11 principali marcatori tumorali nell'oncologia del carcinoma polmonare

I marcatori tumorali in medicina sono generalmente chiamati enzimi, la cui produzione viene effettuata attraverso tumori maligni. I marcatori tumorali sono formati da tumori e penetrano nel corpo umano, dove vengono rilevati attraverso tecniche diagnostiche di laboratorio. La determinazione dei marker tumorali nel biomateriale del paziente indica la presenza di una malattia oncologica. Questa opzione per rilevare la patologia è una delle più popolari ed efficaci, quindi, scopriremo ulteriormente quali sono i marker tumorali del cancro del polmone..

Test per marker tumorali: quando si dimostra che sono testati

I marcatori tumorali per l'oncologia del carcinoma polmonare sono rilevati in presenza dei seguenti sintomi:

  1. Sintomi di tosse che produce segni di espettorato con particelle di sangue.
  2. Perdere peso e appetito senza una ragione apparente.
  3. Un aumento della temperatura corporea, accompagnato dall'assenza di varie malattie.
  4. Diminuzione delle prestazioni.

Un test del cancro può anche essere prescritto non solo per determinare la presenza di patologia, ma anche per monitorare i risultati del trattamento. La razionalità del trattamento terapeutico è visibile solo confrontando i risultati iniziali con quelli finali.

Tipi di marker tumorali: cosa sono

Le cellule cancerose o mutanti si formano attraverso vari disturbi che si formano durante la divisione o la differenziazione delle cellule sane. Il processo di emergenza delle cellule tumorali si chiama atipismo e le cellule tumorali sono chiamate atipiche. Le cellule tumorali differiscono dalle cellule a tutti gli effetti per struttura e metabolismo..

Nel processo del metabolismo, molti composti si formano all'interno o sulla superficie delle cellule tumorali che contribuiscono alla formazione di un tumore. Un marker tumorale di cancro ai polmoni può essere non solo una conseguenza delle neoplasie, ma anche una normale conseguenza della vita umana. I marcatori tumorali ideali includono composti che sono caratterizzati da:

  1. Presenza di specificità al 100% di appartenenza all'oncopatologia.
  2. Possibilità di determinare le prime fasi della patologia.
  3. Alto tasso di decadimento, per cui è possibile determinare l'efficacia dei metodi di trattamento conservativo.
  4. Eterogeneità tumorale Indica la presenza di cellule con vari gradi di maturità nel tumore.

I marker di cancro sono spesso determinati attraverso un esame del sangue e meno spesso usando urina, essudato e biopsia. Le seguenti sostanze agiscono come marcatori tumorali del carcinoma:

  • ormoni;
  • enzimi;
  • proteine ​​plasmatiche;
  • antigeni e anticorpi.

È importante saperlo! Fino ad ora, non è stato stabilito un singolo marker tumorale ideale che consentirebbe di giudicare con certezza al 100% lo sviluppo di una malattia oncologica. Tuttavia, nel corso di molti anni di pratica clinica, sono stati identificati circa 20 composti con un valore diagnostico abbastanza elevato..

Come identificare i marker tumorali

Il carcinoma polmonare, a seconda della morfologia, del decorso clinico e della sensibilità alle radiazioni e alla chemioterapia, è suddiviso nei seguenti tipi:

  • Piccola cella. Questo tipo è anche chiamato carcinoma a piccole cellule..
  • Cellula non piccola, che comprende: adenocarcinoma, carcinoma a cellule squamose e carcinoma a grandi cellule.
  • Tipo misto o istologico.

I principali valori per l'identificazione del tipo istologico di carcinoma polmonare sono considerati:

  1. Per il carcinoma a piccole cellule: NSE e ProGRP;
  2. Adenocarcinoma o carcinoma a grandi cellule: CYFRA 21.1, CEA.
  3. Carcinoma a cellule squamose: SCCA, CYFRA 21.1 e CEA.
  4. Tipo istologico non rilevato: CEA, CYFRA 21.1, NSE e ProGRP.

La rivelazione del livello degli indicatori di cui sopra per l'oncologia viene effettuata utilizzando un test immunosorbente enzimatico per il carcinoma polmonare. Identifichiamo le caratteristiche di questi indicatori in modo più dettagliato.

  1. Tumore marcatore NSE. Se il valore del marker tumorale NSE nel sangue è superiore a 100 μg / l, si dovrebbe parlare dello sviluppo del carcinoma polmonare a piccole cellule. Questo marcatore viene utilizzato per rilevare il carcinoma a piccole cellule e per diagnosticare altri tipi di cancro: cancro al fegato, linfoma, carcinoma polmonare non a piccole cellule.
  2. ProGRP. Indicatore specifico di carcinoma a piccole cellule. A causa dell'alta sensibilità di questo indicatore, viene utilizzato per diagnosticare il carcinoma polmonare in una fase precoce. L'elevato significato del carcinoma polmonare è rivelato dall'alto livello del valore ProGRP, che supera il valore di 200 ng / L. Se il valore di questo indicatore raggiunge i 300 ng / l, esiste un'alta probabilità di sviluppare un carcinoma a piccole cellule. Lo sviluppo del carcinoma a piccole cellule può essere valutato quando il valore della concentrazione del marker è superiore a 500 ng / L.
  3. CYFRA 21.1 e SCCA. La diagnostica del cancro prevede l'uso di un marker tumorale chiamato CYFRA 21.1. Il suo principale vantaggio è la sua elevata sensibilità nello sviluppo di tipi di oncopatologie a cellule non piccole. Rispetto a CYFRA 21.1, il marker tumorale SCCA è meno sensibile. Tuttavia, per la diagnosi del carcinoma a cellule squamose, il significato dell'indicatore SCCA è molto più elevato, poiché già a un valore superiore a 2 μg / L, si può giudicare la presenza di questo tipo di cancro..
  4. Antigene CEA. Un aumento dell'antigene CEA nel sangue viene effettuato con lo sviluppo di adenocarcinoma e carcinoma a grandi cellule. Se il valore dell'antigene CEA supera i 10 μg / L, esiste un'alta probabilità di sviluppare adenocarcinoma o carcinoma a grandi cellule..

Vengono utilizzati numerosi marker tumorali aggiuntivi per la diagnosi della patologia:

È importante saperlo! Le statistiche dicono che anche valori di test negativi non possono essere una garanzia dell'assenza di cancro. In questo caso, è importante ricorrere a un esame completo del corpo del paziente..

Una serie di tecniche aggiuntive per rilevare il carcinoma polmonare a cellule squamose comprendono radiografie, biopsia o broncoscopia.

Funzionalità di ricerca

Il medico può indirizzare il paziente a eseguire test per marker tumorali per malattia bronchiale, polmonite, tosse ricorrente, ecc. Qualsiasi malattia infettiva può causare lo sviluppo di processi oncologici nei polmoni..

