Come determinare il cancro con i test? Analisi generali in oncologia, metodi diagnostici strumentali


Nell'oncologia moderna, è la diagnosi precoce del processo tumorale che svolge un ruolo enorme. Ulteriore sopravvivenza e qualità della vita dei pazienti dipende da questo. La vigilanza sul cancro è molto importante, poiché il cancro può manifestarsi negli ultimi stadi o mascherare i suoi sintomi come altre malattie.

Gruppi a rischio per lo sviluppo di neoplasie maligne

Esistono molte teorie sullo sviluppo del cancro, ma nessuna di esse fornisce una risposta dettagliata sul perché si presenta ancora. I medici possono solo supporre che questo o quel fattore acceleri la carcinogenesi (crescita delle cellule tumorali).

Fattori di rischio del cancro:

  • Predisposizione etnica e razziale - Gli scienziati tedeschi hanno stabilito una tendenza: i bianchi sviluppano il melanoma 5 volte più spesso dei neri.
  • Violazione della dieta: la dieta di una persona deve essere bilanciata, qualsiasi cambiamento nel rapporto tra proteine, grassi e carboidrati può portare a disturbi metabolici e, di conseguenza, al verificarsi di neoplasie maligne. Ad esempio, gli scienziati hanno dimostrato che un consumo eccessivo di cibi che aumentano il colesterolo porta allo sviluppo del cancro del polmone e l'assunzione eccessiva di carboidrati facilmente digeribili aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, l'abbondanza di additivi chimici negli alimenti (esaltatori di sapidità, conservanti, nitrati, ecc.), Alimenti geneticamente modificati aumenta il rischio di cancro.
  • Obesità: studi americani dimostrano che il sovrappeso aumenta il rischio di cancro del 55% nelle donne e del 45% negli uomini.
  • Fumo: i medici dell'OMS hanno dimostrato l'esistenza di una relazione causale diretta tra fumo e cancro (labbra, lingua, orofaringe, bronchi, polmoni). Nel Regno Unito, è stato condotto uno studio che ha dimostrato che le persone che fumano 1,5-2 pacchetti di sigarette al giorno hanno 25 volte più probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni rispetto ai non fumatori.
  • Eredità: vi sono alcuni tumori ereditati da un modello autosomico recessivo e autosomico dominante, come il carcinoma ovarico o la poliposi intestinale familiare.
  • Esposizione alle radiazioni ionizzanti e ai raggi ultravioletti - le radiazioni ionizzanti di origine naturale e industriale causano l'attivazione dei carcinomi tiroidei pro-oncogeni e l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti durante l'insolazione (scottature solari) contribuisce allo sviluppo di melanoma maligno della pelle.
  • Disturbi immunitari: una ridotta attività del sistema immunitario (immunodeficienze primarie e secondarie, immunosoppressione iatrogena) porta allo sviluppo di cellule tumorali.
  • Attività professionale: questa categoria comprende le persone che entrano in contatto nel corso del loro lavoro con agenti cancerogeni chimici (resine, coloranti, fuliggine, metalli pesanti, carboidrati aromatici, amianto, sabbia) e radiazioni elettromagnetiche.
  • Caratteristiche dell'età riproduttiva nelle donne: le prime mestruazioni precoci (sotto i 14 anni) e la tarda menopausa (oltre 55 anni) aumentano il rischio di carcinoma mammario e ovarico di 5 volte. Allo stesso tempo, la gravidanza e il parto riducono la tendenza alla comparsa di neoplasie degli organi riproduttivi.

Sintomi che possono essere segni di cancro

  • Ferite non cicatrizzanti a lungo termine, fistole
  • Scarico di sangue nelle urine, sangue nelle feci, costipazione cronica, feci simili a nastri. Disfunzione della vescica e dell'intestino.
  • Deformazione delle ghiandole mammarie, comparsa di gonfiore in altre parti del corpo.
  • Perdita di peso drammatica, riduzione dell'appetito, difficoltà a deglutire.
  • Cambiamenti nel colore e nella forma delle talpe o dei segni di nascita
  • Sanguinamento uterino frequente o secrezione insolita nelle donne.
  • Tosse secca prolungata che non risponde alla terapia, raucedine.

Principi generali di diagnostica delle neoplasie maligne

Dopo aver contattato un medico, il paziente deve ricevere informazioni complete su quali test indicano il cancro. È impossibile determinare l'oncologia mediante un esame del sangue, non è specifico in relazione alle neoplasie. Gli studi clinici e biochimici mirano principalmente a determinare le condizioni del paziente con intossicazione da tumore e a studiare il lavoro di organi e sistemi.
Un esame del sangue generale per l'oncologia rivela:

  • leucopenia o leucocitosi (aumento o riduzione dei globuli bianchi)
  • spostamento della formula dei leucociti a sinistra
  • anemia (emoglobina bassa)
  • trombocitopenia (piastrine basse)
  • aumento dell'ESR (l'ESR costantemente elevato più di 30 in assenza di gravi reclami è un motivo per suonare l'allarme)

Un'analisi generale dell'urina in oncologia può essere piuttosto istruttiva, ad esempio in caso di mieloma multiplo, viene rilevata una specifica proteina Bens-Jones nelle urine. Un esame del sangue biochimico consente di giudicare lo stato del sistema urinario, il metabolismo del fegato e delle proteine.

Cambiamenti negli indicatori di analisi biochimiche per varie neoplasie:

IndiceRisultatoNota
Proteine ​​totali
  • Norma - 75-85 g / l

sia l'eccesso che la diminuzione sono possibili

Le neoplasie di solito migliorano i processi catabolici e la scomposizione delle proteine, inibendo in modo non specifico la sintesi proteica.
iperproteinemia, ipoalbuminemia, rilevazione della paraproteina (gradiente M) nel sieroTali indicatori consentono di sospettare il mieloma multiplo (plasmocitoma maligno).
Urea, creatinina
  • tasso di urea - 3-8 mmol / l
  • norma della creatinina - 40-90 μmol / l

Aumento dei livelli di urea e creatinina

Ciò indica un aumento della disgregazione proteica, un segno indiretto di intossicazione da cancro o una diminuzione non specifica della funzione renale.
Aumento dell'urea con normale creatininaIndica la rottura del tessuto tumorale.
Fosfatasi alcalina
  • norma - 0-270 U / l

