reni.
  • Quello inferiore è l'ipogastrio e due aree inguinali. Senti l'utero, la vescica, l'intestino.

La cavità contiene i legamenti che tengono in posizione gli organi. Contiene anche vasi (vasi sanguigni, linfatici).


Foto: cavità addominale

Un posto importante è dato alla grande membrana sierosa. È costituito da tessuto connettivo, il cui compito è quello di coprire le pareti interne della cavità e gli organi situati al suo interno. La membrana contiene un liquido speciale, grazie al quale gli organi si muovono con calma, a contatto tra loro.

A volte può verificarsi dolore nel peritoneo. La sua origine è associata a molte malattie, incluso il cancro.

Il peritoneo è parzialmente composto da cellule, che rivestono anche le ovaie. Il cancro, che si sviluppa nelle ovaie, si diffonde nel peritoneo. Più spesso la malattia si verifica nelle donne che hanno subito il cancro alle ovaie.

Il peritoneo subisce metastasi nella membrana sierosa a causa della dispersione delle cellule tumorali in tutto il corpo. Si muovono lungo il sistema circolatorio o linfatico. L'oncologia dello stomaco o di altri organi del tratto gastrointestinale può portare alla comparsa di metastasi.

Metodi di trattamento

Dopo aver effettuato tutte le misure diagnostiche, il trattamento della carcinomatosi è piuttosto difficile e non sempre efficace. Se il paziente ha la possibilità di una cura, può essere prescritto un intervento chirurgico, seguito da chemioterapia. A volte i pazienti cercano di trattare la carcinomatosi peritoneale con rimedi popolari, che non danno anche il risultato desiderato. Ora in medicina, vengono utilizzati molti metodi diversi per il trattamento antitumorale, forse nel prossimo futuro, gli scienziati saranno in grado di trovare un modo efficace per trattare le lesioni maligne del peritoneo.

Chirurgia

Con la carcinomatosi del peritoneo diagnosticata, il trattamento chirurgico prevede la rimozione di un tumore che produce cellule tumorali, nonché focolai di carcinomatosi e linfonodi colpiti. Spesso durante tale operazione, altri organi colpiti dalle cellule tumorali vengono rimossi, ad esempio parti dell'intestino crasso e dell'intestino tenue, dell'utero e delle sue appendici o della vescica..

Chemioterapia

Nel processo di trattamento della carcinomatosi della cavità peritoneale, l'uso della chemioterapia ipertermica intraperitoneale, che può essere effettuata direttamente durante l'operazione, è ora rilevante. Il metodo si basa sull'introduzione di sostanze chimiche attraverso l'aria calda, il cui flusso è diretto direttamente nel peritoneo. Una soluzione contenente le sostanze chimiche necessarie è nel peritoneo per un'ora, durante la quale distrugge le cellule maligne.

Trattamento della lesione primaria

È importante, con carcinomatosi diagnosticata, identificare l'obiettivo principale e determinare lo stadio del suo sviluppo, posizione e livello di metastasi. Dopo aver effettuato tutte le manipolazioni diagnostiche, i medici determinano come trattare una neoplasia maligna. Se lo stadio di sviluppo del tumore e la sua localizzazione consentono l'operazione, la neoplasia viene rimossa con l'aiuto di un intervento chirurgico, dopo di che al paziente viene assegnato un complesso di radioterapia e terapia chimica.

Letture consigliate Tumore della gola e della faringe - sintomi, tipi, trattamento

Terapia sintomatica

La terapia sintomatica ha lo scopo di eliminare o almeno ridurre i principali sintomi della malattia. Solitamente effettuato:

  • trattamento dell'ascite - rimozione del liquido accumulato mediante puntura della parete addominale;
  • eliminazione della sindrome del dolore - se il paziente ha un forte dolore, gli possono essere prescritti antidolorifici con contenuto narcotico;
  • migliorare il funzionamento del sistema digestivo - è necessario migliorare l'assorbimento del cibo da parte dell'organismo;
  • infusione endovenosa di soluzioni - finalizzata alla disintossicazione e alla normalizzazione della composizione del sangue;
  • uso di diuretici: è necessario rimuovere il liquido in eccesso nel corpo.

Inoltre, ai pazienti possono essere prescritti altri farmaci necessari per migliorare la funzionalità del muscolo cardiaco o del sistema vascolare. I pazienti devono essere in ospedale sotto la supervisione del personale medico.

Sintomi della malattia

Il processo del tumore è segnalato dalla sintomatologia dell'organo in cui ha avuto origine. Ci sono casi in cui i primi segni di manifestazione sono stati i sintomi della carcinomatosi. In questo caso, è più facile per il medico diagnosticare la malattia e prescrivere un ciclo di trattamento..

Questi segni includono:

  • natura dolorante, crampi costanti o periodici nell'addome;
  • c'è un forte salto nel volume del peritoneo dovuto al fluido accumulato lì;
  • il paziente perde peso corporeo;
  • c'è nausea e vomito;
  • si forma la colica;
  • il paziente soffre di diarrea, seguita da costipazione;
  • si sviluppa debolezza muscolare;
  • sudorazione, mal di testa;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolore al petto, respiro corto;
  • respiro sibilante, tachicardia, pallore della pelle;
  • aritmia.