Prima di eseguire i test per i marker tumorali, è necessario sottoporsi a una preparazione per lo studio:

  1. 3-5 giorni prima di effettuare l'analisi, è necessario escludere l'uso di alcol, fumare sigarette e anche rivedere la dieta.
  2. Smetti di usare i farmaci dopo aver avvisato uno specialista.
  3. Rinuncia all'esercizio.
  4. L'analisi deve essere presa a stomaco vuoto. Allo stesso tempo, le condizioni del paziente devono essere calme e misurate..
  5. Durante la presa dell'analisi, il paziente non dovrebbe avere malattie virali, poiché ciò potrebbe influire sul contenuto informativo dell'analisi.

Un aumento dell'uno o dell'altro indicatore dei marker tumorali indica non solo il tipo istologico di tumore, ma anche la presenza di metastasi. Prima viene rilevata la patologia, maggiore è la probabilità di una cura efficace del paziente..

È importante saperlo! Il prelievo di sangue per lo studio dei marker tumorali viene effettuato direttamente da una vena al mattino a stomaco vuoto.

Dopo aver identificato la patologia, è importante ricorrere prontamente al trattamento. Il trattamento del cancro dipende da vari fattori, il principale è lo stadio di sviluppo. Chirurgia, radioterapia e chemioterapia sono i principali trattamenti per il cancro ai polmoni. Dopo la chemioterapia, sono necessari test ripetuti per i marcatori tumorali, attraverso i quali è possibile determinare l'efficacia del trattamento eseguito.

In conclusione, è necessario notare che prendere un'analisi per i marcatori tumorali è i punti chiave nel determinare il cancro nell'uomo..

Diagnosi del carcinoma polmonare

Rilevazione precoce del carcinoma polmonare

L'oncologia polmonare è da molti anni una delle neoplasie maligne più comuni al mondo. Il principale (ma, sfortunatamente, non l'unico) fattore nello sviluppo del cancro del polmone è il fumo. La stragrande maggioranza dei casi di malattie oncologiche di polmoni, bronchi e trachea sono associati ad esso. Il fumo aumenta il rischio di cancro ai polmoni di oltre il 17% negli uomini e di quasi il 12% nelle donne. Anche i fumatori passivi sono a rischio: aumenta anche la loro probabilità di sviluppare oncologia polmonare. Tra i non fumatori, queste cifre sono inferiori al 2%.

Sfortunatamente, la maggior parte delle persone a rischio semplicemente non sanno come rilevare questa malattia nelle prime fasi. È per questo che si rivolgono ai medici per un aiuto quando i sintomi sono già gravi e lo sviluppo del tumore è andato lontano. Pertanto, è molto importante conoscere i sintomi pericolosi al fine di riconoscere la malattia in tempo e iniziare un trattamento immediato..

Chi è a rischio?

Il rischio di sviluppare oncologia polmonare dipende da molti fattori. Tuttavia, è possibile identificare i principali gruppi di rischio:

I fumatori (sia attivi che passivi);

Le persone i cui parenti stretti sono stati precedentemente diagnosticati con questa malattia;

Le persone che interagiscono con agenti cancerogeni e radiazioni;

Le persone con malattie croniche dei polmoni e dei bronchi.

Tuttavia, non ne vale la pena, dopo aver trovato una corrispondenza su uno o più punti, suonare l'allarme e diagnosticare te stesso. La presenza di questi fattori significa solo che ti trovi in ​​un gruppo di persone con una maggiore probabilità di cancro, quindi devi stare attento alla tua salute..

Come riconoscere precocemente il cancro ai polmoni?

Nelle fasi iniziali, questa malattia non è così facile da riconoscere, perché molte persone non percepiscono i suoi sintomi come qualcosa di grave, sono spesso confusi con altre malattie o non prestano affatto attenzione. I sintomi sono spesso simili a quelli che compaiono con asma bronchiale, polmonite e altri.

Di gran lunga il modo più efficace per rilevare il carcinoma polmonare è la TC (tomografia computerizzata). Questa è una procedura costosa, ma è anche il metodo più sicuro ed efficace. Ma lo screening a raggi X è anche finalizzato al rilevamento tempestivo di alcune malattie del sistema respiratorio, è molto importante sottoporsi a un esame annuale, in particolare non si deve trascurare il passaggio della fluorografia per le persone a rischio.

A cosa dovresti prestare attenzione?

Tosse. La tosse accompagna sempre il carcinoma polmonare precoce. Questo è il sintomo principale che è sempre presente. Nella fase iniziale, c'è una tosse secca e rara che non è causata da alcun fattore provocatorio. Con lo sviluppo della malattia, diventa frequente e debilitante. Accompagnato da espettorato giallo-verde. Inoltre, quando si tossisce, può esserci una scarica sanguinolenta, ma molto spesso questo è già in una fase successiva..

Dolore al petto. Molto spesso questo sintomo viene scambiato per una manifestazione di nevralgia intercostale. L'inefficacia della terapia analgesica e antinfiammatoria, così come la natura ossessiva del dolore, parla del processo oncologico.

Persistente aumento della temperatura corporea. La febbre non correlata a un raffreddore o qualcos'altro è un altro sintomo da cercare, così come il malessere generale..

Diminuzione della vitalità. Riduzione delle prestazioni, affaticamento rapido, sensazione di affaticamento costante e apatia spesso accompagnano il cancro. È anche possibile la debolezza muscolare, che è confusa con affaticamento e sovraccarico..

Respirazione difficoltosa. In una fase precoce della malattia, la respirazione diventa difficile ed è molto importante ascoltare questo sintomo. Nelle fasi iniziali, una persona deve fare molti sforzi per respirare completamente. Si osserva anche mancanza di respiro e respiro sibilante.

Se sei a rischio, la diagnostica annuale dovrebbe diventare una buona abitudine. E quando vengono rilevati i sintomi, la ricerca tempestiva di un aiuto medico può salvare la salute e la vita..

Diagnosi differenziale di oncologia dell'apparato respiratorio

Una radiografia è la base per stabilire la presenza di una neoplasia nei polmoni. Vedere un'area anormale nel polmone è un compito semplice, è piuttosto difficile stabilire l'inizio dello stesso processo nei primi stadi. Il motivo è che alla prima visita da uno specialista, il paziente descrive il quadro sintomatico inerente a molte malattie dell'apparato respiratorio. I raggi X possono determinare chiaramente la presenza di un processo patologico, che servirà come motivo per un successivo esame. Con questa tecnica, l'enfasi è sulla dimensione del tumore e sulla sua composizione..

Il problema principale della diagnosi differenziale è determinare la natura della neoplasia, quindi lo studio dei campioni di tessuto è di grande importanza per fare una diagnosi accurata.

La difficoltà nella diagnosi di oncologia è l'infiammazione purulenta dei tessuti con la loro fusione e la formazione di una cavità purulenta. Per diagnosticare con precisione, è necessario basarsi sui segni clinici del processo patologico.

La diagnosi differenziale di oncologia polmonare potrebbe non rivelare patologia nelle prime fasi di sviluppo se esiste una cisti. Inoltre, vengono spesso utilizzati ultrasuoni e tomografia.

raggi X

È possibile determinare la presenza di una neoplasia usando la fluorografia? Certo, la patologia viene visualizzata, ma solo accorgersene non è abbastanza, è ancora necessario riconoscerlo.

