Trattamento del cancro al seno

Secondo le statistiche, la storia medica della maggior parte dei pazienti termina con la morte a causa di una terapia prematura o analfabeta. Molte persone sono preoccupate per una domanda, se il cancro al seno viene trattato. Ti parleremo di nuovi moderni metodi di terapia per tale diagnosi..

Trattamento del cancro al seno

Ci sono molte opinioni su come curare il carcinoma mammario. La selezione del metodo viene effettuata da uno specialista che tiene conto dei desideri del paziente, delle sue caratteristiche individuali e dello stadio della malattia. Ci sono 4 tappe in totale (da 0 a 4). Ognuno ha i sintomi corrispondenti.

Di seguito sono riportate alcune delle terapie utilizzate dai medici moderni:

  • L'intervento chirurgico implica un'operazione di rimozione radicale o selettiva di organi. Un metodo simile viene utilizzato in diverse fasi della malattia. Quindi, ad esempio, i medici israeliani lo offrono solo durante l'ultima fase 4. In Russia, questo trattamento è già praticato nelle fasi iniziali..
  • La chemioterapia rimane il trattamento più comune. Si applica già in 3 fasi. La chemioterapia è caratterizzata dalla somministrazione di farmaci endovenosi che sono tossici per il tumore, il che impedisce lo sviluppo di metastasi. Il suo effetto aumenta se l'immunoterapia viene utilizzata con esso..
  • La terapia mirata sta assumendo un farmaco che rallenta alcuni geni nell'area in cui è stato trovato il tumore. Previene la formazione di tessuti cancerosi.

Chirurgia del cancro al seno

L'intervento chirurgico è uno dei metodi più versatili. Può essere applicato in qualsiasi momento. Si combina con altri trattamenti come la radioterapia o la chemioterapia.

Esistono due tipi di intervento chirurgico, che dipendono dal grado di infezione dei tessuti:

  • La chirurgia che preserva gli organi è un intervento in cui viene rimossa solo una piccola parte del tessuto contenente le cellule infette. Allo stesso tempo, viene preservata la principale funzionalità dell'organo (la possibilità di allattare al seno), nonché un adeguato aspetto estetico.
  • La mastectomia è una rimozione completa e radicale del seno insieme al tumore. Di norma, questo tipo di operazione viene eseguita in una fase successiva, quando la conservazione della vita della donna è in primo luogo e non l'aspetto estetico..

ormonale

La terapia ormonale viene somministrata dopo l'intervento chirurgico e la radioterapia per ridurre il rischio di ammalarsi di nuovo. È efficace solo quando i pazienti hanno livelli elevati di ormoni progesterone ed estrogeni..

Ci sono molti farmaci ormonali disponibili. La loro caratteristica comune è la loro applicazione per diversi anni. Solo un medico qualificato può prescrivere il trattamento appropriato per la terapia ormonale. Possiamo evidenziare quanto segue:

  • un farmaco del gruppo di antiestrogeni "Tamoxifene" (di solito usato da 3 a 5 anni);
  • inibitori dell'aromatasi, come "Arimidex", "Aromasin", "Femara" (generalmente prescritti a pazienti che hanno raggiunto la menopausa);
  • un farmaco che riduce la quantità di estrogeno "Zoladex" (somministrato solo per via intramuscolare);
  • ovariectomia - rimozione delle ovaie mediante chirurgia o radioterapia.

Tutti i suddetti farmaci per la terapia ormonale influenzano fortemente la salute. Non dovresti nominarli tu stesso.

Metodi moderni

Esistono diverse tendenze nel modo in cui gli specialisti trattano il cancro al seno:

  • Il metodo chirurgico è meno popolare. I medici moderni sono più concentrati sulla conservazione della bellezza estetica delle donne.
  • Le operazioni di riabilitazione plastica stanno guadagnando popolarità, in cui il chirurgo può ricostruire parte del tessuto rimosso per garantire la normale vita del paziente.
  • Una nuova tecnica per determinare il linfonodo sentinella mediante una biopsia consente di identificare il tessuto maligno prima dell'intervento, il che consente di non rimuovere nodi ascellari sani e mantenere la mobilità e l'indolore del paziente.
  • I farmaci chemioterapici diventano più efficaci, meno gravi e non danneggiano più il resto del corpo.
  • La terapia mirata o mirata è il raggiungimento dei medici nel 21 ° secolo. Ha fatto una vera rivoluzione e ha sottolineato l'importanza della diagnostica genetica molecolare nel trattamento.

Nuovi farmaci

Negli ultimi dieci anni sono apparsi molti farmaci che alleviano significativamente la sofferenza dei pazienti. Inoltre, il loro numero è in costante aumento, il che è una buona notizia. Eccone alcuni:

  • Keytruda. Inizialmente, questo farmaco è stato creato esclusivamente per i pazienti con mastopatia. Tuttavia, durante i test, si è giustificato al 100%. Keytruda blocca un certo tipo di proteina, PD-L1, che aiuta le cellule immunitarie a trovare i tumori e distruggerli. Al momento, il farmaco è in fase di test nelle cliniche israeliane.
  • Avastin. Questo medicinale contiene sostanze speciali che impediscono il funzionamento dei vasi sanguigni del tumore. Di conseguenza, il sangue cessa di alimentare la formazione maligna e muore. Gli scienziati hanno dimostrato che il farmaco funziona benissimo se associato a un altro, Capecitabina. Questo modello di trattamento è già in uso negli ospedali israeliani..
  • "Fazlodex" è usato per tumori ormono-dipendenti. È ancora nella fase di sviluppo e sperimentazione, ma sta già mostrando buoni risultati..
  • "Palbociclib" si riferisce a farmaci terapeutici mirati. Una volta nel corpo del paziente, blocca quei geni a causa dei quali il tumore si moltiplica. Durante il controllo, è stato rivelato che il farmaco funziona bene insieme al farmaco sopra descritto, "Fazlodex". Questa terapia è già praticata in Europa, Israele e Stati Uniti..

Cancro al seno: trattamento, recensioni.

Ogni paziente che ha appreso una terribile diagnosi viene superata con molte domande: “È possibile curare completamente il cancro al seno? Quale medicina è giusta per me e sarà più efficace? Sarà necessaria la rimozione del seno radicale? " Non esiste una risposta unica a loro. Le recensioni dei pazienti guariti saranno molto diverse. Per alcuni, la terapia mirata sarà decisiva, mentre per alcuni la mastectomia salverà semplicemente delle vite. Pertanto, solo il medico curante sarà in grado di identificare il metodo appropriato e non il feedback di un singolo paziente.

Sul trattamento del cancro al seno in tutti i dettagli e sfumature

Il cancro al seno oggi è una malattia oncologica femminile abbastanza frequente. Ciò è dovuto alla trasformazione di una cellula ghiandolare sana in una cellula anormale, che è in grado di dividersi rapidamente, formando focolai patologici nel torace. Questo tumore è di diversi tipi. Il trattamento del cancro al seno deve essere tempestivo. I moderni metodi di trattamento consentono alle donne di salvare non solo la vita, ma anche la funzione delle ghiandole mammarie.

Il cancro al seno è trattato??

Gli oncologi affermano che il carcinoma mammario può essere curato con successo, ma solo nelle fasi iniziali dello sviluppo, quando le metastasi non si sono ancora diffuse nel corpo. In questo caso, la percentuale di sopravvivenza e aspettativa di vita del paziente è molto alta. Con un trattamento efficace della patologia nella prima fase, il tasso di sopravvivenza è del 95%, nella seconda fase - 85%, con il terzo grado del tumore, fino al 30% delle persone sopravvive, con la quarta fase, i tassi di sopravvivenza delle donne si avvicinano allo zero.

Nota! Il successo del trattamento dipende non solo dallo stadio di sviluppo della patologia, ma anche dalla qualità della medicina. Nei paesi europei, l'aspettativa di vita dopo il trattamento è fino a dodici anni e nei paesi della CSI - fino a quattro anni.

Come si può curare il cancro al seno in diverse fasi??

I metodi di trattamento dipendono dallo stadio di sviluppo della patologia. Nella fase iniziale della formazione del tumore, viene rimosso chirurgicamente insieme ai linfonodi che si trovano nelle vicinanze. La ghiandola mammaria è preservata. Quindi effettuano radiazioni e chemioterapia, trattamento con ormoni per prevenire lo sviluppo di recidive. Nel 90% dei casi, il cancro al seno può essere completamente curato.

Nella seconda fase, molti medici raccomandano una mastectomia - la rimozione del seno. Inoltre, ai pazienti viene prescritta una terapia adiuvante, che mira a migliorare la qualità della vita ed eliminare i sintomi delle malattie concomitanti. Altri oncologi insistono su una resezione settoriale, che aiuta a preservare l'organo e ha un breve periodo di recupero. L'efficacia del trattamento nella fase 2 è elevata, l'organo interessato può essere preservato.

Il terzo grado di malignità della neoplasia viene prima trattato con chemioterapia e radioterapia, seguita dalla rimozione del seno interessato e dalle radiazioni.

La quarta fase prevede l'uso della terapia palliativa, che mira a migliorare la qualità della vita di un malato di cancro e il suo prolungamento.

Nota! Il cancro al seno è un problema medico complesso che richiede un approccio specializzato.

Trattamenti chirurgici per il cancro al seno

L'obiettivo principale di questo trattamento è la rimozione chirurgica del tumore canceroso. In oncologia, a questo scopo possono essere utilizzati due tipi di intervento chirurgico:

  1. Mastectomia, che è un'operazione per rimuovere completamente il seno e i linfonodi situati sotto le ascelle. Questa tecnica chirurgica è spesso combinata con radioterapia e terapia ormonale..
  2. Lumpectomia, che è un'operazione per rimuovere completamente un tumore canceroso. Il medico prescrive quindi la radioterapia nell'area del torace in cui è stata eseguita l'operazione..