Aumento di ALP oltre 270 U / l

Parla della presenza di metastasi nel fegato, tessuto osseo, osteosarcoma.
Un aumento dell'enzima sullo sfondo dei normali livelli di AST e ALTInoltre, i tumori embrionali delle ovaie, dell'utero, dei testicoli possono isoenzima ALP placentare ectopico.
ALT, AST
  • Norma ALT - 10-40 U / l
  • Velocità AST - 10-30 U / l

Aumento degli enzimi al di sopra del limite superiore della norma

Indica la scomposizione non specifica delle cellule del fegato (epatociti), che può essere causata da processi infiammatori e cancerosi.
Colesterolo
  • il tasso di colesterolo totale è 3,3-5,5 mmol / l

La diminuzione dell'indicatore è inferiore al limite inferiore della norma

Parla di neoplasie maligne del fegato (poiché il colesterolo si forma nel fegato)
Potassio
  • norma di potassio - 3,6-5,4 mmol / l

Livelli di elettroliti aumentati con livelli normali di Na

Indica la cachessia del cancro

Un esame del sangue per l'oncologia prevede anche lo studio del sistema emostatico. A causa del rilascio di cellule tumorali e dei loro frammenti nel sangue, è possibile un aumento della coagulazione del sangue (ipercoagulazione) e della formazione di microtrombi, che impediscono il movimento del sangue lungo il letto vascolare..

Oltre ai test per determinare il cancro, ci sono una serie di studi strumentali che contribuiscono alla diagnosi di neoplasie maligne:

  • Radiografia normale in proiezione diretta e laterale
  • Radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia)
  • Tomografia computerizzata (con e senza contrasto)
  • Imaging a risonanza magnetica (con e senza contrasto)
  • Metodo con radionuclidi
  • Esame ecografico Doppler
  • Esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia).

Cancro allo stomaco

Il cancro allo stomaco è il secondo tumore più comune nella popolazione (dopo il cancro ai polmoni).

  • Fibroesofagastroduodenoscopia - è il metodo d'oro per diagnosticare il cancro allo stomaco, necessariamente accompagnato da un gran numero di biopsie in diverse aree della neoplasia e mucosa gastrica invariata.
  • Radiografia dello stomaco mediante contrasto orale (miscela di bario): il metodo era abbastanza popolare prima dell'introduzione pratica degli endoscopi, consente di vedere sulla radiografia un difetto di riempimento nello stomaco.
  • L'esame ecografico degli organi addominali, TC, risonanza magnetica - sono utilizzati per cercare metastasi ai linfonodi e altri organi dell'apparato digerente (fegato, milza).
  • Esame del sangue immunologico - mostra il cancro allo stomaco nelle prime fasi, quando il tumore stesso non è ancora visibile all'occhio umano (CA 72-4, CEA e altri)
Studia:Fattori di rischio:
da 35 anni: esame endoscopico una volta ogni 3 anni
  • eredità
  • gastrite cronica a bassa acidità
  • ulcera allo stomaco o polipi

Diagnosi del cancro al colon

  • Esame rettale digitale: rileva il cancro a una distanza di 9-11 cm dall'ano, consente di valutare la mobilità del tumore, la sua elasticità, lo stato dei tessuti adiacenti;
  • La colonscopia - l'introduzione di un video endoscopio nel retto - visualizza l'infiltrato canceroso fino al lembo di Bauhinia, consente la biopsia di aree sospette dell'intestino;
  • Irrigoscopia: radiologia dell'intestino crasso mediante doppio contrasto (contrasto-aria);
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, TC, risonanza magnetica, colonscopia virtuale: visualizza la germinazione del cancro del colon e lo stato degli organi adiacenti;
  • Determinazione dei marcatori tumorali - CEA, C 19-9, Sialosyl - TN
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per retto e colon:
Dai 40 anni:
  • una volta all'anno esame rettale digitale
  • Analisi delle feci per il test immunoenzimatico del sangue occulto una volta ogni 2 anni
  • colonscopia una volta ogni 3 anni
  • sigmoidoscopia una volta ogni 3 anni
  • oltre 50 anni
  • adenoma del colon
  • poliposi familiare diffusa
  • colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • carcinoma genitale femminile o mammario precedente
  • carcinoma del colon-retto nei parenti di sangue
  • poliposi familiare
  • colite ulcerosa
  • colite spastica cronica
  • polipi
  • costipazione in presenza di dolicosigma

Carcinoma mammario

Questo tumore maligno occupa un posto di primo piano tra le neoplasie femminili. Tali statistiche deludenti sono in parte dovute alle basse qualifiche dei medici che non sono professionali nell'esame delle ghiandole mammarie..

  • Palpazione della ghiandola: consente di determinare la tuberosità e il gonfiore dello spessore dell'organo e di sospettare un processo tumorale.
  • La radiografia del seno (mammografia) è uno dei metodi più importanti per la rilevazione di tumori non palpabili. Per ulteriori contenuti informativi, viene utilizzato il contrasto artificiale:
    • pneumocistografia (rimozione di liquido dal tumore e introduzione dell'aria in esso) - consente di identificare le formazioni parietali;
    • ductografia: il metodo si basa sull'introduzione di un mezzo di contrasto nei condotti del latte; visualizza la struttura e i contorni dei condotti e le formazioni anormali in essi.
  • Ecografia e imaging Doppler delle ghiandole mammarie - i risultati degli studi clinici hanno dimostrato l'elevata efficienza di questo metodo nella rilevazione del carcinoma intraduttale microscopico e di neoplasie abbondantemente fornite di sangue.
  • Tomografia computerizzata e risonanza magnetica: consentono di valutare la crescita del carcinoma mammario negli organi vicini, la presenza di metastasi e danni ai linfonodi regionali.
  • Test immunologici per carcinoma mammario (marker tumorali) - CA-15-3, antigene embrionale tumorale (CEA), CA-72-4, prolattina, estradiolo, TPS.
Ricerca:Fattori di rischio:
  • dall'età di 18 anni: autoesame del carcinoma mammario una volta al mese
  • dai 25 anni: una volta all'anno esame clinico
  • 25-39 anni: ecografia una volta ogni 2 anni
  • 40-70 anni: mammografia una volta ogni 2 anni
  • eredità (carcinoma mammario materno)
  • prima nascita in ritardo
  • fine tardiva e inizio precoce delle mestruazioni
  • assenza di bambini (non vi era allattamento)
  • fumo
  • obesità, diabete mellito
  • oltre 40 anni
  • disfunzione ovarica
  • mancanza di vita sessuale e orgasmo

Cancro ai polmoni

Il carcinoma polmonare è tra le neoplasie maligne negli uomini e si colloca al quinto posto tra le donne nel mondo.

