I primi sintomi e trattamenti per il cancro dell'intestino tenue

Il carcinoma dell'intestino tenue viene di solito rilevato per caso durante l'esame del tratto gastrointestinale per dispepsia cronica, disturbo delle feci, disagio epigastrico. Tutto ciò può indicare non solo il cancro, ma anche altre malattie dell'apparato digerente..

La diagnosi precoce del cancro migliora significativamente la prognosi, consente di raggiungere una remissione stabile e migliorare la qualità della vita del paziente per molti anni.

Descrizione della patologia

Il carcinoma dell'intestino tenue è un tumore maligno localizzato in tre possibili segmenti di organi: l'ileo, il duodeno o il digiuno.

La malattia ricorda il decorso di molte malattie intestinali di natura infiammatoria e non infiammatoria. I pazienti lamentano perdita di peso con appetito preservato, ostruzione intestinale, movimenti intestinali difficili, disturbi delle feci, sanguinamento dall'ano, dispepsia cronica.

Importante! Il carcinoma dell'intestino tenue si verifica nel 2% di tutti i tumori dell'apparato digerente, molto spesso è un tumore del duodeno, il 35% del digiuno e il 15% dell'ileo. La malattia è più suscettibile agli uomini di età superiore ai 55 anni..

Codice ICD-10 - C17 - neoplasia maligna dell'intestino tenue.

Classificazione e tipi di cancro dell'intestino tenue

La classificazione consente di chiarire la natura e il quadro della malattia oncologica, di formulare le tattiche di trattamento del paziente.

Per tipo di crescita, il tumore può essere:

  • endofita - cresce nell'intestino;
  • esofitico - cresce all'interno del lume intestinale.

Quando cresce nel lume intestinale, è importante eseguire una diagnosi differenziale da un polipo, il tumore diventa spesso la causa dell'ostruzione intestinale. Con la crescita nello spessore delle membrane dell'intestino tenue, aumenta il rischio di sanguinamento intraintestinale.

Secondo la struttura istologica e morfologica, ci sono:

  • adenocarcinoma (nella maggior parte dei casi);
  • sarcoma;
  • linfoma dell'intestino tenue;
  • carcinoide.

I tipi di cancro basale, indifferenziato, squamoso e altri si distinguono in base alla struttura cellulare. Ci sono focolai primari e secondari.

Cause e fattori di rischio

Studiando i fattori e le cause del cancro, i medici hanno identificato diverse aree eziologiche principali:

  • predisposizione ereditaria;
  • patologie croniche dell'intestino tenue e altre parti intestinali;
  • fattori nutrizionali.

A rischio sono le persone con obesità, inattività fisica, diabete mellito, patologie congenite dell'apparato digerente, alcolismo. Esiste un'associazione tra tumore dell'intestino tenue e tumori del colon.

Primi segni

Il cancro dell'intestino tenue nella fase iniziale è raramente accompagnato da un vivido quadro clinico: è questo fattore che presenta il problema della diagnosi precoce. Nella fase di formazione, puoi osservare periodicamente nausea, vomito, sazietà rapida e eccesso di cibo da una piccola quantità di cibo, gonfiore, flatulenza, disturbi delle feci.

Chi contattare

Quando compaiono i primi segni, dovresti contattare un terapeuta o direttamente a un gastroenterologo. Sulla base dei risultati della ricerca, potrebbe essere necessario consultare un oncologo, un chirurgo, un proctologo.

Sintomi generali di intossicazione da tumore

L'intossicazione da tumore è una condizione clinica causata dall'avvelenamento del corpo con prodotti di decadimento del tumore, che si verifica nelle fasi 2-4 ed è accompagnata dalle seguenti manifestazioni:

  • malessere costante;
  • una sensazione di pesantezza nell'epigastrio, distensione nell'intestino;
  • violazione delle feci;
  • impurità del sangue nelle feci.

I sintomi e le manifestazioni del carcinoma dell'intestino tenue nelle donne possono essere esacerbati anche in una fase precoce, causata da cambiamenti ormonali ciclici nel sistema riproduttivo: mestruazioni, gravidanza, varie malattie degli organi pelvici.

Come distinguere da altri tipi di cancro

Il carcinoma dell'intestino tenue è una delle varietà di tumore del colon-retto, i sintomi sono molto simili a quelli di altre malattie intestinali. È per la verifica della diagnosi che è necessaria la diagnostica differenziale su larga scala.

Diagnostica

La diagnostica del carcinoma dell'intestino tenue comprende una varietà di studi strumentali e di laboratorio. Il cancro è di solito sospettato dagli ultrasuoni e dagli esami del sangue.

Inoltre, viene prescritto un esame esteso:

  • colonscopia;
  • sigmoidoscopia;
  • irrigoscopy;
  • analisi di feci, urina.

Il gold standard nella ricerca sul cancro è la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata. Grazie a ciò, è possibile non solo identificare il tumore, ma anche determinare la sua struttura morfologica, metastasi, prevalenza.

Caratteristiche del decorso della malattia, a seconda dello stadio

Secondo lo stadio del corso, si distinguono diversi tipi di tumore dell'intestino tenue, che determinano la sequenza di sviluppo:

  1. Stadio 0 - un piccolo tumore, situato sulla superficie delle membrane, non cresce in profondità nell'epitelio del rivestimento.
  2. Stadio I - il tumore cresce nell'intestino, forma una base densa, ha confini chiari da tessuti sani, non metastatizza.
  3. Fase II: la base cresce nello spessore delle membrane, è difficile differenziarsi dai tessuti sani, si diffonde agli organi e ai tessuti vicini.
  4. Stadio III: si osservano metastasi ai linfonodi.
  5. Stadio IV: le metastasi si trovano in organi distanti, molto spesso nel fegato e nei polmoni.

Con ogni fase, aumenta l'intensità di un altro sintomo comune, il dolore. Il dolore diventa costante, insopportabile, a 3-4 fasi il paziente è costretto a fermare la sindrome con analgesici narcotici, le forze del corpo sono esaurite.

Metodi di trattamento

Il trattamento dipende direttamente dallo stadio del processo patologico. Data la rarità di questo tipo di tumore, è difficile determinare in modo affidabile la massima efficacia di un particolare trattamento. Un ruolo importante nella scelta della terapia è svolto non solo dal tipo di tumore, ma anche dall'età del paziente, dalle malattie concomitanti e dal rischio di effetti collaterali..