Durante gli interventi chirurgici di cui sopra, viene eseguita anche la linfoadenectomia, un'operazione per rimuovere i linfonodi ascellari ascellari. I tessuti rimossi vengono inviati per l'esame istologico, dove viene stabilita la possibilità di diffondere metastasi ad altri organi e tessuti. Dopo tutte le manipolazioni, il trattamento del carcinoma mammario comporta un intervento di chirurgia ricostruttiva sull'organo..

Nota! La moderna medicina oncologica mira a utilizzare, innanzitutto, la chirurgia di conservazione degli organi nel trattamento del carcinoma mammario.

Chemioterapia nel trattamento dell'oncologia

Dopo aver esaminato e diagnosticato il carcinoma mammario, il medico di solito prescrive un ciclo di chemioterapia prima dell'intervento chirurgico o se viene rilevata una patologia in una fase iniziale di sviluppo.

Il trattamento del cancro al seno in questo caso prevede l'uso di speciali citostatici che hanno lo scopo di inibire lo sviluppo di neoplasie e la rimozione delle cellule tumorali. Questi farmaci riducono le dimensioni del tumore, quindi l'intervento viene eseguito con un trauma minimo, mentre il tessuto sano dell'organo viene preservato il più possibile. La chemioterapia dopo l'intervento chirurgico aiuta ad eliminare le metastasi, riducendo così il rischio di recidiva.

Il paziente può sottoporsi a chemioterapia in ospedale. Per ogni malato di cancro, viene selezionato un programma di trattamento individuale usando farmaci di alta qualità, in conformità con il protocollo internazionale.

Radioterapia

L'uso di questa tecnica di trattamento consente di sopprimere lo sviluppo di neoplasie e aree di possibili metastasi. La radioterapia può ridurre la vitalità delle cellule tumorali, nonché ridurre il rischio di ricorrenza della patologia del 50%. Spesso questa terapia viene eseguita mediante TC e mammografia..

Terapia mirata in oncologia

Questo metodo di trattamento prevede l'uso di farmaci con un effetto puntuale su cellule anormali, causandone la morte. Senza influire negativamente sui tessuti sani. Prima di iniziare il trattamento, il medico deve condurre un test di sensibilità ai farmaci. A tal fine, viene esaminata una parte del tessuto interessato che è stato rimosso durante una biopsia..

I farmaci mirati influenzano alcune molecole di cellule tumorali, bloccandone la divisione e, in alcuni casi, innescando il processo di eliminazione.

Terapia ormonale per il cancro al seno

Questa tecnica mira a eliminare gli effetti dell'ormone estrogeno sulle cellule anormali. Il medico seleziona i farmaci ormonali per il trattamento dell'oncologia in base allo stato ormonale della donna, allo stadio di sviluppo della patologia, alle condizioni generali del paziente, alla prevalenza delle metastasi, alla presenza della menopausa. I medici ricevono tutti questi dati durante la diagnosi della malattia..

Questo tipo di trattamento ha molti vantaggi:

  • ridurre la diffusione delle metastasi e il rischio di recidiva in futuro;
  • ridurre il rischio di tumore canceroso nell'altro seno;
  • riduce le dimensioni della neoplasia prima dell'intervento chirurgico.

Nota! Se sospetti un carcinoma mammario, si consiglia di sottoporsi a un esame. Nel confermare la diagnosi, il medico può prescrivere una terapia ormonale, che aiuta ad eliminare il tumore con effetti collaterali minimi..

Diagnosi efficace di patologia

Affinché il trattamento dia risultati positivi, la diagnosi di patologia deve essere eseguita correttamente, in cui vengono stabilite le dimensioni del tumore, la sua posizione, lo stadio di sviluppo della neoplasia, il suo tipo e la sua forma. Dopo un'attenta ricerca dettagliata, viene prescritto un trattamento adeguato.

Nota! La diagnosi precoce consente di identificare la patologia nella fase iniziale, aumentando la possibilità di un completo recupero più volte. Solo un trattamento complesso moderno tempestivo aiuta a curare il cancro al seno (BC)

I moderni metodi diagnostici includono:

  1. Mammografia, in cui eventuali neoplasie in diverse fasi di sviluppo vengono rilevate mediante radiografia.
  2. Ultrasuoni per aiutare a vedere il tumore, stabilire le sue dimensioni e caratteristiche.
  3. TC e risonanza magnetica per studiare le caratteristiche del tumore.
  4. Ductografia - uno studio a raggi X che rileva neoplasie di dimensioni superiori a cinque centimetri.
  5. La biopsia è il metodo diagnostico più informativo, che determina il tipo di patologia, le sue caratteristiche e caratteristiche.

Nota! La diagnosi è raccomandata quando compaiono grumi nella ghiandola mammaria o dolore al capezzolo, poiché il cancro nella fase iniziale non mostra più sintomi.

Previsioni o quante persone vivono con il cancro al seno

Il trattamento del cancro al seno dà buoni risultati. Oggi, oltre il 50% dei pazienti continua a vivere a lungo dopo aver subito la terapia. Il risultato del trattamento dipende da molti fattori, la cosa principale qui è la diagnosi tempestiva della patologia. Nella prima e nella seconda fase dello sviluppo della malattia, i tumori cancerosi vengono quasi sempre eliminati, quindi il tasso di sopravvivenza in questo caso è dell'85-95%. In presenza di carcinoma mammario di terzo grado, il 30% delle donne sopravvive e continua a vivere pienamente. Nell'ultima fase della patologia, si osservano spesso esiti letali, ma in alcuni casi è possibile il recupero, tutto dipende dalle caratteristiche del corpo femminile.

Nota! Il cancro al seno è un problema serio. Lo sviluppo della medicina ha permesso di applicare moderni metodi di trattamento oncologico, che contribuiscono alla conservazione non solo della vita, ma anche degli organi umani, dandogli l'opportunità di vivere una vita piena. Rispondendo alla domanda di molte donne se il cancro al seno può essere curato, per quanto tempo puoi conviverci, vale la pena rispondere che oggi questa patologia viene trattata con successo, una persona dopo che può vivere a lungo.

Trattamento del cancro al seno (seno)

Visualizza ulteriori informazioni su sintomi e diagnostica.

I principali trattamenti per il cancro al seno

Le tattiche e i metodi di trattamento per il carcinoma mammario dipendono dalle caratteristiche individuali della neoplasia e del paziente. Di norma, viene utilizzato un approccio integrato, in cui vengono utilizzati vari metodi e tecniche, tra cui:

  • chirurgico;
  • radioterapia a distanza e da contatto;
  • radiochirurgia stereotassica (sistema Cyberknife);
  • chemioterapia;
  • terapia ormonale.

La scelta dei metodi ottimali per il trattamento della mammella e la loro combinazione è determinata dal medico curante dopo aver consultato un radioterapista e un chirurgo, se necessario - con altri specialisti specializzati.

0 fase

Il trattamento non è sempre richiesto in questa fase. Quindi, ad esempio, se le cellule tumorali si trovano nei lobuli della mammella (carcinoma lcis), in alcuni casi il medico può decidere l'osservazione sistematica.

Avere una sessione di radioterapia al seno

Se viene diagnosticato un carcinoma mammario duttale, è necessario un intervento chirurgico. Molto spesso, in questo caso, viene eseguita un'operazione di conservazione dell'organo per rimuovere una neoplasia con parte del tessuto mammario circostante (lumpectomy), un'alternativa alla quale può essere la radiochirurgia (sistemi CyberKnife e TrueBeam). La questione dell'utilizzo di altri metodi: chemioterapia, terapia mirata, terapia ormonale e radioterapia per il carcinoma mammario viene decisa su base individuale.

Trattamento di fase 1

Il trattamento del carcinoma mammario in fase 1 è necessariamente indicato, indipendentemente dalla localizzazione della neoplasia. La malattia in questa fase ha un'alta probabilità di una cura completa. La prognosi è una remissione positiva e stabile nel 96,5% dei casi in un periodo di cinque anni.

  • Nella prima fase, di solito è anche possibile preservare l'organo durante un'operazione chirurgica con rimozione parziale dei tessuti adiacenti alla neoplasia. Per eliminare il disagio psicologico dopo tale operazione, è possibile successivamente eseguire la chirurgia plastica - ricostruzione del seno.
  • Dopo la rimozione del tumore preservando il seno, un trattamento aggiuntivo per il carcinoma mammario in stadio 1 con radioterapia o radiochirurgia con CyberKnife aumenta significativamente le possibilità di remissione completa della malattia.
  • Per consolidare l'effetto, la rimozione del tumore radicale può essere integrata con chemioterapia, terapia ormonale, terapia mirata e RT..

Terapia del carcinoma mammario in fase 2

La prognosi è favorevole, nella maggior parte dei casi è possibile ottenere una remissione stabile. Nel secondo stadio, un fattore importante è l'estensione del tumore ai linfonodi..

  • Di norma, con il metodo chirurgico, viene eseguita un'operazione per rimuovere completamente il seno (mastectomia). In alcuni casi, può essere presa una decisione in merito a un'operazione di preservazione dell'organo risparmiante (lumpectomia), ma ciò può richiedere la rimozione non solo di una parte del seno, ma anche dei linfonodi interessati sotto l'ascella.
  • Di norma, la chirurgia è integrata dalla radioterapia, che può essere eseguita prima dell'intervento (per ridurre la neoplasia maligna) e postoperatoria (per prevenire il ripetersi della malattia).
  • Nel trattamento del carcinoma mammario in fase 2, anche altri metodi di terapia sono inclusi nello schema. Alcune donne con tumori ormono-dipendenti potrebbero dover rimuovere le ovaie o assumere farmaci che inibiscono la loro attività.