La fluorografia viene eseguita in 2 modi:

Dritto (il paziente è in piedi con le spalle alla macchina).

Laterale (il paziente si trova lateralmente al dispositivo).

Una radiografia aiuta a stabilire la presenza di aree anomale, ma non a conoscere la natura della neoplasia. Simile all'oncologia, l'immagine sembra la formazione di depositi di sali di calcio nei tessuti molli o negli organi, tumori benigni.

Tomografia computerizzata (CT)

Le scansioni TC possono essere eseguite su molte parti del corpo. Come diagnosticare il cancro del polmone con CT? La procedura rivelerà non solo una neoplasia, ma anche l'estensione delle metastasi. Al suo centro, ricorda una radiografia: un computer scatta un gran numero di immagini del corpo usando una macchina a raggi X ad anello. Lo scatto è fatto da diverse angolazioni. Il vantaggio principale della TC rispetto ai raggi X standard è che i risultati possono essere utilizzati per valutare l'intera entità del danno tissutale da parte delle cellule tumorali.

Diagnostica broncoscopica

Esame esterno del tratto respiratorio, in cui viene utilizzata una sonda a fibra ottica sottile come attrezzatura. Viene inserito attraverso la cavità nasale o orale e lo specialista ha la capacità di muoversi attraverso l'intero sistema respiratorio. È considerato il metodo principale per diagnosticare l'oncologia nei polmoni. Il vantaggio della tecnica è che può essere utilizzato per studiare l'aspetto della neoplasia all'interno, per condurre studi su tutte le principali vie aeree. Con l'aiuto della broncoscopia, puoi confermare morfologicamente la diagnosi, studiare la struttura della neoplasia maligna.

Segni diretti di oncologia nel polmone:

Tuberosità, escrescenze tumorali e papillomatose di diverse dimensioni e colori.

L'accumulo di elementi cellulari mescolati con sangue e linfa.

Dossi lisci, lucenti, irregolari, ruvidi.

Il lume del bronco di natura eccentrica o concentrica si restringe con rigidità della parete.

Lo sperone della biforcazione tracheale è visivamente appiattito, a forma di aringa.

Aumento della densità delle pareti dei bronchi.

Spostamento degli inizi dei bronchi segmentali.

Cambiamento di forma e dimensioni, distruzione delle cellule della cresta dello sperone intersegmentale e sottosegmentale.

Anelli di cartilagine indistinti. Membrana mucosa sanguinante, sciolta, edematosa con straripamento locale di vasi sanguigni.

Tomografia computerizzata a spirale

Un tipo speciale di scanner CT viene utilizzato come attrezzatura. SCT ha dimostrato di essere il modo più efficace per rilevare la presenza di cellule anormali nei fumatori o in coloro che hanno abbandonato la dipendenza. Il metodo è oversensitive, che è il suo principale svantaggio. È stato scoperto che nel 20% della TC spirale studiata corregge neoplasie nei polmoni, che richiedono ulteriori studi, ma nel 90% dei casi non si tratta di oncologia. Ad oggi, l'efficacia del metodo è ancora in fase di valutazione e la fattibilità del suo utilizzo..

Risonanza magnetica (MRI)

Con l'aiuto della risonanza magnetica, è possibile determinare con precisione la localizzazione della patologia. Questo metodo si basa sul magnetismo che, in combinazione con un computer, consente di studiare attentamente lo stato di salute del paziente. La risonanza magnetica è simile alla TC in quanto il paziente viene posizionato su un divano all'interno dello scanner per risonanza magnetica. Uno dei principali vantaggi di questo metodo diagnostico è che una persona non è esposta alle radiazioni..

Come risultato dello studio, lo specialista riceve immagini ad alta risoluzione, in cui i cambiamenti insignificanti nella struttura dell'organo possono essere esaminati in dettaglio. La risonanza magnetica non può essere utilizzata se il paziente ha un impianto metallico, un pacemaker, altri elementi di origine non naturale, installati in chirurgia.

Tomografia a emissione di positroni (PET)

La diagnosi con PET si basa sull'azione di elementi radioattivi con una breve emivita che creano un'immagine dell'organo. Mentre la TC e la RM forniscono un'idea della struttura anatomica di un organo, la PET valuta i processi metabolici e il funzionamento dei tessuti. La tecnica consente di valutare l'intensità dello sviluppo e identificare il tipo di cellule tumorali all'interno di una specifica neoplasia.

Durante la procedura, una persona viene irradiata allo stesso modo di 2 radiografie, pertanto viene utilizzato un farmaco contenente elementi radioattivi con una breve emivita. La sostanza si concentra e inizia a rilasciare positroni. Quando i positroni si scontrano con gli elettroni, si verifica una reazione per produrre raggi gamma. Il dispositivo cattura queste radiazioni, fissa la posizione in cui viene accumulato il farmaco. Puoi anche trovare un tumore a causa della reazione del farmaco con glucosio. I carboidrati sono la principale fonte di energia nel corpo, quindi un tumore in crescita li utilizza attivamente. Se c'è un posto nel corpo in cui vi è un'alta concentrazione di glucosio, si può presumere che si tratti di una neoplasia maligna..

Il PET può essere usato in combinazione con CT, in una tecnica diagnostica sotto il nome generale PET-CT. Questo metodo è molto più efficace nel determinare lo stadio di sviluppo della patologia..

Valutazione delle caratteristiche della struttura morfologica degli elementi cellulari dell'espettorato

Come viene diagnosticato il cancro precoce? Un semplice metodo diagnostico è l'esame microscopico della composizione dell'espettorato. QI sarà efficace se la neoplasia è localizzata nella sezione centrale, mentre le vie aeree sono interessate. Questo è il metodo più fedele in termini di costi, ma il suo valore non è troppo elevato. Anche se c'è un processo patologico, le cellule anomale non sono sempre incluse nella flemma. Inoltre, le cellule normali possono essere trasformate se si verifica un processo infiammatorio nel corpo o la loro struttura è danneggiata.

Indicatori oncologici per il cancro ai polmoni

I marcatori tumorali o i marcatori tumorali sono sostanze speciali che compaiono durante lo sviluppo del cancro. Ce ne sono molti, e sono tutti diversi. Tuttavia, è spesso una proteina o suoi derivati. È possibile trovare tali indicazioni quando si esegue un esame del sangue o delle urine di un paziente con cancro. Secondo le dichiarazioni teoriche, sono i marker tumorali a rispondere alla domanda sulla presenza di patologie oncologiche nel corpo. Ma come dimostra la pratica, questo metodo non funziona sempre..

L'accuratezza dei risultati ottenuti dall'uso dei puntatori dipende direttamente da:

La specificità dell'indice è strettamente associata alla malattia più cancerosa, quindi aiuterà a stabilire la presenza di formazioni oncologiche e non a indicare la varietà.

Per quanto riguarda la sensibilità, questo ti consente di trovare la malattia e indicare il livello del suo sviluppo. Se la sensibilità del marker è a un livello basso, allora possiamo assumere la presenza di formazioni oncologiche nel corpo umano. La presenza stessa del marker conferma già la presenza della malattia.