Intervento chirurgico

La chirurgia è il trattamento preferito per i tumori. Esistono due modi principali: escissione radicale e direzione palliativa per alleviare i sintomi (ad esempio, se un tumore blocca il lume intestinale, i chirurghi correggono la condizione applicando un'anastomosi).

Nota! Negli stadi 1-2 del carcinoma dell'intestino tenue, l'operazione viene eseguita principalmente con il metodo endoscopico o laparoscopico. Con il carcinoma avanzato, può essere necessaria l'escissione addominale del peritoneo.

Radioterapia

L'esposizione alle radiazioni viene raramente utilizzata in monoterapia, di solito in aggiunta al trattamento chirurgico. La radioterapia è adatta per prevenire la ricorrenza dopo l'asportazione e per il cancro inoperabile.

A volte le radiazioni salvano dal dolore, altri sintomi, aiutano a prolungare leggermente la vita del paziente, ma hanno molti effetti collaterali.

Chemioterapia

La chemioterapia viene utilizzata per qualsiasi forma e stadio del cancro come monoterapia e in combinazione con altri metodi noti. La sua base è un corso di assunzione di farmaci speciali altamente tossici contro le cellule tumorali..

I farmaci chemioterapici distruggono anche le cellule sane, influenzano negativamente la funzionalità di organi e sistemi vitali.

Frequenti combinazioni di farmaci per la chemioterapia per il cancro dell'intestino tenue:

  • "Leucovorin" + "Fluorouracil" + "Oxaliplatin";
  • "Leucovorin" + "Fluorouracil" + "Irinotecan".

Nota! Per prevenire le ricadute, è indicata la nomina del farmaco "Fluorouracile" in combinazione con la radioterapia. Per ridurre gli effetti collaterali, vengono prescritti i cosiddetti farmaci di copertura..

Periodo postoperatorio

La riabilitazione dopo il trattamento del cancro è sempre lunga e non importa quale metodo sia stato usato nel trattamento di un tumore oncologico. Il recupero mira non solo a prevenire le ricadute, ma anche a mantenere le funzioni del tratto intestinale, degli organi del sistema epatobiliare, del cuore, dei reni e del cervello.

Nota! Dopo l'intervento chirurgico, è importante il trattamento antisettico della sutura postoperatoria al fine di evitare complicazioni infettive indesiderate e seguire una dieta..

complicazioni

Le principali complicanze dopo l'intervento chirurgico sono aderenze, infezioni e sepsi. Dopo la chemioterapia e la radioterapia, si osservano spesso perdita di capelli, pelle secca e visione offuscata.

Le conseguenze pericolose dopo la chemioterapia sono disturbi delle funzioni dei reni, del fegato e del cuore, fino all'insufficienza d'organo.

Previsione e prevenzione della vita

La prognosi per il tumore dell'intestino tenue dipende dallo stadio del processo patologico. Quindi, il tasso di sopravvivenza a 1-2 stadi è rispettivamente del 90-85%.

Con il progredire della malattia, la prognosi peggiora:

  • nella terza fase, il tasso di sopravvivenza a cinque anni raggiunge il 55%;
  • nel quarto - solo il 2-3%, la malattia termina con la morte.

Sfortunatamente, il cancro intestinale progredisce molto rapidamente, quindi è importante iniziare il trattamento necessario in tempo. Come misura preventiva, il trattamento tempestivo dei polipi intestinali, l'eliminazione dell'alcool, il fumo di tabacco svolgono un ruolo importante. È necessario essere esaminato da un gastroenterologo almeno due volte l'anno.

Cosa dice il dottore

I medici insistono sulla necessità di esami preventivi e di un atteggiamento attento alla loro salute. I minimi sintomi avversi possono indicare l'inizio dello sviluppo di una malattia pericolosa..

Gastroenterologo-oncologo, San Pietroburgo: “Il tempo è un criterio prognostico speciale che determina la vita futura del paziente. Prima viene avviato il trattamento, maggiori sono le possibilità di salvare la vita "..

Medico diagnostico della più alta categoria, Samara: "È importante che le persone con una predisposizione ereditaria siano sottoposte all'esame di un gastroenterologo, agli ultrasuoni della cavità addominale e agli organi pelvici almeno una volta all'anno".

Chirurgo-oncologo, Novosibirsk: “Una direzione promettente nel trattamento del carcinoma intestinale è la chirurgia. La resezione tumorale nella prima fase consente di escludere la ricaduta e curare completamente l'oncologia ".

Conclusione

Il carcinoma dell'intestino tenue è un tumore grave e progressivo. Il cancro verificato non dovrebbe diventare una frase per i pazienti; per migliorare le condizioni generali, è indicata non solo la terapia farmacologica, ma anche una consultazione con uno psicologo.

Le informazioni sul nostro sito Web sono fornite da medici qualificati e sono solo a scopo informativo. Non automedicare! Assicurati di contattare uno specialista!

Autore: Rumyantsev V.G. Esperienza 34 anni.

Gastroenterologo, professore, dottore in scienze mediche. Nomina la diagnostica e il trattamento. Esperto di gruppo sulle malattie infiammatorie. Autore di oltre 300 articoli scientifici.

Diagnosi dei segni e dei sintomi del cancro dell'intestino tenue

Coloro che hanno già incontrato questa procedura stanno cercando un modo per controllare l'intestino senza una colonscopia, poiché non solo la procedura stessa è piuttosto spiacevole, ma la fase preparatoria prima richiede molto tempo e fatica. Nessuno nega la sua efficacia ed efficienza, l'indispensabilità in termini di ottenere informazioni, ma una persona tende a voler fare a meno di sensazioni spiacevoli, soprattutto se conosce la disponibilità di metodi alternativi. I moderni metodi di ricerca offrono davvero altre opzioni per ottenere le informazioni necessarie, che in alcuni casi consente loro di sostituire la colonscopia.

Cliniche leader in Israele

I due punti sono i due punti, che consiste in quattro sezioni consecutive:

  • Ascendente - situato verticalmente a destra;
  • Discendente: posizionato verticalmente a sinistra;
  • Trasversale: collega le due sezioni precedenti e si trova nella parte superiore del peritoneo leggermente sotto il fegato e lo stomaco;
  • Sigmoide: collega la discesa e il retto e ha la forma di una curva corta, situata in basso a sinistra.

Retto - retto situato nella piccola pelvi.

L'intestino crasso è la sezione finale dell'intestino che comprende tutto il colon, il cieco e il retto, il canale anale e l'ano. La lunghezza dell'intestino crasso di un adulto è di circa due metri.