Terapia del carcinoma mammario in stadio 3

A seconda del tipo di oncologia e del regime terapeutico prescelto, la prognosi per il recupero nel trattamento del carcinoma mammario in stadio 3 è relativamente ottimista. Di norma, viene utilizzato un approccio integrato, con la chemioterapia al primo posto. Anche la chirurgia radicale per rimuovere seno e linfonodi può essere efficace. La radioterapia è inclusa nella maggior parte dei regimi standard, altri metodi sono selezionati in base alle indicazioni.

Tumore al seno in stadio 4

Oggi, sfortunatamente, è improbabile una cura completa in questa fase. Tuttavia, una selezione competente di metodi terapeutici, tenendo conto delle caratteristiche del tumore primario e delle metastasi ad altri organi, può alleviare significativamente le condizioni della donna, migliorare la qualità e aumentare la sua aspettativa di vita. Con i moderni approcci terapeutici, la sopravvivenza a 5 anni viene raggiunta nel 22% dei pazienti con carcinoma in stadio 4.

effetti

Le conseguenze dopo il trattamento delle malattie oncologiche dipendono dalla sua specificità e volume. Dopo operazioni radicali con rimozione completa dell'organo, sorgono problemi estetici che possono essere successivamente eliminati con l'aiuto della mammoplastica. Un'operazione con la rimozione di una parte di un organo e la successiva radioterapia minimizza la quantità di correzione estetica. La rimozione locale della lesione nella fase Tis, seguita da un ciclo di radioterapia e terapia farmacologica, elimina la necessità di un successivo aumento del seno.

Possibili complicazioni

Dopo l'intervento chirurgico, una donna può essere disturbata da:

  • dolore e intorpidimento nella cucitura, nel braccio, ascellare e sottoscapolare;
  • sensazione transitoria di disagio, diminuzione del tono muscolare della schiena e del collo.

Dopo un ciclo di radioterapia, è possibile che:

  • sentirsi stanco;
  • mancanza di appetito;
  • reazioni cutanee transitorie alle radiazioni;
  • complicanze ritardate (in rari casi).

La chemioterapia è talvolta accompagnata da alopecia temporanea (perdita di capelli). I corsi intensivi di chemioterapia possono causare disturbi nel funzionamento di organi e sistemi che richiedono una correzione medica.

Dopo la terapia ormonale, è possibile uno squilibrio ormonale.

Recupero

In assenza di complicanze nel trattamento del carcinoma mammario dopo l'intervento chirurgico, la paziente è in ospedale per una media di 21 giorni. I termini del ricovero all'estero sono molto più brevi: in Israele - 2 giorni di ricovero, in Germania - 5-6 giorni.

Se la radiochirurgia viene utilizzata come metodo radicale, il recupero di solito avviene a casa. Con altri metodi, di solito non è necessario il ricovero a lungo termine. Un corso di recupero completo richiede da 4 a 6 mesi.

Se hai bisogno di un secondo parere per chiarire la diagnosi o il piano di trattamento, inviaci una domanda e i documenti per una consultazione o registrati per una consultazione di persona per telefono.

Tumore maligno al seno nelle donne: carcinoma mammario

Quando a una persona viene detto che ha un tumore maligno, si ha la sensazione che il mondo si sgretoli. Le donne devono sapere che il cancro al seno con sintomi precoci è curabile e ha una buona prognosi. Perché si sviluppa la malattia, quali sono i primi segni di patologia, come avviene la guarigione - è necessario comprendere questi problemi al fine di evitare conseguenze disastrose.

Cos'è il cancro al seno

Il corpo femminile è complesso, ci sono molte ragioni per cui avvengono cambiamenti ormonali. Le ghiandole mammarie sono molto sensibili ai cambiamenti. I processi patologici iniziano a svilupparsi in loro. Si verifica una crescita incontrollata di cellule tumorali aggressive, che porta alla comparsa di una neoplasia pericolosa. Un'alta percentuale di incidenza del cancro è osservata nelle donne di età superiore ai 50 anni, ma i casi di patologie nei giovani non sono esclusi. Il tumore cresce, dà metastasi a:

  • I linfonodi;
  • ossa del bacino, colonna vertebrale;
  • polmoni;
  • fegato.

Sintomi

Per iniziare il trattamento precoce del carcinoma mammario, è necessario sapere come si manifesta. Il pericolo è che in una fase iniziale i processi procedano senza segni visibili. Ciò complica il trattamento e la prognosi: le donne si rivolgono agli specialisti quando sono necessari metodi di intervento radicali. I sintomi sono caratteristici per lo sviluppo del cancro:

  • la formazione di grumi nel petto;
  • ispessimento o retrazione del capezzolo;
  • la comparsa di una "buccia di limone" sul fuoco;
  • arrossamento della pelle.

Se vengono rilevati uno o più sintomi, è necessario essere esaminati da un medico. Un tumore maligno del seno è caratterizzato dalla formazione di segni:

  • indurimento dei linfonodi retrosternali ascellari;
  • un aumento sproporzionato delle dimensioni di un seno;
  • la comparsa del dolore;
  • deformazione del torace;
  • formazione di edema;
  • il verificarsi di ulcere, croste;
  • la presenza di scarico dal capezzolo;
  • aumento della temperatura;
  • debolezza;
  • vertigini;
  • drastica perdita di peso;
  • manifestazioni di dolore alle ossa, fegato con metastasi nella fase avanzata del cancro.

Fa male al petto

Devi sapere che lo sviluppo del cancro non accompagna sempre l'insorgenza del dolore, specialmente con la diagnosi precoce della patologia. L'aspetto del sintomo è influenzato dalla posizione del tumore. Le ghiandole mammarie, come altri organi, hanno i nervi. Con un aumento delle dimensioni della neoplasia:

  • si verifica gonfiore;
  • c'è un affollamento di tessuti sani;
  • c'è una pressione sulle terminazioni nervose;
  • appare un dolore doloroso costante.

Umbilization

Questo sintomo di cancro si verifica all'inizio della malattia. Segnala che si sviluppa un processo infiltrativo nelle profondità del seno, causando la fibrosi dei tessuti. Quando ombelizzato:

  • i legamenti dell'organo vengono tirati fino al tumore;
  • si osserva una piccola depressione al centro dell'infiammazione;
  • si nota la retrazione della superficie della pelle verso l'interno;
  • un processo simile può avvenire nel capezzolo.

Scorza di limone sulla ghiandola mammaria

L'inizio di questo sintomo di carcinoma mammario è tipico delle ultime fasi del tumore. Il fenomeno si osserva spesso nella parte inferiore del torace. Con un aumento del tumore, la forma della ghiandola mammaria cambia, l'ulcerazione e la forma di "scorza di limone" sulla pelle. Le ragioni di questo fenomeno:

  • con un aumento dei linfonodi, il deflusso linfatico è disturbato;
  • si verifica edema tissutale;
  • la pelle si ispessisce;
  • i pori crescono di dimensioni;
  • c'è una "buccia di limone" sulla superficie della pelle.

Il sintomo di Kernig

In una delle fasi dello sviluppo del carcinoma mammario, i vasi linfatici e venosi sono coinvolti nel processo maligno. C'è una diminuzione dell'elasticità del tessuto mammario. Con il sintomo di Kernig:

  • la compattazione avviene nello spessore dei tessuti ghiandolari;
  • la dimensione della formazione del tumore - fino a diversi centimetri;
  • l'area è densa, mobile, indolore.

Segni di carcinoma mammario in fase iniziale

Per evitare il rischio di complicanze, le donne dovrebbero sottoporsi a un autoesame mensile del seno. Con un follow-up regolare, puoi notare i cambiamenti, rilevare il cancro in una fase precoce e guarire con successo. Avendo trovato i primi sintomi della malattia, è necessario contattare un mammologo per un esame clinico. È possibile che si tratti di un tumore benigno o fibroadenoma, ma se non trattato, tutto può trasformarsi in cancro..

Come inizia il cancro al seno? All'autoesame, le donne scoprono:

  • grumi al petto;
  • danno alle ascelle;
  • espansione delle vene safene;
  • il verificarsi di ulcere;
  • retrazione della pelle del capezzolo;
  • cambiamento nella forma del seno;
  • l'aspetto di una "buccia di limone" sulla pelle;
  • arrossamento;
  • ispessimento della pelle del capezzolo, areola intorno;
  • un aumento dei linfonodi dello sterno delle ascelle;
  • retrazione della pelle sul sito del fuoco;
  • secrezione dal capezzolo.

Le ragioni

Non è chiaro ciò che provoca il cancro al seno nelle donne. Ci sono molti fattori provocatori per lo sviluppo di neoplasie patologiche. Il cancro al seno può progredire per i motivi:

  • malattie benigne trascurate;
  • la presenza di parenti con cancro;
  • trauma toracico;
  • età superiore ai 40 anni;
  • abuso di alcool;
  • fumatori;
  • obesità;
  • inizio precoce del ciclo mestruale;
  • diabete;
  • malattie infiammatorie ginecologiche.