Molti tumori degli organi respiratori sono eterogenei nella loro istologia. L'European Tumor Markers Group (EGTM) raccomanda l'uso di indicatori di cancro ai polmoni per la diagnosi e il monitoraggio. Tali marcatori sono raccomandati per la diagnosi di pazienti che hanno ricevuto un certo trattamento o sono stati sottoposti a intervento chirurgico sugli organi respiratori..

Biopsia polmonare

Una procedura in cui uno specialista preleva un campione di un'area anomala per il successivo esame microscopico. Una biopsia escluderà o confermerà la presenza di una neoplasia. Le biopsie sono precedute da radiografie e scansioni TC. La tecnica viene eseguita in 4 modi. Quando si sceglie una tecnica, il medico si basa sulle condizioni del paziente e sull'area dello studio.

Per preparare una biopsia, è necessario:

Non bere o mangiare per 6-12 ore.

Non assumere farmaci antinfiammatori non steroidei.

Diagnosi del cancro

La maggior parte dei tumori è curabile se la malattia viene rilevata in una fase precoce e la neoplasia è di natura locale. Ciò significa che le cellule maligne non si sono ancora diffuse con sangue e linfa ad altri organi e sistemi..

Sfortunatamente, un gran numero di processi maligni sono asintomatici per lungo tempo o con disturbi minori. I pazienti spesso cercano aiuto medico già nelle fasi III o IV, quando la prognosi è scarsa, motivo per cui la diagnosi precoce del cancro è così importante..

Quando iniziare a preoccuparsi

I sintomi del cancro dipendono dal tipo e dalla posizione (posizione del tumore) e possono variare in modo significativo. Tuttavia, ci sono manifestazioni generali che sono caratteristiche di processi maligni di tutti i tipi:

  • Debolezza, affaticamento, affaticamento cronico).
  • Perdita di peso inspiegabile.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Pallore della pelle.
  • Perdita di appetito.
  • Dolore ricorrente in una zona del corpo che non ha una causa apparente.

Tosse forse irragionevole, respiro corto, sangue nelle feci o nelle urine, comparsa di strane macchie e ulcere sul corpo e così via - a seconda del tipo di malattia.

Se i sintomi persistono per qualche tempo, consultare immediatamente un medico..

Metodi per rilevare tumori maligni

La diagnosi del cancro di solito avviene in due fasi: individuazione dei malfunzionamenti nel corpo con metodi non specifici e di screening, quindi una ricerca strettamente mirata della malattia.

Riferimento! Studi non specifici - i cui risultati indicano la presenza di una malattia, ma non consentono di stabilire una diagnosi accurata. Tuttavia, indicare una direzione per ulteriori indagini..

Specifico: uno studio strettamente focalizzato che consente di identificare il tipo di malattia e la sua localizzazione nell'organo.

  • Esami del sangue per marcatori tumorali.
  • Studi citologici e istologici di materiale biologico.
  • Radiografia di organi specifici (ad es. Mammografia, radiografia dello stomaco).
  • Tomografia computerizzata (CT), tomografia computerizzata multispirale (MSCT).
  • Risonanza magnetica (MRI).
  • Esame ecografico (ultrasuono).
  • Tecniche endoscopiche con campionamento dei tessuti.

Il tipo più specifico di esame, in base ai risultati di cui viene stabilita la diagnosi di "cancro", il suo stadio e il tipo - analisi istologica di un campione di tessuto dell'organo interessato.

Alcuni tipi di ricerca non specifica:

  • Analisi del sangue generale.
  • Chimica del sangue.
  • fluorography.
  • Analisi generale delle urine.
  • Esame del sangue occulto nelle feci.

È importante per le donne sottoporsi a esami ginecologici annuali e alla palpazione delle ghiandole mammarie.

Ricerca primaria

Gli esami medici di routine e i test "di routine" salvano molte persone ogni anno, segnalando al medico problemi del corpo umano e dando l'opportunità di iniziare un esame ristretto.

Emocromo completo (CBC)

Si chiama anche clinico o clinico generale. Questo è uno studio di screening che fornisce un quadro generale dettagliato del lavoro del corpo, della presenza di infiammazione, anemia e disturbi della coagulazione del sangue.

Le seguenti modifiche agli indicatori possono indicare una possibile oncopatologia locale:

  • Aumento della VES (velocità di eritrosedimentazione) con conta dei globuli bianchi normale o elevata (globuli bianchi).
  • Un calo della quantità di emoglobina senza motivo apparente. Può verificarsi con processi maligni dello stomaco e dell'intestino.
  • Un aumento simultaneo del livello di VES, emoglobina ed eritrociti (globuli rossi) può essere indicativo di carcinoma renale.

Tuttavia, se l'UAC ha mostrato tali risultati, non bisogna essere intimiditi. Ripetiamo: questo è uno studio non specifico, che è molto più probabile che indichi altre malattie meno pericolose..

Nella leucemia, l'UCK diventa un importante test di screening - a volte la malattia viene rilevata per caso da un esame del sangue effettuato per un'altra malattia. Ma per questo, è richiesta una formula di leucociti (la percentuale di diversi tipi di leucociti rispetto al loro numero totale). Pertanto, quando si esegue un esame del sangue, non limitarsi ai "tre" - emoglobina, ESR, leucociti.

I sospetti di leucemia sono stabiliti con i seguenti indicatori:

  • Conta dei globuli bianchi molto alta o estremamente bassa.
  • Uno spostamento nella formula dei leucociti.
  • La comparsa nel sangue di leucociti immaturi.
  • Aumento dell'ESR.
  • Emoglobina in calo conta (anemia).
  • Diminuzione della conta piastrinica.

Nell'oncopatologia localizzata (tumore di un organo specifico), la CBC potrebbe non cambiare, specialmente in una fase precoce.

Analisi delle urine generale (OAM)

Può aiutare nella diagnosi del cancro del tratto urinario: rene, vescica, ureteri. In questo caso, nelle urine si troveranno sangue più cellule atipiche. Per chiarire la diagnosi, viene prescritta un'analisi citologica delle urine.

Chimica del sangue

Nelle neoplasie maligne dei reni e della ghiandola paratiroidea, si osserva un aumento significativo del calcio.

Con il cancro al fegato, ai reni, al pancreas, aumenta la quantità di enzimi epatici.

Cambiamenti nella quantità e nel rapporto di ormoni di diversi tipi possono indicare a favore di malattie endocrine maligne..

fluorography

Aiuta a rilevare il cancro ai polmoni.

Diagnostica del cancro con metodi speciali

Se i reclami e gli studi preliminari del paziente generano il sospetto di oncologia, inizia una ricerca mirata..

Esami del sangue per marcatori tumorali

I marcatori tumorali sono sostanze che secernono tumori maligni nel corso della loro vita. La specificità di questi test può variare sia per organi (la capacità di determinare esattamente dove si trova la neoplasia) sia per malattie (che tipo di tumore).