Nell'appendice, cieco e piccola parte (ileo, duodeno, digiuno), i tumori vengono rilevati molto meno spesso. Molto spesso, lo sviluppo del cancro intestinale inizia con la displasia - una crescita patologica incontrollata delle cellule epiteliali. Questa è una condizione precancerosa che può successivamente svilupparsi in oncologia o può rimanere benigna.

La malattia inizia con la comparsa di uno o più polipi nella parete intestinale. I polipi sono generalmente benigni e spesso asintomatici, ma in alcuni casi causano sanguinamento rettale indolore o sanguinamento latente (invisibile). Il numero di polipi si moltiplica con l'età e la loro malignità (divisione cellulare incontrollata e acquisizione di un carattere maligno) può verificarsi dall'esposizione a cause avverse. Le cellule maligne iniziano a moltiplicarsi e si diffondono rapidamente. Il processo di malignità può durare 15-20 anni o più..

Nelle prime fasi dello sviluppo, la neoplasia si sviluppa nella mucosa intestinale e non penetra in altri strati. Nel tempo, le cellule tumorali invadono la parete intestinale e crescono nei tessuti adiacenti. Quindi si diffondono attraverso i vasi linfatici e sanguigni ai linfonodi più vicini e quindi ad altri organi.

Risonanza magnetica

Una risonanza magnetica non richiede l'uso di una radiografia. La fase preparatoria è di pulire l'intestino. Lo studio non viene condotto senza l'ingestione di agenti di contrasto contenenti iodio o gadolinio. Questo metodo è il più sicuro possibile, la persona non prova sensazioni dolorose. La tomografia della cavità addominale dura da dieci minuti, il che è particolarmente importante nel ritmo moderno della vita.

La TC ti consente di esaminare ogni strato dell'intestino, mentre la diagnosi è accompagnata da una costante fissazione dello stato degli organi. La risonanza magnetica non fornisce un'analisi così accurata di tutti gli strati e conduce come altri esami, per non parlare della colonscopia. La TC può rilevare malattie della mucosa delle pareti, è adatta per un diametro stretto del retto o in presenza di tumori che rendono difficile l'uso di altre tecniche.

Nella medicina moderna, esiste un numero enorme di metodi e metodi diagnostici. Ogni singolo caso richiede un approccio individuale. Qualcuno viene mostrato per esaminare l'intestino crasso usando una procedura, mentre un'altra persona farà un modo diverso. Qualsiasi specialista offrirà molte risposte alla domanda su come controllare l'intestino diverso da una colonscopia, ma la scelta di una persona dovrebbe essere basata sulle raccomandazioni del medico curante e non sulle paure.

Stadi del cancro dell'intestino tenue

Determinare il grado di sviluppo della malattia è importante per trovare un metodo di trattamento. È consuetudine distinguere le seguenti fasi della malattia:

  1. Primo stadio. Il cancro è una piccola massa mobile nella mucosa e nella sottomucosa. I linfonodi non sono interessati, le metastasi sono assenti.
  2. Seconda fase. Dalle immagini presentate nella foto si può vedere che la dimensione del tumore in questa fase della malattia è da un terzo alla metà del diametro dell'intestino. I linfonodi possono essere danneggiati, ma non si osservano metastasi tissutali.
  3. Terza fase. La neoplasia è caratterizzata da dimensioni di oltre la metà del diametro dell'intestino, che si estende oltre le pareti dell'intestino. Il tumore colpisce i linfonodi, ma non ci sono metastasi a distanza. A volte si formano aderenze intestinali interne con altri organi, si osserva l'ostruzione dell'intestino tenue o crasso. Con la sconfitta dei linfonodi lungo il flusso sanguigno, le cellule tumorali si diffondono in tutto il corpo.
  4. Quarta fase. È caratterizzato dalla presenza di metastasi, più spesso al fegato.

Esistono cinque fasi dell'adenocarcinoma intestinale:

  • Stadio 0: cancro in atto. Un singolo piccolo tumore che si trova sulla superficie della mucosa e non cresce più in profondità.
  • Stadio I: il tumore è cresciuto profondamente nella parete intestinale, ma non si è diffuso agli organi adiacenti.
  • Stadio II: il tumore è cresciuto attraverso l'intero spessore della parete intestinale, diffondendosi agli organi vicini.
  • Stadio III: le cellule tumorali si sono diffuse ai linfonodi regionali.
  • Stadio IV: ci sono metastasi a distanza. Molto spesso si trovano nei polmoni, nel fegato.

L'essenza della colonscopia

L'essenza della procedura è abbastanza semplice. Durante la diagnosi, un cavo a fibre ottiche con una testa mobile chiamata colonscopio viene inserito nell'ano del paziente. Con il suo aiuto, il medico esamina le pareti intestinali e le condizioni delle mucose. Inoltre, il colonscopio consente di rimuovere un campione di tessuto con una pinza per successive analisi.

Prima della procedura, l'intestino deve essere completamente privo di feci. Pertanto, prima della diagnosi, il paziente deve rifiutare di mangiare cibo ed eseguire una pulizia intestinale completa. Per questo, vengono utilizzati un clistere detergente e lassativi prescritti da un medico..

L'anestesia generale di solito non viene utilizzata durante la diagnostica colonscopica. Tuttavia, per un certo gruppo di pazienti che soffrono di forte dolore, viene fornito il suo uso. Ciò è necessario a causa della maggiore sensibilità dell'ano, nonché a causa delle caratteristiche anatomiche e delle formazioni che interferiscono con il passaggio del colonoscopio.

A causa di tutti questi fattori, i pazienti optano per metodi di ricerca alternativi. Nella medicina moderna vengono utilizzati due gruppi principali di misure diagnostiche: invasivo e non invasivo.

Cause dell'evento

Ma ci sono diversi fattori principali che aumentano il rischio di questo tumore, come:

  • Età matura - le persone con più di 45 anni si ammalano spesso;
  • Malattie infiammatorie (colite ulcerosa, morbo di Crohn);
  • Sovrappeso;
  • Dieta impropria (alto contenuto di prodotti animali e grassi nella dieta);
  • Mancanza di attività fisica;
  • Fumo e abuso di alcool;
  • Predisposizione ereditaria.