La gravità dei sintomi dipende dallo stadio dei tumori maligni. Il paziente diventa letargico, lo stato di salute peggiora. La salvezza sarà la definizione di un'ambulanza nelle condizioni di un ospedale di gastroenterologia o chirurgia. Dopo la diagnosi, il medico stabilirà la diagnosi corretta.

previsione

Di solito, il coinvolgimento della membrana peritoneale caratterizza un tumore di grado 3-4. La prognosi per i pazienti con carcinomatosi peritoneale diagnosticata non è molto favorevole. È impossibile dire esattamente per quanto tempo vivrà un paziente con questa diagnosi, poiché molto dipende dalle dimensioni dell'area interessata e dalla prevalenza delle metastasi. Nel caso in cui una piccola area del peritoneo sia interessata, può essere rimossa, il che aumenterà l'aspettativa di vita del paziente di diversi anni.

Se la carcinomatosi colpisce gran parte del peritoneo, la durata della vita è di pochi mesi. A tali pazienti viene prescritta una terapia palliativa, che prevede il mantenimento delle funzioni vitali del paziente durante questo periodo..

Fasi e prognosi per il cancro addominale

Spesso, il cancro addominale viene diagnosticato nelle donne che hanno avuto il carcinoma ovarico. La probabilità di un tumore del peritoneo aumenta la presenza di diabete mellito, disturbi ormonali, obesità, tumori benigni, patologie autoimmuni.

L'essenza del problema

La cavità addominale è uno spazio simile a una fessura contenente fluido sieroso progettato per inumidire la superficie degli organi. La membrana sierosa che copre le pareti e gli organi della cavità addominale è chiamata peritoneo. Ha la capacità di allungarsi quando si trasporta un bambino, lo sviluppo di un tumore o idropisia.

Il peritoneo, rilasciando una certa quantità di liquido, impedisce agli organi di aderire e fornisce la libera circolazione. Il cancro primario è considerato una condizione rara. Molto spesso, inizia il suo sviluppo nella parte inferiore, che riveste le ovaie. È il carcinoma ovarico che colpisce parte del peritoneo e provoca l'inizio del processo patologico.

Un altro tipo di tumore addominale è il mesotelioma peritoneale. Il tumore primario inizia il suo sviluppo nelle cellule mesoteliali, che sono contenute nella membrana sierosa. Il mesotelioma è formato da un contatto prolungato con l'amianto e altri materiali da costruzione. La polvere di amianto si deposita sulle membrane respiratorie e quindi penetra nella cavità addominale. I fattori predisponenti sono ereditarietà genetica, infezione virale, radiazioni ionizzanti. Il mesotelioma è diviso in 2 forme:

  1. La forma localizzata è un nodo che emana dallo strato parietale o viscerale del peritoneo.
  2. La forma diffusa colpisce l'intera superficie del peritoneo.

Manifestazioni sintomatiche

Nel carcinoma addominale primario, i sintomi spesso passano inosservati. Un quadro clinico incerto rende difficile la diagnosi precoce della patologia. La sindrome del dolore appare in una fase avanzata della malattia, quando il processo patologico colpisce le terminazioni nervose. In una fase iniziale di sviluppo, il paziente può provare nausea, perdita di appetito e gonfiore. L'aumento di peso si nota a causa dell'accumulo di liquido.

Un tumore maligno secondario (metastatico) si forma quando una neoplasia cresce nel peritoneo da un organo coperto da una foglia peritoneale. L'infezione del peritoneo con cellule tumorali è chiamata carcinosi peritoneale. La lesione può interessare qualsiasi parte del peritoneo e disabilitare qualsiasi organo della cavità addominale. La formazione maligna secondaria viene diagnosticata più spesso. Il colon e il retto, lo stomaco e il pancreas sono interessati. Le metastasi nel peritoneo non raggiungono grandi dimensioni e sono piccoli granuli che coprono la superficie della cavità addominale.

Il termine stadio è usato per riferirsi alla dimensione del tumore e alla posizione del tumore. La stadiazione accurata del cancro facilita una terapia efficace. Il carcinoma ovarico e il carcinoma peritoneale in stadio 1–2 presentano sintomi simili. Lo stadio 3 (così come lo stadio 4) sono caratterizzati da differenze significative. Il cancro allo stadio 3 colpisce il rivestimento del peritoneo. Nella fase 4, gli organi adiacenti sono interessati, lo sviluppo di ascite è possibile.

Una neoplasia maligna nella cavità addominale rappresenta una minaccia per la salute e la vita umana. La diffusione delle cellule tumorali può sviluppare metastasi nei linfonodi regionali e negli organi vicini. Il pericolo della patologia sta nel fatto che piccoli focolai metastatici non hanno sintomi pronunciati. Segni di intossicazione da cancro iniziano ad apparire durante il periodo di decadimento del tumore. Ciò sarà espresso da mancanza di appetito, debolezza generale, nausea, vomito. Ci sarà una forte perdita di peso, un frequente calo della temperatura corporea. La localizzazione delle metastasi peritoneali nel fegato è accompagnata da ingiallimento della sclera e della pelle, una sensazione di pienezza nell'ipocondrio destro. Se le metastasi colpiscono l'intestino, il paziente ha un disturbo delle feci con secrezione sanguinolenta nelle feci. Con la crescita delle metastasi nello stomaco, c'è nausea costante, senso di oppressione allo stomaco, flatulenza. Il numero di tumori cancerosi nel peritoneo può essere singolo o multiplo. È possibile un danno simultaneo a vari organi, in questo caso i sintomi saranno mescolati.