La presenza di marcatori tumorali non indica sempre la malignità della malattia. Pertanto, dopo aver ricevuto un risultato positivo per uno di essi, sono necessariamente prescritti ulteriori esami..

I test più comunemente usati sono:

  • CEA (antigene embrionale canceroso) - viene utilizzato in ginecologia per rilevare tumori dell'utero, dell'ovaio, del seno.
  • AFP (alfa-fetoproteina) - usato per diagnosticare i carcinomi, in particolare dello stomaco e dell'intestino.
  • CA-125 - utilizzato per la diagnosi precoce del carcinoma ovarico, ma anche di altri organi (seno, polmone, fegato).
  • CA-15-3 è un marcatore con specificità di organo relativamente bassa. Consente di sospettare il cancro al seno, ovaie, pancreas, varie parti del tratto intestinale.
  • PSA (antigene prostatico specifico) - un test di neoplasie prostatiche.
  • CA-19-9 - serve a riconoscere l'oncologia del tratto gastrointestinale, e in particolare del pancreas.
  • CA-242 è un marker altamente sensibile per il cancro dello stomaco e dell'intestino.

Questi test vengono eseguiti anche come misura preventiva se il paziente è a rischio.

Metodi strumentali

La medicina moderna ha un gran numero di metodi non invasivi e minimamente invasivi che ti consentono di vedere anche le più piccole neoplasie in luoghi difficili da raggiungere.

Diagnostica a raggi X:

  • Fluoroscopia: l'immagine viene visualizzata sullo schermo monitor in tempo reale. Ti permette di tracciare le caratteristiche dell'organo. Più spesso vengono eseguiti esami fluoroscopici di stomaco, intestino, polmoni.
  • La radiografia è una radiografia di un organo. Un esempio di una radiografia è la mammografia (una scansione del seno).
  • Tomografia computerizzata (CT) - radiografie strato per strato su piani diversi. Quando si diagnostica una neoplasia, viene eseguita con l'introduzione di un liquido di contrasto, che consente di vedere chiaramente i suoi contorni.
  • Tomografia computerizzata multispirale (MSCT): sezioni di organi vengono eseguite con rotazione a spirale del tubo a raggi X e movimento costante del tavolo in cui si trova il paziente. L'elevata risoluzione del metodo, sezioni sottili fino a 0,5 mm, consentono di rilevare i tumori più piccoli inaccessibili alla TC convenzionale. In questo caso, il carico di radiazioni sul paziente non aumenta.

Risonanza magnetica

Il principio di funzionamento è lo stesso della radiografia a raggi X: ottenere immagini di organi strato per strato. Ma le apparecchiature MRI basate su onde elettromagnetiche funzionano.

Procedura ad ultrasuoni

Il metodo si basa sulla capacità degli ultrasuoni di riflettere diversamente dai diversi tessuti e mezzi liquidi. Uno studio indolore e poco costoso che ti consente di identificare le patologie della maggior parte degli organi.

Metodi limitanti

Gli studi a raggi X, la risonanza magnetica o gli ultrasuoni consentono di vedere la presenza di un tumore, valutare la sua forma, dimensione e localizzazione. Ma per giudicare la sua natura maligna o benigna, è necessario un campione del suo tessuto, che può essere prelevato solo durante l'esame endoscopico o durante un'operazione chirurgica..

Endoscopia

Questo è uno studio condotto con un dispositivo ottico che viene inserito in un organo cavo o durante un'operazione (laparoscopia). Usando un endoscopio, puoi esaminare le condizioni delle sue pareti, rimuovere una neoplasia sospetta o prelevare un campione biologico per analisi citologiche o istologiche.

Le tecniche endoscopiche includono:

  • Laparoscopia;
  • gastroscopia;
  • isteroscopia;
  • colonscopia;
  • broncoscopia, ecc..

Se durante la procedura endoscopica è stata eseguita un'operazione o sono stati rilevati siti di tessuto sospetti, il campione deve essere inviato per l'esame citologico o istologico..

Microscopia

L'esame istologico è lo studio della struttura del tessuto al microscopio e l'esame citologico delle cellule.

Secondo i risultati di queste analisi, si può rilevare la presenza di cellule con una struttura atipica, rivelare la loro malignità e determinare il tipo e lo stadio del tumore. L'analisi citologica è veloce ed è comunemente usata come test di screening. Per la citologia, i raschiamenti vengono effettuati dalla mucosa degli organi (ad esempio la cervice), vengono aspirati (liquidi), vengono praticate le punture dei linfonodi, le biopsie della mammella e delle ghiandole tiroidee.

Per l'istologia, sono necessari più tempo e attrezzature più sofisticate, ma è il suo risultato che diventa la base per la diagnosi finale.

Esiste un metodo di immunoistochimica, che si basa sul legame di anticorpi collocati in un campione di tessuto con i corrispondenti antigeni. Questa è un'analisi molto istruttiva in grado di rilevare tumori indifferenziati, metastasi da un focus primario non rilevato e anche prevedere l'ulteriore sviluppo di un processo maligno. Le apparecchiature di laboratorio per immunoistochimica sono costose, quindi non è possibile eseguirle in tutte le cliniche.

Rilevazione di tumori di vari organi

I metodi sopra descritti che vengono utilizzati nella diagnosi di malattie maligne di tutti i tipi. Ma ogni tipo di oncopatologia ha la sua specificità e localizzazione, quindi gli strumenti e i metodi per la loro diagnosi differiranno. Facciamo conoscenza con alcuni di loro.

Tumore ai polmoni

Prende il primo posto, sia in termini di distribuzione tra la popolazione della Russia sia in termini di mortalità. Progredisce rapidamente, incline alle prime metastasi.

Nella prevenzione, si dovrebbe prestare particolare attenzione ai pazienti del gruppo a rischio - i fumatori "hard-core", il proprietario di professioni legate all'inalazione di sostanze nocive, che hanno casi di oncologia tra parenti stretti (non necessariamente polmonari).

Esistono due tipi di questa malattia. Centrale, che si sviluppa in grandi bronchi e periferico - localizzato nei bronchioli e nel parenchima polmonare. I sintomi del tipo centrale di carcinoma polmonare compaiono già nelle prime fasi a causa di una diminuzione del lume dei bronchi, quindi è abbastanza ben diagnosticato. E il tipo periferico è asintomatico per lungo tempo e viene spesso rilevato in una fase avanzata..

Tecniche di rilevazione del carcinoma polmonare:

  • Esame del sangue clinico generale.
  • Fluorogram.
  • Broncoscopia con biopsia.
  • Risonanza magnetica dei polmoni.
  • Pleurocentesi con biopsia del versamento pleurico.
  • Toracoscopia con campionamento del materiale.
  • Toracotomia con prelievo di un campione di tessuto dal tumore principale e dai linfonodi vicini. Questo è un intervento chirurgico che viene utilizzato come ultima risorsa..

Gli esami radiografici sono ampiamente utilizzati. Ma con il cancro periferico, rivelano spesso la malattia già nelle fasi III-IV.