Una neoplasia maligna nel seno può verificarsi a seguito di:

  • aborti frequenti;
  • tarda prima nascita;
  • breve periodo di allattamento al seno;
  • assenza di bambini;
  • una storia di terapia ormonale;
  • tarda menopausa;
  • esposizione ad agenti cancerogeni chimici;
  • irregolarità del ciclo mestruale;
  • situazioni stressanti;
  • infertilità;
  • Cisti ovariche;
  • tumori cerebrali;
  • carcinoma della corteccia surrenale;
  • una dieta ricca di grassi;
  • esposizione alle radiazioni.

Classificazione

Esistono diverse classificazioni dei tumori al seno utilizzati in medicina. Differiscono per caratteristiche, caratteristiche strutturali della neoplasia, forme macroscopiche. Quando si considerano gli istotipi, ci sono:

  • carcinoma non invasivo: le cellule maligne si trovano all'interno del dotto o del lobulo del seno;
  • il carcinoma invasivo - infiltrazione del cancro - ha origine in una struttura, si sposta gradualmente in altre.

Esiste una classificazione dei tumori al seno maligni in base alle forme macroscopiche. Include:

  • cancro diffuso - differisce nel tasso di sviluppo, danno ai linfonodi, edema, aumento delle dimensioni delle ghiandole mammarie, formazione di ulcerazione;
  • vista nodulare - situata all'esterno e nella parte superiore del torace, cattura tessuto adiposo, muscoli, pelle;
  • Il cancro di Paget - accompagnato da un aumento del capezzolo, dalla comparsa di croste e ulcere sulla superficie, il tumore viene diagnosticato in ritardo - i sintomi sono simili all'eczema.

Tumore al seno in stadio 1

Tra le malattie oncologiche nelle donne, il cancro al seno è in testa. La malattia viene rilevata nel 25% di tutti i casi di lesioni maligne del corpo. La patologia ha un'origine multifattoriale, è associata a un cambiamento delle informazioni geniche nelle cellule sotto l'influenza di cause negative esterne e interne. In questo articolo, proponiamo di scoprire come progredisce il carcinoma mammario in stadio 1, se può essere curato e quale sarà la prognosi della sopravvivenza..

Codice della malattia secondo il sistema ICD-10: C50 Neoplasia maligna del seno:

  • C50.0 - danno al capezzolo;
  • С50.1 - parte centrale;
  • C50.2 - quadrante interno superiore;
  • C50.3 - quadrante interno inferiore;
  • C50.4 - quadrante esterno superiore;
  • C50.5 - quadrante esterno inferiore;
  • C50.6 - area ascellare.

Le ragioni

Il problema dell'origine del cancro al seno oggi non è stato studiato a sufficienza. Esistono solo prove aneddotiche di studi clinici che potrebbero far luce sull'eziologia della malattia..

Gli scienziati della Tufts University sono stati in grado di scoprire che un processo maligno nella ghiandola mammaria può essere innescato da una sostanza presente nella plastica alimentare - il bisfenolo A (BPA). Ci sono anche informazioni che lo sviluppo della patologia può essere causato da una predisposizione ereditaria al cancro al seno - i geni BRCA1, BRCA2, PTEN, TP53 e ATM sono considerati i colpevoli in questo caso. Le mutazioni che si sono manifestate in esse, nel 20% dei casi, portano alla formazione di cambiamenti maligni..

Le presunte cause della malattia secondo gli oncologi:

  • una storia di infertilità;
  • cattive abitudini, principalmente dipendenza dal tabacco;
  • inizio precoce delle mestruazioni - fino a 12 anni;
  • tarda menopausa - dopo 55 anni;
  • eredità disfunzionale in oncologia;
  • obesità;
  • ipertensione;
  • disturbi ormonali;
  • malattie della zona genitale femminile.

Va notato che il cancro al seno si verifica non solo nelle donne, ma anche (in meno dell'1% dei casi) negli uomini. Le possibili cause della malattia sono gli stessi fattori: obesità, cattive abitudini e disturbi ormonali.

Anche l'influenza dello status sociale non è esclusa: più è alta, maggiori sono le probabilità che una donna affronti il ​​cancro al seno. Si noti che il gentil sesso degli insediamenti dei lavoratori e dei poveri soffrono di questa malattia molto meno spesso, il che riflette il fattore psicologico nello sviluppo della malattia.

Sintomi (primi segni)

Il principale problema diagnostico è che non tutte le ragazze e le donne possono notare l'insorgenza della malattia in tempo e cercare un aiuto medico qualificato. Molti pazienti confondono la tensione toracica e il leggero dolore con la sindrome premestruale, lo sviluppo di cambiamenti benigni.

Ecco i possibili primi segni di cancro al seno che possono comparire nelle donne in una fase precoce:

  • Modifica delle dimensioni o della forma del seno, asimmetria esterna.
  • Rilevazione di aree dense e noduli sotto la pelle mediante palpazione dell'organo.
  • Linfonodi ascellari gonfi.
  • I cambiamenti nell'aspetto della pelle - la comparsa di eruzioni cutanee, iperemia, gonfiore e desquamazione, è possibile prurito.
  • Variazione della forma e della struttura strutturale del capezzolo, sua retrazione, accompagnata da ulcerazione sull'areola.
  • Scarico dal capezzolo: leggero, verdastro o sanguinante.

L'unico modo per non perdere una malattia è condurre un autoesame regolare. Dall'età di 35 anni, ogni donna dovrebbe valutare le condizioni del suo seno davanti a uno specchio una volta al mese. Se compaiono segni sospetti che indicano lo sviluppo della patologia, è importante consultare immediatamente un medico. Le procedure di autoesame devono essere integrate con una visita annuale a un mammologo e un'ecografia delle ghiandole mammarie.

Quanto velocemente si sviluppa?

Nella maggior parte dei casi, la malattia si sviluppa lentamente. L'intervallo di tempo dal momento in cui il primo oncocell appare nei tessuti dell'organo fino alla formazione di un sito tumorale con un'area di 1 cm è di diversi mesi e in alcuni casi anche molti anni, il periodo massimo possibile è di 15-20 anni. Allo stesso tempo, per tutto questo tempo una donna potrebbe non essere consapevole dello sviluppo della sua malattia: in molti pazienti, il processo oncologico viene diagnosticato molto più tardi, nelle fasi 2 e 3.

Il gruppo a rischio per la rapida progressione della malattia comprende donne di età superiore ai 40 anni, a causa dell'inizio dei cambiamenti ormonali nel loro corpo a causa dell'avvicinarsi della menopausa.

Classificazione del sistema internazionale TNM

Il carcinoma mammario in stadio 1 è caratterizzato dalla formazione di un piccolo tumore. L'accumulo di cellule tumorali in questa fase della malattia può verificarsi non solo nei tessuti del seno, ma anche nei linfonodi regionali - sotto le ascelle. Considera nella tabella seguente come un tumore è classificato secondo il sistema TNM, che è valido per il primo stadio della patologia..

simboliCosa vogliono dire
T1micMessa a fuoco microinvasiva fino a 1 mm di profondità. Se ci sono diverse lesioni, non sono riassunte in numero, ma sono classificate come un piccolo tumore.
T1aNeoplasia 1–5 mm
T1bTumore 5-10 mm
t1cTumore 10–20 mm
N0I linfonodi regionali non sono interessati
N1Si notano cambiamenti maligni in uno o più linfonodi.
M0Non ci sono metastasi a distanza

Secondo i dati della tabella, il carcinoma mammario in stadio 1 è un carcinoma invasivo, le cui dimensioni possono variare fino a 2 cm con il rischio di colpire i linfonodi regionali.

Classificazione generale

In base al grado di invasione, si distinguono i seguenti tipi di carcinoma mammario:

  • NON INVASIVO. Il focus del tumore rimane all'interno dello strato epiteliale. A sua volta, è diviso in due forme: formazione lobulare e intraduttale. Non penetra nei tessuti adiacenti. Si verifica nel 20% dei casi clinici.
  • INVASIVO (INFILTRATIVO). Cresce nel tessuto della ghiandola, dà metastasi ai linfonodi regionali e ad altri organi. È classificato in forme tubulari, midollari, lobulari, duttali, mucose (colloidali) e apocrine..
  • NON SPECIFICO. Un tumore caratterizzato da una rapida progressione e resistenza alla maggior parte dei metodi medici. Suddiviso in carcinoma del paget, carcinoma infiammatorio e papillare, triplo negativo e atipico midollare.

Esistono due tipi di carcinoma mammario non invasivo:

  • Tumore duttale. Si forma all'interno del condotto del latte e non va oltre i suoi confini. Non rappresenta una seria minaccia per la vita di una donna, ma richiede un trattamento immediato e urgente: un intervento chirurgico in combinazione con la radioterapia. Il carcinoma duttale viene solitamente diagnosticato mediante mammografia.
  • Tumore lobulare. Si forma all'interno di un lobulo della ghiandola mammaria, meno spesso si verificano lesioni multiple di singoli lobuli. La maggior parte delle donne con un processo oncologico simile non nota la malattia, poiché di solito è asintomatica. Con la mammografia, la patologia è estremamente rara. La terapia di emergenza in questo caso clinico non è richiesta.