Diagnosi del cancro addominale

Per fare una diagnosi accurata, viene eseguita:

  1. Ultrasuoni addominali: questo mostrerà la posizione e le dimensioni del tumore.
  2. Viene eseguito un esame del sangue biochimico per identificare i marker tumorali. Questo studio non solo rileva una neoplasia, ma può indicare la dimensione del tumore e la sua posizione..
  3. Con l'aiuto della tomografia computerizzata, viene eseguita la scansione a raggi X del tumore, la struttura del tessuto interessato è visibile.
  4. Con un aumento del volume dell'addome, il liquido addominale viene studiato mediante analisi citologiche..
  5. La laparoscopia viene eseguita per raccogliere materiali biologici ai fini dell'esame istologico. La manipolazione determina la diagnosi finale.
  6. Le donne con diagnosi di carcinoma ovarico sono sottoposte a ecografia transvaginale, che consente un esame dettagliato dei genitali.

Dopo la ricerca, il medico può dire al paziente quali misure terapeutiche saranno prese e per quanto tempo vivrà con una diagnosi simile (prognosi).

Trattamento del cancro addominale

La chirurgia radicale è il trattamento più efficace. Durante l'operazione, il tumore primario con metastasi viene rimosso. La cavità addominale viene lavata con una soluzione chimica. Dopo la rimozione del tumore primario, viene resecato un linfonodo vicino per prevenire un'ulteriore diffusione del processo patologico. Le metastasi nei linfonodi del peritoneo possono essere trovate nelle pareti del peritoneo stesso o situate all'interno della cavità. L'uso della chemioterapia è un trattamento separato. Come risultato di numerosi studi, è stata dimostrata l'efficacia della chemioterapia con soluzioni riscaldate. Le cellule tumorali vengono distrutte riscaldando con farmaci chemioterapici per un'ora. La radioterapia viene eseguita in concomitanza con la chirurgia a strisce o dopo di essa. La radiochirurgia viene eseguita quando il tumore si trova in un luogo difficile da raggiungere.

Nei casi in cui il carcinoma ovarico è riconosciuto come causa della neoplasia, viene eseguita un'isterectomia addominale con rimozione ovarica bilaterale. Dopo l'operazione, il paziente è in terapia intensiva per diversi giorni. I cateteri vengono inseriti nella cavità addominale per rimuovere il liquido accumulato e altre secrezioni. Viene prescritta una terapia antibiotica a lungo termine.

Quali sono le previsioni?

La prognosi della malattia dipende dallo stadio in cui viene diagnosticata la neoplasia primaria, nonché dalla posizione del tumore. Si osservano buoni risultati del trattamento nelle fasi 1-2 della malattia. In caso di rimozione tempestiva dei tumori, il tasso di sopravvivenza è superiore all'80%, cioè il paziente vivrà per altri 5 o più anni. Il terzo e il quarto stadio della malattia non fanno ben sperare, la prognosi è deludente. Non molti dei pazienti attraverseranno la linea in 2 anni.

Come misura preventiva, le donne che hanno maggiori probabilità di subire un cancro peritoneale devono essere monitorate regolarmente da un ginecologo. Prendi i contraccettivi orali secondo lo schema con le pause necessarie.

Uomini e donne che hanno raggiunto i 50 anni, anch'essi a rischio, dovrebbero monitorare la propria salute, mangiare bene e controllare il proprio peso. Se sospetti sintomi, dovresti consultare un medico.

Metastasi addominali

Le metastasi nella cavità addominale sono danni secondari a organi e tessuti situati in questa parte del corpo. Nelle fasi iniziali, il processo patologico può essere nascosto, ma dato che questa condizione è una complicazione del carcinoma o del sarcoma, la prognosi, di norma, diventa sfavorevole.

Cosa sono le metastasi?

Secondo dati scientifici, centinaia e migliaia di cellule maligne si formano ogni giorno nel corpo umano, il che può portare allo sviluppo di tumori cancerosi. Ma l'immunità impedisce la divisione patologica e li distrugge. Se, per qualche motivo, il sistema di difesa non è in grado di intervenire e "perde" l'ococell dalla vista, inizia a moltiplicarsi rapidamente e in modo incontrollabile, formando gradualmente un focus primario sul cancro nel corpo.

È da esso che, successivamente, con il flusso di linfa e sangue, inizierà la diffusione o la diffusione di elementi maligni, che penetreranno in altri organi e tessuti, dando slancio alla formazione di metastasi. Si scopre che il cancro metastatico è una complicazione del cancro.

La cavità addominale umana è rappresentata da uno spazio a fessura, che contiene una certa quantità di fluido sieroso, necessario per l'idratazione naturale degli organi interni. La membrana sierosa che copre le pareti della cavità addominale è chiamata peritoneo. Può allungarsi durante la gravidanza, la crescita di una neoplasia benigna o maligna, i processi infiammatori, ad esempio l'idropisia.

La membrana sierosa, idratando gli organi addominali, favorisce la loro attività motoria e previene la fusione reciproca. Il cancro primario in quest'area praticamente non si sviluppa, ad eccezione degli organi genitali femminili: le ovaie o le appendici. Le metastasi nel peritoneo hanno un proprio codice secondo la classificazione ICD-10: C48.2 Neoplasia maligna della cavità addominale e spazio retroperitoneale di localizzazione non specificata.

Il principio di sviluppo e modi di diffusione delle metastasi

Le cellule tumorali entrano nella cavità addominale in diversi modi:

  • lymphogenous;
  • hematogenous;
  • impianto - mediante fluido sieroso;
  • misto.