Carcinoma mammario

Può colpire le donne di qualsiasi età, ma è molto più comune nei pazienti di età superiore ai 40 anni. Se viene rilevato nelle fasi I-II, è possibile un trattamento che preserva gli organi.

Per la diagnosi precoce del carcinoma mammario, è necessario visitare un ginecologo o un oncologo mammologo ogni anno. È necessario eseguire la mammografia preventiva dopo 40 anni - una volta ogni 2 anni, dopo 50 - una volta all'anno. Si consiglia alle donne più giovani di sottoporsi ad ultrasuoni regolari al seno.

Ogni donna dovrebbe eseguire periodicamente l'autoesame - questo viene fatto stando davanti a uno specchio e poi sdraiandosi. L'allerta dovrebbe essere un cambiamento nella forma del seno, l'aspetto della secrezione dal capezzolo, la palpazione delle foche, un cambiamento nell'aspetto e nella struttura della pelle del seno.

Se la diagnosi iniziale dà motivo di sospettare un carcinoma mammario, vengono eseguiti i seguenti esami:

  • Esame del sangue per marcatore tumorale CA-15-3 e livello di estrogeni.
  • TC e risonanza magnetica del seno.
  • Mammografia con introduzione di un mezzo di contrasto nei dotti del latte (ductografia).
  • Puntura della ghiandola mammaria con analisi citologiche o istologiche.

Nei grandi centri oncologici, è possibile identificare mutazioni oncogeniche usando metodi di genetica molecolare. Ha senso per le donne a rischio eseguire tale analisi..

Tumore all'intestino

Se una persona è preoccupata per nausea, vomito, crampi al dolore addominale, coliche intestinali, gonfiore, costipazione o diarrea, gas e incontinenza fecale, sangue e pus nelle feci, esiste la possibilità di un processo maligno nell'intestino. Per diagnosticare, sono prescritte le seguenti procedure:

  • Ultrasuoni degli organi addominali.
  • Esame del sangue occulto nelle feci.
  • Esame del sangue per marker tumorale CA-19-9.

Il tumore può essere localizzato in diverse parti dell'intestino.

Per l'esame del retto, viene utilizzata la sigmoidoscopia. Questo metodo consente di vedere un'area lunga fino a 25 cm, il che riduce significativamente le capacità del metodo.

L'intestino crasso viene diagnosticato in due modi: irrigoscopia e colonscopia.

Irrigoscopia: radiografia dell'intestino mediante mezzo di contrasto (bario).

Colonscopia: una procedura endoscopica per l'esame delle pareti di un organo utilizzando un tubo flessibile con un dispositivo ottico.

L'irrigoscopia è più facile da trasportare rispetto alla colonscopia, ma quest'ultima consente di eseguire la biopsia. Nella nostra clinica è possibile condurre questo studio in anestesia generale.

Per chiarire la localizzazione del processo e la presenza di metastasi, possono essere prescritti PET-CT e RM.

Cancro al pancreas

Di norma, viene rilevato in una fase avanzata. I suoi primi sintomi sono piuttosto sfocati: moderato dolore addominale, perdita di peso, pallore della pelle. Questo di solito è attribuito a manifestazioni di pancreatite o malnutrizione. I cambiamenti nei parametri biochimici sono moderati, il marcatore oncologico CA-19-9 potrebbe non aumentare nella fase iniziale.

Per la diagnosi primaria vengono utilizzati ultrasuoni, TC, risonanza magnetica del pancreas.

Per prelevare un campione di tessuto, utilizzare i seguenti strumenti:

  • Aspirazione percutanea con ago sottile (aspirazione) sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni.
  • Endoscopia a ultrasuoni: la sonda viene inserita nel pancreas attraverso l'intestino tenue.
  • Pancreaticolangiografia endoscopica retrograda (ERCP): un tubo flessibile con punta ottica viene inserito nel lume del duodeno.
  • Laparoscopia: con metodo chirurgico, i campioni di tessuto vengono prelevati da tutti i luoghi "sospetti" e altri organi della cavità addominale vengono esaminati in dettaglio per la presenza e la prevalenza di un processo oncologico. Questo è il modo più informativo per diagnosticare i tumori..

Cancro allo stomaco

Denunce di dolore nella regione epigastrica, feci e vomito con sangue, nausea, bruciore di stomaco, eruttazione, perdita di peso, possono indicare sia ulcera gastrica che cancro. In questo caso, è assegnato:

  • Ultrasuoni degli organi addominali.
  • Radiografia dello stomaco e dell'intestino con un mezzo di contrasto.
  • Esame del sangue per marcatori oncologici CA-19-9, CA-242, AFP.
  • La fibrogastroduodenoscopia (FGDS) è una procedura endoscopica, che consiste in un esame visivo delle pareti dello stomaco e del duodeno. Se viene rilevata una neoplasia, viene eseguita una biopsia per l'analisi istologica, nonché per identificare i batteri Helicobacter pylori. È EGDS il "gold standard" nella diagnosi di malattie dello stomaco e del duodeno.
  • Esame laparoscopico. Viene prescritto se si riscontra una grande neoplasia con una probabile crescita negli organi vicini.

Se è stato trovato un paziente con batteri Helicobacter pylori, questo lo mette a rischio di malattie dello stomaco (gastrite, ulcere, cancro). In questo caso, è necessario un trattamento antibiotico obbligatorio, oltre a un monitoraggio più attento del tratto gastrointestinale..

Cancro cervicale

La stragrande maggioranza delle malattie maligne del tratto genitale femminile sono asintomatiche o con sintomi minori fino alle fasi avanzate. Pertanto, la loro prevenzione inizia con un esame ginecologico annuale, indipendentemente dalla presenza di lamentele.

Esame primario obbligatorio - esame in una sedia da ginecologo con specchi. Sulla base dei suoi risultati, il medico prende ulteriori provvedimenti..

Come parte di un esame ginecologico, il medico prende una macchia dal paziente per citologia: si tratta di uno screening per il cancro cervicale e le condizioni precancerose. Se i risultati dello striscio mostrano la presenza di cellule atipiche o maligne, viene eseguita una colposcopia (esame endoscopico della mucosa cervicale) con il prelievo di un campione delle aree alterate per l'analisi istologica.

Cancro uterino

Tecnologie di rilevazione del cancro cervicale:

  • Biopsia di aspirazione della cavità uterina.
  • Isteroscopia - esame del canale cervicale e della cavità uterina mediante un dispositivo ottico (isteroscopio) con campionamento biomateriale.
  • Curettage diagnostico.

Cancro ovarico

Viene diagnosticato con tali metodi:

  • Esame manuale - rettovaginale o vaginale.
  • Ultrasuoni ovarici.
  • TC e risonanza magnetica.
  • Test del marker tumorale.
  • Laparoscopia con campionamento dei tessuti.

Questo tipo di malattia è soggetto a metastasi, pertanto la ricerca viene spesso eseguita in altri organi..

Cancro alla prostata

Molto spesso, gli uomini di età superiore ai 50 anni, e in particolare i 60 anni, sono malati. Pertanto, gli uomini più anziani devono sottoporsi a esami preventivi della prostata. Lo stesso vale per le persone a rischio, soprattutto perché le fasi iniziali sono asintomatiche.