Il carcinoma mammario INFILTRATIVO O INVASIVO è classificato nei seguenti tipi:

  • Il carcinoma duttale invasivo è una forma pericolosa di lesioni maligne del tessuto mammario. Le cellule atipiche, inizialmente formate nel dotto del latte, vengono trasportate con il flusso linfatico e il sangue nell'area vicino al capezzolo. Di conseguenza, il capezzolo è deformato, ci sono perdite di vari colori e consistenze, il più delle volte con una miscela di sangue.
  • Cancro invasivo lobulare. È estremamente difficile da diagnosticare. L'attenzione del tumore si sviluppa dai lobuli della ghiandola mammaria, le cui cellule crescono nei tessuti circostanti senza la caratteristica formazione di protuberanze e nodi sotto la pelle. In questa forma di carcinoma, non c'è scarico del capezzolo. Nella maggior parte dei casi, il processo oncologico procede in un tipo bilaterale, cioè entrambi i seni sono interessati - sinistra e destra.
  • Carcinoma mucoso o colloide. Una varietà di tumori mucinosi, che sono caratterizzati da un abbondante accumulo di muco grigio-blu sia all'interno che sulla superficie delle cellule atipiche. La malattia si sviluppa lentamente, colpisce raramente la pelle e praticamente non metastatizza.
  • Cancro tubulare Il tumore si forma all'interno dello strato tubulare delle cellule epiteliali. La patologia è rara, principalmente nelle donne di età compresa tra 40 e 50 anni. La neoplasia è caratterizzata da una densa struttura a forma di stella con un diametro non superiore a 40 mm.
  • Carcinoma midollare È estremamente raro, la diagnosi viene fatta utilizzando un esame istologico, poiché il focus del tumore ha caratteristiche comuni con una neoplasia benigna. La malattia progredisce rapidamente, ma praticamente non metastatizza.

Il carcinoma mammario aspecifico è caratterizzato da un rapido sviluppo e da manifestazioni cliniche pronunciate. Ne esistono di diversi tipi:

  • Cancro tre volte negativo. Il nome della patologia è associato all'assenza di recettori tumorali per estrogeni, progesterone ed herceptin. A questo proposito, il trattamento di questa malattia è estremamente difficile: l'attenzione maligna è praticamente insensibile ai farmaci.
  • Carcinoma midollare atipico. Un tumore molle che ricorda la materia grigia del cervello, motivo per cui ha un secondo nome: carcinoma cerebrale. La neoplasia è caratterizzata da una rapida crescita e progressione, un'alta tendenza ai cambiamenti metastatici.
  • Carcinoma papillare o papillare. È estremamente raro, non più dell'1% delle donne di età superiore ai 60 anni. Il tumore è localizzato nell'area dell'areola del capezzolo, il processo oncologico è accompagnato da una scarica abbondante. La propensione alla crescita invasiva nei tessuti e negli organi adiacenti in questo tipo di carcinoma è elevata, ma la metastasi è rara..
  • Cancro al seno con segni di infiammazione. In termini di manifestazioni esterne, ha molto in comune con la mastite acuta: la ghiandola si gonfia e diventa rossa, la temperatura locale della pelle aumenta e appare un forte dolore alla palpazione. Un corso non riuscito di terapia antibiotica diventa un motivo per sospettare una malattia maligna.
  • Il cancro di Paget. Raramente viene rilevato, secondo il quadro clinico è simile all'eczema. Il complesso capezzolo-areola è interessato.

La crescita e la progressione del carcinoma in ciascuno di questi casi possono variare. Se un focus sul tumore colpisce il capezzolo e la sua areola, la patologia si sviluppa più lentamente rispetto alle forme nodulari.

La sconfitta di due ghiandole mammarie contemporaneamente

L'incidenza di lesioni maligne in entrambi i seni varia dallo 0,8 al 19,6%. Questa diffusione in numeri è spiegata dall'uso di diversi metodi diagnostici. Esistono tre forme conosciute di carcinoma mammario bilaterale:

  • Carcinoma mammario sincrono. Si verifica nello 0,1–2% dei casi. Con questa patologia, la seconda ghiandola mammaria è interessata da un processo maligno non oltre 3-12 mesi dopo la sconfitta del primo.
  • Carcinoma mammario metacrono. Si verifica nell'1-59,6% dei casi. In questa condizione, un tumore nella seconda ghiandola mammaria appare tra i 2-29 anni dopo il primo.
  • Carcinoma mammario metastatico. Viene diagnosticato nel 9,9% dei casi. Cambiamenti maligni nella seconda ghiandola mammaria si verificano entro 5 anni dopo una mastectomia radicale della prima.

La tattica del trattamento per la sconfitta del secondo seno non avrà differenze fondamentali. La rimozione radicale del tumore, la chemioterapia e la radioterapia sono gli aspetti principali della lotta contro la malattia.

Diagnostica

Il rilevamento di un tumore canceroso nella ghiandola mammaria e la determinazione dello stadio del processo oncologico vengono effettuati utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • Palpazione. Durante la procedura, lo specialista riceve informazioni sulla struttura e le dimensioni dell'organo, la presenza di neoplasie in esso e la loro relazione con i tessuti adiacenti.
  • Ultrasuoni. Modo diagnostico sicuro e relativamente indolore con un alto livello di contenuto informativo. Con il suo aiuto, puoi identificare un focus canceroso nella fase 1.
  • Mammografia. Consiste nell'esecuzione di una serie di immagini radiografiche del seno, durante la valutazione delle quali il medico può determinare con precisione non solo la presenza di un tumore, ma anche i suoi bordi, dimensioni e struttura. La mammografia annuale è indicata per tutte le donne sopra i 35 anni.
  • MRI. Può essere eseguito con o senza contrasto, mentre le ghiandole mammarie appariranno diverse sull'immagine. A differenza della mammografia, la risonanza magnetica non trasporta alcuna esposizione alle radiazioni, quindi può essere utilizzata anche durante l'infanzia.
  • Ductography. Il metodo ha lo scopo di studiare la pervietà del dotto del latte.
  • Biopsia. La procedura viene eseguita per confutare o confermare la presunta diagnosi. Il campionamento della biopsia è spesso combinato con la rimozione simultanea del focus del tumore.

Allo stadio 1 del carcinoma mammario, è anche importante effettuare una diagnosi differenziale. Esistono vari tumori benigni che si formano nel tessuto mammario allo stesso modo, quindi è necessario distinguerli dai carcinomi. Questi includono mastopatia fibrosa, lipogranuloma, galattocele e mastite acuta. Ma in ogni caso, la diagnosi finale si basa sulla biopsia mirata e sulla successiva analisi istologica..

Trattamento

Gli obiettivi che i medici stabiliscono quando scelgono le tattiche di trattamento in un caso clinico specifico:

  • massima eliminazione del tumore primario e dei suoi fuochi metastatici;
  • raggiungimento della regressione parziale o completa della malattia;
  • aumentare la qualità e l'aspettativa di vita del paziente.

Nel carcinoma mammario in stadio 1, i principi del trattamento sono generalmente ridotti ai seguenti punti:

  • Trattamento chirurgico, principalmente mastectomia radicale. Effettuato in combinazione con ricostruzione del seno o chirurgia plastica su richiesta della donna.
  • Terapia sistemica, che si basa su chemioterapia, radioterapia, terapia ormonale, ooforectomia bilaterale (in pazienti con funzione mestruale conservata), terapia mirata, ablazione con ultrasuoni o radiofrequenza.

CHIRURGIA. Il trattamento del cancro al seno viene effettuato con un metodo comune di lotta contro il cancro: la chirurgia. Nella fase 1 della malattia, stiamo parlando di una piccola area dei tessuti ghiandolari interessati - fino a 20 mm, quindi, gli specialisti, di regola, scelgono tra due interventi chirurgici:

  • Lumpectomia - rimozione di un tumore con un attacco di diversi centimetri di tessuto sano adiacente.
  • Mastectomia - rimozione di un seno intero.

Secondo le indicazioni, viene eseguita la dissezione dei linfonodi - resezione dei linfonodi regionali. Per ridurre al minimo la probabilità di una ricaduta, il trattamento chirurgico deve essere integrato con chemioterapia, radioterapia e terapia ormonale..

La rimozione dei linfonodi viene eseguita dopo una biopsia. Il fatto è che possono essere i primi a rispondere alla presenza di cellule maligne nell'organo, quindi spesso prende una decisione sulla loro resezione. Si presta attenzione ai linfonodi ascellari, succlavi, cervicali e sopraclaveari.

Quando si esegue la mastectomia nella fase 1 del carcinoma mammario, il tessuto adiposo viene rimosso insieme all'organo. Tipi di mastectomia:

  • Secondo Halstead. L'operazione è prescritta per la crescita infiltrativa del tumore nel muscolo pettorale maggiore.
  • Radicale esteso. Oltre al seno e al tessuto adiposo, il torace viene aperto e i linfonodi vengono rimossi dal lato interno dello sterno.
  • Secondo Peyty. La ghiandola mammaria viene resecata insieme al minore pettorale.
  • Secondo Madden. I muscoli del seno non sono interessati.
  • Semplice. Vengono rimosse solo la ghiandola mammaria e la fascia, la membrana che copre il muscolo pettorale maggiore. I tessuti adiposi e i muscoli stessi non sono escessi.

CHEMIOTERAPIA. La terapia sistemica per il carcinoma mammario si basa sull'uso di farmaci antitumorali che uccidono le cellule tumorali. La chemioterapia di solito completa la chirurgia ed è spesso combinata con la radioterapia.

Gli agenti antineoplastici possono essere prescritti prima e dopo l'intervento chirurgico. Nel primo caso, un corso di chemioterapia aiuta a ridurre le dimensioni del tumore, nel secondo - per ridurre il rischio di recidiva ed eliminare i fuochi metastatici nascosti.

TERAPIA ORMONALE. Dopo il trattamento radicale, ai pazienti vengono prescritti corsi di farmaci che impediscono il rilascio di ormoni alle cellule maligne per stimolare la loro crescita. La terapia ormonale per il carcinoma mammario è efficace per le donne che hanno recettori per la sensibilità agli estrogeni e al progesterone nel tumore. Oltre alla terapia ormonale, può essere prescritta l'ablazione o la rimozione delle ovaie per interrompere la produzione di ormoni (rilevante per i pazienti che non hanno raggiunto la menopausa).