  • Radiografia del torace normale
  • TAC
  • Angiografia con MRI e MRI
  • Ultrasuoni transesofagei
  • Broncoscopia con biopsia: il metodo consente di vedere la laringe, la trachea, i bronchi con i propri occhi e di ottenere materiale per la ricerca utilizzando una macchia, una biopsia o un washout.
  • Esame citologico dell'espettorato: la percentuale di rilevazione del cancro nella fase preclinica con questo metodo è del 75-80%
  • Puntura percutanea del tumore - indicata per il cancro periferico.
  • Esame a contrasto dell'esofago per valutare lo stato dei linfonodi della biforcazione.
  • Videotoracoscopia diagnostica e toracotomia con biopsia linfonodale regionale.
  • Esame del sangue immunologico per carcinoma polmonare
    • Carcinoma a piccole cellule - NSE, PEA, Tu M2-RK
    • Carcinoma a grandi cellule - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Carcinoma a cellule squamose - SСС, CYFRA 21-1, CEA
    • Adenocarcinoma - PEA, Tu M2-RK, CA-72-4
Ricerca:Fattori di rischio:
  • 40-70 anni: una volta ogni 3 anni, TC spirale a basso dosaggio degli organi toracici nelle persone a rischio: salute sul lavoro, fumo, malattie polmonari croniche
  • fumare per oltre 15 anni
  • inizio precoce del fumo dai 13 ai 14 anni
  • malattia polmonare cronica
  • oltre 50-60 anni

Cancro cervicale

Il cancro cervicale viene diagnosticato in circa 400.000 donne all'anno in tutto il mondo. Molto spesso viene diagnosticato in fasi molto avanzate. Negli ultimi anni, c'è stata una tendenza al ringiovanimento della malattia - più spesso si verifica nelle donne di età inferiore ai 45 anni (cioè prima dell'inizio della menopausa). Diagnosi del cancro cervicale:

  • Esame ginecologico negli specchi: rileva solo forme visibili di cancro in uno stadio avanzato.
  • L'esame colposcopico - l'esame del tessuto tumorale al microscopio, viene effettuato utilizzando sostanze chimiche (acido acetico, soluzione di iodio), che consentono di determinare la localizzazione e i bordi del tumore. La manipolazione è necessariamente accompagnata da una biopsia del tessuto canceroso e sano della cervice e dall'esame citologico..
  • TC, risonanza magnetica, ultrasuoni degli organi pelvici - utilizzati per rilevare la crescita del cancro negli organi vicini e il grado della sua prevalenza.
  • La cistoscopia - utilizzata per l'invasione del carcinoma cervicale nella vescica, consente di vedere la sua mucosa.
  • Analisi immunologiche per carcinoma cervicale - SCC, hCG, alfa-fetoproteina; si raccomanda lo studio dei marcatori tumorali in dinamica
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per altra oncopatologia ginecologica:
  • dai 18 anni: esame ginecologico ogni anno
  • 18-65 anni: Pap test una volta ogni 2 anni
  • dall'età di 25 anni: ultrasuoni degli organi pelvici una volta ogni 2 anni
  • molti aborti (conseguenze)
  • molti generi
  • molti partner, frequenti cambi di partner
  • erosione cervicale
  • inizio precoce dell'attività sessuale
  • carcinoma ovarico - ereditarietà, irregolarità mestruali, infertilità
  • carcinoma uterino - in ritardo (dopo i 50 anni 0 menopausa, obesità, ipertensione, diabete mellito

Ricerca sul cancro del corpo dell'utero

  • Palpazione del corpo dell'utero ed esame vaginale bimanuale: consente di valutare le dimensioni dell'utero, la presenza di tuberosità e irregolarità in esso, la deviazione dell'organo dall'asse.
  • Curettage diagnostico della cavità uterina - il metodo si basa sulla raschiatura con l'aiuto di uno strumento speciale - una curette - il rivestimento interno dell'utero (endometrio) e il suo successivo esame citologico per le cellule tumorali. Lo studio è piuttosto informativo, in casi dubbi può essere eseguito più volte in dinamica.
  • TC, RM - vengono eseguite per tutte le donne al fine di stabilire lo stadio e il grado del processo del cancro.
  • Ultrasuoni (transvaginale e transaddominale) - a causa della sua non invasività e facilità di esecuzione, la tecnica è stata ampiamente utilizzata per rilevare il cancro del corpo uterino. L'ecografia rileva tumori fino a 1 cm di diametro, consente di esplorare il flusso sanguigno del tumore, la germinazione del cancro negli organi adiacenti.
  • Isteroscopia con biopsia mirata - basata sull'introduzione di una fotocamera speciale nella cavità uterina, che visualizza l'immagine su un grande schermo, mentre il medico può vedere ogni parte del rivestimento interno dell'utero e condurre una biopsia di formazioni dubbie.
  • Test immunologici per carcinoma uterino - dialdeide malonica (MDA), gonadotropina corionica, alfa-fetoproteina, antigene embrionale tumorale.

Diagnosi del cancro alla vescica

  • Palpazione di un organo attraverso la parete addominale anteriore o bimanualmente (attraverso il retto o la vagina) - quindi, il medico può identificare solo tumori di dimensioni sufficientemente grandi.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici (transuretrale, transaddominale, transrettale): rivela la proliferazione del cancro della vescica oltre i suoi limiti, danni ai linfonodi vicini, metastasi agli organi adiacenti.
  • Cistoscopia: esame endoscopico che consente di esaminare la mucosa della vescica e la biopsia del sito tumorale.
  • Cistoscopia mediante spettrometria: prima dell'esame, il paziente prende un reagente speciale (fotosensibilizzatore), che promuove l'accumulo di acido 5-aminolevulinico nelle cellule tumorali. Pertanto, durante l'endoscopia, la neoplasia emette un bagliore speciale (fluorescenza).
  • Esame citologico del sedimento urinario
  • CT, risonanza magnetica - i metodi determinano il rapporto tra carcinoma della vescica e sue metastasi in relazione agli organi vicini.
  • Marcatori tumorali - TPA o TPS (antigene polipeptidico tissutale), BTA (antigene tumorale della vescica).