Un gruppo separato include metastasi dormienti. Si diffondono in tutto il corpo con uno dei metodi di cui sopra, ma non si sviluppano immediatamente. I seguenti fattori patogenetici favoriscono l'attivazione di tali cellule tumorali:

  • disturbi ormonali;
  • l'influenza delle radiazioni e delle radiazioni ultraviolette;
  • bruschi cali di temperatura;
  • nutrizione impropria;
  • attività lavorativa nella produzione pericolosa;
  • malattie infettive, virali e di altro tipo.

Sintomi

I segni clinici del carcinoma peritoneale metastatico dipendono dalla posizione del tumore maligno. Il suo sviluppo può essere assunto dal deterioramento del benessere generale del paziente, quando, invece di sollievo dopo la rimozione chirurgica del focus oncologico primario, il paziente peggiora. Meno spesso, le metastasi sono determinate per caso durante l'esame di routine. La gravità del quadro della malattia dipende dalla dimensione e dal numero di tumori secondari: mentre sono piccoli, i sintomi praticamente non compaiono, ma man mano che crescono, puoi vedere un quadro clinico completamente diverso del processo oncologico.

Prima della morte, queste manifestazioni diventano permanenti, in relazione alle quali una persona ha bisogno di misure di cure palliative volte a stabilizzare il suo benessere e il massimo aumento possibile dell'aspettativa di vita.

Segni generali di oncologia, caratteristici della sconfitta di qualsiasi organo:

  • perdita di peso, perdita di peso;
  • sindrome depressiva;
  • aumento della temperatura corporea;
  • nausea e vomito che non portano sollievo;
  • ingrossamento dell'addome.

Considerare nella tabella seguente i sintomi specifici associati a un processo metastatico in un particolare organo.

Organo interessatoManifestazioni cliniche
FegatoIttero, dolore nell'ipocondrio destro, nausea costante, vomito, sindrome ipertermica.
intestinoDispepsia, disturbi delle feci come diarrea e costipazione, sangue nelle feci, perforazione della parete intestinale, ostruzione, peritonite, sanguinamento interno.
StomacoSindrome da dolore grave nell'epigastrio, nausea, mancanza di appetito, pesantezza e sensazione di pienezza nell'organo, flatulenza.
PancreasDolore che si irradia alla colonna vertebrale e ipocondrio, perdita di peso, disturbi delle feci, disidratazione, intolleranza a carne e cibi grassi.
CistifelleaFegato ingrandito, debolezza muscolare, ittero, ritardo delle reazioni psicomotorie, esaurimento, ascite.
MilzaAnemia, leucopenia, trombopenia, febbre grave e pallore della pelle, cachessia.
ReneEmaturia, dolore, gonfiore degli arti inferiori, problemi con la minzione, ipertensione, insufficienza epatica.
Ghiandole surrenaliDebolezza muscolare, rapido aumento di peso, aumento della pressione sanguigna fino a crisi, osteoporosi, perdita di capelli.
ovaieDolore nell'addome inferiore, irregolarità mestruali, ingrossamento addominale, improvvisi cambiamenti di peso, disagio con intimità, problemi con intestino e svuotamento della vescica.
UteroScarico intermestruale e sanguinamento uterino, leucorrea profusa, costipazione e dolore durante i movimenti intestinali.
ProstataDisfunzione erettile, diminuzione del volume dello sperma durante l'eiaculazione, dolore durante il rapporto sessuale, sangue nello sperma e nelle urine, grave disagio nel perineo.

Dagli organi addominali, i tumori metastatici sono in grado di diffondersi ulteriormente. Se le cellule maligne invadono il midollo spinale, la coordinazione dell'attività motoria della persona cambierà, si lamenterà di debolezza generale, intorpidimento delle braccia e delle gambe, problemi con lo svuotamento della vescica e dell'intestino. Con la diffusione delle cellule tumorali nel cervello, il paziente dovrà affrontare frequenti emicranie, insorgere nausea e vomito, disturbi del sistema nervoso, ecc..

Oltre agli organi sopra elencati, le metastasi penetrano anche nei linfonodi della cavità addominale. Ciò è dovuto alla vicinanza del tumore al vaso linfatico. Le cellule tumorali crescono attraverso la parete del vaso e, insieme alla linfa, si precipitano verso i nodi vicini. L'intossicazione generale del corpo diventa i sintomi della loro sconfitta. Nel processo di intervento chirurgico, i linfonodi regionali richiedono l'escissione obbligatoria.

A che punto fare?

Dopo essersi formato per la prima volta, il tumore maligno è di piccole dimensioni e rimane all'interno dei confini parietali dell'organo interessato, cioè non vi è metastasi nelle prime fasi del cancro. Ma questo stadio non può durare per sempre - in assenza di trattamento, la neoplasia va oltre la membrana sierosa della struttura anatomica e inizia a diffondere le cellule tumorali. Di norma, in questo caso stiamo parlando della terza e quarta fase dell'oncologia di alto livello..

Se nelle prime fasi il tumore praticamente non si faceva sentire e i sintomi del processo oncologico potevano essere confusi con disturbi somatici concomitanti senza un'adeguata diagnostica di laboratorio e strumentale, quindi con lo sviluppo di metastasi, il quadro clinico della malattia si deteriora significativamente.