Il trattamento ormonale del carcinoma mammario viene effettuato con farmaci del gruppo Tamoxifen e suoi analoghi.

TERAPIA DELL'OBIETTIVO. Stiamo parlando del trattamento con farmaci mirati mirati. Il metodo può anche essere chiamato terapia mirata o immunitaria. Nel corso della sua applicazione, vengono distrutte solo le cellule tumorali, mentre i tessuti sani rimangono praticamente intatti. La terapia mirata non provoca lo sviluppo di reazioni avverse.

Può essere prescritto come metodo di trattamento indipendente, ma più spesso viene eseguito in combinazione con altre misure terapeutiche per aumentare il loro risultato finale. I farmaci mirati funzionano con i recettori molecolari - proteine ​​intracellulari ed esterne che attivano la crescita tumorale e hanno anche un effetto deprimente sui vasi sanguigni che crescono intorno alla neoplasia. In questo contesto, la divisione delle cellule atipiche si interrompe, il processo oncologico viene distrutto.

RADIOTERAPIA. Dopo la rimozione chirurgica di un tumore al seno in stadio 1, viene applicato un ciclo di radioterapia. Questo è il protocollo standard per il trattamento di una tale malattia. Il metodo aiuta a distruggere le cellule maligne che potrebbero essere rimaste nel corpo dopo l'intervento di un chirurgo. Le radiazioni aumentano l'efficienza dell'operazione e riducono significativamente la probabilità di ricorrenza.

Il metodo si basa sull'uso dei raggi X, che distruggono intenzionalmente le cellule tumorali. Se, per qualche motivo, la chirurgia è controindicata, la radioterapia può essere utilizzata in modo indipendente. Gli effetti collaterali del metodo sono iperemia cutanea nell'area interessata, nausea e debolezza. Questi sintomi sono reversibili, di solito scompaiono qualche tempo dopo la fine del trattamento.

TERAPIA FOLK. Il cancro al seno è una malattia pericolosa ed è importante combatterla con un trattamento combinato usando metodi ufficiali. La medicina tradizionale di solito non è inclusa nel protocollo terapeutico standard. Le donne ricorrono spesso al suo aiuto desiderando migliorare l'effetto dei metodi tradizionali, ma i medici ritengono inaccettabili tali esperimenti..

Anche uno specialista esperto non può prevedere come funzionerà questa o quella ricetta, praticata a casa. Pertanto, al fine di prevenire complicazioni ed evitare la progressione del processo maligno, è importante non ricorrere all'automedicazione e seguire le istruzioni dell'oncologo.

Processo di recupero dopo il trattamento

La riabilitazione dopo aver subito un trattamento per una fase precoce del carcinoma mammario è caratterizzata dalle sue caratteristiche. Poiché la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia sono tra i metodi più efficaci per combattere la patologia, è importante affrontare le complicanze che possono manifestarsi sotto forma di reazioni avverse al trattamento..

Dopo essere state dimesse dall'ospedale, molte donne hanno difficoltà a tornare alla vita di tutti i giorni e una riabilitazione di alta qualità può aiutarle in questo. Molto spesso si basa sulle seguenti tecniche:

  • Terapia fisica;
  • fisioterapia;
  • agopuntura;
  • aiuto psicologico.

Queste misure aiutano ad eliminare le più comuni complicanze postoperatorie, migliorano il benessere del paziente, rafforzano la sua salute e il suo stato immunitario..

Dopo la dimissione dall'ospedale, ogni donna dovrebbe visitare regolarmente un oncologo, eseguire i test necessari, sottoporsi a metodi diagnostici strumentali come raccomandato da un medico. Ciò consente allo specialista di valutare lo stato di salute del paziente in dinamica e di rilevare in tempo le possibili ricadute del processo tumorale. La frequenza delle visite all'oncologo, di norma, è determinata individualmente, ma di solito i primi esami vengono eseguiti ogni 3 mesi dopo l'operazione, quindi meno spesso.

Nutrizione

Non ci sono requisiti rigorosi per la composizione della dieta durante il trattamento, anche dopo l'intervento chirurgico e la chemioterapia, e durante la riabilitazione per il carcinoma mammario in fase 1. La dieta dovrebbe fornire al corpo i necessari nutrienti, vitamine e oligoelementi di cui ha bisogno in uno stato di stress. Inoltre, è necessario ridurre il carico sul fegato, che ha sofferto durante l'anestesia generale, la chirurgia e / o un ciclo di chemioterapia.

È importante includere nella base del menu:

  • carne magra - pollo, tacchino, coniglio;
  • prodotti lattiero-caseari fermentati;
  • frutta e verdura di stagione, succhi naturali sempre freschi;
  • cereali, cereali germogliati;
  • uova;
  • olio vegetale;
  • tè verde.

È importante escludere dalla dieta:

  • carne grassa - agnello, maiale;
  • piatti fritti e affumicati;
  • sottaceti e marinate;
  • salsicce;
  • cibo in scatola;
  • prodotti semi-finiti;
  • confetteria;
  • bevande alcoliche.

Si consiglia di cucinare i piatti nel modo più delicato: bollendo, stufando o cuocendo in forno. Non dovresti aggiungere molto sale e zucchero ai tuoi alimenti: questi ingredienti dovrebbero essere ridotti al minimo nel menu. Ogni giorno è necessario consumare una quantità sufficiente di acqua pulita - fino a 8 bicchieri al giorno per un adulto.

Ricaduta

La ricrescita di un tumore nella ghiandola mammaria o nei linfonodi regionali dopo il trattamento chirurgico è chiamata ricaduta della malattia. La diagnosi è confermata sulla base di un esame completo. L'intervento chirurgico, la chemioradiazione e la terapia ormonale sono usati come trattamento principale. Se non si inizia il trattamento in modo tempestivo, la malattia inizia a svilupparsi rapidamente..

Secondo le statistiche, nel 9% dei pazienti, la ricorrenza del carcinoma mammario è accompagnata dalla presenza di metastasi. Allo stesso tempo, la chirurgia è controindicata per ogni decimo paziente di loro sullo sfondo della diffusione dei focolai metastatici agli organi vitali - ad esempio i grandi vasi e nervi, nonché a causa di patologie somatiche e complicanze dell'oncologia, in particolare, esaurimento fisico.

La ricorrenza del carcinoma mammario si verifica per i seguenti motivi:

  • disturbi ormonali;
  • natura aggressiva del tumore;
  • metastasi nascoste nei linfonodi e nei tessuti dell'organo.

Una donna può determinare i sintomi della ricaduta da sola. Questi includono:

  • Prurito e bruciore del tessuto mammario, arrossamento focale.
  • Peeling e una sorta di retrazione della pelle sul grumo in crescita nel torace, gradualmente le rughe dell'epidermide, che assomigliano a una "buccia di limone".
  • Cambiamenti nell'aspetto del capezzolo, la comparsa di piaghe e crepe su di esso.
  • Scarico dal capezzolo, giallo o verde con una miscela di sangue.
  • Cambiamenti nella forma naturale del seno.
  • Indurimento sottocutaneo palpabile, indolore.
  • Aumento dei linfonodi regionali.
  • Mal di testa, problemi neurologici.
  • Sviluppo di debolezza generale, aumento della sonnolenza, comparsa di anoressia, accompagnata da una rapida perdita di peso.

Le recidive sono sempre più aggressive del tumore primario. La prognosi di un tasso di sopravvivenza a 5 anni per la recidiva locale del carcinoma mammario rilevata in una fase precoce è del 75%. Se, insieme alla crescita di un tumore secondario, i linfonodi e gli organi vicini sono stati colpiti, la vita dei pazienti non supera i 3 anni. Al fine di diagnosticare il processo patologico in tempo, è necessario essere attenti alla propria salute e condurre un autoesame del seno e anche non ignorare gli esami regolari da un oncologo dopo la dimissione dall'ospedale.

Il decorso e il trattamento della malattia nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento, negli anziani

BAMBINI. Il cancro al seno in un bambino si sviluppa dall'epitelio del tessuto ghiandolare, il più delle volte durante i cambiamenti ormonali nel corpo associati alla pubertà, oppure è il risultato di eredità disfunzionale in oncologia. Secondo le statistiche, i tumori al seno maligni si verificano nello 0,1% dei casi..

I sintomi della malattia in un bambino sono identici a quelli negli adulti. È quasi impossibile rilevare i segni della patologia in una fase iniziale. Ma sono noti i sintomi generali di una malattia oncologica, che indicano un disturbo metabolico nel corpo e dovrebbero allertare i genitori. Elenchiamoli:

  • debolezza generale;
  • astenia;
  • perdita di peso;
  • febbre di basso grado costante.

Dopo qualche tempo, una piccola formazione nodulare appare nei tessuti della ghiandola mammaria - fino a 1-2 cm di diametro, che può essere sentita senza la partecipazione di uno specialista. Con i sintomi elencati, dovresti visitare un medico il prima possibile.

La diagnosi della malattia in un bambino viene effettuata mediante palpazione, ultrasuoni delle ghiandole e delle ascelle mammarie, mammografia, biopsia e analisi istologica per la presenza di cellule tumorali nel campione bioptico. Il trattamento del carcinoma mammario durante l'infanzia e l'adolescenza viene effettuato in modo completo, utilizzando i metodi di terapia più efficaci e relativamente sicuri.