Cancro alla tiroide

A causa dell'aumento delle radiazioni e dell'esposizione delle persone negli ultimi 30 anni, l'incidenza del carcinoma tiroideo è aumentata di 1,5 volte. I principali metodi per diagnosticare il cancro alla tiroide:

  • Ultrasuoni + ecografia Doppler della ghiandola tiroidea - un metodo piuttosto informativo, non invasivo e non trasporta l'esposizione alle radiazioni.
  • Tomografia computerizzata e imaging a risonanza magnetica: vengono utilizzate per diagnosticare la diffusione del processo tumorale al di fuori della ghiandola tiroidea e per rilevare metastasi agli organi vicini.
  • La tomografia a emissione di positroni è una tecnica tridimensionale, la cui applicazione si basa sulla proprietà di un radioisotopo per accumularsi nei tessuti della ghiandola tiroidea.
  • La scintigrafia con radioisotopi è anche un metodo basato sulla capacità dei radionuclidi (o meglio iodio) di accumularsi nei tessuti della ghiandola, ma a differenza della tomografia, indica la differenza nell'accumulo di iodio radioattivo in tessuti sani e tumorali. L'infiltrazione da cancro può apparire come un focus "freddo" (che non assorbe iodio) e "caldo" (che assorbe iodio).
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile: consente la biopsia e il successivo esame citologico delle cellule tumorali, rivela marcatori genetici speciali hTERT, EMC1, TMPRSS4 del carcinoma tiroideo.
  • Determinazione della proteina galectina-3, che appartiene alla classe delle lectine. Questo peptide è coinvolto nella crescita e nello sviluppo dei vasi tumorali, nelle sue metastasi e nella soppressione del sistema immunitario (inclusa l'apoptosi). L'accuratezza diagnostica di questo marker nelle neoplasie maligne della ghiandola tiroidea è del 92-95%.
  • La recidiva del carcinoma tiroideo è caratterizzata da una diminuzione dei livelli di tireoglobulina e da un aumento della concentrazione di marker tumorali EGFR, HBME-1

Carcinoma esofageo

Il cancro colpisce principalmente il terzo inferiore dell'esofago, generalmente preceduto da metaplasia intestinale e displasia. L'incidenza media è del 3,0% per 10.000 abitanti.

  • Studio sul contrasto dei raggi X dell'esofago e dello stomaco usando solfato di bario - raccomandato per chiarire il grado di pervietà dell'esofago.
  • Fibroesofagogastroduodenoscopia: consente di vedere il cancro con i propri occhi e una tecnica videoscopica avanzata mostra un'immagine del cancro esofageo su un grande schermo. Nel corso dello studio, è necessaria una biopsia della neoplasia, seguita dalla diagnostica citologica..
  • Tomografia computerizzata e risonanza magnetica: visualizzazione del grado di invasione del tumore negli organi vicini, determinazione dello stato dei gruppi regionali di linfonodi.
  • Fibrobronchoscopia - eseguita necessariamente quando il cancro dell'esofago comprime l'albero tracheobronchiale e consente di valutare il grado di diametro delle vie aeree.

Marcatori tumorali: diagnosi immunologica delle neoplasie

L'essenza della diagnostica immunologica è la rilevazione di antigeni o marker tumorali specifici. Sono abbastanza specifici per tipi specifici di cancro. Un esame del sangue per i marcatori tumorali per la diagnosi primaria non ha un'applicazione pratica, ma consente di determinare l'occorrenza precoce della ricaduta e prevenire la diffusione del cancro. Esistono più di 200 tipi di marker oncologici nel mondo, ma solo circa 30 hanno un valore diagnostico..

I medici impongono i seguenti requisiti ai marker tumorali:

  • Deve essere altamente sensibile e specifico
  • Il marker tumorale deve essere secreto solo dalle cellule tumorali maligne e non dalle cellule del corpo
  • Il marker tumorale dovrebbe indicare un tumore specifico
  • Gli esami del sangue per i marcatori tumorali dovrebbero aumentare con lo sviluppo del cancro

Classificazione dei marker tumorali

Tutti i marker tumorali: fare clic per ingrandire

Per struttura biochimica:

  • Oncofetale e oncoplacentare (CEA, HCG, alfa-fetoproteina)
  • Glicoproteine ​​associate al tumore (CA 125, CA 19-9. CA 15-3)
  • Cheratoproteine ​​(UBC, SCC, TPA, TPS)
  • Proteine ​​enzimatiche (PSA, enolasi neurone-specifica)
  • Ormoni (calcitonina)
  • Altra struttura (ferritina, IL-10)

Per valore per il processo diagnostico:

  • Il principale: ha la massima sensibilità e specificità per un tumore particolare.
  • Secondario - ha poca specificità e sensibilità, viene utilizzato in combinazione con il principale marker tumorale.
  • Ulteriore: viene rilevato con molte neoplasie.

Che emocromo indica oncologia

L'oncologia è un ramo specifico e strettamente focalizzato della medicina, lo scopo è quello di studiare le cause delle malattie tumorali, il loro sviluppo e i metodi di cura. Un tumore è una patologia grave, espressa nella divisione incontrollata delle cellule epiteliali di un particolare organo. La malattia è classificata in due tipi:

  • Un tumore benigno - con esso non c'è crescita aggressiva delle cellule dei tessuti, non ci sono metastasi ad altri organi e cellule. La crescita della neoplasia è lenta, limitata all'area danneggiata. La prognosi della vita e la cura completa sono alte. Esiste il rischio che un tumore benigno cresca in una forma maligna.
  • I tumori maligni sono il tipo di tumore più pericoloso. Nel linguaggio comune, la patologia si chiama cancro. Rileva la messa in scena del corso. Ci sono 4 fasi del cancro. Al primo stadio, la prognosi della sopravvivenza del paziente è stimata al 90-95 percento, al quarto stadio - al di sotto del 10 percento. Pertanto, un intervento medico tempestivo è importante, che consente di utilizzare buone possibilità di salvare la vita e la remissione della patologia..