Il cancro dell'intestino tenue è una malattia senza causa nota. Esistono numerose malattie che indicano una maggiore probabilità di cancro. Questi includono:

  • neoplasia maligna posticipata dell'intestino crasso;
  • cancro rettale;
  • il paziente ha un carcinoma colorettale ereditario senza poliposi;
  • la presenza di celiachia;
  • anomalie dello sviluppo (genetiche);
  • diagnosi accertata della malattia di Crohn.

Il cancro dell'intestino tenue si verifica quando:

  • mangiare cibo con molti agenti cancerogeni e stabilizzanti chimici;
  • abuso di sostanze tossiche (alcool, nicotina, ecc.);
  • ricevere l'esposizione alle radiazioni.

La scelta del metodo di ricerca in base alla presunta patologia

La consultazione con un gastroenterologo comprende la raccolta di informazioni anamnestiche e un esame clinico, in base ai risultati di cui il medico ha un'idea di quale malattia soffre il paziente. Per chiarire la diagnosi, vengono prescritti esami che mirano a scoprire vari dettagli.

Patologia presuntivaStudi adeguati
Infiammazione dell'intestino tenue (enterite acuta e cronica)Raggi X, ultrasuoni, vari tipi di endoscopia
Tumori, oncologiaFluoroscopia, enteroscopia a palloncino, endoscopia a capsula, ultrasuoni, FGDS, risonanza magnetica
Celiachia o intolleranza al glutineRaggi X, ultrasuoni, vari tipi di endoscopia
Ulcera duodenaleEGD con biopsia, radiografia, risonanza magnetica, endoscopia capsulare
Blocco intestinaleUltrasuoni, FGDS
discinesiaTutti i tipi di esame
diverticoliTutti i tipi di esame
Sindrome dell'intestino irritabileTutti i tipi di esame
Sindrome da malassorbimentoTutti i tipi di esame
Morbo di CrohnTutti i tipi di esame

Le malattie dell'intestino tenue sono diverse, solo un gastroenterologo può capire tutto. Prima si inizia il trattamento, meno tutto il corpo soffre e meno tempo ci vorrà per recuperare.

Come controllare l'intestino per oncologia

La diagnosi precoce aumenta le possibilità di recupero. Se si sospetta l'oncologia intestinale, viene prescritto un esame del sangue e delle feci. Con l'oncologia intestinale si riscontra un livello ridotto di emoglobina e sangue occulto nelle feci. I seguenti metodi diagnostici aiutano a identificare un tumore:

  • sigmoidoscopia (per esaminare le pareti intestinali a una profondità di 30 cm);
  • colonscopia (per esaminare una sezione dell'intestino lunga 1 metro);
  • irrigoscopia (esame a raggi X dell'intero intestino dopo l'introduzione di un isotopo radioattivo);
  • Ultrasuoni e risonanza magnetica (per rilevare la posizione delle metastasi).

Irrigoscopy

L'irrigoscopia intestinale è un metodo per esaminare l'intestino usando i raggi X e la somministrazione preliminare di agenti di contrasto. Ti consente di valutare non solo le caratteristiche strutturali dell'intestino crasso, ma anche la sua funzionalità. L'irrigoscopia presenta numerosi vantaggi. Ti permette di determinare la presenza di alterazioni morfologiche anormali, valuta le dimensioni, la lunghezza e il grado di pervietà del lume intestinale.

Le indicazioni sono diarrea a lungo, violazione del movimento intestinale (frequente costipazione), rilascio di impurità mucose o purulente dal canale anale, scoppio e taglio del dolore nell'addome inferiore, flatulenza frequente o cronica.

L'irrigoscopia consente di controllare l'intestino per oncologia senza colonscopia solo parzialmente. Con il metodo di ricerca a raggi X, viene rilevata la stessa neoplasia, ma è impossibile esaminarne la struttura o prelevare un campione di biomateriale per l'esame istologico.


L'irrigoscopia è un metodo diagnostico più delicato rispetto alla colonscopia

Varietà della malattia e loro caratteristiche

Secondo le caratteristiche dello sviluppo, il cancro intestinale è diviso in tre tipi:

  • Esofitico - neoplasia della parte destra del cieco e del colon, in cui i tessuti tumorali sporgono nel lume intestinale;
  • Endofita: di solito colpisce la parte sinistra dell'intestino crasso e la parete intestinale cresce, mentre si osservano deformazioni e restringimenti della parte infetta dell'intestino;
  • Misto: la crescita e lo sviluppo della neoplasia combinano le caratteristiche di altre specie.

In base al grado di differenziazione e alla struttura cellulare, il cancro intestinale è classificato nei seguenti tipi:

  • squamose;
  • Cricoide-cellula (cricoide);
  • colloidale;
  • Gli adenocarcinomi;
  • Non suscettibile di classificazione e differenziazione.
  • 0 - differisce nella formazione di un piccolo accumulo di cellule atipiche che possono rapidamente dividersi e trasformarsi in cellule maligne. Il processo patologico non va oltre i confini della mucosa intestinale;
  • 1 - la neoplasia si sviluppa rapidamente, ma non si diffonde oltre le pareti intestinali, non ci sono metastasi. In questa fase della malattia, la neoplasia può già essere notata durante la colonscopia;
  • 2 - il tumore raggiunge una dimensione di 3-5 cm e cresce nella parete intestinale;
  • 3 - il tasso di sviluppo delle cellule maligne aumenta, la neoplasia si diffonde rapidamente fuori dalle pareti intestinali, le cellule tumorali crescono nei linfonodi. Negli organi e nei tessuti adiacenti compaiono lesioni;
  • 4 - la neoplasia cresce alla sua massima dimensione, si osservano metastasi in organi distanti, appare intossicazione del corpo con i prodotti dell'attività vitale del tumore, il funzionamento di tutti i sistemi del corpo viene interrotto.

Metodi terapeutici adeguati

L'intervento chirurgico è stato e rimane il modo più efficace per curare il cancro dell'intestino tenue.

La rimozione completa o la duodenectomia del duodeno, l'ectomia della cistifellea e del pancreas e l'ectomia distale gastrica sono interventi nella lotta contro il cancro. Se la malattia è troppo avanzata, potrebbe essere necessaria la resezione dell'intero lato destro dell'intestino crasso.

La connessione chirurgica del circuito dell'organo operato (enteroanastomosi) aiuta a ripristinare le aree soggette a resezione. Per uno scopo simile, può essere utilizzata l'articolazione degli anelli del colon e del digiuno (enterocoloanastomosi).