La presenza di un tumore primario in cui organi e sistemi sono indicati da metastasi nella regione addominale

Gli oncologi hanno determinato quale sia la regolarità della diffusione delle cellule tumorali dai focolai di cancro di diversa localizzazione:

  • il melanoma metastatizza al fegato e al pancreas;
  • cancro, più spesso adenocarcinoma, del polmone - nell'esofago, nello stomaco e nelle ovaie;
  • tumori maligni delle ovaie, dell'utero e della cervice - reni e vescica, intestino crasso;
  • carcinoma mammario, carcinoma renale e prostatico - milza, fegato, intestino tenue e crasso;
  • carcinoma pancreatico - qualsiasi organo della cavità addominale.

La differenza tra un tumore metastatico da un primario

Strutturalmente, i tumori della madre e della figlia praticamente non differiscono l'uno dall'altro, poiché hanno un'origine comune. Si distinguono per la natura dello sviluppo e della progressione: se il focus maligno primario cresce lentamente e si diffonde ai tessuti vicini (con rare eccezioni), le metastasi si comportano molto più attivamente.

Come complicazione dell'oncologia, le cellule di un tumore metastatico si dividono più velocemente e perdono segni di differenziazione. Pertanto, durante l'esame istologico, è facile distinguerli dalla neoplasia materna..

Diagnostica

Al fine di determinare con un alto grado di certezza la natura e la localizzazione delle metastasi nella cavità addominale, è necessario identificare la posizione e il tipo di neoplasia maligna primaria, lo stadio e le caratteristiche del suo sviluppo. Indipendentemente dal fatto che il tumore materno sia stato sottoposto a resezione radicale, i medici studiano tutti i grandi focolai tumorali in grado di diffondere le cellule tumorali.

La diagnostica inizia con l'assunzione di anamnesi, il colloquio e l'esame esterno del paziente, la valutazione dei sintomi clinici della patologia, quindi gli vengono assegnati metodi di ricerca strumentale e di laboratorio. Questi includono:

  • esame del sangue clinico generale;
  • test per marcatori tumorali;
  • TC e risonanza magnetica;
  • ultrasuoni;
  • puntura o biopsia da aspirazione con ulteriore istologia;
  • linfografia;
  • laparotomia diagnostica.

Tutti questi metodi possono dare una risposta accurata alla domanda se ci sono metastasi negli organi addominali, per determinare la loro natura. Grazie a una diagnosi accurata, è possibile pianificare le successive tattiche terapeutiche e fare una previsione approssimativa per il futuro..

Trattamento

Una lotta efficace contro il carcinoma peritoneale metastatico dipende dallo stadio di sviluppo del tumore primario, dalla sua rimozione tempestiva e radicale. Inoltre, è estremamente importante diagnosticare tutte le metastasi al fine di prevenirne la successiva crescita e la nuova diffusione con la linfa e il flusso sanguigno generali..

Trattamento chirurgico. Il trattamento dei tumori della figlia nella cavità addominale si basa su un intervento chirurgico. Consiste nell'escissione di tutti i fuochi oncologici identificati durante l'esame, spesso con le aree interessate degli organi vicini. I seguenti motivi diventano indicazioni per l'operazione:

  • La disintegrazione del focus oncologico e la relativa intossicazione maligna del corpo.
  • Compressione dei principali vasi sanguigni e tronchi nervosi.
  • Problemi con il normale deflusso di linfa e sangue dalla lesione.
  • Perforazione di arterie, vene, ecc..
  • Germinazione del processo oncologico nell'uretere.
  • Occlusione intestinale.

Chemioterapia. È usato in combinazione con il trattamento chirurgico. Se, per qualche motivo, l'intervento radicale è controindicato, la nomina di agenti citostatici diventa un metodo indipendente di cura oncologica. Le medicine vengono iniettate nel corpo principalmente per via intraperitoneale, cioè direttamente nella cavità peritoneale, che riduce il rischio di effetti collaterali e aumenta il successo del trattamento. Questo tipo di chemioterapia può essere lungo - almeno un anno e mezzo. Come citostatici vengono utilizzati agenti come cisplatino, fluorouracile, ecc..

La chemioterapia sistemica può anche essere prescritta, sulla base della somministrazione endovenosa di farmaci che limitano intenzionalmente la diffusione e la crescita delle metastasi. Tali citostatici sono Paclitaxel, Topotecan, ecc..

Nuovi trattamenti. Una tecnologia innovativa nella lotta contro il cancro metastatico: la radiochirurgia stereotassica. Il metodo si basa su un effetto puntuale sulla formazione del tumore, mentre il tessuto sano adiacente rimane intatto. I commenti dei medici indicano che il metodo è in grado di distruggere per sempre l'attenzione oncologica in 5 sessioni, se stiamo parlando di piccole neoplasie.

Più avanzato è il processo oncologico, peggiore è la prognosi della sopravvivenza. Se la diagnosi è stata fatta con un ritardo significativo, non ha senso eseguire la chemioterapia e la chirurgia, è necessario scegliere un trattamento di supporto mirato ad eliminare i sintomi della malattia e massimizzare il prolungamento della vita di una persona..

Aiuto psicologico

Per la prima volta sentendo parlare di una diagnosi di cancro, una persona sperimenta uno shock grave. La sua vita è divisa in due segmenti: prima e dopo, nell'anima del paziente sorgono molte domande, a cominciare dal trattamento e finendo con le previsioni per la morte. E in tutto ciò, il paziente non può capirlo da solo, ha solo bisogno dell'aiuto di specialisti qualificati.