Le malattie oncologiche sono pericolose con sintomi confusi e latenti. Questo perché tipi selezionati di tumori non mostrano sintomi fino a un certo stadio. Il fenomeno porta a cercare in ritardo cure mediche. Oppure i sintomi osservati nel paziente sono scarsamente espressi, il che consente di iniziare la malattia e resistere fino all'inizio dei processi patologici potenzialmente letali. Allo stesso tempo, alcuni dei sintomi sono scatenati da malattie concomitanti. O il tumore è mascherato da altre patologie. Ad esempio, è difficile trovare una persona che associ uno stato di affaticamento cronico a tumori, ma tali sintomi indicano un'oncologia di quasi ogni tipo e posizione..

È estremamente importante sottoporsi a esami programmati in tempo per rilevare il cancro. Il ritardo nel trattamento può costare la vita al paziente.

L'esame di oncologia nel corpo umano è un processo sfaccettato e multi-stadio, costituito da un gran numero di tecniche diagnostiche. Il cancro si trova spesso quando testato per altre malattie mediante analisi del sangue.

Cos'è il sangue??

Il sangue svolge la principale funzione di approvvigionamento nel corpo. Trasporta ossigeno e sostanze nutritive essenziali per organi, muscoli e tessuti del corpo umano. Tutte le funzioni di base sono eseguite dai battiti del cuore. Con la pulsazione del muscolo cardiaco, il sangue viene spinto attraverso i vasi del corpo.

Il corpo di un adulto contiene più di 5 litri di sangue. Il livello del fluido può aumentare o diminuire a seconda del peso della persona. Nel corpo di un neonato, la sua quantità è di 200-300 grammi..

Oltre alla fornitura, svolge una funzione protettiva. Il sangue contiene leucociti, che agiscono come protezioni per il corpo contro l'invasione di microrganismi e altri oggetti estranei. Partecipa alla neutralizzazione degli effetti di virus e batteri. La rimozione del tessuto morto e delle cellule danneggiate dal corpo si basa anche sull'azione del liquido connettivo.

La termoregolazione dell'ambiente interno umano è considerata una funzione importante. La temperatura corporea ottimale è di 36,6 gradi Celsius. Un aumento dell'indicatore indica la presenza di processi patologici che causano infiammazione all'interno del corpo..

Il tessuto sanguigno è un fluido viscoso, costituito dal plasma e dalle sue cellule costituenti. Sono inclusi anche eritrociti, linfociti, piastrine.

Pertanto, la partecipazione del sangue all'attività vitale dell'organismo è di importanza decisiva. Una condizione ematica sana indica l'assenza di patologie. E viceversa, quando si verifica una malattia, è il sangue che reagisce per primo, poiché circola in tutto il corpo. Pertanto, la sua analisi generale e biochimica è uno dei tipi più comuni di ricerca medica. L'indicatore proteico può indicare oncologia.

Esame del sangue - a cosa serve, cosa mostra

Con il prelievo di un campione di biomateriale nel sangue, iniziano numerosi studi sullo stato del corpo. L'analisi viene eseguita a scopi profilattici (preferibilmente una volta all'anno), come prescritto da un medico, prima di sottoporsi a un trattamento in ospedale. I suoi indicatori informano più chiaramente lo stato del corpo e la presenza di varie patologie nel corpo..

Il prelievo di sangue viene effettuato da due posizioni:

  • Campionamento dei biomateriali dall'anulare - prelevato per analisi generale (CAB).
  • Venoso viene preso per analisi cliniche generali e analisi biochimiche generali (biochimica del sangue). È considerato il più informativo rispetto al materiale delle dita. Mostrerà i risultati più veritieri.

Ma per ottenere l'indicatore più obiettivo della salute del paziente, è auspicabile condurre entrambi gli studi. Secondo criteri generali, è possibile determinare ulteriori patologie nascoste mediante analisi.

Il materiale per l'analisi viene prelevato prima che il primo pasto entri nel corpo il giorno dell'analisi (a stomaco vuoto). Questo importante fattore fornisce indicatori obiettivi di zucchero, VES, emoglobina nel corpo del paziente..

Oltre agli indicatori di cui sopra, un esame del sangue clinico generale mostra anche il livello di eritrociti, leucociti e piastrine nel corpo umano. La conoscenza degli indicatori garantisce un trattamento corretto per il paziente.

Ora la maggior parte della ricerca viene condotta su analizzatori automatici, ma vengono anche utilizzati metodi di ricerca al microscopio..

L'analisi fornisce un controllo su 24 parametri, i principali dei quali sono riconosciuti:

  • Il contenuto assoluto di leucociti - cioè quei piccoli corpi che combattono i microrganismi nel corpo umano.
  • Contenuto di globuli rossi - consegna di ossigeno ai tessuti e agli organi.
  • Livello di emoglobina nel sangue.
  • Conta piastrinica.
  • Composizione enzimatica generale del sangue.

Il resto degli indicatori sono indicatori qualitativi dell'impatto di eritrociti, piastrine, leucociti, emoglobina nel sangue.

Cosa sono i marcatori tumorali, come aiutano a determinare la localizzazione del tumore?

Quando si verifica un tumore, il sangue reagisce aumentando il livello della proteina corrispondente nel sangue. La proteina menzionata secerne il tumore durante la vita. Un tale enzima viene solitamente chiamato marker tumorale. Indica principalmente la presenza di cancro. Pertanto, un esame del sangue per l'oncologia è estremamente importante..

Un esame del sangue per la presenza di marcatori tumorali è prescritto se il paziente ha una storia di lamentele e segni simili della malattia:

  1. Una forte perdita di peso nel più breve periodo di tempo (fino a 10 chilogrammi al mese in assenza di una storia di obesità).
  2. Scarico sanguinante o purulento dall'intestino crasso durante i movimenti intestinali o la minzione.
  3. Appare un pallore innaturale della pelle.
  4. Ulcere e forme innaturali di talpe compaiono sulla pelle.
  5. Sintomi di affaticamento cronico.
  6. Nessuna operabilità.
  7. Fatica.
  8. È importante monitorare la manifestazione dei sintomi in un bambino piccolo..

È importante eseguire tale analisi nei casi in cui la pelle viene cambiata a causa della deformazione dei tessuti: sono visibili tubercoli, foche. Questa è la diagnosi iniziale della malattia.