La chemioterapia ha una funzione ausiliaria. Nei casi più gravi, quando il tumore non è resecabile, tale terapia ha lo scopo di alleviare le manifestazioni dolorose e la sofferenza del paziente..

Per migliorare i risultati postoperatori durante il periodo di riabilitazione, così come per il metodo palliativo, la radioterapia viene utilizzata per prolungare la vita del paziente, poiché è inefficace per il trattamento del cancro.

Periodo postoperatorio

La riabilitazione di un paziente sottoposto a intervento chirurgico richiede molto tempo, poiché il funzionamento del sistema digestivo sarà un processo biochimico complesso ed è difficile ripristinare il lavoro del tratto intestinale. La cura adeguata delle cuciture include la vestizione quotidiana e il cambio della medicazione.

Il ruolo principale è dato alla nutrizione dietetica. Per i primi giorni vengono utilizzate principalmente zuppe liquide con verdure, puree di verdure, brodi, cereali, composte di menta, origano, timo e rosa selvatica. Inoltre, la razione di cibo dopo la terapia chirurgica per il carcinoma dell'intestino tenue potrebbe non differire molto dal normale menu del paziente. Se si verificano sintomi di disfunzione intestinale, come eruttazione, costipazione, bruciore di stomaco, è necessario modificare la dieta per eliminare questi sintomi. Con l'edema delle estremità, è meglio escludere sale e condimenti, con diarrea, crampi e indigestione, mangiare cibi vegetali. Questo normalizza il processo digestivo. In particolare, puoi tornare all'alimentazione dietetica fino a quando non ti sarai completamente ripreso. Si consiglia di mangiare in piccole porzioni più volte al giorno, è importante bere il più liquido possibile tra i pasti..

Oltre alla nutrizione, il trattamento complesso con farmaci come Leucovorin, Fluorouracil, Oxaliplatino, nonché radioterapia e chemioterapia viene utilizzato per distruggere completamente le cellule tumorali.

Misure preventive

Per prevenire la comparsa e il ripetersi di formazioni oncologiche che colpiscono l'intestino tenue, è necessario seguire le regole di base:

  • stile di vita attivo, indipendentemente dall'età;
  • le fibre vegetali grossolane dovrebbero prevalere nella dieta e i grassi animali dovrebbero essere limitati;
  • esame professionale annuale obbligatorio di tutto l'organismo;
  • le persone nel gruppo a rischio devono essere necessariamente registrate con un oncologo;
  • trattamento tempestivo delle malattie croniche del tratto digestivo;
  • assistenza medica immediata in caso di sintomi allarmanti.

Diagnostica

I pazienti con i sintomi sopra descritti spesso si rivolgono per la prima volta a un gastroenterologo ed è da questo specialista che dipende il rilevamento tempestivo di un tumore dell'intestino tenue. La prima cosa con cui inizia una ricerca diagnostica è un esame radiografico. Sulla semplice radiografia degli organi addominali, il tumore viene visualizzato come un difetto nel riempimento del tubo intestinale. Per chiarire la posizione e le dimensioni della neoplasia, potrebbe essere necessaria una radiografia del passaggio del bario attraverso l'intestino tenue. Per migliorare la qualità dello studio, viene talvolta utilizzata l'introduzione simultanea di gas nella cavità addominale (doppio contrasto): ciò consente di visualizzare meglio il conglomerato tumorale, identificare anche neoplasie di piccole dimensioni e determinare chiaramente la loro localizzazione.

In caso di danno all'intestino tenue, è preferibile consultare un endoscopista, che determinerà le ulteriori tattiche di esame del paziente. L'intestinoscopia non solo consentirà di visualizzare il tumore durante la sua crescita esofitica, ma consentirà anche di eseguire la biopsia endoscopica e di prelevare materiale per un'accurata diagnosi preoperatoria. Se si sospetta una neoplasia delle sezioni iniziali dell'intestino tenue, l'esame endoscopico viene eseguito utilizzando un fibrogastroscopio modificato e in caso di danno alle sezioni distali (ileo) - un fibrocolonoscopio.

In caso di difficoltà, la laparoscopia diagnostica può aiutare a stabilire la diagnosi corretta. Durante questo studio, vengono esaminati gli organi interni e i linfonodi regionali, viene rilevato un tumore dell'intestino tenue, viene valutata l'estensione della sua diffusione agli organi e ai vasi circostanti e una biopsia della neoplasia.

Obbligatorio in presenza di un tumore dell'intestino tenue è un'ecografia degli organi addominali, spazio retroperitoneale, aree sopraclaveari. La risonanza magnetica e la tomografia computerizzata degli organi addominali e mediastinici aiuteranno, se possibile, a completare il quadro della malattia - tomografia computerizzata a emissione di fotoni singoli di organi interni. Un esame del sangue generale, un esame del sangue occulto nelle feci aiuterà a identificare anche sanguinamenti minori.

Per la diagnosi del cancro intestinale, esiste una classificazione internazionale TNM (un'abbreviazione da lettere latine che significa "tumore", "linfonodo", "metastasi"), contenente 4 stadi di cancro e uno stadio di precancer. Quando non ci sono cambiamenti per confermare il cancro, questa condizione viene convenzionalmente definita Tx. Per indicare il coinvolgimento dei linfonodi nel processo, viene utilizzata la lettera N. Se non ci sono prove del coinvolgimento dei linfonodi, questo è designato come Nx e se i nodi non sono interessati, allora N0. La lettera M sta per metastasi.

Di conseguenza, T4N2M0 è l'ultimo tumore intestinale allo stadio 4, sono interessati più di quattro linfonodi, non ci sono metastasi a distanza.

Se vengono rilevati segni sospetti, è necessario contattare un gastroenterologo il più presto possibile, che prescriverà l'esame necessario. Ad esempio, le feci a forma di nastro o le feci che sembrano piccole noci (pecore) indicano sicuramente il cancro dell'intestino tenue. Se viene rilevato un tumore nell'intestino, il trattamento deve essere continuato in oncologia.

Il metodo più semplice per rilevare una tale neoplasia oncologica è l'analisi delle feci per il sangue occulto, che aiuta a determinare anche un piccolo contenuto di sangue nelle feci (che è tipico nelle fasi iniziali della malattia). Un altro metodo semplice per riconoscere un tumore situato vicino all'ano è quello di esaminare le condizioni del retto con un dito. Il metodo moderno è l'analisi per la determinazione dei marcatori del DNA dell'oncologia intestinale.