È positivo se in tempi difficili una persona è sostenuta da parenti e amici. La comunicazione durante questo periodo di tempo è vitale per lui, ma se non c'è psicologo nell'ambiente del paziente, può essere complicato da momenti come depressione, rifiuto della propria diagnosi, scoppi di rabbia e altri problemi. Per evitare tutto ciò, è importante comprendere il valore del supporto psicologico per un malato di cancro..

Lavorando con il paziente, lo psicologo cerca di stabilizzare il suo background emotivo, aiutare a stabilire un contatto con il personale medico e gli altri e adattarsi a un trattamento efficace. Lo specialista cerca di rispondere a tutte le domande che interessano la persona, cercando di rimuovere il livello di ansia e paura. Tale aiuto dà risultati evidenti, anche nelle ultime fasi del cancro..

Il decorso e il trattamento della malattia nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento, negli anziani

Bambini. Gli oncologi credono che più giovane è il paziente, più veloci e aggressivi si verificano tutti i processi maligni nel suo corpo. Ciò significa che il rischio di metastasi nei piccoli pazienti è aumentato e gli stessi tumori della figlia compaiono prima che negli adulti..

Se a un bambino vengono diagnosticati cambiamenti metastatici nel peritoneo, ha bisogno di un trattamento urgente, indipendentemente dal fatto che il tumore primario sia stato rimosso o meno. La terapia comprende una serie di tecniche standard, a condizione che non vi siano controindicazioni.

La prognosi è generalmente scarsa. Al fine di prevenire lo sviluppo di una tale complicazione come le metastasi, è importante essere più attenti alla salute del bambino, per trattare tempestivamente eventuali processi infettivi e infiammatori nel corpo, consultare i medici su eventuali sintomi sospetti.

Donne incinte. Se nella futura gestante si trovano tumori metastatici negli organi addominali, il consiglio dei medici decide quali tattiche di trattamento saranno ottimali in questo caso clinico. Il problema di preservare o interrompere la gravidanza è necessariamente risolto, tenendo conto dei desideri del paziente. Allo stesso tempo, il medico spiega tutti i rischi e le possibilità di una donna per la nascita di un bambino sano, il prolungamento della gestazione, le possibili complicanze.

Di norma, la prognosi della sopravvivenza per la futura mamma non differisce dai dati predittivi per le donne che non sono in posizione durante il trattamento. Indipendentemente da ciò che sarà, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico e non auto-medicare.

Assistenza infermieristica. Se le metastasi vengono diagnosticate in una donna durante l'allattamento, è importante iniziare a trattare la malattia il prima possibile. Le cellule tumorali non vengono trasferite al bambino attraverso il latte materno, ma ciò non significa che l'allattamento possa essere mantenuto.

Nel corso della terapia, il corpo della donna contiene metaboliti di farmaci, additivi radioattivi e altri componenti che penetrano nel latte e non sono benefici per il bambino. Per questo motivo, è meglio trasferirlo all'alimentazione artificiale e non esporre il bambino a rischi inutili..

Anziani. Le metastasi addominali negli anziani sono spesso diagnosticate con un ritardo significativo. Ciò è dovuto al fatto che molti pazienti sopportano a lungo dolore e sintomi spiacevoli e non osano andare dal medico, attribuendoli all'età e ai disturbi cronici, come la pancreatite. Di conseguenza, è troppo tardi per trattare l'oncopatologia e non ci si dovrebbe aspettare un effetto positivo dall'intervento radicale e dalla chemioterapia..

In tali casi, ai pazienti anziani, così come ad altri che si trovano in una situazione simile, viene assegnato il supporto palliativo del corpo, volto a rimuovere le manifestazioni cliniche del processo oncologico e prolungare la vita. Ciò è particolarmente vero per il sollievo della sindrome del dolore e la lotta contro le complicanze delle metastasi.

Processo di recupero dopo il trattamento

Qualsiasi tumore maligno è pericoloso a causa della sua capacità di metastatizzare. Le cellule tumorali, staccandosi dalla neoplasia materna, raggiungono nuovi organi e sistemi in vari modi, dando origine a focolai secondari in essi. Se a una persona viene diagnosticata una forma metastatica di oncologia, la prognosi è raramente favorevole, ma ciò non significa che la persona non possa essere affatto aiutata.

Sfortunatamente, la chirurgia radicale e la chemioterapia per le metastasi non sono mostrate in tutti i casi. In tali casi, al paziente vengono prescritte cure palliative locali volte a supportare tutte le funzioni vitali del corpo. Include la lotta contro l'edema, la prevenzione dell'ascite e altre complicanze dell'oncopatologia, la mitigazione e l'eliminazione della sindrome del dolore, ecc..

Se una persona ha subito un trattamento radicale del tumore primario e delle metastasi sotto forma di chirurgia e chemioterapia, la riabilitazione ha lo scopo di ripristinare la forza, sostenere l'immunità, eliminare gli effetti collaterali dopo la somministrazione di citostatici. Il paziente deve essere in ospedale sotto la supervisione di personale medico. A seconda del risultato della terapia, viene determinata la sua prognosi per il futuro..

Dieta

L'alimentazione umana svolge uno dei ruoli chiave nel trattamento di qualsiasi malattia e l'oncologia non fa eccezione. Ci sono alcune linee guida alle quali è importante attenersi quando si prepara il cibo, si prepara un menu giornaliero e si combinano i prodotti. Dal momento che ci vuole molta forza ed energia per combattere il cancro metastatico, è indispensabile che la dieta selezionata rafforzi intenzionalmente la salute di una persona, in particolare il suo sistema immunitario..