La malattia è pericolosa anche nelle prime fasi, quindi è importante fornire al bambino cure oncologiche professionali. Il regime di trattamento viene selezionato individualmente, di norma, i suoi principi non hanno differenze specifiche rispetto ad altri gruppi di pazienti.

INCINTA. Un tumore maligno nel seno di una donna può essere rilevato per la prima volta durante la gravidanza. Già 15 anni fa, i medici hanno inviato tutti i pazienti all'aborto o al parto artificiale per motivi medici, e solo dopo hanno iniziato il trattamento principale. Oggi, le opinioni sulla terapia oncologica nelle gestanti sono cambiate: alcune misure di influenza sul processo del cancro possono essere prese anche durante la gestazione e una donna ha ancora la possibilità di diventare madre di un bambino sano..

Il trattamento per una donna con carcinoma mammario in stadio 1 dipende dalla durata della gravidanza. Se mancano meno di 4 settimane al PDD (data di nascita stimata), viene inviata per la consegna. Ma se stiamo parlando di identificare un focus sul tumore nella mammella nel primo trimestre, gli esperti consiglieranno di interrompere artificialmente la gravidanza in modo da non esporre se stessi e il nascituro a rischi inutili, poiché è quasi impossibile prevedere come progredirà la neoplasia..

A partire dal secondo trimestre, la gravidanza può essere prolungata, ma il paziente deve essere sotto la supervisione di un intero team di medici - un oncologo, un chirurgo, un chemioterapista, ecc. Gli specialisti di solito offrono vari regimi di trattamento, principalmente la rimozione radicale del tumore. La chemioterapia può essere somministrata da 20-24 settimane.

ASSISTENZA INFERMIERISTICA. La maggior parte degli specialisti, dopo aver rilevato un tumore maligno nella ghiandola mammaria, consiglia vivamente ai pazienti di interrompere l'allattamento. La cessazione dell'allattamento riduce il flusso sanguigno al tessuto mammario, riducendone il volume. Di conseguenza, la crescita del carcinoma è meno stimolata..

L'uso di farmaci chemioterapici e radioterapia porta all'accumulo di tossine, prodotti di decomposizione di farmaci e sostanze radioattive nel corpo. Di conseguenza, questi elementi possono essere trasmessi al bambino insieme al latte materno. Per questo motivo, anche l'allattamento deve essere scartato..

ANZIANI. Secondo le statistiche, l'80% di tutti i casi di carcinoma mammario viene diagnosticato nelle donne di età superiore ai 50 anni. A partire da questa età, le possibilità di incontrare patologie aumentano ogni anno..

Più una donna è anziana, meno spesso si rivolge a un ginecologo e mammologo. Dopo i 60 anni, solo pochi pazienti eseguono la mammografia annuale, che è la ragione dei bassi tassi di rilevazione del carcinoma mammario nella fase iniziale. Se a un paziente viene diagnosticato un tumore di grado 1, possono essere offerti i seguenti tipi di trattamento:

  • chirurgia;
  • radioterapia;
  • chemioterapia;
  • terapia ormonale.

La prognosi della sopravvivenza per i pazienti anziani con carcinoma mammario in stadio 1 sarà la stessa delle donne in altre fasce di età dopo il trattamento combinato, inclusi chirurgia e chemioradioterapia. Se, per qualche motivo, i metodi radicali e di altro tipo di cure oncologiche per il paziente sono controindicati, la prognosi peggiora in modo significativo.

Terapia del carcinoma mammario in fase 1 in Russia e all'estero

Ti invitiamo a scoprire come viene condotta la lotta contro il carcinoma mammario in stadio 1 in diversi paesi.

Trattamento in Russia

Ogni anno in questo paese, i tumori al seno maligni vengono diagnosticati in 66 mila donne e questo numero continua a crescere. I centri di cancro russi usano due tipi di trattamenti chirurgici per il cancro al seno:

  • Mastectomia radicale con conservazione dei muscoli pettorali (e possibilità di chirurgia plastica per ripristinare il tessuto dell'organo perso).
  • Mastectomia radicale in combinazione con radioterapia obbligatoria ed esame dei linfonodi regionali.

La mastectomia radicale non viene eseguita per tumore centrale, carcinoma multicentrico, durante la gravidanza o negli uomini. Nelle giovani donne con funzione mestruale conservata, oltre alla chirurgia e alla radioterapia, vengono prescritti 6 cicli di polichemioterapia (CAF). Durante la menopausa, i pazienti vengono selezionati per la terapia ormonale di prima linea (Tamoxifene, Femara, inibitori dell'aromatasi). Nelle giovani donne, la terapia ormonale viene prescritta dopo la castrazione endoscopica e radiologica..

Nei moderni centri oncologici in Russia, viene data la preferenza agli interventi chirurgici minimamente invasivi attraverso le forature al torace, riducendo così il rischio di perdita di sangue e altre complicazioni e recuperando più rapidamente. L'intero algoritmo per il trattamento della malattia dipenderà dal grado di diffusione della patologia, dal tipo morfologico di tumore, dall'età e dallo stato di salute del paziente..

Oggi, la diagnostica e il trattamento del carcinoma mammario in Russia vengono effettuati utilizzando tecnologie avanzate. Il costo della terapia può dipendere da una serie di fattori, come la quantità di cure per il cancro richiesta. Considera i prezzi approssimativi per il trattamento nella seguente tabella usando l'esempio della clinica De Vita situata a San Pietroburgo.

Nome di ServizioCosto, rubli
Consultazione con un oncologo2000
Consultazione con un mammologo2500
Diagnostica oncologica complessa9500
Puntura del seno sotto controllo ecografico3000
Corso di chemioterapiaDalle 18.000
MastectomiaDa 80.000

Quali cliniche posso contattare?

  • Clinica Sofia, Mosca. Un'istituzione medica multidisciplinare che offre un approccio integrato alla lotta contro il cancro. Le tattiche di trattamento sono selezionate non solo da un oncologo, ma anche da un gruppo di specialisti ristretti - un mammologo, un radiologo, un chemioterapista, ecc. La clinica è dotata di attrezzature moderne, in particolare l'innovativo sistema di radiazione TrueBeam, e nel reparto di chemioterapia vengono utilizzati dispenser ultra precisi. I dipartimenti di radiazioni e chemioterapia sono gestiti da specialisti internazionali.
  • Clinica De Vita, San Pietroburgo. Il primo centro oncologico privato in città. Funziona dal 2011. Fornisce servizi diagnostici e terapeutici per il trattamento del carcinoma mammario secondo gli standard internazionali di qualità.

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

Trattamento in Germania

La struttura delle cliniche tedesche comprende centri specializzati in cui viene effettuata la diagnostica e il trattamento dei tumori al seno. Sono dotati di moderne attrezzature tecnologiche e medicinali sviluppati da aziende farmaceutiche in Germania e i dipendenti che lavorano nei centri medici utilizzano metodi standard e innovativi con comprovata efficacia. Tutto ciò è confermato dai certificati ottenuti dalla German Cancer Society.

Ogni anno decine di nostri compatrioti si rivolgono alle cliniche in Germania per la diagnosi e il trattamento del carcinoma mammario. I programmi per l'esame e l'assistenza oncologica per tutte le donne sono selezionati individualmente, tenendo conto delle caratteristiche del caso clinico. Grazie a questo, puoi ottenere i migliori risultati nella lotta contro la patologia..

Anche un approccio combinato al trattamento basato sui principi della chirurgia di conservazione degli organi è di grande importanza. Gli oncologi tedeschi sono fluenti nelle tecniche di operazioni mini-invasive, che, in combinazione con la terapia conservativa e la chirurgia plastica postoperatoria, sono in grado di preservare non solo l'aspetto del seno interessato, ma anche la salute della donna..

Per molti pazienti che sono stati sottoposti a trattamento in Germania, le recensioni, per la maggior parte, sono positive. Prima di tutto, questo è il merito dei medici che determinano in modo rapido e accurato il processo oncologico nella ghiandola mammaria in una fase precoce, e quindi eseguono un trattamento di successo con i metodi più progressivi..

Il trattamento chirurgico nella fase iniziale della malattia viene eseguito con l'aiuto di operazioni di conservazione degli organi basate sull'escissione del tumore all'interno dei confini dei tessuti sani. Queste procedure chirurgiche possono essere lumpectomia, segmentectomia o quadrantectomia. Se si trovano cellule maligne nei linfonodi regionali, viene eseguita una mastectomia radicale, integrata da linfoadenectomia.

Un metodo innovativo di trattamento del carcinoma mammario in Germania è la criomammotomia, in cui i tessuti del focus del tumore vengono distrutti da temperature estremamente basse. Un neoplasmo viene inserito nella neoplasia, che congela le cellule tumorali, dopodiché il tumore viene trasformato in una sorta di palla di ghiaccio, che viene estratto dal seno attraverso un'incisione in miniatura nella pelle. La tecnica è applicabile solo per il carcinoma mammario in stadio 1.

Il costo del trattamento in Germania dipende da fattori come lo stato della clinica - privato o pubblico, il livello delle qualifiche del medico, lo stadio della malattia, l'età del paziente e lo stato di salute. Considerare nella tabella seguente i prezzi approssimativi per la diagnostica e la terapia.

Nome di ServizioCosto, EUR
Consultazione con un oncologo500
Oncodiagnostica completa (ultrasuoni, analisi, risonanza magnetica, PET-CT e PR.)Dal 4000
Radioterapia8.000 - 15.000
Chirurgia per carcinoma mammario in stadio 110.000 - 20.000
Chemioterapia1500 - 5000
ImmunoterapiaDal 2000

L'importo totale del trattamento in Germania può iniziare da 15 mila euro per il carcinoma mammario in fase iniziale. Quali cliniche posso contattare?