Esistono altri metodi di ricerca strumentale:

  • Sigmoscopia: utilizzando un tubo flessibile, viene esaminata la superficie interna del sigmoide, del colon o del retto, per la quale vengono utilizzati due strumenti: un sigmoidoscopio e un rettoscopio;
  • Endoscopia (colonscopia): il retto e l'intestino crasso vengono esaminati dall'interno utilizzando un endoscopio (sonda speciale). Se un'area particolare deve essere esaminata in modo più dettagliato, uno strumento per biopsia viene inserito attraverso l'endoscopio - un'analisi istologica di un campione di tessuto tumorale;
  • ultrasuoni;
  • risonanza magnetica;
  • CT;
  • Raggi X;
  • PET-CT (tomografia a emissione di positroni).

È possibile esaminare l'interno del duodeno durante la fibrogastroduodenoscopia (FGDS). Se il medico scopre un'area patologicamente alterata sulla mucosa, può immediatamente condurre una biopsia e inviare un frammento di tessuto per l'esame istologico e citologico.

Speciali tecniche endoscopiche sono utilizzate per esaminare il digiuno e l'ileo. Durante l'endoscopia con capsula, al paziente è consentito ingerire la capsula con una videocamera in miniatura. Viaggia attraverso il tratto digestivo e registra un'immagine. Nell'enteroscopia a palloncino, un tubo dotato di uno o due palloncini viene inserito nell'intestino tenue, al suo interno viene passato un endoscopio.

Può scivolare fuori dal tubo. Durante l'enteroscopia con palloncino, puoi eseguire una biopsia, interrompere l'emorragia, rimuovere un piccolo tumore. La fine dell'intestino tenue può essere vista durante una colonscopia - un esame durante il quale uno strumento speciale - un colonscopio - viene inserito attraverso l'ano.

Le radiografie potenziate dal contrasto possono mostrare il sito di restringimento nell'intestino. Qualche tempo prima che vengano prese le radiografie, al paziente viene somministrata una sospensione di solfato di bario da bere. Il farmaco attraversa il tratto digestivo e crea un'ombra evidente nelle immagini. A volte il contrasto viene iniettato attraverso un tubo direttamente nel duodeno. Vengono utilizzati clisteri di bario - con l'aiuto di tale contrasto, a volte è possibile esaminare la parte finale dell'intestino tenue.

La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono utilizzate per valutare la posizione, la dimensione e il numero di tumori, per identificare le lesioni nel fegato, nei polmoni e in altri organi. Per ottenere un'immagine più informativa, viene utilizzato il contrasto: viene somministrato per via endovenosa o somministrato come una pillola.

Le scansioni PET aiutano a trovare piccole metastasi che non sono state rilevate con altri metodi. Il paziente viene iniettato con zucchero marcato radioattivamente. Poiché le cellule tumorali hanno bisogno di molta energia, assorbono molto più di questo zucchero rispetto ai tessuti sani. A causa dell'accumulo di un'etichetta radioattiva, i fuochi tumorali sono chiaramente visibili sulle immagini scattate con un apparato speciale. PET è spesso combinato con CT.

Se vengono rilevati sintomi spiacevoli, è necessario contattare uno specialista qualificato il più presto possibile. In presenza di cancro, la diagnosi precoce è essenziale per una prognosi favorevole..

Metodi di ricerca che consentono di diagnosticare la presenza di cancro, il grado del suo sviluppo e diffusione:

  1. FGDS (fibrogastroduodenoscopy) è un metodo di esame strumentale della superficie interna dell'esofago, dello stomaco e del duodeno introducendo una sonda attraverso i seni nasali o l'apertura orale.
  2. La colonscopia è un metodo di esame strumentale della superficie interna dell'intestino crasso introducendo una sonda attraverso l'ano.
  3. La laparoscopia è un metodo di esame o chirurgia in cui viene praticata un'incisione cutanea nell'area desiderata e una telecamera in miniatura e strumenti chirurgici vengono inseriti nell'area addominale.
  4. Ultrasuoni (esame ecografico) degli organi addominali.
  5. TC (tomografia computerizzata), risonanza magnetica (risonanza magnetica) dell'intestino tenue.
  6. Chimica del sangue.
  7. Esame radiografico degli organi toracici.
  8. Scansioni del tessuto osseo.

Quando si eseguono esami strumentali come FGDS, colonscopia, laparoscopia, viene eseguita una biopsia (prelevando un campione di tessuto per uno studio di laboratorio dettagliato) per esaminare i tessuti in dettaglio per la presenza di cellule tumorali e determinare il tipo di tumore.

Il trattamento chirurgico è il trattamento più efficace per il cancro dell'intestino tenue. L'operazione consiste nella rimozione (ectomia) del tumore e dei tessuti e dei linfonodi interessati. Il restauro artificiale dei tessuti rimossi può anche essere effettuato in diversi modi:

  1. Enteroanastamosi: una connessione chirurgica tra gli anelli intestinali.
  2. Enterocoloanastamosi: una connessione chirurgica tra i cappi dell'intestino crasso e dell'intestino tenue.

Una resezione (escissione) è prescritta solo da un medico in assenza di controindicazioni. Il tipo di intervento chirurgico dipende dallo stadio della malattia e dal grado di diffusione.

Nella fase iniziale dello sviluppo del cancro, viene eseguita la rimozione del tessuto patologico, più favorevole è la prognosi per il paziente..

Trattamento conservativo. La chemioterapia o la radioterapia sono in aggiunta al trattamento chirurgico del carcinoma dell'intestino tenue. La radioterapia è l'effetto della radiazione ad alta frequenza sulle cellule maligne. La chemioterapia è la somministrazione endovenosa o orale di farmaci nel corpo.

Le procedure elencate causano molti effetti collaterali, tra cui debolezza generale e malessere, nausea, vomito, diarrea, mal di testa, perdita di capelli, ridotta formazione di sangue, debolezza, diarrea, comparsa di ulcere sulla mucosa orale, compromissione del funzionamento del sistema immunitario.

Una condizione importante nel trattamento del carcinoma dell'intestino tenue è la corretta alimentazione, che include il rispetto delle seguenti condizioni:

  1. Evitare cibi contenenti grassi animali dalla dieta.
  2. Inclusione nella dieta di alimenti con un contenuto sufficiente di fibre, olio di pesce, soia, carboleolo indolo-3.
  3. Evitare alcol e sigarette.