I principi nutrizionali saranno i seguenti:

  • Una dieta frazionata composta da 6 pasti serviti in piccole porzioni.
  • Cottura a vapore di tutti i piatti, metodi di bollitura e stufatura.
  • I piatti dovrebbero essere caldi, la temperatura del cibo vicino alla temperatura corporea del paziente.
  • Sostituzione sale con succo di limone e mirtillo rosso.
  • Rispetto del regime di consumo per eliminare e prevenire l'intossicazione da cancro del corpo.

Oltre a una corretta alimentazione, si incoraggiano uno stile di vita sano, una moderata attività fisica e un atteggiamento psicologico positivo, che consentirà di resistere più efficacemente alla malattia sia durante il trattamento che dopo..

Trattamento del carcinoma addominale metastatico in Russia e all'estero

Ti invitiamo a scoprire come viene condotta la lotta contro le metastasi nella cavità addominale in diversi paesi.

Trattamento in Russia

Il rilevamento di focolai oncologici secondari negli organi addominali pone un compito difficile per gli oncologi russi nella scelta delle tattiche ottimali per le cure oncologiche. Se nelle città provinciali la lotta contro tali processi maligni è ancora inefficace e si riduce principalmente alla terapia di supporto, nelle cliniche federali e nei centri di cancro privati ​​la situazione appare in qualche modo diversa..

Molti di loro hanno l'opportunità di utilizzare in pratica metodi fondamentalmente nuovi per fornire cure per il cancro. Per esempio:

  • Ablazione con radiofrequenza - per danni al pancreas e alla milza.
  • Embolizzazione con radiofrequenza - nel caso di un processo oncologico nel fegato.
  • Chemioterapia endolinfatica - introduzione di farmaci nei collettori linfatici.
  • Chemioterapia intraperitoneale ipertermica laparoscopica (HIPEC) - per qualsiasi metastasi nel peritoneo.

La terapia innovativa dà buoni risultati e puoi ricevere un trattamento del genere oggi senza lasciare la Russia. Il suo costo dipende dallo stato della clinica - pubblica o privata, dal volume richiesto di cure oncologiche, ecc. In media, il costo di un complesso di servizi diagnostici e medici a Mosca e San Pietroburgo può variare da 200 mila rubli.

Quali cliniche puoi contattare:

  • Centro oncologico dell'FSBI dal nome N.N. Blokhin, Mosca. Oltre a quelli standard, la clinica utilizza metodi di trattamento fondamentalmente nuovi secondo i protocolli europei. L'aiuto può essere fornito gratuitamente o su base contrattuale.
  • City Clinical Oncological Dispensary (GKOD), San Pietroburgo. Una clinica moderna dotata di una gamma completa di attrezzature necessarie. I medici GKOD usano le loro conoscenze e tecniche avanzate nella lotta contro qualsiasi forma e stadio delle malattie oncologiche.

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

Trattamento in Germania

Nella lotta contro l'oncologia, gli specialisti tedeschi utilizzano protocolli di cura moderni e attrezzature innovative. Il processo di trattamento viene eseguito e supervisionato da medici qualificati con degna esperienza nel trattamento di varie malattie maligne.

Gli oncologi in Germania preferiscono diversi tipi di ablazione nel trattamento delle metastasi nella cavità addominale. Nelle cliniche vengono utilizzate con successo radiofrequenza, microonde, ablazione alcolica e congelamento criogenico. La chemioterapia ipertermica (HIPEC) con iniezione diretta della soluzione farmacologica nel peritoneo a una temperatura di 44 ° C è obbligatoria.

Si presta inoltre attenzione alla chemioembolizzazione, che impedisce al tumore di nutrirsi in grandi strutture di organi, come il fegato. L'elettrochemioterapia viene utilizzata con successo, grazie alla quale si ottiene un risultato fisico - la distruzione delle cellule maligne - e un metodo chimico - la loro distruzione simultanea. Inoltre, metodi come mirati, radiazioni e immunoterapia non si distinguono..

Il costo del trattamento delle metastasi nel peritoneo varia a seconda dello stato della clinica prescelta, delle caratteristiche del processo oncologico e della quantità di assistenza richiesta. In media, il prezzo per un complesso di servizi medici può essere di 50 mila. e.

Quali cliniche puoi contattare:

  • Cancer Center "Charite", Berlino. Una delle più grandi cliniche avanzate nel paese, i cui specialisti accettano pazienti con qualsiasi stadio del cancro per il trattamento, anche a livello di metastasi.
  • Ospedale universitario di Colonia. Fornisce servizi diagnostici e medici alla popolazione con patologie benigne e maligne. Il centro garantisce l'uso di protocolli e attrezzature moderni, l'organizzazione di cure palliative e molti altri punti nella lotta contro il cancro metastatico.

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

Trattamento del cancro con metastasi nella cavità addominale in Israele

La lotta efficace contro i tumori metastatici del peritoneo nelle cliniche israeliane dipende dal tipo di neoplasia primaria e dallo stadio del cancro. Il trattamento sistemico del problema garantisce una buona prognosi di sopravvivenza.

La direzione principale dell'assistenza terapeutica è il controllo della crescita del carcinoma o del sarcoma, nonché il sollievo dei sintomi della patologia. Nella maggior parte dei casi, questo approccio consente di prolungare la vita di una persona. Le terapie locali e sistemiche sono utilizzate dagli oncologi israeliani. Local si basa sull'asportazione chirurgica di neoplasie maligne di tipo primario e secondario e sulla radioterapia. Sistemico comprende una serie di tecniche come la polichemioterapia, la terapia mirata e mirata, il trattamento ormonale e immunitario.