Il rilevamento oncologico è un processo complesso e poliedrico. E un esame del sangue non è un indicatore completo della presenza di una malattia. I cambiamenti nel sangue sono spesso un segno di comorbilità. I marcatori tumorali si trovano in una certa quantità nei corpi di persone sane entro limiti sicuri. Anche in presenza di oncologia, un esame del sangue potrebbe non rivelare una patologia. Questo accade, ad esempio, con una dimensione del tumore estremamente piccola..

In assenza di processi patologici nel corpo umano, i suoi parametri biochimici rientrano in una certa norma e l'elenco delle sostanze incluse nei limiti consentiti non è stato ampliato o ridotto. In presenza di patologia, questo processo è interrotto, un cambiamento in qualsiasi indicatore qualitativo o quantitativo indica la presenza di cellule tumorali in un organo umano specifico.

In presenza di oncologia, il numero di marker tumorali aumenta in modo significativo.

No.Organo danneggiatoNome del marker tumorale
1Patologie neurologicheNSE
2ovaieFerritina (complesso proteico)
3PancreasCA 19-9
4Fegato (cirrosi e cancro al fegato)AFP (alfa-fetoproteina)
cinqueGhiandola prostatica (negli uomini). Oltre al cancro, mostra anche adenoma e infiammazione della ghiandola prostatica.PSA
6Carcinoma mammario e ovaricoCA 15-3
7Gonfiore delle ghiandole mammarieCA72-4
8Polmoni e vescicaCYFRA 21-1
noveTesta del cervelloProteina S-100, NSE
dieciRivestimento della pelleProteina S-100

Oncomarker CYFRA 21-1 mostra il cancro anche nella fase iniziale, tiene conto dei piccoli tumori, a causa del fatto che ha una maggiore sensibilità ai cambiamenti nella composizione proteica e reagisce vividamente all'oncologia.

Un esame del sangue per la presenza di marcatori tumorali viene spesso eseguito dalla luminescenza di un certo tipo di proteina quando esposto a sostanze chimiche. Cioè, i corrispondenti marcatori tumorali iniziano a brillare quando esposti ai reagenti. Dopo che si verifica una reazione al reagente, viene eseguito un conteggio quantitativo e qualitativo delle cellule tumorali. Vengono inoltre esaminate la forma e le dimensioni delle celle evidenziate. Viene fornita la corrispondente decodifica degli indicatori.

Donazione di sangue preventiva - per l'analisi, dovrebbe essere donata con una frequenza di una volta ogni 12 mesi. In caso di aumento del livello dei marker tumorali, vengono immediatamente prescritti ulteriori test.

Chi ha bisogno di essere controllato più spesso?

Si consiglia di fare i test più spesso se si dispone di una predisposizione all'oncologia. È impossibile determinare il fattore che causa il cancro. Le seguenti persone hanno un aumentato rischio di sviluppare neoplasie:

  • La persona conduce uno stile di vita malsano.
  • Abuso di alcool.
  • Usa tabacco.
  • Conduce uno stile di vita sedentario.
  • Mangia quantità eccessive di cibi piccanti, grassi e ricchi di carboidrati.
  • Mancanza di vitamine, verdure, fibre, frutta, aminoacidi nella dieta.
  • Esposto all'influenza di fattori dannosi nella produzione (chimica, radiazioni).
  • Vivere geograficamente alle latitudini dove aumenta l'influenza dell'attività solare (latitudini tropicali, subtropicali).
  • Ha raggiunto la remissione dei pazienti che precedentemente soffrivano di oncologia.
  • Stress persistente e disturbi neurologici.
  • Trauma grave agli organi vitali.
  • Predisposizione genetica al cancro.
  • Gruppo di età superiore ai 45 anni, quando il rischio di patologia oncologica è significativamente più elevato rispetto ai bambini.
  • Malattie croniche di organi e sistemi corporei da molto tempo.
  • Congestione polmonare, reni.
  • Anomalia della tiroide.

È importante controllare almeno una volta ogni sei mesi in caso di aumento dei fattori di rischio sul corpo..

Come prepararsi adeguatamente per la raccolta di biomateriale per l'analisi

La corretta preparazione per la consegna di un esame del sangue per i marcatori tumorali influisce sulla correttezza delle conclusioni sulla presenza o l'assenza di segni di un processo oncologico. Numerosi fattori influenzano la condizione e la composizione enzimatica del sangue. Compresi alimenti e farmaci. Per ottenere un risultato oggettivo, è necessario prepararsi adeguatamente prima di passare l'analisi.

Prima di donare il sangue, è necessario rifiutare di bere alcolici per almeno tre giorni. Durante il periodo di tempo specificato, non utilizzare farmaci che influenzano i sintomi della malattia. Se il rifiuto di usare il farmaco è impossibile (ad esempio, l'insulina), è importante informare l'assistente di laboratorio che preleva il sangue e il medico specializzato al riguardo. Lo specialista effettuerà le opportune modifiche ai risultati del test.

Si consiglia di mangiare cibi prescritti dal medico come dieta. L'ultimo giorno prima dell'analisi, è consigliabile smettere di mangiare:

  • fritte;
  • pesante;
  • salato;
  • acuto;
  • alimenti che aumentano la formazione di gas nel tratto gastrointestinale.

L'analisi stessa viene eseguita a stomaco vuoto immediatamente dopo il sonno. Il fattore principale è più di 10 ore dall'ultimo pasto. È consentito solo l'uso di acqua potabile pulita. Immediatamente prima dell'analisi stessa, è vietato l'uso di tabacco, carichi di stress, circostanze nervose.

Emocromo indicativo di cancro

L'emocromo iniziale, che può essere il risultato della formazione di tumori nel corpo umano, diventa come segue nell'analisi:

  1. Aumento del numero di leucociti nel materiale.
  2. Allo stesso tempo, l'emoglobina è caratterizzata da un livello ridotto.
  3. Il tasso di sedimentazione degli eritrociti supera la norma.
  4. Conta piastrinica insufficiente.
  5. Leucociti immaturi, mieloblasti, linfoblasti sono presenti nel sangue.