Con il carcinoma avanzato, quando l'operazione è impraticabile a causa della sua inefficacia, possono essere prescritte radiazioni e chemioterapia. La radioterapia può essere somministrata per alleviare i sintomi.

Sintomi per i quali è necessario consultare un medico

Quando l'oncologia si sviluppa nelle fasi iniziali, una persona non ha sintomi specifici e il cancro intestinale viene rilevato per caso, cioè durante una visita medica di routine. Nelle fasi successive, il paziente ha problemi di digestione e svuotamento dell'intestino e possono verificarsi sensazioni dolorose nell'addome. I sintomi principali sono:

  • perdita di appetito;
  • dolore all'addome che appare in qualsiasi momento della giornata;
  • problemi con i movimenti intestinali, quando la costipazione si alterna alla diarrea;
  • l'aspetto e la struttura delle feci cambiano (possono contenere muco e inclusioni di sangue);
  • deterioramento del benessere di una persona, diminuzione della sua attività e delle sue prestazioni.

Perdita di appetito, dolore addominale, problemi con i movimenti intestinali - sintomi di cancro intestinale.
Se una persona ha molti di questi sintomi, è meglio consultare un medico che consiglierà uno schema di misure diagnostiche al fine di determinare il disturbo in tempo e iniziare il suo trattamento tempestivo. Altrimenti, la malattia causerà gravi conseguenze e complicazioni che possono essere fatali..

Le malattie intestinali sono curate da un gastroenterologo, è necessario contattarlo con le seguenti manifestazioni:

  • dolore all'addome che si verifica immediatamente dopo aver mangiato o un paio d'ore dopo;
  • costipazione o diarrea;
  • aumento della produzione di gas o flatulenza;
  • nausea o vomito;
  • falso impulso a defecare o tenesmo;
  • scolorimento di feci o impurità in esso - pus, muco, sangue, pezzi di cibo non digerito;
  • debolezza generale, fluttuazioni della pressione sanguigna, irritabilità, che sono sorti sullo sfondo di disturbi digestivi.

Non vale la pena ritardare la visita dal medico, poiché i disturbi nella costanza degli ambienti interni o l'omeostasi sono aggravati e questo influisce sul cuore e su altri organi.

Inizialmente latenti, i primi segni di cancro compaiono solo dopo l'inizio dell'ulcerazione del tumore e il restringimento del lume della sezione infetta dell'intestino. Sono accompagnati dai disturbi elencati:

  • nausea e vomito regolari;
  • pancia gonfia;
  • dolore spasmodico nell'ombelico o nella zona epigastrica;
  • diarrea frequente, accompagnata da muco o costipazione;
  • ostruzione intestinale di gravità variabile;
  • dolore durante il movimento intestinale.

I segni comuni di oncologia intestinale nelle prime fasi sono caratterizzati da:

  • malessere e debolezza permanenti;
  • affaticabilità rapida;
  • perdita di appetito;
  • rapida perdita di peso;
  • diminuzione delle proteine ​​nel plasma sanguigno;
  • anemia;
  • pallore della pelle;
  • vertigini ed emicrania;
  • Aumento della temperatura.

A differenza delle neoplasie dell'intestino tenue, i sintomi del cancro al colon possono essere riscontrati nell'uomo, indipendentemente dal sesso e dall'età. La malattia viene diagnosticata anche nei bambini, anche se abbastanza raramente.

Tre volte meno spesso delle formazioni cistiche, vengono diagnosticati tumori mesenterici e si riferiscono a patologie endoteliali o reticolocitiche.


Tumore mesenterico alla risonanza magnetica

Lo sviluppo di un tumore nella fase iniziale nelle donne e negli uomini è quasi lo stesso. Una neoplasia progressiva e la sua proliferazione verso gli organi vicini fanno una distinzione nei sintomi: passando ai sistemi vicini del corpo, il cancro inizialmente colpisce la vagina delle donne e gli organi prostatici negli uomini.

Inoltre, processi anomali distruggono il retto e il canale dello sfintere, causando lamentele in entrambi i sessi: fa male all'ano, alla colonna lombare, alla regione coccigea e all'osso sacro. I pazienti maschi hanno problemi con la minzione, il che significa che la malattia, raggiungendo la vescica, colpisce i suoi tessuti. La temperatura corporea aumenta in modo significativo, è probabile lo sviluppo di infezioni ureterali.

Previsione e prevenzione

Nel carcinoma intestinale, la prognosi dipende direttamente dallo stadio in cui è stato rilevato il tumore. Se la malattia viene diagnosticata nelle fasi iniziali, è curabile, i pazienti vivono a lungo. Nelle fasi successive della malattia, la prognosi è meno favorevole; in presenza di metastasi, la prognosi per un tasso di sopravvivenza a cinque anni è inferiore al 50%. In casi particolarmente avanzati, la prognosi è sfavorevole.

Nella prima fase, se l'operazione ha esito positivo, il tasso di sopravvivenza del paziente è quasi del 95%. Nel secondo stadio, se l'operazione e la radioterapia hanno dato un buon risultato, sopravvive oltre il 70% dei malati di cancro. Il 55% dei pazienti sopravvive con il terzo stadio della malattia. L'ultimo quarto stadio non lascia quasi alcuna possibilità di sopravvivenza, meno del 5% di tutti i pazienti sopravvive.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per l'adenocarcinoma dell'intestino tenue in diverse fasi è:

  • Stadio I - 70%.
  • Fase II - 55%.
  • Fase III - 30%.
  • Stadio IV - 5-10%.

La prognosi in presenza di un tumore dell'intestino tenue dipende da molti fattori. I tumori benigni dell'intestino tenue diagnosticati e rimossi nel tempo hanno una prognosi favorevole. Il principale criterio di prognosi per le neoplasie maligne è la prevalenza del processo secondo la classificazione TNM. La prognosi è significativamente peggiore quando vengono rilevate metastasi, crescita tumorale nei tessuti circostanti, tessuto adiposo, vasi sanguigni. Esiste anche una chiara relazione tra un alto livello di antigene cancerogeno e la recidiva del tumore - anche i piccoli tumori senza metastasi si ripetono quasi sempre se questo indicatore è significativamente aumentato. È stato dimostrato che se il tumore non si ripresenta entro cinque anni dal trattamento, non si verificherà il ritorno del processo tumorale..