  • Esame digitale rettale.
  • Esame del sangue per marker tumorale PSA.

Se si sospetta un processo oncologico, l'esame prosegue con i seguenti strumenti:

  • Ultrasuoni transrettali. Viene eseguito attraverso il retto del paziente. Ti permette di esplorare la prostata, le vescicole seminali, l'uretra e i tessuti circostanti.
  • Biopsia ad ago multifocale guidata da ultrasuoni. È il modo più affidabile per diagnosticare il cancro alla prostata.

Carcinoma renale

È possibile sospettare un tumore renale maligno sulla base di test clinici..

Questa è la comparsa nelle urine di sangue e cellule atipiche in combinazione con un aumento dell'ESR e il livello dei globuli rossi. La biochimica del sangue mostrerà un aumento della quantità di calcio e transaminasi.

Per ulteriori diagnosi, utilizzare:

  • Ultrasuoni dei reni e dell'addome.
  • Radiografia a contrasto del rene.
  • TC dei reni.
  • Pielografia retrograda. Questa è una radiografia del bacino renale, che viene eseguita inserendo un cistoscopio nel sistema urinario e un colorante di contrasto negli ureteri. I raggi X vengono utilizzati per visualizzare il movimento della tintura e il funzionamento del sistema.
  • Biopsia mirata guidata dagli ultrasuoni.
  • Angiografia renale selettiva. Identifica il carcinoma a cellule renali. Per le neoplasie del bacino non viene utilizzato.

I test per i marcatori tumorali nel carcinoma renale non sono informativi.

Marcatori tumorali per carcinoma polmonare e bronchiale

Il cancro del polmone e dei bronchi è una malattia grave, i cui segni clinici compaiono solo nelle fasi tardive, quasi irreversibili del processo oncologico. La presenza di un disturbo nella fase iniziale è spesso mancata anche dalla radiografia. I marcatori tumorali dei polmoni e dei bronchi sono un metodo specifico di diagnosi precoce e controllo della malattia.

indicazioni

Lo scopo degli studi per rilevare i marcatori tumorali che indicano un processo patologico nei bronchi e nei polmoni è rilevante per i seguenti sintomi:

  • attacchi periodici di tosse, che è accompagnato non solo dall'espettorato, ma anche da tracce di sangue in esso;
  • febbre di basso grado prolungata in assenza di segni di raffreddore e lesioni infettive e infiammatorie degli organi interni;
  • compromissione generale del benessere associata a un deterioramento della difesa immunitaria, aumento della fatica, debolezza e sonnolenza;
  • notevole perdita di peso e appetito.

Si raccomanda inoltre di effettuare l'analisi per i marker tumorali a persone con una diagnosi confermata di carcinoma polmonare al fine di monitorare il trattamento. L'efficacia della terapia può essere valutata confrontando gli indicatori diagnostici iniziali e attuali.

Elenco dei marker tumorali (nomi)

I marcatori tumorali sono sostanze proteiche specifiche prodotte da un tumore maligno. Sono rilevati nello studio dei fluidi biologici umani: sangue e urina. La loro composizione quantitativa e qualitativa indica la fase del processo oncologico. Tuttavia, sarebbe sbagliato fidarsi completamente di tali marker, poiché non sempre possono determinare con precisione il tipo di tumore nel corpo..

I marcatori tumorali più comuni di polmoni e bronchi sono considerati nella tabella seguente..

NomeDescrizione
CEA (ANTIGENO GRU EMBRIONALE)È usato quando si sospetta che il carcinoma polmonare valuti la chemioterapia e la possibile ricaduta. Non dà il 100% del risultato, poiché i valori di CEA sono spesso aumentati nei fumatori e nelle persone con neoplasie benigne negli organi respiratori, ad esempio nella trachea.
MARE (ANTIGENO CARBINOIDOEMBRIONALE)Normalmente prodotto dai tessuti del feto. Quando il marker SEA viene rilevato nel sangue, possiamo parlare di carcinoma intestinale e tumori del tessuto polmonare..
NSE (ENOLASE NEUROSPECIFICO)Questo marker tumorale è un enzima sintetizzato dai neuroni del sistema nervoso centrale e dalle cellule tumorali di neoplasie maligne. L'NSE è prescritto per la diagnosi di carcinoma polmonare a piccole cellule, neuroblastoma e leucemia.
CYFRA-21-1 (FRAMMENTO DI CTOKERATINA)Nei focolai di tumore emergenti, la sintesi di citocheratina è potenziata e i suoi enzimi entrano nel sangue e nella linfa. Un eccesso di questo marker tumorale indica la presenza di cancro ai polmoni.
SCC (antigene carcinoma a cellule squamose)Marcatore altamente preciso a causa del carcinoma a cellule squamose, ma non molto specifico. Cioè, la sua presenza può indicare lo sviluppo di un tumore non solo nei polmoni, ma anche nel tratto digestivo, nel fegato, nelle ovaie, ecc..
TGÈ prescritto per l'analisi delle metastasi nel carcinoma diagnosticato dei bronchi e dei polmoni.

Esistono vari metodi per rilevare un processo maligno nel sistema respiratorio. I marcatori tumorali elencati nella tabella, insieme ad altri metodi diagnostici, contribuiscono al rilevamento della malattia all'inizio del suo sviluppo..

Se in un breve periodo di tempo il loro numero aumenta bruscamente, questo conferma il processo oncologico nel corpo. Durante la chemioterapia, la crescita di questi indicatori nel sangue, al contrario, è un aspetto positivo: la massiccia morte delle cellule atipiche porta al rilascio dei loro prodotti di decadimento nel flusso sanguigno generale, che indica le tattiche terapeutiche scelte correttamente.

Norma

La presenza di marcatori tumorali nel corpo umano non significa sempre che soffra di cancro. I seguenti fattori possono influenzare il risultato della ricerca:

  • fumatori;
  • gravidanza;
  • tumore benigno;
  • patologie croniche: tubercolosi, malattie renali, ecc..

Pertanto, con un'analisi positiva, è importante eseguire una diagnosi completa, tra cui una radiografia, una broncoscopia e una biopsia del tessuto polmonare..

Nonostante ciò, il superamento dei valori stabiliti dovrebbe essere considerato come un segnale di allarme che indica una possibile malattia oncologica dell'apparato respiratorio. Elenchiamo i criteri principali per la norma nella seguente tabella.

Marcatori tumorali per carcinoma polmonareStandards
MARE0-5 mg / ml
CEA0-5 mg / ml
NSE12,5 ng / ml
Cyfra-21-12,3 ng / ml
SCC1,5 ng / ml
TG60 ng / ml

decodifica

Al fine di non commettere un errore nella diagnosi, uno specialista dovrebbe occuparsi dell'interpretazione dell'analisi. Alti tassi di ricerca richiedono un lavoro diagnostico approfondito.