Se questi emocromi indicano oncologia, i medici prescrivono ulteriori studi volti a identificare forme specifiche di tumori. Un esame del sangue è considerato lo studio principale che rivela la probabilità della presenza di neoplasie benigne o maligne nel corpo. La reazione agli antigeni si verifica anche sotto l'influenza di altri processi patologici, ad esempio l'infiammazione. Ciò è dimostrato da un indicatore come ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Un sintomo di aumento della VES in termini di sangue è un aumento della temperatura corporea. Nella pratica medica, ci sono casi in cui gli indicatori di analisi differivano nella loro incoerenza con gli indicatori. Nonostante il fatto che la norma sia stata violata, mentre altri studi non hanno rivelato la presenza di patologie.

Per confermare la presenza di un processo patologico oncologico nelle malattie oncologiche, vengono utilizzati ulteriori studi: ultrasuoni, biopsia diretta del tessuto danneggiato, altri test generali (urina, feci), fluorografia, mammografia (nelle donne).

Quali test mostrano l'oncologia: diagnostica di laboratorio

La diagnosi tempestiva svolge un ruolo decisivo nel trattamento delle patologie oncologiche (cancerose). Per stabilire con precisione la presenza di cancro, è necessaria una serie di misure diagnostiche. Tuttavia, esami elementari di sangue, feci o urine, che possono essere effettuati in qualsiasi laboratorio, spesso avvertono di cambiamenti pericolosi nel corpo. Se ci sono deviazioni negli indicatori, il medico svilupperà un programma di esame individuale e determinerà quali test prendere per l'oncologia al fine di dissipare o confermare i sospetti.

Analisi delle urine

Il cancro del sistema urinario si manifesta come sangue nelle urine. Inoltre, l'urina può contenere corpi chetonici, che indicano la rottura del tessuto. Tuttavia, questi sintomi accompagnano anche malattie non correlate all'oncologia, ad esempio indicano la presenza di calcoli nella vescica o nei reni, il diabete mellito..

Per la diagnosi di altri tumori, l'analisi delle urine non è utile. Non può essere usato per giudicare la presenza di malattie oncologiche, tuttavia, le deviazioni dalla norma indicano problemi di salute. Se le deviazioni sono gravi e sono confermate dai risultati di altri test di base, questo è un motivo per condurre test speciali per determinare il cancro.

L'eccezione è il mieloma multiplo, in cui una determinata proteina Bens-Jones viene determinata nelle urine..

Per la ricerca, raccogliere l'urina del mattino in un contenitore sterile, che può essere acquistato in farmacia. Per prima cosa devi fare una doccia.

Analisi delle feci

Il sangue può anche essere contenuto nelle feci ed è quasi impossibile notarlo visivamente. Le analisi di laboratorio aiuteranno a identificarne la presenza..

La presenza di sangue nelle feci è un segno di cancro intestinale (il più delle volte del colon), ma è anche un sintomo di molte malattie del tratto gastrointestinale di natura benigna. I polipi nell'intestino possono sanguinare. Inoltre, va ricordato che i polipi tendono a degenerare in un tumore maligno. In ogni caso, la presenza di sangue nelle feci è un motivo per sottoporsi a una diagnosi più profonda, per superare i test per rilevare il cancro.

Le feci vengono anche raccolte in un contenitore sterile al mattino..

Che esame del sangue mostra oncologia

Molti pazienti sono convinti che sia possibile rilevare il cancro mediante un esame del sangue. In effetti, ci sono diversi tipi di questa procedura diagnostica, che inizia con un'analisi generale e termina con un'analisi per i marker tumorali. Esistono i seguenti tipi di diagnostica del cancro mediante analisi del sangue con vari gradi di contenuto informativo:

  • analisi generale;
  • analisi biochimiche;
  • test di coagulazione del sangue;
  • esame del sangue immunologico (per marcatori tumorali).

Anche se la malattia oncologica non si è ancora manifestata come sintomi dolorosi, si stanno già verificando cambiamenti negativi nel corpo, che possono essere registrati da un esame del sangue. Quando un tumore maligno cresce, distrugge le cellule sane che vengono utilizzate per la crescita del corpo e rilascia sostanze tossiche. Questi cambiamenti sono evidenti anche con un esame del sangue generale, ma possono anche essere un segno di dozzine di malattie non correlate al cancro..

La più informativa è l'analisi dei marcatori tumorali - sostanze specifiche che vengono rilasciate nel sangue a seguito dell'attività vitale delle cellule tumorali. Tuttavia, dato che i marcatori tumorali si trovano nel corpo di qualsiasi persona e il loro numero aumenta con l'infiammazione, quindi questa analisi non dimostra il 100% della presenza di cancro. Diventa solo una scusa per superare test più affidabili per determinare l'oncologia.

Il cancro mostrerà un emocromo completo

Questa analisi non fornisce informazioni complete sulla presenza di un tumore nel corpo. Tuttavia, questo è uno degli studi di base che aiuta a identificare il cancro in una fase precoce, quando non sta ancora mostrando i sintomi. Pertanto, se si determinano i test da superare per verificare la presenza di un cancro, è necessario iniziare con esso..

I seguenti cambiamenti nella struttura del sangue possono indicare processi maligni nel corpo:

  • diminuzione del numero di linfociti;
  • aumento o diminuzione del numero di leucociti;
  • diminuzione dell'emoglobina;
  • piastrine basse;
  • aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES);
  • un aumento del numero di neutrofili;
  • la presenza di cellule del sangue immature.

Se un paziente, in presenza di uno o più dei segni elencati contemporaneamente, manifesta debolezza, si stanca rapidamente, perde appetito e peso, è indispensabile sottoporsi a un esame più dettagliato.

Il sangue viene donato a stomaco vuoto o almeno 4 ore dopo un pasto. Il recinto è disegnato dal dito.

Vuoi che ti richiamiamo?

Chimica del sangue

Il metodo identifica anomalie che possono essere un segno di cancro. Va tenuto presente che gli stessi cambiamenti sono caratteristici di molte malattie non oncologiche, pertanto i risultati non possono essere interpretati in modo inequivocabile..