La prevenzione dei tumori dell'intestino tenue comprende una serie di misure per migliorare e migliorare lo stile di vita (smettere di fumare, alcol, una corretta alimentazione con fibre sufficienti, mantenere una buona forma fisica e un peso normale), nonché esami regolari di tutte le persone a rischio dopo 50 anni e tempestiva rimozione di neoplasie intestinali benigne.

In assenza di metastasi e danni ai linfonodi dopo la rimozione del tumore, è possibile evitare la re-manifestazione della malattia. In casi più avanzati, dopo misure chirurgiche e conservative, è possibile la ricorrenza del cancro. In presenza di metastasi dopo chirurgia e chemioterapia, il 30% dei pazienti continua a vivere per 5 anni. Per cinque anni, il tasso di sopravvivenza dopo il trattamento è:

  • 99% per il primo stadio;
  • 85% per il secondo;
  • 65% per il terzo.

Primi segni

Il cancro dell'intestino tenue nella fase iniziale è raramente accompagnato da un vivido quadro clinico: è questo fattore che presenta il problema della diagnosi precoce. Nella fase di formazione, puoi osservare periodicamente nausea, vomito, sazietà rapida e eccesso di cibo da una piccola quantità di cibo, gonfiore, flatulenza, disturbi delle feci.

Chi contattare

Quando compaiono i primi segni, dovresti contattare un terapeuta o direttamente a un gastroenterologo. Sulla base dei risultati della ricerca, potrebbe essere necessario consultare un oncologo, un chirurgo, un proctologo.

Prevenzione

Per prevenire la comparsa di neoplasie maligne, è necessario mangiare cibi contenenti fibre (verdure, frutta), ridurre il consumo di cibi grassi e alcolici, smettere di fumare ed essere regolarmente esaminati alla ricerca di sangue nelle feci. È importante non esitare a rimuovere i polipi quando vengono trovati. Le persone con più di 40 anni e quelle i cui parenti hanno avuto oncologia o polipi dovrebbero essere controllate da un gastroenterologo.

Le persone sotto i 40 anni, o quelle con una predisposizione a questa malattia, devono seguire alcune semplici precauzioni per ridurre il rischio di sviluppare questa patologia. Metodi per la prevenzione delle neoplasie intestinali:

  • Attività fisica;
  • Uso di alimenti contenenti fibre nella dieta;
  • Astenersi dal fumo e dall'alcool.

È necessario sottoporsi a un esame preventivo 1-2 volte l'anno. E il test per la presenza di sangue nelle feci (sono venduti in farmacia) può essere facilmente eseguito a casa, assicurati di seguire le raccomandazioni del medico.

anoscopy

Utilizzando il metodo, vengono esaminati fino a 10 cm del segmento inferiore del retto. Un dispositivo ottico medico con illuminazione - Anoscopio - viene introdotto nell'intestino. Determina neoplasie, nodi, infiammazione, polipi. Puoi fare una biopsia.

Metodo diagnostico endoscopico. La procedura viene eseguita ogni cinque anni. Esamina solo 30 cm di intestino. Puoi prendere il tessuto dalle neoplasie. Diagnosi imprecisa di malattie. Dopo la procedura, vengono prescritti numerosi altri metodi, molti dei quali sono più efficaci..

Esame della capsula

Questo è un metodo diagnostico innovativo. Se il paziente ha caratteristiche individuali dell'intestino e non è possibile utilizzare metodi standard per esaminare l'organo malato, viene utilizzato questo metodo di esame. Il paziente ingerisce la capsula di 10 mm di lunghezza, 30 mm di lunghezza, che è dotata di telecamere. Il dispositivo si muove attraverso l'intestino, scatta una foto e viene rimosso. Le istantanee sono frequenti: da 4-40 pezzi al secondo. Dipende dalla velocità di guida. Con l'aiuto delle onde, le informazioni vengono inviate a speciali attrezzature specializzate.

La procedura richiede 5-8 ore ed è indolore. È impossibile essere infettati da malattie, la capsula è sterile e monouso. È prescritto per sanguinamento nascosto, neoplasie e altre patologie. La procedura trova la causa della malattia nell'intestino e nel tratto gastrointestinale. Abbastanza comodo per il paziente. Ad esempio, è possibile leggere un libro, camminare e guardare la TV..

Test dell'idrogeno

La procedura si svolge entro tre ore. Ogni 30 minuti, il paziente espira in una provetta speciale. Viene studiato un numero significativo di batteri che entrano nell'intestino tenue. Il principio del metodo: i batteri non consentono al liquido di penetrare nella mucosa intestinale in quantità normale, quindi la defecazione è disturbata. Quando ci sono sintomi comuni, è necessario il metodo indicato:

  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • intolleranza allo zucchero;
  • l'intestino non digerisce gli alimenti (latte di mucca, frutta, miele);
  • aumento dell'accumulo di flora batterica;
  • piccola produzione di succo per la funzione di digerire il cibo;
  • sintomi di microflora cambiata e disturbata (flatulenza, diarrea, costipazione);
  • valutazione dell'efficacia del trattamento delle malattie intestinali associate all'atrofia dei villi intestinali che rivestono le pareti.

Raccomandazioni generali

In circa il 95% dei casi di rilevazione del cancro, la colonscopia e l'irrigoscopia svolgono il ruolo principale nell'esame. Sono necessari per rilevare le fasi iniziali; per una diagnosi accurata, la PET è indispensabile. Se la malattia è lieve, l'esame viene eseguito mediante palpazione, toccando, esame e ascolto. Spesso, le malattie sono determinate da test di laboratorio su urina, feci, sangue. La sostituzione di una colonscopia in alcuni casi sarà considerata sotto esame..

Oggi, sono stati sviluppati numerosi sistemi diagnostici alternativi per integrare la colonscopia. È impossibile sostituire completamente il metodo, i metodi alternativi non sono così accurati. Alcuni sono usati solo in una specializzazione ristretta, altri non sono ammessi e controindicati a causa di agenti coloranti, ma il paziente deve passare attraverso un colonscopio.

Nella fase diagnostica con il metodo della colonscopia, viene considerata la possibilità di liberare il corpo da feci, escrescenze e altri polipi benigni. Aiuta a pulire gli spazi intestinali, la cui funzione è complicata dalle tossine accumulate. Anche la ricerca nel campo dei test precoci sul cancro è significativa, il che consente di guarire in una fase precoce, un'ulteriore cura completa della malattia.

Metodi alternativi: i metodi della fase preparatoria prima della colonscopia, possono aiutare e identificare le malattie, ma non sostituiranno la colonscopia.