Il costo dei servizi medici in Israele è determinato dallo stato della clinica, dalle caratteristiche della malattia oncologica, dal volume richiesto di cure oncologiche. Considera i prezzi approssimativi per il trattamento:

  • intervento chirurgico - da $ 7 mila;
  • corso di chemioterapia - da $ 4 mila;
  • irradiazione - da $ 2,5 mila;
  • immunoterapia - da $ 12 mila.

Quali cliniche posso contattare?

  • State Hospital "Rambam", Tel Aviv. Uno dei principali nel paese. È specializzato nel trattamento complesso dell'oncologia, anche con l'inclusione di tecniche avanzate di nuova generazione, che garantisce la conservazione della qualità della vita dei pazienti.
  • Clinica "Ichilov", Tel Aviv. I risultati nella lotta contro i tumori maligni all'interno delle mura di questo centro medico hanno raggiunto livelli significativi. Anche nelle fasi avanzate del cancro con metastasi, i medici Ichilov possono combattere con successo il problema utilizzando una serie di approcci innovativi.

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

complicazioni

La morte di una persona con oncologia è di solito il risultato della diffusione attiva delle metastasi nel suo corpo. Pertanto, un alto grado di pericolo è attribuito ai tumori della figlia. Sviluppandosi e progredendo nel corpo, possono portare alla formazione di complicazioni generali:

  • interruzione dei sistemi vitali;
  • esaurimento dell'immunità, l'impossibilità della sua opposizione all'oncologia;
  • deterioramento del benessere del paziente e prognosi della sopravvivenza.

Localizzate negli organi addominali, le metastasi possono causare le seguenti complicanze specifiche:

  • la rapida diffusione del processo maligno attraverso i tessuti del tratto digestivo;
  • danno ai linfonodi regionali, alle ossa e al midollo spinale;
  • sviluppo di insufficienza renale ed epatica;
  • ostruzione intestinale, perforazione della parete intestinale, peritonite;
  • intossicazione da cancro.

L'ascite diventa una sorprendente complicazione delle metastasi nella cavità addominale. In questa condizione, il liquido riempie il peritoneo, provocando gonfiore dei genitali e degli arti inferiori. Il trattamento dovrebbe essere immediato, poiché un ascesso si sviluppa rapidamente, seguito dalla morte di una persona.

Anche la probabilità di un coma epatico è elevata. Sfortunatamente, questa patologia è praticamente irreversibile, provoca un arresto di tutti i sistemi vitali del paziente..

Previsione di vita

Fino a poco tempo fa, il cancro metastatico era considerato una condizione prossima alla morte. In questa fase, gli esperti hanno rifiutato di trattare radicalmente il processo oncologico. Oggi la situazione è leggermente cambiata e sebbene le metastasi siano ancora considerate una grave complicazione della diagnosi del cancro, i medici stanno usando metodi innovativi di terapia, cercando di introdurre la malattia nella fase cronica e vincere nell'aspettativa di vita media.

La prognosi della durata della vita per le metastasi diagnosticate nella cavità addominale dipende dalla negligenza della malattia oncologica, dalla possibilità di utilizzare i metodi terapeutici disponibili, dalla localizzazione e dallo stadio del focus oncologico primario, dallo stato di immunità e dall'età del paziente..

Disabilità

Ogni persona con una diagnosi di cancro ha il diritto di contattare l'ufficio ITU locale per determinare il gruppo di disabilità. In caso di metastasi e recidive, la prognosi per il recupero è dubbia e sfavorevole, quindi, in questo caso clinico, al paziente viene assegnato un gruppo di disabilità indefinito, che garantisce di ricevere una pensione e un sostegno sociale dallo stato.

Per contattare ITU, è necessario raccogliere un pacchetto di documenti. Può includere informazioni su studi di laboratorio e strumentali, un estratto della storia medica, la conclusione del medico curante, le caratteristiche dell'ultimo posto di lavoro, i dati sulla terapia radicale e ausiliaria. La commissione considera una domanda per una visita medica entro 5 giorni, dopodiché è fissata una data per il suo passaggio. Se, a causa di complicanze della malattia, una persona non può visitare autonomamente l'ITU, i rappresentanti del gruppo medico possono recarsi a casa o in ospedale o eseguire la procedura in contumacia in presenza di una persona giuridica che rappresenta gli interessi del paziente.

Prevenzione

In oncologia, non esistono misure preventive specifiche che potrebbero impedire lo sviluppo di un processo maligno nel corpo. Gli esperti raccomandano di aderire alle regole generali che aiutano a mantenere la salute generale. Questi includono:

  • rifiuto di cattive abitudini;
  • trattamento tempestivo di disturbi infettivi, infiammatori e altri disturbi somatici;
  • dieta bilanciata;
  • prendendo complessi multivitaminici;
  • moderata attività fisica per escludere processi stagnanti nel corpo;
  • vivere in una zona con condizioni ambientali soddisfacenti;
  • evitamento di stress.

I tumori maligni sono patologie estremamente pericolose che non sono sempre suscettibili di misure terapeutiche e possono distruggere una persona nel giro di poche settimane e mesi. È importante non trascurare gli esami medici preventivi tempestivi e non rifiutare un esame aggiuntivo se ci sono sintomi e segni sospetti del processo oncologico.

Grazie per aver dedicato del tempo per completare il sondaggio. L'opinione di tutti è importante per noi.