Normalmente, il marker CEA non deve essere superiore a 5,0 mg / ml. Se è ingrandito, può riguardare il cancro ai polmoni o allo stomaco. Per i non fumatori, il CEA non deve superare 2,5 mg / ml.

Per studiare il tumore nel tessuto polmonare, vengono presi in considerazione i marker SEA, NSE e CYFRA 21-1. I loro valori non devono superare i criteri standard specificati nella tabella precedente. Se questi criteri vengono aumentati sullo sfondo di un aumento della CEA, stiamo parlando di carcinoma polmonare.

Il marker SEA è altamente sensibile ai tumori del sistema respiratorio - non viene rilevato nel corpo in una persona sana. A volte è elevato con difese immunitarie indebolite o dopo una recente malattia.

Il marker SCC, caratteristico del carcinoma a cellule squamose, non deve superare i criteri di 1,5 ng / ml. Con il suo aumento dell'analisi, c'è il sospetto dello sviluppo di un tumore dell'epitelio squamoso nei tessuti dei bronchi..

Il marcatore TG indica la presenza di metastasi nel corpo durante un processo maligno nei polmoni. I suoi valori normali non dovrebbero essere superiori a 60 ng / ml.

Dopo il trattamento, il numero di marker tumorali nel sangue del paziente cambia. Questo processo è in genere veloce. Una lenta diminuzione del loro livello indica la presenza di metastasi nascoste nel corpo..

Schema per lo studio dei marker tumorali nel carcinoma polmonare

Durante il trattamento, il medico ricorre necessariamente all'algoritmo per l'utilizzo dei marker tumorali. Corregge il loro numero prima dell'inizio dell'intervento terapeutico nel corpo e attira anche l'attenzione su indicatori significativamente aumentati.

Dopo l'operazione di resezione del tumore rilevato, dovrebbero essere necessari da 2 a 10 giorni per la prima analisi per i marker tumorali nel sangue e 30 giorni per la seconda. Quindi gli studi vengono effettuati ogni 3 mesi per i prossimi 2 anni. Prima della nomina del prossimo ciclo di trattamento, il medico fissa nuovamente i nomi e il numero di marcatori.

Affidabilità dei dati

Sfortunatamente o per fortuna, i risultati mostrati dallo studio non possono essere considerati criteri assolutamente corretti per il cancro. La concentrazione di marcatori tumorali spesso supera la norma in presenza di altri problemi non maligni nel corpo.

Pertanto, al fine di chiarire la diagnosi, è necessario ripetere il test per i marker tumorali del carcinoma polmonare, di norma, 4 settimane dopo la precedente. Se anche questa volta i valori vengono sopravvalutati, è necessario un esame completo volto a studiare lo stato degli organi interni, a cui i marker hanno mostrato una reazione specifica.

Se la diagnosi non fornisce risultati che indicano la presenza di un tumore maligno, dopo 3-6 mesi è necessario controllare nuovamente il sangue.

Preparazione per le analisi

Le attività preparatorie per lo studio includono i seguenti punti:

  • 72 ore prima del test, è importante ridurre al minimo il numero di sigarette fumate, nonché rinunciare a cibi grassi e bevande alcoliche.
  • Limitare l'uso di qualsiasi farmaco, ad eccezione di quelli vitali. Il medico deve essere informato dei farmaci assunti..
  • Si raccomanda di ridurre al minimo l'attività fisica e i fattori di stress in 48 ore.

Condizioni speciali che incidono sul livello dei marker

I marcatori tumorali nel sangue sono influenzati da aspetti quali la temperatura e il tempo di conservazione del siero; non deve passare più di un'ora prima dell'inizio dello studio..

Anche lo stato del siero è soggetto a contabilità: le composizioni emolizzate e itteriche si riflettono nella NSE.

Un aumento dei valori di CYFRA 21-1 indica un cambiamento nella fase del processo maligno e non esclude la possibilità di sue modifiche. Il contenuto del marker può cambiare in un lato minore dopo l'operazione dopo alcune ore, il che indica la sua efficacia. Se ciò non accade, stiamo parlando della presenza di metastasi nel corpo o della conservazione delle tracce tumorali.

Dove possono essere eseguiti i test??

Per condurre un'analisi per i marcatori tumorali, è necessario contattare cliniche specializzate con l'attrezzatura appropriata. Di norma, qui lavora personale altamente qualificato, che è impegnato nella decodifica della ricerca effettuata..

In questo caso, il paziente può essere diagnosticato per la prima volta e non dovrà dedicare tempo e sforzi a ulteriori esami diagnostici. Naturalmente, i test possono essere superati anche nelle normali istituzioni mediche comunali, ma in pratica, quando si ottiene un risultato positivo, la maggior parte dei pazienti viene inviata a centri privati ​​per il controllo..

Quindi, dove puoi fare il test in Russia? Chiamiamo alcune cliniche.

  • Istituto di ricerca di epidemiologia, Mosca, st. Novogireevskaya, 3a.
  • Laboratorio medico "Gemotest", Mosca, st. Traghetto, 3.
  • LLC "Invitro", San Pietroburgo, st. Botkinskaya, 1.
  • Laboratorio medico "Sinevo", Sebastopoli, rivoluzione di ottobre, 3.
  • Servizio di laboratorio "Elica", San Pietroburgo, prospettiva Grazhdansky, 88/3.
  • Centro clinico e diagnostico "Ultramed", Omsk, st. Chkalova, 12.

Quanto aspettare il risultato?

È impossibile nominare criteri chiari. I tempi del lavoro diagnostico dipendono dal livello dell'organizzazione e dal suo carico di lavoro. Ma, secondo le statistiche, in presenza di apparecchiature di alta qualità, il risultato diagnostico è pronto 24 ore dopo la raccolta di materiale biologico. Nelle cliniche ordinarie, esattamente la stessa procedura dura in media da 2-3 giorni a diverse settimane..

Costo di ricerca

Se una persona si rivolge a un laboratorio comunale nel luogo di residenza con un rinvio da un oncologo, i suoi servizi sono pagati dallo Stato (secondo la politica del paziente). Cioè, la ricerca sarà completamente gratuita..

Nelle cliniche private, il costo dello studio di un marker tumorale costerà in media circa 800 rubli in Russia e 320 grivna in Ucraina. Il prezzo finale dipende dai seguenti fattori:

  • la qualità dell'attrezzatura utilizzata;
  • la possibilità di prelevare sangue - in laboratorio o con la visita di un'infermiera a casa;
  • tipo di reagenti - domestici o importati.

Ad esempio, un marker tumorale per il cancro polmonare Cyfra-21-1 in un laboratorio chiamato "Invitro" costa 770 rubli per studio.

La diagnosi precoce delle malattie maligne aumenta la probabilità di scegliere il corso ottimale di trattamento e prolungare la vita di una persona. Una patologia così pericolosa come il cancro ai polmoni, che comporta almeno il 30% dei decessi tra tutti i malati di cancro, necessita di una diagnosi tempestiva e i marcatori tumorali per la sua rilevazione possono svolgere un ruolo significativo in questo.

Grazie per aver dedicato del tempo per completare il sondaggio. L'opinione di tutti è importante per noi.