Il medico analizza i seguenti indicatori:

  • Proteine ​​totali. Le cellule tumorali si nutrono di proteine ​​e se il paziente non ha appetito, il suo volume è significativamente ridotto. In alcuni tumori, il volume delle proteine, al contrario, aumenta..
  • Urea, creatinina. Il loro aumento è un segno di scarsa funzionalità renale o intossicazione, in cui le proteine ​​del corpo vengono attivamente decomposte.
  • Zucchero. Molti tumori maligni (sarcoma, cancro del polmone, fegato, utero, seno) sono accompagnati da segni di diabete mellito con cambiamenti nei livelli di zucchero nel sangue, poiché il corpo non produce bene l'insulina.
  • Bilirubina. Un aumento del suo volume può essere un sintomo di danno epatico maligno..
  • Enzimi ALT, AST. Aumento del volume - evidenza di possibile tumore al fegato.
  • Fosfatasi alcalina. Un altro enzima, il cui aumento può essere un segno di cambiamenti maligni nelle ossa e nel tessuto osseo, nella cistifellea, nel fegato, nelle ovaie, nell'utero.
  • Colesterolo. Con una significativa riduzione del volume, è possibile il sospetto di cancro al fegato o metastasi a questo organo.

Il prelievo di sangue viene eseguito da una vena. Devi prenderlo a stomaco vuoto.

Test di coagulazione del sangue

Con il cancro, la coagulazione del sangue aumenta e possono formarsi coaguli di sangue in vasi grandi e piccoli (fino ai capillari). Se i risultati del test mostrano queste anomalie, saranno necessari ulteriori screening per l'oncologia..

Anche il sangue per questa analisi viene prelevato da una vena..

Esame del sangue immunologico: marcatori tumorali

Se parliamo di ciò che i test mostrano oncologia, allora questo esame è abbastanza informativo e ti consente di determinare la presenza di cancro. Viene anche utilizzato per rilevare ricadute dopo il trattamento..

I marcatori tumorali sono tipi speciali di proteine, enzimi o prodotti di scomposizione delle proteine. Sono secreti dal tessuto di una neoplasia maligna o da tessuti sani in risposta alle cellule tumorali. Ora l'esistenza di oltre 200 delle loro specie è stata scientificamente provata..

In una piccola quantità, ci sono marcatori tumorali nel corpo di una persona sana, il loro volume aumenta moderatamente, ad esempio con un raffreddore, così come nelle donne durante la gravidanza, negli uomini con adenoma prostatico. Tuttavia, l'aspetto in un grande volume di alcuni tipi specifici è caratteristico di alcuni tumori. Ad esempio, i marcatori tumorali CEA e CA-15-3 possono segnalare il cancro al seno, mentre CA 125 e HE-4 - carcinoma ovarico. Per ottenere il risultato più obiettivo, si consiglia di effettuare un'analisi per diversi marker tumorali.

Aumentando il livello di uno o l'altro marker tumorale, è possibile determinare quale organo o sistema è interessato dal tumore. Inoltre, questa analisi è in grado di dimostrare che una persona è a rischio di sviluppare il cancro. Ad esempio, negli uomini, un aumento del marker tumorale del PSA diventa un presagio di cancro alla prostata..

L'analisi immunologica viene eseguita a stomaco vuoto, il sangue viene prelevato da una vena. Inoltre, i marcatori tumorali sono determinati dall'analisi delle urine.

Esame citologico

Questo è il tipo più informativo di esame di laboratorio, che determina con precisione la presenza o l'assenza di cellule maligne..

L'analisi consiste nel rimuovere una minuscola area di tessuto in cui si sospetta un cancro e quindi esaminarlo al microscopio. Le moderne tecnologie endoscopiche consentono di prelevare biomateriale da qualsiasi organo: pelle, fegato, polmoni, midollo osseo, linfonodi.

La citologia studia la struttura e la funzione cellulare. Le cellule tumorali differiscono significativamente dalle cellule dei tessuti sani, quindi, in uno studio di laboratorio, è possibile determinare con precisione la neoplasia della neoplasia.

I seguenti biomateriali vengono utilizzati per l'esame citologico:

  • stampe dalla pelle, mucose;
  • liquidi sotto forma di urina, espettorato;
  • lavaggi da organi interni ottenuti durante l'endoscopia;
  • campioni di tessuto ottenuti mediante puntura con un ago sottile.

Questo metodo diagnostico viene utilizzato per esami preventivi, chiarendo la diagnosi, pianificando e monitorando il trattamento, per identificare le ricadute. È semplice, sicuro per il paziente e i risultati possono essere ottenuti entro 24 ore.

Diagnostica strumentale

Se si sospetta un tumore o viene rilevata una neoplasia maligna, il paziente deve sottoporsi a esami più dettagliati per determinare la posizione del tumore, il suo volume, il grado di danno ad altri organi e sistemi (presenza di metastasi) e sviluppare un programma di trattamento efficace. Per questo, viene utilizzata una serie di esami strumentali. Include vari tipi di diagnostica, a seconda del sospetto di una particolare malattia.

Le cliniche moderne offrono i seguenti tipi di esami strumentali:

  • imaging a risonanza magnetica (con o senza agente di contrasto);
  • tomografia computerizzata (con e senza l'uso di una sostanza radiografica di contrasto);
  • radiografia di rilievo in proiezione diretta e laterale;
  • radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia);
  • esame ecografico con dopplerografia;
  • esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia);
  • diagnostica dei radionuclidi (scintigrafia e tomografia ad emissione di positroni combinata con tomografia computerizzata).

Questi tipi di esami consentono di determinare con precisione il cancro.

Esami per sospetto cancro presso il centro di oncologia CM-Clinic

Tutti i necessari esami di laboratorio e strumentali in caso di sospetto di malattia oncologica possono essere eseguiti presso il Centro oncologico "CM-Clinic". Prendi un appuntamento con uno specialista del centro di oncologia che determinerà quali test devono essere eseguiti per determinare l'oncologia nel tuo caso. I medici qualificati diagnosticano qualsiasi tipo di tumore in tutte le fasi dello sviluppo, anche al più presto.

Il centro di oncologia ha un proprio laboratorio dotato di moderne apparecchiature automatizzate che aiutano gli specialisti a identificare le patologie tumorali anche prima che compaiano i primi sintomi pericolosi. I pazienti possono utilizzare non solo esami del sangue generali, ma anche test genetici di alta precisione. Gli studi soddisfano gli standard internazionali di qualità.

Inoltre, nel laboratorio del centro oncologico, è possibile sottoporsi a test preventivi che determinano il rischio di sviluppare una malattia maligna. Per registrare, lasciare una richiesta sul sito Web o chiamare +7 (495) 777-48-49.