  • Clinica "Harlaching", Monaco. Un centro medico noto per specialisti esperti in chirurgia e oncologia. I medici della clinica forniscono cure moderne di alta qualità per i pazienti con tumori maligni del seno, del sistema riproduttivo e di altri organi, usando tipi di trattamento conservativo e chirurgico.
  • Ospedale universitario di Monaco. È un centro medico multidisciplinare che riunisce oltre 28 dipartimenti altamente specializzati per la diagnosi precoce, il trattamento ambulatoriale e ambulatoriale di patologie oncologiche, nonché la riabilitazione. La clinica utilizza la chirurgia robotica, i fotodiagnostici, la cromammotomia e molti altri metodi che sono rilevanti nella lotta contro il cancro al seno.

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

Terapia del carcinoma mammario al primo stadio in Israele

I protocolli internazionali per il trattamento del carcinoma mammario sono uno standard riconosciuto nelle cliniche israeliane. Dopo che il paziente ha contattato il centro di oncologia ed è stato eseguito il necessario programma di esame completo, il medico discute con lei l'ulteriore terapia e regime di osservazione. Il punto principale in questo numero è la scelta del volume di intervento chirurgico, poiché questo è il primo punto nella lotta contro la patologia.

Il trattamento del carcinoma mammario in stadio 1 (T1N0M0, T1N1M0) in Israele dipende dalla diffusione della concentrazione del tumore nel sistema linfatico. Per valutare questo criterio, è obbligatoria una biopsia dei linfonodi regionali. A seconda del risultato, vengono eseguiti i seguenti tipi di operazioni:

  • Mastectomia radicale con biopsia intraoperatoria ed esame citologico di strisci prelevati dal letto del settore rimosso del seno.
  • Resezione parziale del seno seguita da plastica.
  • Mastectomia radicale sottocutanea con plastica.
  • Mastectomia radicale.
  • Ampia escissione settoriale del seno con dissezione linfonodale.

La terapia complessa del carcinoma mammario in stadio 1 dovrebbe combinare chirurgia e radioterapia, nonché corsi di chemioterapia e ormoni secondo le raccomandazioni di uno specialista.

La radioterapia viene necessariamente eseguita dopo mastectomia subtotale, settoriale o radicale, indipendentemente dalla prognosi per la sopravvivenza. Il corso di chemioterapia comprende farmaci citostatici - antracicline secondo gli schemi dei protocolli internazionali. Il trattamento ormonale è prescritto per un massimo di 5 anni.

Le cliniche israeliane sono una delle migliori opzioni per affrontare il cancro al seno. Il costo della terapia dipende dalla quantità di servizi diagnostici e terapeutici richiesti. L'uso di tecnologie innovative aumenta il costo del trattamento, ma in realtà aumenta le possibilità di esito positivo e recupero. Il tasso di sopravvivenza a 5 anni tra i pazienti con carcinoma mammario trattati in Israele è del 99,2% nelle condizioni di una terapia di combinazione, compresa la rimozione chirurgica del focus del tumore, la radioterapia adiuvante e la chemioterapia.

Consideriamo nella tabella seguente i prezzi approssimativi per la diagnostica e il trattamento usando l'esempio della clinica Ichilov.

Nome di ServizioCosto, dollari
Consultazione con un oncologo512
mammografia250
Biopsia del tumore al seno1760
PET-CT1488
Chemioterapia, corsoDal 1270
Radioterapia17.000
Mastectomia segmentale5300
Mastectomia settoriale13.200
Mastectomia radicaleDal 7700
Mastectomia bilateraleDalle 10 300

Quali cliniche posso contattare?

  • Ichilov Cancer Center, Tel Aviv. Secondo le statistiche, oltre il 95% delle donne che vengono in questa clinica si riprendono completamente dopo la terapia del carcinoma mammario in stadio I. Al centro sono disponibili i seguenti metodi: chirurgia, chemioterapia e radioterapia, terapia ormonale e immunoterapia. L'irradiazione dei tumori maligni viene eseguita utilizzando l'apparato Varian TrueBeam all'avanguardia, che non danneggia i tessuti sani.
  • Clinica "Rambam", Haifa. L'attrezzatura tecnica del centro e la professionalità del personale medico consentono, nel più breve tempo possibile - 4 giorni - di fare una diagnosi accurata e determinare lo stadio della malattia. Successivamente, viene elaborato un piano di trattamento, i cui dettagli sono discussi con il paziente. Le statistiche sulla prognosi di successo per il carcinoma mammario in stadio 1 indicano che le donne sono guarite nel 98% o più dei casi clinici..

Considera le recensioni per le cliniche elencate.

complicazioni

Il carcinoma mammario in fase iniziale può causare una serie di complicazioni, acquisite con o senza trattamento. Considera nella tabella seguente quali conseguenze possono verificarsi con questa malattia.

Complicanze della malattia senza trattamento
  • Il tumore continua a crescere e diffondersi ai tessuti sani, comprimendoli e danneggiandoli.
  • Il carcinoma in crescita provoca cambiamenti infiammatori nell'organo interessato, sanguinamenti.
  • Le metastasi compaiono nel sistema linfatico, negli organi vitali vicini e distanti - fegato, polmoni, reni, ecc..
Complicanze dopo l'intervento chirurgico
  • Infezione e infiammazione della ferita postoperatoria.
  • Dolore e gonfiore del braccio, diminuzione della gamma di movimento dell'articolazione della spalla.
Effetti collaterali della terapia di chemioradioterapia
  • Intossicazione del corpo - debolezza, affaticamento.
  • Nausea, vomito, perdita di capelli.

Disabilità

A seconda delle tattiche di trattamento scelte dallo specialista, il corso medio della terapia è di 3-4 mesi. Di norma, durante questo periodo di tempo, una donna non ha l'opportunità di tornare alla sua normale attività lavorativa, poiché le misure terapeutiche richiedono un lungo soggiorno in ospedale e l'assunzione di potenti farmaci e, in futuro, è necessario un corso di riabilitazione..

Le circostanze elencate limitano l'attività lavorativa di una persona. Questo è un motivo per assegnare un determinato gruppo di disabilità. Lo stato di disabilità è assegnato a una persona sulla base della ricerca ottenuta durante il passaggio dell'ITU (visita medica e sociale) nel luogo di residenza. La commissione tiene conto dello stato di salute della paziente, delle sue caratteristiche funzionali, mediche e sociali.

Indicazioni per contattare ITU:

  • sottoposti a terapia di chemioradioterapia come parte di un trattamento complesso;
  • la necessità di impiegare il paziente dopo mastectomia radicale;
  • recidiva del tumore;
  • rapida progressione della malattia;
  • previsione incerta.

La probabilità di assegnare un gruppo dipende dal grado di danno al seno da parte del processo oncologico. In caso di carcinoma mammario di primo e secondo grado, si ritiene che le funzioni del corpo siano influenzate in misura minore - solo del 10-30%, che non è considerato una base significativa per riconoscere una persona disabile (con rare eccezioni). Solo in presenza di complicanze provocate dalla terapia di chemioradioterapia, il gruppo 3 può essere assegnato per un massimo di 12 mesi. Dopo la scadenza di questo periodo, la donna dovrebbe sottoporsi a una ripetuta certificazione medica nell'ITU, dove verrà risolto il problema di riconoscerla come abile..

Previsione (quanti vivono)

I migliori risultati del trattamento sono previsti in una fase precoce della patologia. In questo caso, ci sono buone possibilità di affrontare la malattia e salvare la vita. Se consideriamo le statistiche di sopravvivenza, i suoi indicatori generali per il cancro al seno di 1 grado saranno i seguenti:

  • durante il primo anno dopo la diagnosi della malattia, almeno il 95% delle donne sopravvive;
  • La soglia di sopravvivenza a 5 anni è varcata dal 90% dei pazienti;
  • L'80% delle donne sopravvive per 10 anni o più;
  • 20 e oltre - 65%.

Esistono statistiche sulla distribuzione dei pazienti per tipo di trattamento. La chirurgia radicale in combinazione con la terapia conservativa garantisce il più alto tasso di sopravvivenza - 95% o più. Se non esiste un trattamento in questa fase, la malattia passa alle fasi successive, il cui trattamento richiede un approccio più complesso e meno efficace con un alto rischio di complicanze..

Prevenzione

Non ci sono modi che possano impedire al 100% lo sviluppo di un processo maligno nella ghiandola mammaria. Ma se consideriamo il problema della prevenzione sia dal punto di vista teorico che pratico, possiamo soffermarci sulla cosa più semplice - ridurre l'eccesso di peso corporeo, rinunciare alle cattive abitudini - abuso di alcol e fumo, nonché osservare un'attività fisica moderata ed essere attenti alla propria salute.

La prevenzione specifica della malattia consiste in un autoesame regolare delle ghiandole mammarie e una visita annuale al mammologo per esaminare e valutare le condizioni del seno mediante ultrasuoni e mammografia. Dovresti consultare un medico anche in assenza di segni evidenti di un processo patologico. Se a una donna vengono diagnosticati problemi come mastopatia, fibroma, fibroadenoma e altre malattie, dovrebbe visitare uno specialista più spesso per trattare i disturbi esistenti. Solo in questo modo è possibile rilevare e curare tempestivamente il cancro al seno nella sua fase iniziale..

Grazie per aver dedicato del tempo per completare il sondaggio. L'opinione di tutti è importante per noi.